Wind nei guai. Troppi aiuti ENEL?

La Commissione UE intende rispondere ai dubbi di mezza Italia: le offerte concorrenziali dell'azienda dell'Arancia vengono pagate dalle bollette elettriche? Gli operatori hanno chiesto chiarimenti e i provider partono all'attacco

Roma - Ore bollenti queste per Wind. L'azienda dell'Arancia si trova al centro di un vespaio nato dalla rivelazione che entro il 25 marzo il governo italiano dovrÓ rispondere ad una richiesta della Commissione europea che tende a verificare se Wind sia stata illecitamente aiutata dallo stato tramite ENEL, che controlla la societÓ.

La richiesta arriva dal commissario europeo alla Concorrenza Mario Monti un cui portavoce ha comunque tenuto a sottolineare che "non si tratta affatto dell'apertura di una procedura per aiuti di stato ma solo di una normale richiesta di informazioni". Ma Ŕ ovvio che una richiesta del genere, che appare figlia di dubbi espressi da tanti in questi anni, Ŕ destinata a suscitare polemiche.

L'azione di Monti, che deriva con ogni probabilitÓ anche da segnalazioni provenienti da TIM e da altri operatori, secondo alcune agenzie potrebbe preludere ad una indagine, descritta per˛ dagli uffici del Commissario come "del tutto neutrale".
Nel mirino sono sostanzialmente due operazioni. La prima riguarda i 2,17 miliardi di euro che ENEL avrebbe dato a Wind sotto forma di aumento di capitale tra il 1998 e il 2002. La seconda invece Ŕ la ricapitalizzazione sottoscritta ancora da ENEL quando fu acquistata Infostrada. L'ipotesi al vaglio di Monti Ŕ se le "risorse pubbliche" di cui dispone l'ente elettrico non abbiano consentito a Wind di offrire "i propri servizi a tariffe pi¨ vantaggiose di quelle generalmente offerte sul mercato". Il tutto condito dalla richiesta di accertamenti sulla convenzione con cui ENEL ha dato a Wind il diritto esclusivo all'utilizzo di 10mila chilometri di fibra ottica, una convenzione che potrebbe essere stata conclusa a prezzi ben al di sotto di quelli di mercato...

Su queste ipotesi si sono naturalmente fatti sentire i provider italiani della AIIP, che accusa apertamente Wind sul fronte dell'accesso ad internet, parlando di tariffe "illecite e distorsive, spesso al di sotto dei costi effettivamente sostenuti, e tali da pregiudicare la concorrenza, grazie ai mezzi finanziari erogati con liberalitÓ dalla propria controllante". I provider si augurano che si faccia rapidamente chiarezza e in una nota AIIP ha ricordato che "la Corte di Giustizia Europea ha costantemente ritenuto che, qualora la Commissione accerti che gli interventi di ENEL a favore di Wind costituiscono aiuti di stato, l'Italia dovrÓ recuperare tutte le somme illegalmente percepite da Wind, oltre agli interessi dalla loro erogazione".
TAG: mercato
7 Commenti alla Notizia Wind nei guai. Troppi aiuti ENEL?
Ordina
  • grazie all aiuto dell Enel ,la Wind non ha solo comprato Infostrada, ma ha anche cambiato la politica dell offerta dei servizi/prezzi della societa milanese , cioe ha introdotto la mentalita del spendere il minimo per ottenere il massimo , puntare sul maggior numero dei clienti e non sulla qualita dei servizi con la conseguenza del peggioramento di quest ultimi!
    LA VECCHIA INFOSTRADA è MORTA, W INFOSTRADA.
  • Il governo si preoccupa di un conflitto di interessi????
    HAHAHAH HAHHAHAH HAHAHHAHAHH HAHAHAHHA HAHHAHAHAH HHH AHAHHAAHAHAHA

    E poi cosa fanno, ci tolgono l'unica azienda di telefonia che ci tratta da clienti normali, ci rimango quelle che ci fanno fanno spogliare le donnine nel bagno con Batistuta, salire la gnocca sulle spalle del prete, mandare MMS tra Carpi e Riccione con le foto delle tipe che abbiamo rimorchiato.... HAHAH HAHHAHAH AHH HAHAHHAHHAHAHAHAHAHHAHA

    E noi Italiani che le beviamo tutte....
    non+autenticato
  • LOL!!!
    Ottimo post Sorride)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > LOL!!!
    > Ottimo post Sorride)



    LOL
  • > E noi Italiani che le beviamo tutte....
    Se non ci fosse il Popolo Bue come camperebbero le nostre beneamate Società di TeleComunicazioni?
    Come dici?
    Facendoci pagare le telefonate?
    Naaaaa...... Troppo prevedibile: lo fanno tutti!

    - Scritto da: Anonimo
    > Il governo si preoccupa di un conflitto di
    > interessi????
    > HAHAHAH HAHHAHAH HAHAHHAHAHH HAHAHAHHA
    > HAHHAHAHAH HHH AHAHHAAHAHAHA
    >
    > E poi cosa fanno, ci tolgono l'unica azienda
    > di telefonia che ci tratta da clienti
    > normali, ci rimango quelle che ci fanno
    > fanno spogliare le donnine nel bagno con
    > Batistuta, salire la gnocca sulle spalle del
    > prete, mandare MMS tra Carpi e Riccione con
    > le foto delle tipe che abbiamo
    > rimorchiato.... HAHAH HAHHAHAH AHH
    > HAHAHHAHHAHAHAHAHAHHAHA
    >
    non+autenticato
  • Se Wind è stata aiutata indebitamente, è giusto che ne soffra le conseguenze e che questo stato di cose cessi.
    Tuttavia, mi piacerebbe sapere quanto spende Wind in campagne pubblicitarie, e confrontarlo con quanto spendono gli altri operatori di telefonia mobile, i quali fra spot asfissianti e sponsorizzazioni di grandi eventi sportivi dovrebberero avere cifre di ben altro ordine di grandezza. Ammettendo che questo sia vero, prima di accusare i 'prezzi troppo bassi' di Wind, non sarebbe il caso di farsi un esame di coscienza e vedere quanto incidono sui bilanci delle aziende i costi di promozione?
    DPY
    380
  • ...e poi ne riparliamo.
    Sono tutti bravi a criticare Telecom e Infostrada, ma nessuno che si assumesse il rischio di cablare non dico l'Italia, ma almeno un quartiere delle nostre città...
    evviva l'AIIP nostalgica degli abbonamenti a internet in dial-up!
    non+autenticato