Ballmer: ecco il nostro 2010

In occasione di un incontro con i Partner del Belpaese, il CEO di Redmond traccia le linee guida per il prossimo anno fiscale. Con Windows e Office in testa alle truppe cammellate di BigM

Milano - A Milano per altri impegni più mondani, il CEO di Microsoft Steve Ballmer ha voluto incontrare i propri Partner italiani per illustrare la strategia di sviluppo commerciale di Microsoft.

Steve Ballmer parla alla platea MilaneseNella breve conferenza introduttiva Ballmer ha sottolineato come l'ecosistema Microsoft, ovvero la catena del valore che va dai rivenditori di PC e di soluzioni server agli sviluppatori, generi annualmente entrate per circa 9,5 miliardi di Euro dando lavoro a 89mila persone: cifre che fanno chiaramente intendere quale sia il peso specifico di Microsoft, e di conseguenza quello delle sue scelte strategiche adottate per il 2010 nel settore dell'IT. Un settore che, secondo gli analisti, dovrebbe porsi come uno degli elementi chiave per la ripresa economica.

Consapevole del momento difficile per le aziende, Microsoft sostiene di aver improntato le scelte di sviluppo per nuovi prodotti su concetti quali il risparmio sui costi, l'aumento della produttività e l'innovazione. Su questa linea Ballmer ritiene che il risparmio di costi garantito da Windows 7, e l'aumento di produttività conseguente alle novità introdotte nell'ultimo sistema operativo realizzato, saranno gli strumenti che contribuiranno alla diffusione del prodotto di punta di Microsoft.
Durante il confronto con i partner tecnologici e i giornalisti, Ballmer ha colto l'occasione per approfondire alcuni aspetti del mercato attuale. Innanzi tutto, rispondendo a una domanda su come la consumerizzazione delle soluzioni aziendali potrà indirizzare lo sviluppo di applicazioni business, ha ribadito come da sempre Microsoft conosca e tragga vantaggio da questo fenomeno. Le varie versioni di Windows 7 sono uno dei frutti tangibili di questa consapevolezza: sarà lo stesso utente domestico che, abituatosi a Windows 7 sul PC di casa, si farà promotore dell'adozione in azienda delle versioni Business, Enterprise e Server del sistema operativo.

Passando alla Rete, incalzato sulla concorrenza e in particolare sull'inarrestabile successo di Google, Ballmer ha indicato i tre punti sui quali si definisce la strategia competitiva di Microsoft:

1 - Una sana competizione nel campo della ricerca grazie a Bing;
2 - Il lancio di nuovi prodotti come Windows 7 e Windows 2010 per ribadire la leadership nei rispettivi settori prima che Google offra soluzioni realmente competitive in questi ambiti;
3 - Il consolidamento della presenza negli ambienti business e nelle soluzioni server dove Google si dimostra ancora debole.

Se poi si passa a parlare di cloud computing, settore dove Google detiene un vantaggio competitivo tangibile anche a scapito di Redmond, Ballmer ha voluto precisare come nella visione di Microsoft il cloud computing non costituisca uno sviluppo parallelo ed esclusivo rispetto alle soluzioni client più tradizionali, ma un naturale sviluppo che, come dimostra Office Live, sarebbe già da tempo oggetto di ricerca e sperimentazione nei laboratori di Redmond.

L'intervento di Steve Ballmer è disponibile di seguito in versione integrale:





Daniele Cerra
Notizie collegate
117 Commenti alla Notizia Ballmer: ecco il nostro 2010
Ordina
  • Ho letto con interesse questo articolo:
    http://www.geekissimo.com/2009/10/13/windows-7-wei.../
    In pratica Windows 7 dice che tutti i PC citati non sono perfettamente adatti a Windows 7. Sono tutti PC di due anni fa (Mac Mini a parte), di epoca Vista, insomma.
    Questo per tutti quelli che dicono che 7 è una rivoluzione e che sfrutta meglio l'HW a disposizione. E' lui stesso a dire che gli serve HW superiore e a bocciare i PC per Vista.
    non+autenticato
  • ma infatti di rivoluzionario sette non ha nulla, è una ottimizzazione di svista.

    Ottimizzazione non vuol dire però che devo farmelo pagare!

    E' solo una disperata mossa di marketng per evitare il decadimento finale.

    la loro unica fonte di entrata, sul nuovo, sono le licenze OEM. pirateria a parte windows xp continuerà a restare l'ultimo sistema operativo che possa definirisi tale MS.

    Il futuro è minori richieste hw, minori costi, ottimizzazione, tutte cose che windows si può solo sognare.

    Sentire parlare il ceo di ms fa piangere.

    Le vacche da mungere sono rimaste senza cibo e di conseguenza non producono più latte...
  • Microsoft parla sempre del "prossimo" sistema operativo, e di come andrß il "prossimo" anno... Steve... racontaci come é andato il 2008 e come sta andando il 2009...Occhiolino
    MeX
    16897
  • Eheheh volevo ben dire le perdite pazzesche che stanno piangendo, specie sul web...
    non+autenticato
  • boh, l'unico software Microsoft in calo mi sembra IE.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > boh, l'unico software Microsoft in calo mi sembra
    > IE.

    Se però conti il boom che aveva avuto XP nei confronti di 2000 e ripeti lo stesso paragone tra Vista e XP, ti accorgerai che il calo c'è eccome!

    E anche Office 2007 non è piaciuto come il 2003.... e OOo continua a diffondersi (vedi amministrazione statale Tedesca e polizia Francese).
    non+autenticato
  • VS2005 pero' per me rimane il migliore e non mi pare abbia subito peggioramenti come tanti altri sw MS.
    Per lo sviluppo non ho ancora visto alternative a parte forse eclipse ( intendo dire su Win).
  • - Scritto da: deactive
    > VS2005 pero' per me rimane il migliore e non mi
    > pare abbia subito peggioramenti come tanti altri
    > sw MS.
    Confermo. VS 2008 è migliorato in performance rispetto al 2005.

    > Per lo sviluppo non ho ancora visto alternative a
    > parte forse eclipse ( intendo dire su
    > Win).
    Su Win per il .NET c'è SharpDevelop, per il C++ c'è Code::Blocks. Sono prodotti validi e open, ma VS (anche nella versione free) rimane un ottimo prodotto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: deactive
    > VS2005 pero' per me rimane il migliore e non mi
    > pare abbia subito peggioramenti come tanti altri
    > sw MS.
    > Per lo sviluppo non ho ancora visto alternative a
    > parte forse eclipse ( intendo dire su Win).

    netbeans ??
    krane
    22544
  • Per C#, VB e cagate linguaggi simili?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Utente non loggato
    > Per C#, VB e cagate linguaggi simili?

    Ha, no, scusa, credevo lo cercassi serio Imbarazzato
    krane
    22544
  • NetBeans è splendido per il Java... Ma mi sono trovato bene sia quando ho voluto provare il Ruby, sia col C/C++ (anche se a volte un blocco note-style può essere più comodo, dipende dalle abitudini e dagli scopi... Per il debugging ed il testing un IDE è necessario e NetBeans assolve bene questi compiti). Inoltre ho conosciuto anche programmatori Python molto soddisfatti... Non sarà un casoOcchiolino
    non+autenticato
  • intendi quel vs2005 che non rispetta lo standard ansi?
  • sto testando la beta a casa e non ci sonoparagoni stabile e performante, quasi come linux..... + tutti i confort che esso porta (programmi) (tralasciamo i virus) direi che dominera' ancora il mercato, e non mi venite a dire linux o mac

    mac: prezzi troppo elevati(pero' han qualita' a volte e innovazione)

    linux: fighissimo ma c'e' smepre l'utente deficente che vuole la pappa pronta.... o si ci sono le alternetive ai programmi ma non rendono a volte il confronto (pero' a volte li superano) beh che dire l'utente ha paura del diverso enon si vuole sbattere piu' di tanto....

    in definitiva altri 5 anni di microsoft garantiti.
    non+autenticato
  • Non hai visto le analisi di mercato... Né usato Vista appena uscito. Ma vabbeh, del resto questo non è un forum tecnico, ultimamente.

    PS. Quanta RAM ti tiene occupata quando non stai facendo nulla?
    PPS. Ti sei mai chiesto perché, se Vista è così bello, sta per uscire Windows Seven?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Utente non loggato

    > PPS. Ti sei mai chiesto perché, se Vista è così
    > bello, sta per uscire Windows
    > Seven?

    Bello o brutto per ragioni di mercato ogni 3-5 anni escono con un nuovo SO.
    Se è stato un flop cercano di fare in modo che siano 3, se invece è andato bene tirano avanti fino a 5.
    E' il mercato che lo impone, non l'innovazione o altre menate.
    Succede anche nella nostra azienda per il gestionale...dopo 5 anni se ne stanno uscendo con una nuova versione che è una ciofeca come quella di prima, ma per ragioni di ammortamento dei costi escono lo stesso.
    non+autenticato
  • Ossia sostanzialmente il tuo 'se va bene fanno 5, se fa schifo fanno 3' è un altro modo per dire la stessa cosa che ho detto io. Ti ricordo che Vista doveva essere il solito "prodotto definitivo" e, onestamente, un flop del genere è stato davvero spaventoso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: asd
    > sto testando la beta a casa e non ci sonoparagoni
    > stabile e performante, quasi come linux..... +
    > tutti i confort che esso porta (programmi)
    > (tralasciamo i virus) direi che dominera' ancora
    > il mercato,

    Per il dominio del mercato home c'e' il preinstallato, le aziende rifiuteranno il 7 come hanno rifiutato vista perche' non hanno voglia di cambiare anche i server di dominio.
    krane
    22544
  • Ci sono anche aziende nascenti, giovani e dinamiche
    non+autenticato
  • E quelle usano Linux, te lo garantisco?

    Ho programmato in piccole startup che naturalmente si buttano sul web.
    E Linux lo usavano 6 programmatori su 10 e 8 server su 10.

    Tutto era studiato perché non si potesse prescindere da un sistema operativo in particolare.

    I giovani sono meno stupidi e arenati di chi per anni è stato schiavo di windows.
    non+autenticato
  • > I giovani sono meno stupidi e arenati di chi per
    > anni è stato schiavo di
    > windows.

    Io non ne sarei cosi' sicuro. Dipende moltissimo anche da quale università sei uscito e che tipo di esperienze hai fatto.
    Se all'università ti hanno bombardato con .NET allora i "ggiovani" aprono magari una ditta e fanno la scelta ovvia (e sbagliata) di continuare ad usare .NET. (magari piratando tutto tanto prima che li controllano....)
    L'indolenza è sempre più forte della razionalità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aname
    > Ci sono anche aziende nascenti, giovani e
    > dinamiche

    E sono proprio quelle che si terranno lontanissime da Microsoft. Posso capire le aziende nate negli anni 90 che hanno fatto chissà quali contratti con Microsoft e quindi non vogliono buttare via l' "investimento", ma aprire un'azienda oggi e legarsi a Microsoft è un po' folle, specialmente se si tratta di un'azienda di servizi web. Ad oggi è ormai fattibilissimo aprire un'attività del genere senza versare un solo euro in licenze.
  • - Scritto da: asd
    >
    > mac: prezzi troppo elevati(pero' han qualita' a
    > volte e innovazione)
    >
    Ma anche no.... Con la lingua fuori

    http://www.tomshw.it/news.php?newsid=19685
    non+autenticato
  • - Scritto da: AMEN
    > - Scritto da: asd
    > >
    > > mac: prezzi troppo elevati(pero' han qualita' a
    > > volte e innovazione)
    > >
    > Ma anche no.... Con la lingua fuori
    >
    > http://www.tomshw.it/news.php?newsid=19685

    Ma anche si:
    http://www.spider-mac.com/blog/spider-mac/Voci/200...

    Non sembra essere un problema diffuso, ci sono meno di 100 post su diversi thread di discussione in corso.
    ruppolo
    33147
  • no, dico, a parte i developers, c'e' VERAMENTE quancuno che crede alle BALLE MARCKETTARE che spara Ballmer? Ha la credibilita' di Giuda l'Iscariota, questo qui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > no, dico, a parte i developers, c'e' VERAMENTE
    > quancuno che crede alle BALLE MARCKETTARE che
    > spara Ballmer? Ha la credibilita' di Giuda
    > l'Iscariota, questo
    > qui.
    Guarda che sta lì solo per ringraziare quelli che hanno accettato le mazzette.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: attonito
    > > no, dico, a parte i developers, c'e' VERAMENTE
    > > quancuno che crede alle BALLE MARCKETTARE che
    > > spara Ballmer? Ha la credibilita' di Giuda
    > > l'Iscariota, questo qui.

    > Guarda che sta lì solo per ringraziare quelli che
    > hanno accettato le mazzette.

    emmisa' che ci hai ragggione, ci hai.....
    non+autenticato
  • Mi stavo chiedendo: cosa fa pensare a Ballmer che le aziende passeranno a Win7 o WinServer2010?

    - Le aziende sono in crisi e il rinnovo parco macchine/software è l'ultima cosa a cui pensano. Al massimo potranno aggiornare VisualStudio alla 2010, quando uscirà, se sviluppano SW.

    - I computer nuovi che prendono con Vista (e da novembre con 7) vengono puntualmente downgradati a XP (di cui ogni azienda dispone tramite MSDN o Volume Licensing). Questo perchè le aziende solitamente prendono PC di fascia medio/bassa per risparmiare e su tali macchine XP gira benissimo, Vista e 7 no.

    - Molti SW aziendali girano su XP ma non su Vista. Che ciò sia dovuto a una cattiva progettazione del SW o a delle incompatibilità di MS poco importa. Il risultato è che riscrivere il SW è un costo nonchè un rischio e si tenderà ad evitarlo. L'XP mode di 7 non rappresenta una soluzione in quanto richiede HW troppo potente, in contrasto col punto precedente.

    Staremo a vedere, ma penso che Ballmer veda le cose in modo più roseo di quello che sono...
    non+autenticato
  • mah continua a sognare le aziende passeranno lostesso perche' il loro cavolo di sfotware visual basic non gir asu linux
    non+autenticato
  • Mi sai indicare qual'è la percentuale di aziende italiane che necessità di Visual Basic rispetto al totale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Utente non loggato
    > Mi sai indicare qual'è la percentuale di aziende
    > italiane che necessità di Visual Basic rispetto
    > al
    > totale?

    tante...la Repubblica Italiana è fondata sul lavoro e su visual basic!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sancho Panza

    > tante...la Repubblica Italiana è fondata sul
    > lavoro e su visual
    > basic!

    ... e su Access e Excel Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sancho Panza
    > - Scritto da: Utente non loggato
    > > Mi sai indicare qual'è la percentuale di aziende
    > > italiane che necessità di Visual Basic rispetto
    > > al totale?

    > tante...la Repubblica Italiana è fondata sul
    > lavoro e su visual basic!

    Si ma : tante quante ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Sancho Panza
    > > - Scritto da: Utente non loggato
    > > > Mi sai indicare qual'è la percentuale di
    > aziende
    > > > italiane che necessità di Visual Basic
    > rispetto
    > > > al totale?
    >
    > > tante...la Repubblica Italiana è fondata sul
    > > lavoro e su visual basic!
    >
    > Si ma : tante quante ?

    vuoi un numero? non lo so
    però sulla durata futura di vb6 puoi farti un'idea leggendo che è da poco uscito un service pack
    http://blogs.devleap.com/rob/archive/2009/10/05/vb...
    e che windows 7 e windows server 2008 supporteranno vb6
    http://www.maurorossi.net/pagine/articoli/windows7...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sancho Panza

    > vuoi un numero? non lo so
    > però sulla durata futura di vb6 puoi farti
    > un'idea leggendo che è da poco uscito un service
    > pack
    > http://blogs.devleap.com/rob/archive/2009/10/05/vb

    Questo se non erro è l'SP6 di VS uscito nel 2004 o giù di lì... poi MS ha dichiarato morto VB6 con l'affermarsi di VB.NET...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pennuto lacustre
    > - Scritto da: Sancho Panza
    >
    > > vuoi un numero? non lo so
    > > però sulla durata futura di vb6 puoi farti
    > > un'idea leggendo che è da poco uscito un service
    > > pack
    > >
    > http://blogs.devleap.com/rob/archive/2009/10/05/vb
    >
    > Questo se non erro è l'SP6 di VS uscito nel 2004
    > o giù di lì... poi MS ha dichiarato morto VB6 con
    > l'affermarsi di
    > VB.NET...

    hai ragione, non è il sp6 che è uscito ma un update
    http://blogs.msdn.com/italy/archive/2009/05/05/vb-...

    allora vb6 è un non-morto che durerà ancora parecchio (purtroppo)
    non+autenticato
  • > > Questo se non erro è l'SP6 di VS uscito nel 2004
    > > o giù di lì... poi MS ha dichiarato morto VB6
    > con
    > > l'affermarsi di
    > > VB.NET...
    >
    > hai ragione, non è il sp6 che è uscito ma un
    > update
    > http://blogs.msdn.com/italy/archive/2009/05/05/vb-
    >
    > allora vb6 è un non-morto che durerà ancora
    > parecchio
    > (purtroppo)
    Ricordo che nel 2005 (o era la fine del 2004?) parlai con alcuni dirigenti di una piccola azienda che sviluppava in vb: a un certo punto cercai di convincerli che si trattava di una tecnologia destinata a morire. Mi risposero: "Non morirà di solitudine visto che conta 200 milioni di sviluppatori".
    L'anno scorso l'azienda è fallita (non si aggiornarono nemmeno a .NET, ma viste le menti erano cmq spacciate); quello che mi lascia ancora interdetto è la facilità con cui si sparano i numeri: ma esisteranno al mondo OGGI 200 milioni di persone capaci di sviluppare? Ne dubito.
    Sta di fatto che MS aveva convinto queste persone che c'erano 200 milioni di sviluppatori di VB: incredibile cosa può fare il marketing.
  • - Scritto da: advange

    > Ricordo che nel 2005 (o era la fine del 2004?)
    > parlai con alcuni dirigenti di una piccola
    > azienda che sviluppava in vb: a un certo punto
    > cercai di convincerli che si trattava di una
    > tecnologia destinata a morire. Mi risposero: "Non
    > morirà di solitudine visto che conta 200 milioni
    > di
    > sviluppatori".
    > L'anno scorso l'azienda è fallita (non si
    > aggiornarono nemmeno a .NET, ma viste le menti
    > erano cmq spacciate); quello che mi lascia ancora
    > interdetto è la facilità con cui si sparano i
    > numeri: ma esisteranno al mondo OGGI 200 milioni
    > di persone capaci di sviluppare? Ne
    > dubito.

    Beh, considerando che: "Sviluppatore VB != Persona Capace di Sviluppare".
    O meglio non c'è una relazione Biunivoca tra L'essere sviluppatore VB e il saper sviluppare. Quindi contando anche chi scripta 2 maschere per access o 4 macro per excel è plausibile.Occhiolino

    > Sta di fatto che MS aveva convinto queste persone
    > che c'erano 200 milioni di sviluppatori di VB:
    > incredibile cosa può fare il
    > marketing.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)