Giorgio Pontico

Spazio, Branson presenta SpaceShipTwo

Le prime comitive orbitali sono imminenti. Il decollo avverrà forse già nel 2011. La scommessa parte dal New Mexico

Roma - Il deserto del Mojave che separa Los Angeles da Las Vegas è stato il teatro dove è andata in scena la presentazione della nuova nave spaziale in forza alla Virgin Galactic del miliardario britannico Richard Branson. La navetta si chiama SpaceShipTwo e per molti aspetti tecnici deriva dalla SpaceShipOne che nel 2004 vinse il premio Ansari X per aver toccato due volte nel giro di due settimane la quota di 100 chilometri di altitudine.

Virgin GalacticVariano le misure e le modalità di impiego. SpaceShipTwo è più grande del predecessore e ha una maggiore capacità di carico: lunga 18 metri può trasportare fino a 8 astronauti, compresi due piloti. Analogamente al primo modello però sarà accompagnata a quota 50mila piedi dal White Knight, il velivolo che svolge la funzione simile a quella di una nave madre, senza però occuparsi della fase di rientro: quest'ultima fase riprenderà per certi versi l'atterraggio dello Shuttle.

Il programma di Virgin Atlantic prevede un periodo di 18 mesi in cui la navicella verrà testata e ulteriormente sviluppata, in attesa dell'inizio dei primi voli suborbitali previsto tra il 2011 e il 2012. La lista d'attesa per volare nello spazio si allunga di continuo: per riservare un posto su SpaceShipTwo è necessario versare un acconto minimo di 20mila dollari, fino alla tariffa completa di 200mila verdoni.
Sono più di 300 gli aspiranti astronauti che hanno versato nelle tasche di Branson circa 40 milioni di dollari per assicurarsi due ore e mezza di volo in cui osservare la Terra da un prospettiva "diversa". Intravedendo varie opportunità in questo business, Branson ha reso noto che è possibile programmare il proprio matrimonio a bordo di SpaceShipTwo, con la possibilità di trascorrere la propria luna di miele non proprio sulla Luna, ma quasi. Di sicuro al riparo da occhi indiscreti.

Se da una parte il programma di sviluppo di queste navicelle non ha mai ricevuto fondi governativi, ora le autorità del New Mexico hanno invertito rotta investendo circa 200 milioni di dollari per trasformare il Mojave Airport nel primissimo spazioporto degli Stati Uniti.

Giorgio Pontico

Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Spazio, Branson presenta SpaceShipTwo
Ordina
  • Certamente che i video di punto informatico sono sempre attitenti al contenuto, ops mi è scappata una barzelletta!!!

    Lo space ship è anni che va in orbita, mi ricordo un servizio su discovery dove dalla partenza all'orbita c'era un filmato che riassumeva tutte le fasi, con dei simpatici M&M che vagavano nell'abitacolo in totale assenza di gravità, il modello due è senza dubbio meno baracchina del primo però per farvi un idea sulla differenza dei due ecco due video seri a differenza di quelli postati su PI.

    space ship 1 in reale
    http://www.youtube.com/watch?v=zkO040690Wk

    space ship 2 in simulazione
    non+autenticato
  • spaceship one non è mai andata in orbita.

    punto.
  • a be mi sembra giusto puntualizzare che non sia andata in orbita, ma cosa vuoi fare la fuori il satellite?

    Una volta che uno è fuori dall'atmosfera terrestre e vede la terra dal "di fuori" che sia in orbita o poco sotto me ne frega poco, sei comunque nello spazio e vedi la terra come qualcosa di cui non fai parte.

    Un'emozione fantastica, io se avessi i soldi li butterei tranquillamente per un viaggio simile, ma il problema non si pone purtroppo!!!
    non+autenticato
  • Quelle navette vanno per qualche minuto oltre il limite di 100 km oltre il quale per convenzione inizia lo spazio.
    Andare in orbita presuppone velocità di 7 km/s che sono tutt'altra cosa.
    Funz
    12995
  • Invece che ai soliti 380.000 km, si troveranno a 379.900. Proprio quasi lìA bocca aperta
    Funz
    12995
  • Che dire, la redistribuzione dei beni nel pianeta
    è sempre migliore, 200.000$ per 2 ore di viaggio
    per gente che non sa più dove mettere i soldi,
    perchè ne ha talmente tanti da poter spenderne
    27.000 per il drink più costoso del mondo con
    foglie d'oro, io spererei di vedere il foco
    d'artificio, più costoso, simile a quello degli
    astronauti con i shuttle vecchi di 20 anni ed oltre.

    E giusto che ci sia il progresso, ma vedere certi
    modi per bruciare denaro che non servirà a niente
    per il resto dell'umanità, se non un altro modo
    per poter spremere soldi da chi non sa dove buttarli
    mi fa schifo.

    Un giocattolo del genere ad ogni lancio inquina
    all'ennesima potenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Be&o
    > Che dire, la redistribuzione dei beni nel pianeta
    > è sempre migliore, 200.000$ per 2 ore di viaggio
    > per gente che non sa più dove mettere i soldi,
    > perchè ne ha talmente tanti da poter spenderne
    > 27.000 per il drink più costoso del mondo con
    > foglie d'oro, io spererei di vedere il foco
    > d'artificio, più costoso, simile a quello degli
    > astronauti con i shuttle vecchi di 20 anni ed
    > oltre.

    > E giusto che ci sia il progresso, ma vedere certi
    > modi per bruciare denaro che non servirà a niente
    > per il resto dell'umanità, se non un altro modo
    > per poter spremere soldi da chi non sa dove
    > buttarli mi fa schifo.

    Ma se non glie li spremi cosi' come fai a rimetterli in circolazione ?

    > Un giocattolo del genere ad ogni lancio inquina
    > all'ennesima potenza.

    Si ? Che carburante usa ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: Be&o
    >
    > Un giocattolo del genere ad ogni lancio inquina
    > all'ennesima potenza.

    Credo consumi molto meno di uno Space Shuttle.
    Branson potrebbe dimostrare che per arrivare in orbita non occorrono sistemi costosissimi come lo shuttle o razzi vecchia maniera.
    non+autenticato
  • Peccato che per arrivare in orbita occorra un bel po' di energia in più, e per tornare un veicolo ben più robusto. SS1 e SS2 funzionano con lo stesso principio del North American X-15 degli anni '60, e più di un volo suborbitale non possono fare, per una questione di motori e di propellente.
    Non parliamo della protezione termica per il rientro.
    Spaceship One aveva una velocità massima di Mach 3. Per entrare in orbita occorre muoversi a Mach 25. L'orbita é ancora molto lontana per i privati, e non molto interessante dal punto di vista economico.
    non+autenticato
  • non mi è piaciuto il parallelo con gli shuttle esplosi.. augurerei a te la stessa fine ma non cado tanto in basso.
    Comunque sia per tornare in tema la nasa ed altri stanno attentamente seguendo lo sviluppo della veicolo per future modifiche in grado di trasportare a basso costo satelliti e quant'altro.
    Ogni volta che si fa ricerca si guadagna, lascia pure che quei babbei volino un ora per 200k avremo sperimentato a spese loro nuovi materiali (compositi in questo caso) nuovi vettori di volo etc.. per non parlare dei nuovi posti di lavoro etc..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Samuele C.
    > non mi è piaciuto il parallelo con gli shuttle
    > esplosi..

    Ad una prima lettura, anche io sono rimasto basito.. poi ho riletto meglio e non sono sicuro che volesse dire che vuol vedere un botto fatto da uno shuttle... penso volesse criticare il fatto che gli astronauti sono costretti a viaggiare con veicoli "vecchi" mentre miliardari spendono tanti soldi per "inezie"... o almeno spero!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Be&o

    Non c'è che dire! Non capisci un caxxo e ne vai orgoglioso!
    non+autenticato
  • Lo SS2 è un veicolo suborbitale, NON orbitale. Non è una differenza da poco.
    non+autenticato
  • In realtà è adatto anche al viaggio orbitale, infatti è previsto il suo "upgrade" per effettuare un minimo di 2 orbite prima del rientro.Occhiolino