Alfonso Maruccia

BREIN: vietato parlare di Usenet

L'antipirateria olandese si scaglia contro una community di utenti la cui sola colpa Ŕ quella di discutere liberamente dei contenuti disponibili sul network precursore del P2P. Niente link, solo parole, ma per BREIN sono giÓ troppo

Roma - FTD è una community Usenet che comprende mezzo milione di utenti, su cui è possibile discutere liberamente di quel che si può trovare sul network che ha anticipato di parecchi anni la condivisione dei contenuti poi esplosa con le reti di file sharing propriamente dette. L'unica cosa non consentita è la pubblicazione di risorse specifiche da cui poter avviare il download link, torrent o altro), ma questo a BREIN non è bastato: l'agenzia pro-copyright ha trascinato FTD davanti al tribunale per infrazione del diritto d'autore.

FTD opererebbe in pieno regime di illegalità permettendo ai propri utenti di discutere liberamente di contenuti "illegali", sostengono da BREIN, quindi quelle discussioni vanno vietate: di queste cose non si può nemmeno parlare, pena la disconnessione, la censura, l'esborso monetario esorbitante. Forte dei riusciti affondi assestati nei confronti dei pesi massimi del P2P Mininova e The Pirate Bay, i rappresentanti dell'industria dei contenuti partono lancia in resta all'attacco di chi ancora crede che Usenet possa essere uno spazio libero dalle occhiute attenzioni di squadroni legali e "investigatori" telematici dall'accusa facile.

Ma FTD non ci sta e contrattacca, presentando alla corte una lettera in cui il legale Arnoud Engelfriet sostiene come i detentori dei diritti siano andati troppo oltre con le loro dichiarazioni di "illegalità" nei confronti di una community di discussione, in un paese dove d'altronde il download di contenuti per uso personale è perfettamente legale, figurarsi il semplice discutere tra utenti di simili attività.
Alle contraccuse di FTD risponde ancora una volta BREIN, rincarando la dose di denunce di "illegalità" e chiedendo alla corte di multare i responsabili della community per 70mila dollari al giorno, dovesse il chiacchiericcio su "warez" e affini continuare indisturbato.

Secondo quanto sostiene TorrentFreak, una eventuale vittoria di BREIN nel caso in oggetto avrebbe ripercussioni pesanti non solo per FTD e le community di Usenet ma anche per tutti i siti che a vario titolo si occupano di P2P, al punto che la semplice cronaca della possibilità di scaricare un film rimbalzato su BitTorrent configurerebbe un reato punibile con un'ammenda difficile da sostenere per chiunque. "Siamo pienamente convinti di vincere il caso - commenta intanto Engelfriet - BREIN è brava a fare dichiarazioni ma è spesso incapace a produrre fatti e argomenti legali per sostenerle".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
37 Commenti alla Notizia BREIN: vietato parlare di Usenet
Ordina
  • Ma avete mai sentito i discorsi al bar?
    "ma io quello lo ammazzerei", "ma a quello dovrebbero spararli", etc etc.
    Tutti discorsi fortemente sovversivi! chiudiamo tutti i bar, allora.
    non+autenticato
  • Ormai lo so che è sempre più probabile che già da prima che io passi a miglior vita arriveremo ad un 1984 de facto... ma già solo che una banale, venalissima associazione degli autori di un paese che in europa poi conta anche poco, diciamocelo, possa permettersi di "censurare" lo scambio di opinioni, che tale era, in quanto dall'articolo capisco che si stesse parlando di semplici "punti di vista"... insomma, che tale associazione voglia impedire un qualunque "scambio di opinioni", è a mio parere un evento che di per sé meriterebbe non solo una controdenuncia per "attentato alla libertà di espressione" da parte dei citati in giudizio, ma che dovrebbe essere secondo me pesantemente sanzionato dall'unione europea; alla stregua di come per le nostre leggi è reato il "procurato allarme", così dovrebbe essere stroncato chi perpetra azioni come quella intrapresa da BREIN... sempre secondo me.
  • - Scritto da: ephestione
    > Ormai lo so che è sempre più probabile che già da
    > prima che io passi a miglior vita arriveremo ad
    > un 1984 de facto... ma già solo che una banale,
    > venalissima associazione degli autori di un paese
    > che in europa poi conta anche poco, diciamocelo,
    > possa permettersi di "censurare" lo scambio di
    > opinioni, che tale era, in quanto dall'articolo
    > capisco che si stesse parlando di semplici "punti
    > di vista"... insomma, che tale associazione
    > voglia impedire un qualunque "scambio di
    > opinioni", è a mio parere un evento che di per sé
    > meriterebbe non solo una controdenuncia per
    > "attentato alla libertà di espressione" da parte
    > dei citati in giudizio, ma che dovrebbe essere
    > secondo me pesantemente sanzionato dall'unione
    > europea; alla stregua di come per le nostre leggi
    > è reato il "procurato allarme", così dovrebbe
    > essere stroncato chi perpetra azioni come quella
    > intrapresa da BREIN... sempre secondo
    > me.

    solo per dirti che stai sottovalutando di molto il peso che hanno associazioni come quelle...

    chi comanda, che decide quali leggi fare e come farle, nei singoli stati e a livello internazionale...

    chi comanda sono pochi azionisti di poche multinazionali... governi e organizzazioni varie eseguono...
    non+autenticato
  • 1984 la vendetta -> 30 anni dopo: 2014!
    Wolf01
    3342
  • Fosse per me, quello che hai detto sarebbe giß legge, cosÝ ci pensano almeno un paio di volte, prima di attentare alla libertß di espressione.
  • Fanno veramente pena con le loro ridicole pretese di censura.

    Inutili residui del passato destinati alla scomparsa per manifesta inutilità in una società globale che, grazie ad Internet, sta profondamente cambiando le modalità di fruizione del sapere.

    L'unica cosa che possono fare è rassegnarsi, perché tanto:

    Se due persone fumano sotto il cartello divieto di fumare gli fai la multa.
    Se venti persone fumano sotto il cartello divieto di fumare chiedi loro di spostarsi.
    Se duecento persone fumano sotto il cartello divieto di fumare togli il cartello.

    Winston Churchill

    non+autenticato
  • - Scritto da: Open World

    >

    Annamo bbene:
    ...Questo video è stato rimosso a causa della violazione dei termini e condizioni d'uso...
    non+autenticato
  • Quando è cosi, il canale è stato sospeso.
    Sgabbio
    26177
  • Come nei forum delle consolle, soprattutto quelli italiani.
    "Vietato parlare di modifiche, backup, patapim e patapum"
    Anche se non c'è scambio di link o cose del genere si viene segati subito dal moderatore con la smania del ban facile.

    Sono stato bannato per aver chiesto "ho sentito che non è possibile fare l'aggiornamento delle mappe di go!explore dal pspstore con la consolle modificata, è vero?", ma guarda te, manco la libertà di parola.
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Come nei forum delle consolle, soprattutto quelli
    > italiani.
    > "Vietato parlare di modifiche, backup, patapim e
    > patapum"
    > Anche se non c'è scambio di link o cose del
    > genere si viene segati subito dal moderatore con
    > la smania del ban
    > facile.

    Sono assolutamente vietati scambi culturali di tecnologia.
    Loro vogliono l'utonto ignorante e lavorano per mantenere l'utonto ignorante.
    Guai a cercare di istruirlo e renderlo consapevole!
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Wolf01
    > > Come nei forum delle consolle, soprattutto
    > quelli
    > > italiani.
    > > "Vietato parlare di modifiche, backup, patapim e
    > > patapum"
    > > Anche se non c'è scambio di link o cose del
    > > genere si viene segati subito dal moderatore con
    > > la smania del ban
    > > facile.
    >
    > Sono assolutamente vietati scambi culturali di
    > tecnologia.
    > Loro vogliono l'utonto ignorante e lavorano per
    > mantenere l'utonto
    > ignorante.
    > Guai a cercare di istruirlo e renderlo
    > consapevole!

    Si, perché è intelligente il tizio che va dal cinese a comprare una consolle modificata e poi si piazza a giocare dalla mattina alla sera!
    non+autenticato
  • chi ha una consolle modificata non è necessariamente come te..
    non+autenticato
  • se nel regolamento del forum c'è scritto che non puoi è giusto che ti moderino, del resto partecipando accetti le condizioni che i gestori hanno posto

    ovviamente è una scelta del gestore che per motivi suoi ha deciso la sua policy

    se io qui scrivessi volgarità prima o poi verrei moderato anche se non ho fatto niente di illegale...
  • > ovviamente è una scelta del gestore che per
    > motivi suoi ha deciso la sua policy

    Ti è sfuggito che si sta appunto discutendo dei motivi, non della policy in sè.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • l'assioma consolle modificata=binbio minkia+giochini scaricati è tutta da dimostrare
    non+autenticato
  • però bimbominkia = consolle modificata + giochini scaricati è indubbiamente vero
    Wolf01
    3342
  • contenuto non disponibile
  • Semplicemente perchè non si sa gestire la situazione, i bimbiminkia ci saranno sempre ed è impossibile fermarli.
    Com bimbiminkia non intendo solo i 12enni che vanno sul forum della consolle e iniziano discussioni a casaccio, c'è anche gente con età avanzata che non ha la più pallida idea di come si usa un forum.
    Prima di usare un forum si dovrebbero tenere dei corsi intensivi di buone maniere: niente k, niente maiuscolo, cercare un topic prima di aprirne uno nuovo, non riesumare topic del 1999 aggiungendo roba inutile tipo "anche a me piace la patata"
    Una volta che la gente inizia ad imparare non servono più i regolamenti dove si scrive dove, come e quando postare qualcosa.
    Si apre un forum generico dove andare a scrivere le boiate e nei forum appositi si tiene un po' d'ordine seguendo le precedentemente menzionate regolette.

    Già il fatto di cercare un argomento prima di chiedere in 10000 le informazioni già scritte nel topic in testa al forum ridurrebbe di un buon 80% il fenomeno dei bimbiminkia
    Wolf01
    3342