Claudio Tamburrino

USA, le soffiate costano il posto

L'indagine per insider trading nel settore ICT fa saltare le poltrone di Robert Moffat, IBM, e Hector Ruiz, ex CEO GlobalFoundries

Roma - L'indagine per insider trading condotta dalla SEC e che coinvolge il settore ICT e, tra le altre, Google, Intel e AMD continua a mietere vittime eccellenti.

Innanzitutto Robert Moffat, manager IBM, è stato licenziato: si tratta di una figura importante all'interno dell'azienda, tanto che veniva da alcuni visto come possibile nuovo CEO. Tuttavia era stato coinvolto nell'indagine con l'accusa di aver passato informazioni sensibili sui piani della società a Danielle Chiesl, impiegata del partner New Castle.

Robert Moffat si è sempre dichiarato innocente e scioccato dalle accuse.
Ma non è il solo ad averci rimesso il posto: Hector Ruiz si è dimesso da CEO di GlobalFoundries. Sarà sostituito ad interim da Alan E. Ross, fino a nuova designazione.

Contro Ruiz non vi sono ancora accuse, ma fonti affermano che la SEC sta considerando di muoversi in questo senso.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia USA, le soffiate costano il posto
Ordina