Alfonso Maruccia

Google, search sociale al netto di Facebook

La tanto chiacchierata integrazione con Twitter e i servizi di social networking è finalmente online. Ma il tempo reale non c'è, così come latita il più grande network di chiacchiericcio telematico

Roma - Dopo l'annuncio del management di Google durante il summit sul Web 2.0 di San Francisco la settimana scorsa, Mountain View ha messo a disposizione del pubblico una funzionalità di ricerca "in tempo reale" con al centro i social network e le piattaforme di microblogging. La funzionalità prende il nome di Social Search e viene offerta come parte dei servizi sperimentali di Google Labs: ha i cinguettii, i circoli sociali ma manca del supporto al più grande portale del settore e soprattutto è tutto fuorché "in tempo reale".

Attivando Social Search dai laboratori virtuali di Mountain View, l'utente avrà d'ora in poi la possibilità di integrare nelle ricerche i contenuti presenti sulle reti e i servizi di Twitter, FriendFeed, Picasa, Blogger e Google Reader. Alla base della nuova funzionalità c'è l'utilizzo dei Google Profile individuali e della "cerchia sociale" delle persone indicate dall'utente, per cui verranno scandagliate informazioni eventualmente presenti nei suddetti network da integrare poi nei risultati delle ricerche.

E nelle ricerche "sociali" di Mountain View non compariranno solo i post, gli articoli e i cinguettii pubblicati dai netizen presenti nella cerchia (più o meno) ristretta dell'utente, ma anche "gli amici degli amici" della prima cerchia sempre in rispetto alla rilevanza dell'argomento e delle keyword desiderate. Certo manca ancora Facebook e questo è un fatto, anche se Google prova a giustificarsi sostenendo che di "informazioni pubbliche", e quindi utili per le ricerche, Facebook ne ha ben poche da mettere a disposizione.
Nonostante l'hype/del momento pretenda che tutto sia fatto "in tempo reale" e al passo con l'attimo, Social Search non presenta caratteristiche che abbiano particolare pertinenza col concetto di "real-time": la funzionalità si limita ad aggiungere nuovi risultati alle ricerche posto che l'utente decida di attivarla su Labs. Per chi poi fosse giustamente attento alla propria privacy online, Google mette a disposizione la possibilità di fare opt-out dalle ricerche sociali inibendo al crawler di mettere il becco nei network estesi al di là del World Wide Web "liscio".

Oltre al social networking Google ha infine aggiunto nuove capacità a Custom Search Engine, la funzionalità con cui creare motori di ricerca personalizzati su esigenze specifiche partendo dai potenti mezzi di crawling messi a disposizione da Mountain View. Nuovi tempi e layout custom, l'integrazione con Wikipedia e il supporto a metadati avanzati nei risultati delle ricerche completano la rinnovata offerta di Custom Search Engine.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaLa ricerca in un tweetPrima l'accordo fra Microsoft e Twitter, poi fra quest'ultima e Google: i cinguettii cambieranno i motori di ricerca. E saranno catalogati per importanza
  • AttualitàGoogle, collezione primavera 2009A Mountain View non stanno con le mani in mano. Ora costruiscono il web tridimensionale, aggiornano il ranking, e trasformano Profile nella carta d'identità digitale: meglio di un social network
3 Commenti alla Notizia Google, search sociale al netto di Facebook
Ordina