Chi è l'hacker degli stati USA?

Da alcuni mesi bersaglia i siti degli stati federali americani. Entra nelle home page e lascia avvertimenti sulla mancanza di sicurezza nei sistemi utilizzati dai siti

Augusta (USA) - Anche questa volta non ha colpito "dati sensibili" ma si è limitato a modificare la home page come ha fatto in altre cinque occasioni: l'hacker che ha trasformato la home page del Maine pare sia lo stesso che ha fatto azioni simili sulle web page di altri stati americani.

Sul sito web del Maine è apparsa ieri una frase, rimasta lì per più di 24 ore: "Ciao! hV2K ora ti possiede. Nota all'amministratore: leggiti la sicurezza NT altrimenti questo genere di cose continueranno ad accadere (sic!)". Gli operatori del sito hanno cercato di individuare l'hacker e i mezzi utilizzati per entrare nel server ma hanno ammesso di non aver trovato né l'una né l'altra cosa..

Pare che hV2K abbia colpito allo stesso modo almeno altri cinque siti federali americani dallo scorso venerdì. Tutti siti gestiti con WindowsNT e Internet Information Server, due prodotti Microsoft da sempre nel mirino di molti hacker. Secondo Microsoft il problema non è però dovuto ai sistemi in sé ma dal fatto che spesso non vengono configurate correttamente le opzioni di sicurezza.