LinuxNews/ IBM e Linux tagliano i costi energetici

IBM ha sperimentato una server farm Linux in grado di consumare fino al 95% in meno rispetto ad una targata Sun

Dei nuovi rapporti commissionati da IBM a Hurwitz Group e Matterhorn Group raccomandano i nuovi mainframe IBM eServer z900 con Linux come una valida alternativa alle server farm risparmiando considerevolmente sulla bolletta energetica.

Il problema del risparmio energetico è recentemente scoppiato prepotentemente in California e gli analisti hanno cercato delle server farm a basso consumo energetico.

Nei rapporti si è confrontato una server farm Sun ed una implementazione di un sitema basato su zSeries per un ISP. Si è scoperto che un singolo eServer dell'IBM può far girare migliaia di server virtuali Linux.
Per gli application service provider gli Internet service provider e le società che offrono Web-hosting ciò si tradurrebbe in un notevole risparmio prima di tutto di spazio occupato dalle macchine e poi in termini di energia elettrica.
Infatti è stato calcolato che un eServer z900 che svolge l'attività di ISP consuma circa 32$ al giorno di elettricità, mentre 750 server Sun che svolgono lo stesso lavoro ne consumano 620$: il risparmio arriva dunque al 95%.

A cura di , Soluzioni Open-Source