Giorgio Pontico

Facebook: come stai?

Il social network più popolare controlla da anni gli aggiornamenti degli utenti USA. Ne viene fuori un quadro decisamente poco allegro

Roma - Quanto sono felici i cittadini USA su Facebook? Non molto secondo un studio condotto proprio dal social network di Palo Alto. Eccezion fatta per alcune festività come il Thanks Giving Day e il 4 luglio il mood generale sembra non essere proprio dei migliori.

Le parole negative usate per aggiornare il proprio status surclassano i termini che riconducono a significati positivi e, almeno per il team di psicologi assoldati da Zuckerberg, denotano una tristezza generale interrotta solo da notizie o ricorrenze gradite come la festa della mamma o l'elezione di Barack Obama.

Adam Kramer, del data team di Facebook, è convinto dell'esattezza dei risultati del monitoraggio: "Ogni giorno milioni di utenti condividono i loro sentimenti con le persone a cui tengono - ha spiegato Kramer - questi update sono delle piccole finestre sullo stato d'animo degli americani".
Da quando questo meccanismo è entrato in funzione, circa due anni fa, la data più triste è stata quella del 22 Gennaio 2008, giorno in cui la morte dell'attore Heath Ledger è coincisa con il crash degli indici azionari asiatici. La dipartita di Michael Jackson ha fatto invece del 25 giugno 2009 la seconda giornata meno felice d'America.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
18 Commenti alla Notizia Facebook: come stai?
Ordina
  • riguardo sw semantici che analizzano il linguaggio naturale ne ho sentito parlare e sembra funzionino, naturalmente non coprono tutte le accezioni e di certo non riescono a distinguere l'humor o i doppi sensi.
    Mi chiedo solo se avessero fatto questa indagine sui post lasciati dagli italiani su FB (tra le cui pagine curioso per interesse professionale, ma me ne tengo ben alla larga)Con la lingua fuori e poi non capisco perchè se gli americani sono tristi ecc...lo dobbiamo essere anche noiSorride))

    questa marea di sociologi e psicologi o presunti tali dovrebbe conoscere bene le dinamiche di gruppo e sapere che soprattuto tra i giovani apparire un pò come dire "dark mood" ha sempre il suo fascino, da un aria vissuta (soprattutto tra gli adolescenti) e che è attirano più le lacrime e i pensieri strazianti di mille sorrisi...per dire che spesso e soprattutto su FB le persone si atteggiano e recitano e dire che gli americani sono tristi perchè scrivono c@@@@ su FB mi sembra riduttivo, perchè oltre a quelli che sono felici, ce ne sono altrettanti che sono ugualmente felici e su FB proprio non ci vanno.........

    Sono generalizzazioni pari a quelle dei film: i marziani sbarcano solo in usa, la fine del mondo incombe e riescono solo loro a salvarci da una tragica fine e godzilla distrugge solo il giappone, perchè a nuoto non riesce ad arrivare fino da noi...bah
    non+autenticato
  • ...non perde tempo a scrivere su facebook.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • sono luoghi comuni, io facebook lo uso pochissimo ho aggiunto solo i miei veri amici ma tramite questo portale sono stato rintracciato da una mia compagna di scuola che cercavo da 20 anni e che non siamo mai riusciti a trovare in altro modo, fra l'altro la prima ragazza di cui mi sono innamorato, quindi certo collezionare solo amici virtuali e non reali non fa cmq felici-:)
    - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Gianei
    > > ...non perde tempo a scrivere su facebook.
    >
    > Nè su punto informatico.
    > Nè su internet.
    > Nè ad andare in giro.
    > Nè a mangiare.
    >
    > magari poi si rende conto di non essere più
    > felice.
    > Nè vivo.
    >
    > p.s.
    > ho usato FB per due settimane qualche mese fa
    > giusto per capire come
    > funziona.
  • Fate attenzione a Facebook! A me hanno tolto l'accesso al mio account solo perchè sostengono che il dominio della mia email è "abusiva". Gli ho chiesto spiegazioni per 4 volte senza ottenere nessuna risposta. Intanto la mia foto e il mio nome sono ancora lì e continuo a ricevere email da loro senza nemmeno poter cancellare il mio account. Il loro comportamento è inqualificabile. Se ne sbattono dei loro utenti, per loro siamo solo numeri.
    non+autenticato
  • è chiaro.. siete così tanti che.. per forza dovete essere solo numeri.. pensa a ricordarsi tutti i nomi di ciascuno.. phazzesco!
    non+autenticato
  • ma non dirne piu...
    non+autenticato
  • E t'hai scoperto i' buho alla 'onca!!
  • Avete sentito nulla di Facebook e Ryanair che lavorano assieme?

    Su YouTube ho trovato questo filmato, provate a darci un occhiata:

    non+autenticato
  • Ma cos'è????
    Mi sembra chiaramente un fake fatto con powerpoint!!!
    non+autenticato
  • non somiglia neanche vagamente ad una pubblicità..

    "what if they cooperate to find you the real love".. significa "cosa succederebbe se cooperassero per trovarti l'amore vero..

    quante cazzate..
    non+autenticato
  • Quella condotta da Cameron Marlow e il Data Team di Facebook. che poi sconfessa un po' quelli che dicono di avere 500 amici su Facebook. a proposito mi ricordo di un articolo su P-I di una donna che sosteneva la bontà di questo sito per mantenere i contatti con gli amici; vorrei tanto che commentasse i risultati pubblicati:

    http://overstated.net/2009/03/09/maintained-relati...

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • Per me che ho lasciato nella città dove ho vissuto per 30 anni un certo numero di amici e parenti, è comunque un modo per tenermi in contatto con loro.
    Poi comunque dipende dal carattere: se sei socievole fai anche nuove amicizie che non sono meno solide di quelle "vere". Se sei un orso, non c'è Facebook che tenga.
  • - Scritto da: hibee72
    > Per me che ho lasciato nella città dove ho
    > vissuto per 30 anni un certo numero di amici e
    > parenti, è comunque un modo per tenermi in
    > contatto con
    > loro.
    > Poi comunque dipende dal carattere: se sei
    > socievole fai anche nuove amicizie che non sono
    > meno solide di quelle "vere". Se sei un orso, non
    > c'è Facebook che
    > tenga.

    be' lì il discorso è un tantino diverso. quando ti sei trasferito dal tuo paese hai lasciato lì parenti, amici e conoscenti. con quanti ti tieni in contatto tramite Facebook? con tutti, o solo con alcuni? qui non si mette in dubbio la utilità di un nuovo strumento di comunicazione tra persone, qui si cerca di sconfessare le tesi portate avanti da pseudo-esperti di psicologia sociale e Phd in sociologia secondo cui iscriversi a Facebook e avere tanti amici su Facebook faccia bene (tutto questo perché scrivere articoli e libri su Facebook oggi rende tantissimo). se leggi attentamente l'articolo di Marlow scoprirai che alcuni utenti gli hanno chiesto con una certa frequenza di valutare se su Facebook hanno un numero sufficiente di amici. oltre alle paure ataviche (come quella dei serpenti o le vertigini) ormai si affaccia la paura di non avere amici a sufficienza sul social network.

    poi riguardo agli orsi e ai piacioni sociali avrei qualcosa da ridire. se l'orso esce sempre con un amico mentre il piacione lo vedi sempre da solo o sempre con persone diverse, per me l'orso ha una vita affettiva più intensa e profonda da chi si accompagna sempre con persone diverse.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)