P2P e pedoporno, si pensa al rating

di Lamberto Assenti - Dal Congresso americano non arriva niente di buono per le libertà digitali ma invece qualcosa di nuovo: il P2P può essere colpito agitando lo spettro delle immagini di pornografia infantile. Pirateria in secondo piano

Roma - C'è un'idea che ha cominciato a circolare in questi giorni al Congresso americano: che sia possibile classificare i sistemi peer-to-peer per ridurre o addirittura eliminare la circolazione di materiali pedopornografici attraverso quei network di scambio-file utilizzati da decine di milioni di utenti in tutto il mondo.

Detta così l'idea è peregrina ma lo diventa ancora di più andando a vedere il contesto in cui viene portata avanti. Anzitutto le dichiarazioni del proponente, il repubblicano Adam Putnam, secondo cui un sistema di classificazione per il P2P è necessario quanto lo sono stati quelli per la televisione e i videogiochi. Si tratta di sistemi che vietano, per esempio, la vendita ai minori di una certa età di games classificati in un certo modo. "Altrimenti - sostiene Putnam - qualcuno potrebbe approfittare su errori di ricerca di ragazzini che vogliono trovare i Pokemon" sui sistemi P2P. Tutto da capire, naturalmente, come applicare al P2P qualcosa del genere.

Ma queste dichiarazioni, questa... visione, non sono emerse in un colloquio tra amici davanti ad una pizza ma nel corso di una audizione ufficiale della Commissione per le riforme della Camera dei Rappresentanti americana, nel corso della quale hanno persino fatto la loro tempestiva apparizione due giovani studenti che hanno raccontato i turbamenti provocati dalla propria esperienza con il P2P. Si è trattato, suggerisce qualche critico, di una rappresentazione atta a dimostrare quanto il peer-to-peer possa rivelarsi pericoloso.
Un contesto di denuncia del flusso libero e incontrollato dei dati via internet che ha spinto il direttore del Dipartimento contro i traffici illeciti online, John Netherland, ad assicurare ai parlamentari che gli agenti della propria sezione sono già al lavoro per tenere maggiormente sott'occhio i sistemi di condivisione. "Le prove - ha spiegato - in questi sistemi vengono raccolte facilmente e conservate. Per questa ragione sono destinate ad aumentare le indagini sul peer-to-peer". Come a dire: attenti a come usate il mouse.

Tutto questo si incardina sul rapporto del General Accounting Office, braccio investigativo del Congresso, che offre ai parlamentari americani ulteriori motivi di preoccupazione. Un dibattito che ora scioglie qualsiasi dubbio su quanto sta accadendo, anche in Italia: se fino ad oggi il peer-to-peer era stato aggredito dalle major discografiche e cinematografiche per la condivisione dei file musicali e dei film, ora si è passati ad un livello superiore. Il nuovo nemico del P2P non sono più potenti multinazionali ma i massimi vertici istituzionali. Un nemico che dalla sua ha la grande arma dell'oggi tecnologico: lo spettro del pedoporno.

Lamberto Assenti
TAG: p2p
50 Commenti alla Notizia P2P e pedoporno, si pensa al rating
Ordina
  • mi sono rotto!
    necessita' di controlli per prevenire i terroristi.
    necessita' di controlli per prevenire il traffico pedoporno
    necessita' di controlli per prevenire la pirateria ...

    e la mia privacy ? Sempre + ristretta per gli interessi della comunita' ..

    Hai paura che tuo figlio venga abbordato nelle chat dai pedofili, o che si ritrovi delle foto pedoporno nel computer ?
    Stacca la spina a quel **zzo di computer e regalagli un libro.
    Stagli vicino, ma non rompere i "ministri" anche a me perche'
    usi internet per schiaffarci tuo figlio mentre te ne vai dal parrucchiere o al bar a giocare a tresette e vuoi che sia protetto.
    samu
    506

  • - Scritto da: samu
    > mi sono rotto!
    > necessita' di controlli per prevenire i
    > terroristi.
    > necessita' di controlli per prevenire il
    > traffico pedoporno
    > necessita' di controlli per prevenire la
    > pirateria ...
    >
    > e la mia privacy ? Sempre + ristretta per
    > gli interessi della comunita' ..
    >
    > Hai paura che tuo figlio venga abbordato
    > nelle chat dai pedofili, o che si ritrovi
    > delle foto pedoporno nel computer ?
    > Stacca la spina a quel **zzo di computer e
    > regalagli un libro.
    > Stagli vicino, ma non rompere i "ministri"
    > anche a me perche'
    > usi internet per schiaffarci tuo figlio
    > mentre te ne vai dal parrucchiere o al bar a
    > giocare a tresette e vuoi che sia protetto.

    a parte chela privacy su internet non esiste
    poi poveretto,ti vogliono vietare di vedere certe cose o scaricare musica pirata


  • - Scritto da: vegeta

    > a parte chela privacy su internet non esiste
    > poi poveretto,ti vogliono vietare di vedere
    > certe cose o scaricare musica pirata

    Non si tratta di vietare, ma di impedire. Sono cose profondamente diverse
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: vegeta
    >
    > > a parte chela privacy su internet non
    > esiste
    > > poi poveretto,ti vogliono vietare di
    > vedere
    > > certe cose o scaricare musica pirata
    >
    > Non si tratta di vietare, ma di impedire.
    > Sono cose profondamente diverse

    infatti, hai ragione. bisogna impedire e vietare che si scarichi musica illegalmente o file di bambini nudi

  • [CUT]
    > infatti, hai ragione. bisogna impedire e
    > vietare che si scarichi musica illegalmente
    > o file di bambini nudi
    >
    bisogna anche impedire e vietare che ci siano prezzi stratosferici....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > [CUT]
    > > infatti, hai ragione. bisogna impedire e
    > > vietare che si scarichi musica
    > illegalmente
    > > o file di bambini nudi
    > >
    >   bisogna anche impedire e vietare che ci
    > siano prezzi stratosferici....

    chi lo dice
    anche le auto costano allora piratiamo pure quelle?
    i cellulari?le tv?
  • > chi lo dice
    > anche le auto costano allora piratiamo pure
    > quelle?
    > i cellulari?le tv?

    Vegeta che palle che sei con sto esempio
    del piffero.

    Ti è già stato detto che le cose sono ben
    diverse e che intere industrie sono fiorite
    grazie alle copie "domestiche" della
    musica.

    Non ci avrai fatto caso, ma nessuno si e'
    mai messo in testa di argomentare che
    la musica copiata su cassetta da amici
    fosse un reato.

    Il P2P e' solo una dei molti mezzi per
    copiare la musica, per sradicare il
    fenomeno e' necessario rieducare
    i consumatori non mettersi a sbraitare
    che e' una cosa illegale.
    4751

  • - Scritto da: cico
    > > chi lo dice
    > > anche le auto costano allora piratiamo
    > pure
    > > quelle?
    > > i cellulari?le tv?
    >
    > Vegeta che palle che sei con sto esempio
    > del piffero.
    >
    > Ti è già stato detto che le cose sono ben
    > diverse e che intere industrie sono fiorite
    > grazie alle copie "domestiche" della
    > musica.
    >
    > Non ci avrai fatto caso, ma nessuno si e'
    > mai messo in testa di argomentare che
    > la musica copiata su cassetta da amici
    > fosse un reato.
    >
    > Il P2P e' solo una dei molti mezzi per
    > copiare la musica, per sradicare il
    > fenomeno e' necessario rieducare
    > i consumatori non mettersi a sbraitare
    > che e' una cosa illegale.

    be sono una palla perchè ti conviene che io lo sia

  • > be sono una palla perchè ti conviene che io
    > lo sia

    Ah beh, so lo dici tu allora....

    guarda io non uso neppure il P2P,
    come tutti ovviamente l'ho installato
    e ci ho giochicchiato una paio di
    giorni, eppure la tua crociata contro
    la duplicazione illegale della musica,
    corredata sempre dai soliti esempi
    delle auto, non mi convince proprio
    4751

  • - Scritto da: vegeta
    > > Non si tratta di vietare, ma di impedire.
    > > Sono cose profondamente diverse
    >
    > infatti, hai ragione. bisogna impedire e
    > vietare che si scarichi musica illegalmente
    > o file di bambini nudi

    E quindi impedire l'uso di Internet. Clap clap clap.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: vegeta
    > > > Non si tratta di vietare, ma di
    > impedire.
    > > > Sono cose profondamente diverse
    > >
    > > infatti, hai ragione. bisogna impedire e
    > > vietare che si scarichi musica
    > illegalmente
    > > o file di bambini nudi
    >
    > E quindi impedire l'uso di Internet. Clap
    > clap clap.


    veramente?io uso internet per leggere le notizie,fare siti internet,chiacchierare con te.....non è solo illegale

  • Rendiamoci conto per piacere che quelle foto sono intollerabili ed e' insopportabile che se ne faccia uso magari per venderle o comprarle !!!!!!!!!!!!!!!!
    Fermare questo traffico per quanto mi riguarda vale qualsiasi cosa, anche spegnere INTERNET
    non+autenticato

  • e infatti prima di Internet nessun bambino veniva violentato,
    non c'erano prostitute bambine nell'est asiatico, nessun
    bambino lavorara 14 ore per confezionare Nike etc etc
    La cosa che molti non riescono a sopportare è che con Internet sempre più gente viene a sapere di queste cose, certo qualcuno ne approfitta e compra foto, ma molti vi si oppongono , per fortuna
    A proposito, se il TG ti porta immagini di guerra, che fai? proponi di spegnere tutte le emittenti TV o magari scendi in piazza per la pace?

    - Scritto da: Anonimo
    > Rendiamoci conto per piacere che quelle foto
    > sono intollerabili ed e' insopportabile che
    > se ne faccia uso magari per venderle o
    > comprarle !!!!!!!!!!!!!!!!
    > Fermare questo traffico per quanto mi
    > riguarda vale qualsiasi cosa, anche spegnere
    > INTERNET
    non+autenticato

  • - Scritto da: ishitawa
    >
    > e infatti prima di Internet nessun bambino
    > veniva violentato,
    ma che non lo sai che senza internette non c'era la pedofilia?
    > non c'erano prostitute bambine nell'est
    > asiatico, nessun
    maccheddici non lo sai che alla fine come disse quel giornalista del TG4 un 12 africana o asiatica e' come se fosse un adulta ? non e' mica una 12enne occidentale che va tutelata...
    > bambino lavorara 14 ore per confezionare
    > Nike etc etc
    manno cheddici sono le solite invenzioni dei communisti
    > La cosa che molti non riescono a sopportare
    > è che con Internet sempre più gente viene a
    > sapere di queste cose, certo qualcuno ne
    > approfitta e compra foto, ma molti vi si
    > oppongono , per fortuna
    ma no su internette ci stanno gli acher i pedofili la musica aggratis e poi con la uebcam ti spiano anche se il copiuter e' spento
    > A proposito, se il TG ti porta immagini di
    > guerra, che fai? proponi di spegnere tutte
    > le emittenti TV o magari scendi in piazza
    > per la pace?
    >
    no mavva guarda che la guerra la fanno per difendere i diritti umani e bombardano con le bombe intelligeti che uccidono solo i terroristi,gli arabbi,i communisti, i finocchi,i pedofili e i dittatori brutti e cattivi (che poi son tutti la stessa cosa)e quelli bravi non muoiono se muoino vuol dire che tanto bravi non erano i corpi sbudellati dei bambini sono invenzioni di gino starda e dei communisti non puo essere che cosi se l'ha detto anche quel genrale che le bombe all'uranio esaurito non sono pericolose...



    Ministro della Propaganda di Guerra

    > - Scritto da: Anonimo
    > > Rendiamoci conto per piacere che quelle
    > foto
    > > sono intollerabili ed e' insopportabile
    > che
    > > se ne faccia uso magari per venderle o
    > > comprarle !!!!!!!!!!!!!!!!
    > > Fermare questo traffico per quanto mi
    > > riguarda vale qualsiasi cosa, anche
    > spegnere
    > > INTERNET
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Fermare questo traffico per quanto mi
    > riguarda vale qualsiasi cosa, anche spegnere
    > INTERNET

    Scusa, non capisco: tu vuoi fermare il TRAFFICO o la PRODUZIONE? Puoi anche spegenre INTERNET, i media di comunicazione nella ns. società non mancano certo!
    non+autenticato
  • Mi pare pero' che solo con Internet c'e' un mercato...... Attenzione!

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Fermare questo traffico per quanto mi
    > > riguarda vale qualsiasi cosa, anche
    > spegnere
    > > INTERNET
    >
    > Scusa, non capisco: tu vuoi fermare il
    > TRAFFICO o la PRODUZIONE? Puoi anche
    > spegenre INTERNET, i media di comunicazione
    > nella ns. società non mancano certo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi pare pero' che solo con Internet c'e' un
    > mercato...... Attenzione!

    Già, difatti prima il mercato non c'era.

    Ma vaccagare và............


    non+autenticato
  • No!!!!
    Con internet queste immagini sono diventate visibili a tutti...o almeno è diventato più facile procurarsele...anche per il (perverso) curioso occasionale.
    Quelli che le producono, continueranno a produrle..e le scambieranno come hanno sempre fatto già da prima che ci fosse internet.
    Non si deve confondere (lo so, e ovvio) il non vederle con il fermare il turpe traffico.
    Un conto è se una persona si scarica (in mezzo al resto dei pornazzi) qualche immagine/foto pedoporno...per caso?per curiosità?per turbe mentali? Mah...mi fa paura pensare che sia QUESTO che stanno incriminando, che sia QUESTO quello contro cui il mondo (o una parte di esso) vuole fare una crociata.
    Un conto è se va nei siti di questo tipo e PAGA per avere del materiale.
    Un conto è se uno si produce in casa il materiale (e per 100 casi, forse 10 vengono scoperti).
    Un conto è se uno va in Thailandia o giù di li e si affitta una bambina...
    Scusate lo sfogo, capisco che internet può agevolare lo scambio di questo (come di qualsiasi altro) materiale.
    Ma capisco anche che internet come è (ancora) adesso fa paura a chi non lo capisce e a chi ritiene che tutto vada controllato dall'alto per funzionare. Il p2p fa ancora più paura perchè è ancora meno controllabile (ovvio..internet è progressivamente più regolamentato e la gente va da un'altra parte..fino a che resta spazio libero).
    Spero di non aver fatto troppo confusione.
    Saluti, Sandro
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Fermare questo traffico per quanto mi
    > > riguarda vale qualsiasi cosa, anche
    > spegnere
    > > INTERNET
    >
    > Scusa, non capisco: tu vuoi fermare il
    > TRAFFICO o la PRODUZIONE? Puoi anche
    > spegenre INTERNET, i media di comunicazione
    > nella ns. società non mancano certo!

    con internet si amplificano del 1000% se non di +

  • - Scritto da: vegeta

    > con internet si amplificano del 1000% se non
    > di +

    Cita dei dati o evita di sparare cazzate.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: vegeta
    >
    > > con internet si amplificano del 1000% se
    > non
    > > di +
    >
    > Cita dei dati o evita di sparare cazzate.

    1) le foto pedofile non si trovano in edicola quindi se non sei dell'ambiente non le hai

    2)in internet ci sono miliardi di navigatori

    3)sul p2p girano migliaia di foto pedo(senza contare i siti) accessibili ai navigatori

    ecco i dati


  • - Scritto da: Anonimo
    > Rendiamoci conto per piacere che quelle foto
    > sono intollerabili ed e' insopportabile che
    > se ne faccia uso magari per venderle o
    > comprarle !!!!!!!!!!!!!!!!
    > Fermare questo traffico per quanto mi
    > riguarda vale qualsiasi cosa, anche spegnere
    > INTERNET

    Che le foto siano intollerabili, siamo d' accordo.
    Che per bloccarle valga la pena di spegnere internet, vorrei ricordarti che prima della stessa viaggiavano sicuramente con la posta.
    Che facciamo, blocchiamo TUTTI i mezzi di comunicazione che esistono, o insegnamo a te ( e a quelli come te ), a pensare prima di aprire la bocca ??

    Cerca di riflettere, prima di sparare cazzate.


    Saluti
    non+autenticato
  • Ecco il vero motivo della montante campagna contro la pedofilia in internet !
    LA VERA MOTIVAZIONE, sotto le chiacchere, non è difendere i bambini da chi cerca di molestarli, MA DI RIPORTARE LA GRANA DENTRO LE LORO CASSE.
    Alla faccia di chi crede che i governi lavorino per il bene pubblico.......


    Saluti
    non+autenticato
  • Secondo me l'attacco (sacrosanto) alla pedopornografia centra fino a un certo punto.
    Secondo me c'e' lo zampino delle case discografiche e cinematografiche, che fanno sempre piu' pressione sui livelli politici per bloccare i sistemi di condivisione di file-sharing.
    Certo, scambiare materiali protetti da copiright e' illegale per cui non ci sarebbe bisogno di facciate per giustificare un tentativo di bloccarli.
    Tuttavia parlare di pedofilia fa un altro effetto.
    Gli utenti di p2p che scambiano musica e filmati sono milioni, elettori e acquirenti (oltre che ladri secondo le major) di cd d dvd, per cui mosse drastiche potrebbero irritare molte persone.
    Parlare di pedofilia fa piu' presa sull'opinione pubblica, sui genitori dei ragazzi che usano in maggioranza i sistemi p2p.
    E giustifica meglio certe potenziali azioni esagerate o altrimenti ridicole (tirare in ballo provider, leggi speciali ecc.).
    L'amministrazione americana ha gia' mostrato d'altra parte di essere succube delle grandi multinazionali e dei poteri economici.
    E di parlare di "nobili principi" quando in realta' dietro ci sono interessi economici.
    Come per la guerra.
    O anche quella e' fatta per salvare il mondo dal terrirismo e gli iraqeni dalle crudelta' di Saddam e il petrolio non c'entra nulla?

    La pedofilia e' un problema.
    Anch'io sono stufo di vedere "r@ygold 13y.o. teen..." nello share degli utenti.
    Ma la stessa america non si impegan contro le armi che sono usate da criminali per uccidere, anzi.
    Penso che un modo migliore siada un lato sensibilizzare le persone che percepiscono un reato in modo piu' distaccato in rete che non fuori.
    E se tanta gente e' cosi interessata alla pedofilia (perche' un numero non indifferente ne ha almeno due o tre) c'e' da porsi anche delle domande.
    Penso inoltre che vadano colpiti in primo luogo i realizzatori dei materiali, persone disgustose che andrebbero messe incarcere per lunghissimi anni.
    E poi i grandi distributori.

    Ma non criminalizzare il p2p.


    ciao

    ste









    non+autenticato
  • Non lo sapevate che su WinMX e Kazaa c'è solo pedoporno?

    Solo pedoporno; niente altro.

    Le canzoni son sparite tutte.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non lo sapevate che su WinMX e Kazaa c'è
    > solo pedoporno?
    >
    > Solo pedoporno; niente altro.
    >
    > Le canzoni son sparite tutte.
    >

    si ?ma dove? il problema è da fermare ma su win mx si trova tutto compreso il pedoporno