Alessandro Del Rosso

Quando Blu-ray incontra USB 3.0

Nel suo nuovo masterizzatore Blu-ray esterno Buffalo ha messo insieme una velocità di scrittura 12x, la più elevata oggi disponibile, con l'interfaccia USB 3.0

Roma - A brevissima distanza dal lancio in Italia di un modello interno 8x, il BR-X816U2, la giapponese Buffalo ha ora annunciato un masterizzatore Blu-ray esterno 12x dotato di interfaccia USB 3.0.

Buffalo BR-X816U2L'unità, denominata BR-X1216U3, supporta tutte le versioni di Windows a partire da XP, e può funzionare anche se collegato ad una porta USB 2.0: in questo caso, però, la massima velocità di masterizzazione viene ridotta a 7x.

Il BR-X1216U3 non è il primo Blu-ray recorder 12x a raggiungere il mercato, ma è certamente la prima unità esterna di questo tipo ad utilizzare un'interfaccia SuperSpeed USB: tale caratteristica gli consente di sostenere agevolmente la velocità di trasferimento dati, pari a circa 55 MB/s, necessaria per leggere e scrivere i supporti a 12x.
Sebbene al momento non esistano sul mercato BD-R/RE certificati 12x, Buffalo afferma che il proprio driver può raggiungere la massima velocità di scrittura anche con i preesistenti media 6x, purché di buona qualità.

Il masterizzatore è corredato da sei applicazioni di CyberLink dedicate all'editing e alla riproduzione di video SD e HD, all'authoring e alla masterizzazione di BD e DVD, e al backup. Il prodotto sarà commercializzato a partire da dicembre al prezzo, in Giappone, di 39100 yen (circa 300 euro più tasse). Nei negozi italiani il BR-X1216U3 potrebbe arrivare soltanto con l'anno nuovo.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaPioneer scrive i Blu-ray a 12xPioneer ha introdotto un masterizzatore Blu-ray capace di spingere la massima velocità di scrittura dei supporti BD a 12x. Masterizzare 50 GB di dati è ora questione di un quarto d'ora
9 Commenti alla Notizia Quando Blu-ray incontra USB 3.0
Ordina
  • Fermo restando che qualcuno a cui serve salvare dei file su formato ottico ci sarà sempre, ormai masterizzare non conviene più.

    Gli Hard Disk hanno maggiori vantaggi:

    1) Costano meno: siamo a 0,07 €/GB contro 0,12 €/GB (in media) per e già da 1 Tb costa addirittura meno un NAS con due dischi in RAID 1.
    2) Sono nettamente più veloci
    3) Per certi versi sono più sicuri

    ... insomma salvo alcuni usi professionali vedrei solo la contraffazione dei film in HD (quella a fini di lucro) come mercato per questi supporti.
    non+autenticato
  • Se non sbaglio neanche il nuovo Seven di Microzoft supporta ancora il protocollo 3.0 e non si sa neanche se lo farà con la prima service che uscirà, quindi un bell'oggettino da tenere sullo scrivania... Magari usare un'interfaccia SATA avevano gli stessi risultati ma usabili !!!!

    Paperolibero
    non+autenticato
  • Ci sarà tutto il supporto di cui hai bisogno. Linux lo supporta già ed è stato il primo SO, o meglio detto il primo Kernel a supportare questo nuovo standard.
    Secondo te, un produttore è così idiota da tirare fuori una periferica che non puoi usare, o che puoi usare solo come una 'comune' USB 2.0 ?
    Vendono anche gli SSD sata 3.0, e se non sbaglio, c'e' solo una scheda madre di asus al momento ad avere questo tipo di controller integrato (ma mi sbaglio sicuro perchè ormai ne esisteranno sicuramente diverse altre)
    Il supporto verrà esteso molto presto a Windows 7, Windows Vista, e financo Windows XP visto che è il sistema operativo desktop più diffuso in assoluto al mondo ed è ancora supportato (mi pare fino al 2012 ma non ne sono sicuro) dalla casa di Redmond. Così per Mac OS X 10.6 e 10.5 (anche lui ancora supportato) e per VattelapescaOS.
    non+autenticato
  • certo che questi oggetti costano ancora tantissimo. 300 euro sono tanti (il costo di un pc intero di fascia bassa)
    per il resto, non ne nego la grande utilità.
    quando il prezzo sarà più ragionevole sarò lieto di procurarmene uno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: LuNa
    > certo che questi oggetti costano ancora
    > tantissimo. 300 euro sono tanti (il costo di un
    > pc intero di fascia
    > bassa)
    > per il resto, non ne nego la grande utilità.
    > quando il prezzo sarà più ragionevole sarò lieto
    > di procurarmene
    > uno.
    Beh, anche i primi masterizzatori dvd arrivavano ad un milione (500 euro)..come quelli cd (ricordo il pioneer 2x a un milione e mezzo delle vecchie lire..) normale che sia così
    non+autenticato
  • non so se è normale, diciamo che a livello commerciale lo è.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ryo
    > Beh, anche i primi masterizzatori dvd arrivavano
    > ad un milione (500 euro)..come quelli cd (ricordo
    > il pioneer 2x a un milione e mezzo delle vecchie
    > lire..) normale che sia
    > così
    il mio primo masterizzatore è stato uno Yamaha 2X, SCSI, pagato qualcosa come 1.900.000 Lire.
    Erano usciti da circa un annetto (infatti i primi 1X costavano 3.000.000 di vecchie lire appena usciti)
    lroby
    5311
  • Yamaha CDR400 Esterno SCSI 1.500.000 Lire (4x CD)
    Plextor 1210S Interno 750.000 Lire (12x CD)
    Plextor Premium 90€ (52x CD)
    Pioneer DVR-106 199€ (4x DVD)
    Plextor 716A 79€ (16x DVD)

    Diciamo che è nella norma, ma che in teoria gli abbassamenti dei prezzi su quello che riguarda il blue-ray siamo rimasti un poco in dietro, visto che
    si è raggiunto già i 12x mi aspetterei prezzi sui 150€ e almeno 4€ i supporti.
    non+autenticato
  • Ma lo volevi gratis?? 300 euro per un masterizzatore di Bluray esterno così veloce e che sfrutta una tecnologia nuovissima come la USB 3.0 mi sembrano assolutamente ragionevoli, infatti credo che quando arriverà in Italia costerà anche di più. Basti pensare che i masterizzatori interni costano ancora 200 euro.