Mauro Vecchio

PS3, un calcio alla solita TV

Scovato un brevetto depositato da Sony relativo ad un'insolita forma d'interazione tra lo spettatore e i protagonisti di una serie cult statunitense. Si potrà lanciare pomodori e mirare al fondoschiena degli attori sulla scena

Roma - Potrebbe essere il sogno di tutti quegli spettatori che hanno più volte provato l'irrefrenabile desiderio di entrare letteralmente nello schermo per prendere a schiaffi un pessimo attore. Basterebbe possedere PlayStation 3 per vedersi trasformati in piccoli avatar, pronti a lanciare pomodori alla prima battuta fuori luogo o addirittura ad esprimere il proprio dissenso con un ben assestato calcione nel fondoschiena del protagonista più antipatico.

Il condizionale è d'obbligo, dal momento che si tratta di una semplice idea che Sony Computer Entertainment America ha consegnato lo scorso aprile ai registri dello US Patent & Trademark Office. Il brevetto è stato solo recentemente scovato dagli occhi attenti di Siliconera, che ne ha offerto una descrizione generale.

L'idea di Sony - depositata con il titolo di Method and Apparatus For Real-Time Viewer Interaction With A Media Presentation - permetterebbe allo spettatore di abbandonare la classica passività da piccolo schermo, per interagire in tempo reale con le vicende narrate, come protagonisti a tutti gli effetti.
Ma gli attori dovrebbero iniziare a tremare a questa idea, in quanto darebbe agli utenti di PS3 alcune facoltà non troppo gentili nei loro confronti. Grafici relativi al brevetto di Sony hanno mostrato alcuni avatar avanzare minacciosi verso i protagonisti della serie televisiva statunitense Mystery Science Theater 3000, prima di prendere bene la mira e sferrare sonori calcioni lì dove non batte il sole. L'interazione permetterebbe inoltre di sfidarsi in una sorta di mini-game interno alla serie cult creata da Joel Hodgson.

Sempre stando ai grafici, due player potranno gareggiare in una gara a punti attraverso il joypad della PS3, per vedere chi riesce a tirare più pomodori in faccia ai protagonisti, o chi possiede la mira migliore nell'eliminare minacciosi ragni dalle fauci dirette verso il collo degli attori stessi. La visione di Sony non è tuttavia una totale novità nel campo degli avatar televisivi: un'emittente giapponese aveva già sperimentato un gioco a quiz interattivo dove lo spettatore connesso poteva far partecipare un suo personaggio 3D.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaGuarda Paperino, chatta e manda emailSpezzoni di film in alta definizione via posta elettronica, con tanto di commenti e chiacchiere via chat. Il Blu-ray si accomoda in salotto e rilancia con la versione 2.0
  • BusinessUSA, la Rete è TVIl piccolo schermo si aggiorna e diventa sempre più digitale, on demand, accessoriato. In televisione ci vanno tutti, Twitter e Facebook compresi
  • TecnologiaIntel, interazione televisiva via chipLa mamma del Pentium si appresta ad introdurre sul mercato un nuovo processore specificamente progettato per le set-top box e i televisori. Il suo compito sarà quello di spingere sulla TV contenuti interattivi in stile Web 2.0
2 Commenti alla Notizia PS3, un calcio alla solita TV
Ordina