Cellulari, le brevissime di oggi

Rimborsi da TIM per chi cambia operatore - Concorri al suon di 50 centesimi - MMS informativi sulla Formula 1

Rimborsi da TIM per chi cambia operatore
Passa a TIM che ti restituisce il costo per la number portability: questo in sintesi lo slogan dell'ultima offerta del più diffuso operatore di telefonia mobile italiano. L'offerta, valida fino al 31 maggio 2003, consiste nell'accredito di 10 euro di telefonate a chiunque passi ai servizi prepagati GSM TIM. Per incentivare il passaggio a TIM inoltre, alla prima ricarica c'è la possibilità di ottenere fino a 25 euro di traffico telefonico in più, purché sempre prima del 31 maggio 2003.
Infine, si può anche scegliere di conservare sulla stessa SIM due numeri, il vecchio numero (quello dell'altro operatore) e quello nuovo di TIM.
Vale la pena ricordare che in base agli accordi stipulati tra i gestori, il credito residuo presente sul telefonino nel momento della richiesta di cambio gestore non viene trasferito ed è perduto.

Concorri al suon di 50 centesimi
Fino al 31 marzo prossimo è possibile partecipare al concorso di Vodafone Omnitel "Invia un MMS e vinci". I premi, che verranno assegnati entro il 15 aprile 2003, sono: 1 viaggio per due persone alle Maldive con trattamento all inclusive (aereo, trasferimenti, pernottamento e pasti) e 100 telefoni Sharp GX 10 MMS con 15 euro di traffico incluso.
Non importa dunque cosa contenga l'MMS, è cosa che non interessa a nessuno, basta essere clienti Vodafone e inviarne uno al prezzo di 50 centesimi IVA inclusa (meglio di TIM e Wind che fanno pagare gli MMS 60 centesimi IVA inclusa, salvo promozioni).

MMS informativi sulla Formula 1
Con l'inizio del campionato mondiale di Formula 1 previsto per domenica prossima in Australia, Wind ha deciso di offrire informazioni sull'andamento dell'evento sportivo via MMS, presentando un'offerta dal costo di 5 euro (IVA inclusa) per 28 giorni (in tutto 10 MMS, corrispondenti a due gare).
Per tutti i fortunati che non si preoccupano del costo dei servizi via telefono, Wind ha pensato al seguente piano informativo: un MMS durante la settimana in cui si svolge il Gran Premio, un altro al venerdì e uno al sabato al termine delle prove di qualificazione e 2 MMS durante il Gran Premio della domenica.
Per chi non può trattenersi, l'abbonamento è attivabile anche inviando un SMS o un MMS con il comando F1 SI al 4555, oppure rivolgendosi ai rivenditori autorizzati o al Servizio Clienti al numero telefonico 158.
E' anche possibile, per tutti coloro che amano giocare spendendo con il telefonino, scegliere di richiedere un singolo MMS con l'ultimo aggiornamento sulla gara o delle prove inviando via SMS o MMS il comando F1 al 4555 al costo di 0,70 Euro (IVA inclusa) a MMS ricevuto.
Bisogna infine tenere conto che quando la richiesta di ricezione dell'MMS o di sottoscrizione dell'abbonamento viene fatta via SMS, al costo di ricezione dell'MMS o dell'abbonamento va aggiunto il costo di invio del SMS (12,40 Centesimi oppure 13 centesimi di euro a seconda del piano tariffario).
8 Commenti alla Notizia Cellulari, le brevissime di oggi
Ordina
  • Avete fatto un 6 al superenalotto, una quaterna secca al lotto, avete vinto al Bingo americano, avete svaligiato i principali casinò, e vi siete anche beccati il primo premio della lotteria nazionale.. più anche qualche premio di consolazione...

    dopo quanto tempo vi rompereste le palle di mandare mms?

    (al sondaggio non possono partecipare coloro i quali sceglierebbero di comperarsi ettari sterminati di terra, farci un villino circondato dal verde, recintato e con un fossato, butterebbero via telefoni e cellulari, e cercherebbero di evitare ogni rottura di c******i)

    avvelenato autoesclusosi dal sondaggio ^_^
  • Adesso pur di farci inviare MMS (a 1000 vecchie lire l'uno) ci invogliano a suon di premi, tralasciando queste promozioni passeggere pensate che gli MMS avranno un grande futuro al pari degli SMS oppure sarò un'altro flop come il WAP?
    non+autenticato
  • un grosso flop.. e la causa e' il prezzo..

    gli sms sono dilagati perche' costavano tanto quanto lo scatto alla risposta, solo che potevi dire di piu' che non con i 3 sec. che ti danno con il primo scatto..

    A.
    non+autenticato
  • Temo Flop ma solo perchè il gioco non
    vale la candela...abbiamo già l'UMTS col fiato
    sul collo non avrebbe senso...il paragone più azzeccato
    è da farsi con il GPRS...
    cmq giuro che MMS = pubblicità stile spam in posta.

    Ci scommetto la casa.

    Andrea
    wtb
    42
  • Molto peggio del WAP secondo me. Io ho il T68i e qualche volta rarissima uso wap per la posta. Non mi e' mai venuto neanche lontanamente l'idea di mandare un MMS. perche' poi?
    non+autenticato
  • Lo sapete qual'e' il vero problema di tutte queste pseudo-innovazioni tecnologiche? Il perche' le multinazionali investono per dare tutti questi nuovi servizi (che poi verranno utilizzati pochissimo)?
    Soldi.
    Oramai le multinazionali non sanno piu' come far spendere soldi ai loro clienti, si inventano nuovi servizi solo per far si che la gente li usie paghi per usarli.
    Inoltre la maggior parte sono servizi inutili o quasi, molti dei quali sfruttabili con altro che gia' c'e'.
    Io uso il telefonino per chiamare o ricevere chiamate, se voglio giocare ad un videogame uso il computer, oppure vado in sala giochi, se voglio mandare un messaggio di posta elettronica uso il computer.
    E' anche vero che non tutti hanno un computer... ma se io non ce l'ho, che necessita' ho di usare la posta elettronica??
    Poi gli MMS... non gli bastavano gli sms? Non so, mi sembra che le compagnie telefoniche invece di pensare all'effettivo miglioramento delle linee e dei servizi gia' esistenti, pensino ad altro e soprattutto ai loro interessi, piuttosto che alle effettive necessita' degli utenti.
    E poi diciamoci la verita', qualcuno di voi sentiva la mancanza di un servizio tipo MMS o Wap?? Io no!
    Meditate gente
    non+autenticato
  • temo tu abbia maledettamente ragione......
    è così ovunque......
    creare i bisogni!
    (a chi serve il ponte sullo stretto di messina?)
  • il problema è insito nel capitalismo stesso:
    le multinazionali mancano di uno scopo.

    in verità cerco di immaginarmi la vita di un dirigente aziendale di certe aziende gigantesche.. cerco di capire che senso dà alla vita e alla sua attività...vedo solo il vuoto.

    avvelenato che constata come nella società manchi una direzione comune alla quale rivolgersi..