Ma quale nuova Telecom Italia?

Se lo chiede un lettore secondo cui le manovre finanziarie che ritoccano il volto dell'ex monopolista non rinnovano i pessimi rapporti con utenti e altri operatori

Roma - Caro Punto Informatico, ho sentito ieri alla televisione del piano di Marco Tronchetti Provera per fare di Telecom Italia una nuova Telecom Italia. Almeno così l'hanno raccontata i giornalisti della tv di stato.

Ascoltando poi nel dettaglio la notizia mi è stato difficile capirne fino in fondo il senso perché con la dicitura "nuova Telecom Italia" si intendeva in realtà una serie di operazioni di alta finanza. Non essendo un esperto ho solo capito che c'è in atto una manovra sulla proprietà azionaria, che agli azionisti sarà consentito di seguire i progetti o andarsene usando il diritto di recessione e poco altro.

Bene. Fin qui devo dire che la cosa ha catturato ben poco il mio interesse. Quello che speravo di sentire, viste le premesse del servizio radiotelevisivo, è che al varo della nuova veste finanziaria della ex SIP corrispondesse anche il varo di un nuovo modo di rapportarsi al mercato e in particolare a noi utenti. Non dovrebbe questo contare più di qualsiasi altra cosa?
Nulla di tutto questo, che io abbia sentito, è stato però proposto. Ora io so che Telecom Italia è un Gruppo con un sacco di interessi in aziende che magari neppure conosco e che quindi le sue strategie sono difficili da cogliere. Eppure mi chiedo come possa andare avanti in questo modo un Gruppo che ha saputo attirarsi tante critiche non solo dai suoi concorrenti (penso alle ultime polemiche di cui avete parlato anche voi con Wind, ma ricordo anche le denunce dei provider ecc ecc) ma anche dagli utenti, come testimoniano credo le infinite lettere pubblicate sui newsgroup o quelle che ho letto su Punto Informatico o su altri organi di informazione. Tutti chiedono risposte, ma quante sono quelle che vengono date?

A me sembra che spesso in Telecom manchi la percezione dell'utente o l'interesse ad ascoltarlo. Però ci bombardano di pubblicità e ci chiedono un canone del quale è quasi impossibile liberarsi. Chiedo a voi e ai vostri lettori: ha davvero senso parlare di "nuova Telecom" finché queste cose non verranno risolte?

Marco F.
75 Commenti alla Notizia Ma quale nuova Telecom Italia?
Ordina
  • secondo me quelli che difendono telecom. o ci mangiano o assumono sostanze illecite.
    Telecom non e' mai venuta incontro ai clienti, non ha mai preso iniziative decenti. Ha succhiato tutti i soldi che poteva e guardate che ha fatto.. (basta guardare i palazzi che ha in giro). Poi ti bombardano di pubblicita' con offertone tipo sardina 64k a traffico (1 ora grais al mese e 10 euro per i minuti successivi/min).
    Se ne escono con sfavillanti regali per gli utenti: 1 ora di telefonate urbane gratis al mese! UAOOOO (800 lire su 60.000 di canone fisso. non vengono calcolati catti alal risposta ecc.).

    Ora torno a drogarmi e poi faccio un post a favore di telecom
    non+autenticato
  • =) Attento a non farti troppe pere, altrimenti poi, la tua societa' di telecomunicazioni, potrebbe chiudere molto prima.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > secondo me quelli che difendono telecom. o
    > ci mangiano o assumono sostanze illecite.

    Io difendo Telecom perche' ho avuto piu' di due anni fa ADSL640, ora ho Alice256, ed entrambi hanno sempre funzionato benissimo ed alla banda nominale.

    Ognuno ha la sua percezione di valore per un servizio: la mia percezione e' che circa 40 Euro al mese per poter essere on-line 24/24 (letteralmente, visto che il mio computer e' permanentemente acceso e connesso) e scaricare sempre a 32 kbyte/s e' un prezzo equo.

    Non conosco nessun'altra azienda che (gia' piu' di 2 anni fa) fosse in grado di offrirmi qualcosa di analogo.

    Passando ad un altro fronte, sono soddisfatto di TI perche' nella mia vita penso che mi sia capitato al massimo 5 o 6 volte di alzare una cornetta, comporre un numero e non riuscire a raggiungere chi stavo cercando di contattare, e quelle 5 o 6 volte sono sempre coincise con la vigilia di Capodanno.

    Questa si chiama disponibilita' del servizio, ed io la apprezzo, ed e' questo che (nel mio caso) giustifica il costoso canone che verso a TI tutti i mesi.

    Inoltre, mi guarderei bene dal passare ad una azienda che non possieda la rete di accesso: avrei solo un (inutile) intermediario a complicarmi la vita in caso di problemi.

    Ciao
  • Con questa manovra sparisce anche il nome di una tra le più importanti aziende italiane
    non+autenticato
  • Un delirio, tecnici che non capiscono nulla, i loro venditori che ti dicono cose false per farti abbonare, contratti sui quali non capisci quanto ti faranno pagare ma poi ti accorgi che in bolletta ti hanno messo dei costi di cui ti hanno taciuto l'esistenza.
    Insomma: Telecom è sempre Telecom.
    non+autenticato
  • si. tre giorni dopo mi hanno portato il modem, altri 4 e navigavo.
    che disservizio eh??? ;-PP
    non+autenticato
  • Sei stato "sfortunato"....
    a me dopo i 4 mesi di Tiscali, chiamai il Lunedi per l'ADSL, il giovedi vennero ad installare una nuova linea ( ho ISDN a casa ), e dopo 2 ore, sfrecciavo alla velocita' della luce.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sei stato "sfortunato"....
    > a me dopo i 4 mesi di Tiscali, chiamai il
    > Lunedi per l'ADSL, il giovedi vennero ad
    > installare una nuova linea ( ho ISDN a casa
    > ), e dopo 2 ore, sfrecciavo alla velocita'
    > della luce.

    Il problema è un altro: ti sei chiesto perchè con Tiscali hai aspettato 4 mesi?
    Essendo Telecom (o meglio una società del gruppo) l'unica fornitrice dell'ADSL in Italia Tutti gli operatori devono aspettare "tempi tecnici" per l'attivazione. Ora se è Telecom che chiede viene attivato tutto subito, se è qualcun altro bisogna aspettare mesi. E' di questo che si lamentano gli altri operatori: i clienti aspettano mesi e poi passano a telecom che ottiene subito la linea....

  • > Il problema è un altro: ti sei chiesto
    > perchè con Tiscali hai aspettato 4 mesi?
    > Essendo Telecom (o meglio una società del
    > gruppo) l'unica fornitrice dell'ADSL in
    > Italia Tutti gli operatori devono aspettare
    > "tempi tecnici" per l'attivazione. Ora se è
    > Telecom che chiede viene attivato tutto
    > subito, se è qualcun altro bisogna aspettare
    > mesi. E' di questo che si lamentano gli
    > altri operatori: i clienti aspettano mesi e
    > poi passano a telecom che ottiene subito la
    > linea....
    gli altri operatori possono pure lamentarsi,ma se
    devo comunque dipendere da TL tanto vale che mi
    rivolga direttamente a loro senza passare per il
    rivenditore.Comodo rivendere senza assumersi responsabilità.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Il problema è un altro: ti sei chiesto
    > > perchè con Tiscali hai aspettato 4 mesi?
    > > Essendo Telecom (o meglio una società del
    > > gruppo) l'unica fornitrice dell'ADSL in
    > > Italia Tutti gli operatori devono
    > aspettare
    > > "tempi tecnici" per l'attivazione. Ora se
    > è
    > > Telecom che chiede viene attivato tutto
    > > subito, se è qualcun altro bisogna
    > aspettare
    > > mesi. E' di questo che si lamentano gli
    > > altri operatori: i clienti aspettano mesi
    > e
    > > poi passano a telecom che ottiene subito
    > la
    > > linea....
    > gli altri operatori possono pure
    > lamentarsi,ma se
    > devo comunque dipendere da TL tanto vale che
    > mi
    > rivolga direttamente a loro senza passare
    > per il
    > rivenditore.Comodo rivendere senza assumersi
    > responsabilità.

    Sul fatto di rivolgersi direttamente a TI posso anche essere d'accordo: aspettare 6 mesi non serve a risolvere il problema.
    Sulla comodità invece non concordo poichè stanno chiedendo da mesi, anni di poter assumersi le responsabilità

  • > Sul fatto di rivolgersi direttamente a TI
    > posso anche essere d'accordo: aspettare 6
    > mesi non serve a risolvere il problema.
    > Sulla comodità invece non concordo poichè
    > stanno chiedendo da mesi, anni di poter
    > assumersi le responsabilità
    lavoro in un'azienda medio grande,quando abbiamo
    voluto ingrandirci abbiamo 1) costruito un nuovo stabilimento
    o 2) acquistato uno stabilimento gia esistente.Non ci è
    nemmeno passato per la mente di chiedere a un
    concorrente di affittarci una linea produttiva...al prezzo
    che volevamo noi poi Sorride
    non+autenticato
  • > lavoro in un'azienda medio grande,quando
    > abbiamo
    > voluto ingrandirci abbiamo 1) costruito un
    > nuovo stabilimento
    > o 2) acquistato uno stabilimento gia
    > esistente.Non ci è
    > nemmeno passato per la mente di chiedere a un
    > concorrente di affittarci una linea
    > produttiva...al prezzo
    > che volevamo noi poi Sorride

    LOL ma sei stordito? Se un tuo concorrente avesse la proprietà di tutte le linee produttive senza possibilità di crearne di nuove scommettiamo che l'affittavi?

    Madò non state bene...

    keiske

  • > LOL ma sei stordito? Se un tuo concorrente
    > avesse la proprietà di tutte le linee
    > produttive senza possibilità di crearne di
    > nuove scommettiamo che l'affittavi?
    >
    > Madò non state bene...
    >
    > keiske
    veramente si possono fare,o fastweb non esiste ?
    non+autenticato
  • Fastweb esiste per meno del 10% della popolazione e meno del 3% di territorio (e sono stato largo con le percentuali...)
    Il fatto che io (o te) siano abbonati fastweb, non è un motivo per affermare che anche gli altri possono farlo... e poi non tutti vogliono velocità e costi da fibra ottica
    Te lo dice uno che per 3 anni è stato con la 56k... poi è arrivata fastweb
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fastweb esiste per meno del 10% della
    > popolazione e meno del 3% di territorio (e
    > sono stato largo con le percentuali...)
    > Il fatto che io (o te) siano abbonati
    > fastweb, non è un motivo per affermare che
    > anche gli altri possono farlo... e poi non
    > tutti vogliono velocità e costi da fibra
    > ottica
    > Te lo dice uno che per 3 anni è stato con la
    > 56k... poi è arrivata fastweb
    di solito le aziende nascono piccole piccole e poi
    piano piano si ingrandicono.Vedi MS.
    non+autenticato
  • [Citazione]
    Eppure mi chiedo come possa andare avanti in questo modo un Gruppo che ha saputo attirarsi tante critiche non solo dai suoi concorrenti (penso alle ultime polemiche di cui avete parlato anche voi con Wind, ma ricordo anche le denunce dei provider ecc ecc)...
    [/Citazione]
    E' normale che i concorrenti critichino: nella fattispecie vorrebbero semplicemente usare le infrastrutture di TI al prezzo che decidono loro per farci il loro business sopra.
    Personalmente, spero che falliscano tutti salvo quelli che realmente investono in tecnologie per creare reti alternative a quella di TI (per esempio Fastweb, reale e positivo esempio di imprenditoria nelle TLC cablate).

    [Citazione]
    ... ma anche dagli utenti, come testimoniano credo le infinite lettere pubblicate sui newsgroup o quelle che ho letto su Punto Informatico o su altri organi di informazione. Tutti chiedono risposte, ma quante sono quelle che vengono date?
    [/Citazione]
    Su questo concordo, anche se e' fisiologico che su una base utenti cosi' ampia ce ne sia una certa percentuale insoddisfatta.
    Devo pero' dire che al 187 ho sempre trovato una notevole cortesia: quanto a competenza tecnica (almeno nel campo ADSL) invece penso che ci sia ancora molta strada da fare.

    Un'ultima osservazione: non credo che un semplice riassetto societario possa, come per magia, stravolgere il modus operandi di una realta' grande come quella TI.
    C'e' una enorme inerzia dovuta alla necessita' per tutti i dipendenti di adeguarsi alle nuove direttive aziendali (ammesso che esistano, e siano chiare...)

    Saluti
  • [QUOTE]
    > E' normale che i concorrenti critichino:
    > nella fattispecie vorrebbero semplicemente
    > usare le infrastrutture di TI al prezzo che
    > decidono loro per farci il loro business
    > sopra.
    [/QUOTE]

    Le infrastrutture di TI non sono di TI...sono nostre...pagate con le tasse dei contribuenti in 30 anni di storia in cui TI era statale. Poi è stata "regalata" per riempire qualche buco di finanza et voilà.

    Non serve a niente cablare ognuno l'Italia. Non ce ne facciamo niente di 4-5 cavi paralleli che sventrano l'Italia da nord a sud o da est a ovest, creando poi delle intra-reti stile Fastweb (che diventano in pratica dei ghetti) e intanto TI non ha nessuna intenzione di attivare centraline ADSL per quei comuni "sfigati" che non sono "appetibili" come mercato.

    Così da un lato c'è ancora un monopolista che però non dà nessun servizio pubblico. La concorrenza NON PUO' aprire centraline nuove, percui di fatto è TI che decide QUANDO ampliare il mercato della banda "larga" (?!?)

    TI fa il suo interesse e non mi sconvolgo. E' il governo che dovrebbe finalmente legiferare per rendere più ordinato il mercato più IMPORTANTE di questi anni.

    E l'inattività dei dicasteri preposti (Gasparri brrrr.) mi disgusta fortemente.

    Poi ognuna delle concorrenti ha i suoi pregi e difetti. Io auguro a tutti di fare una Adsl e di non avere problemi e a chi ha problemi di risolverli, ma non sono i contrattempi logistici delle compagnie il male. In concorrenza perfetta il migliore vince. Solo che non esiste la concorrenza in questo ramo. Solo concessionari e concedenti, lupi mannari e volpi.

    keiske

  • - Scritto da: keiske
    > Le infrastrutture di TI non sono di
    > TI...sono nostre...pagate con le tasse dei
    > contribuenti in 30 anni di storia in cui TI
    > era statale. Poi è stata "regalata" per
    > riempire qualche buco di finanza et voilà.
    >
    Nella sostanza hai perfettamente ragione, ma legalmente non ci si puo' piu' fare nulla.
    Purtroppo nella corsa alle privatizzazioni (panacea per tutti i mali si diceva...) TI e' stata svenduta, come dici tu, ma ora non si puo' tornare indietro e fare un riesproprio, pena il declassamento dell'Italia da stato liberista a economia di regime.

    > Non serve a niente cablare ognuno l'Italia.
    > Non ce ne facciamo niente di 4-5 cavi
    > paralleli che sventrano l'Italia da nord a
    > sud o da est a ovest,
    Beh, a parte il problema costi/disagi della posa in opera, avere diverse reti porterebbe vantaggi sia in termini di affidabilita' sia di reale concorrenza.

    > creando poi delle
    > intra-reti stile Fastweb (che diventano in
    > pratica dei ghetti) e
    Perche' ghetti? Le chiamerei piuttosto isole felici!
    A parte il problema degli IP privati, che non permettono ad alcune applicazioni/protocolli di funzionare verso l'esterno, Fastweb funziona benissimo (ti assicuro che il P2P fatto tra utenti Fastweb e' roba da fantascienza!!!).
    Purtroppo c'e' in pochissime citta' e costa molto (sigh!).

    > intanto TI non ha
    > nessuna intenzione di attivare centraline
    > ADSL per quei comuni "sfigati" che non sono
    > "appetibili" come mercato.
    >
    Vero, perche' TI ragiona da azienda privata, quale essa e'.

    > Così da un lato c'è ancora un monopolista
    > che però non dà nessun servizio pubblico. La
    > concorrenza NON PUO' aprire centraline
    > nuove,
    >
    Su questo non sono d'accordo: la concorrenza potrebbe farlo se avesse il coraggio di fare grandi investimenti con un piano industriale serio (anche se rischioso), cosa che nessuno invece vuole fare. (A parte Fastweb, naturalmente.)

    > per cui di fatto è TI che decide
    > QUANDO ampliare il mercato della banda
    > "larga" (?!?)
    >
    Vero, in assenza di competitor coraggiosi e' cosi'.
    Comunque ad oggi la quota di utenti ADSL TI ha abbondantemente superato 0.5 milioni, che in circa 2-3 anni dalla partenza non mi sembra affatto male.

    > TI fa il suo interesse e non mi sconvolgo.
    > E' il governo che dovrebbe finalmente
    > legiferare per rendere più ordinato il
    > mercato più IMPORTANTE di questi anni.
    >
    Vero, ma come?

    > E l'inattività dei dicasteri preposti
    > (Gasparri brrrr.) mi disgusta fortemente.
    >
    Figurati a me, che non li ho neppure votati...
    (comunque, onestamente il centrosx del governo precedente non e' che avesse fatto di meglio...)

    > In concorrenza perfetta il migliore
    > vince.
    Questo e' un atto di fede propugnato da alcune teorie economiche e privo di alcun riscontro oggettivo, comunque...
    Noi siamo in concorrenza perfetta: infatti nessuno vieta ad alcuno di stendere la (N+1)esima rete per fare concorrenza a TI.
    Purtroppo pero' al momento nessuno lo ha fatto (a parte FW, ovviamente).

    > Solo che non esiste la concorrenza in
    > questo ramo. Solo concessionari e
    > concedenti, lupi mannari e volpi.
    >
    Gia', ed invece mancano veri imprenditori su scala nazionale.

    > keiske

    Ciao
  • > TI non ha
    > nessuna intenzione di attivare centraline
    > ADSL per quei comuni "sfigati" che non sono
    > "appetibili" come mercato.

    Bah, alle volte penso che facciano anche di
    peggio e lo attivino senza nessun criterio.

    Dalle mie parti l'hanno attivata in un comune meno
    importante e piu' piccolo di un'altro che non e'
    neppure a piano (si va beh che ormai non
    compilano piu' neppure il piano...)
    4751
  • Hai proprio ragione, su tutti i fronti a parlare "bene" della Telecom, "ex" Monopolista, MICA tanto "ex" e dalla quale è TANTO, ma TANTO difficile liberarsene del tutto; parlo del balzello del suo CANONE.

    Brevemente.
    Più di 1 anno fa decido di liberarmi dell' ISDN Telecom pertornare a linea PSTN Analogica + ADSL.
    Fino a qui, nulla di male. Dopo circa 1 mese arrivano i tecnici, mi liberano dell' ISDN e mi viene installato l' ADSL.
    La bolletta sucessiva, mi viene addebitata una spesa di circa 100 Euro per l' uscita dei tecnici, tenere presente che quando installai l' ISDN 2 anni prima, non pagai nulla, era "gratis". Ma fino a qui, passi ancora.
    Senonchè, l' Amministrazione Telecom mi azzera il contratto che avevo in corso (linea Affari,), e mi rifà un NUOVO contratto perchè così è prassi secondo loro; altri 100 Euro circa per il nuovo contratto (notare che quando mi misero l' ISDN "gratis" non annullarono il contratto in corso).
    Annullandomi il contratto, mi tolgono anche la domiciliazione bancaria che avevo prima; me ne sono accorto perchè nella fattura mi arriva anche un bollettino di pagamento. La Telecom si giustifica dicendo che avendo rifatto un conterratto nuovo, devo tornare in banca a rifare la richiesta di domiciliazione bancaria. Cosa che NON faccioperchè nel frattempo decido di passare ad altro Operatore Telefonico, pagando sempre il CANONE Telecom di affitto.
    Il nuovo operatore telefonico, fa richiesta a Telecom per le chiamate dirette dal mio telefono senza più fare il suo prefisso, cosa che viene attivata e che significa che non ho più intenzione di "telefonare" con Telecom.
    La bolletta successiva, oltre il canone (siamo a Luglio dell' anno scorso), mi arriva da pagare circa 120 Euro (Euro più Euro meno) di ANTICIPO CONVERSAZIONI perchè, dicono alla Telecom, chi non ha la domiciliazione bancaria DEVE pagare l' ANTICIPO CONVERSAZIONI (anche se NON converso più con loro utilizzando altro operatore). Pago ancora perchè tanto mi dico che presto cambierò del tutto Operatore Telefonico in UNBUDDING (così mi libero definitivamente del canone Telecom) e mi verrà restituito l' anticipo, oppure, se non farò l' UNBUDDING con altro Operatore Telefonico, rifarò la domiciliazione Bancaria e mi verrà restituito l' anticipo.
    Arriviamo a quest' anno, e mi arriva un' altra BOLLETTA TELECOM, con la richiesta ancora del canone, ovviamente, e di ANCORA ALTRI 120 Euro circa di un altro ANTICIPO CONVERSAZIONI.............-........Chiamo il 191 e faccio notare la cosa, piccola odissea che va avanti tutto il giorno in telefonate fino a che trovo un centralinista che se ne internde un pò e gli faccio9 NOTARE la cosa FATTURE ALLA MANO. Questi a video verifica che in effetti mi hanno chisto per 2 volte l' ANTICIPO CONVERSAZIONI, uno a luglio/agosto dell' anno scorso regolarmente pagato e un altro adesso, CHE PENSO DI NON PAGARE e mi dà un numero di fax per inoltrare la PROTESTA dettagliando le fatture.
    A tutt'ora non ho ricevuto risposta. QUESTO E' TELECOM, un GRAN CASINO anche Amministrativo.

    p.s.
    Per fortuna, qui nella mia zona è attivo l' UNBUDDING con altro Operatore Telefonico che prestissimo attiverò anche per l' ADSL liberandomi anche del canone di TELECOM.
    Sperando di non cadere dalla padella nella brace.


    non+autenticato

  • > Per fortuna, qui nella mia zona è attivo l'
    > UNBUDDING con altro Operatore Telefonico che
    > prestissimo attiverò anche per l' ADSL
    > liberandomi anche del canone di TELECOM.
    > Sperando di non cadere dalla padella nella
    > brace.

    Guarda che il canone la pagherai sempre(a meno che tu non ti rivolga a Fastweb o altri piccoli e rari operatori locali che hanno cablato gli utenti di loro iniziativa)

    Oggi
    Utente -> Telecom
    Domani
    Utente -> Operatore -> Telecom


    Con lo svantaggio che se hai problemi...

    Oggi
    Utente -> Telecom
    Domani
    Utente -> Operatore che incolpa Telecom

    Ciao

    nop
    563
  • Ed inoltre...

    Oggi :
    Utente Adsl -> Telecom
    Domani
    Utente Adsl -> Rete Altro Operatore -> Telecom
    ( dove dovrai "condividere" la rete ADSL dell'altro operatore con tutti i suoi abbonati ).
    Quindi se l'altro operatore, ha una banda ottimale x 100 persone e invece ci sono 1000 abbonati, andrai molto + lento di una linea ISDN.


    Bye
    Ryoga
    non+autenticato
  • > ( dove dovrai "condividere" la rete ADSL
    > dell'altro operatore con tutti i suoi
    > abbonati ).
    > Quindi se l'altro operatore, ha una banda
    > ottimale x 100 persone e invece ci sono 1000
    > abbonati, andrai molto + lento di una linea
    > ISDN.

    Unbundling = scollegamento fisico dalla centralina telecom.

    quindi oggi:

    Telecom -> Cliente

    domani:

    Altro operatore -> Cliente

    E' com'è oggi che devi passare da Telecom (e guarda caso io ho altro operatore, passo da Telecom, ma la mia banda è sempre disponibile)

    Ripeto:
    Il problema non è la banda, non è Telecom, non sono gli altri. E' la re-go-la-men-ta-zio-ne.

    Finchè permette a TI o ad altri di marciarci su capisco che lo facciano. Anche noi quando possiamo marciamo sulle cose che ci avvantaggiano finchè non ce lo vietano in modo organico.

    Quindi lamentatevi col Ministro delle comunicazioni (Gasparri) e col Parlamento.

    keiske
  • Ma sì, avete ragione.
    L' importante è liberarsi degli squali della Telecom.
    Almeno con 2 o più squali tenteranno di sbranarsi tra loro, si spera.
    Hanno rotto i coglioni a tutti qui!
    non+autenticato

  • > UNBUDDING
    Unbundling

    Unbudding mi ricorda la pappetta inglese (pudding)

    ^_^

    keiske
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)