Alfonso Maruccia

La Svezia assaggia il 4G

Un carrier svedese avvia la fornitura di servizi wireless di nuova generazione in due delle principali città del paese. L'obiettivo è espandersi in fretta in patria e nelle zone limitrofe

Roma - Dopo aver pianificato di offrire una connessione fissa da 100 Mbps nel 90 per cento delle abitazioni entro il 2020, la Svezia procede sulla strada della diffusione di infrastrutture telematiche ad alta velocità con il deployment di quelle che vengono definite come le prime reti wireless cittadine di quarta generazione. Il carrier TeliaSonera ha annunciato la disponibilità di nuovi servizi di connettività senza fili nelle città di Stoccolma e Oslo, dichiarandosi orgogliosa del fatto di essere la prima società al mondo a offrire questo genere di prodotto ai suoi utenti.

"L'uso della banda larga mobile nei parsi nordici è in piena esplosione" spiega il responsabile dei servizi in mobilità di TeliaSonera, Kenneth Karlberg: "i clienti hanno bisogno di velocità e capacità superiori. Ed è per questo che stiamo lanciando servizi 4G sia a Stoccolma che a Oslo". In particolare saranno le aree centrali delle due città a poter fruire dei nuovi network iperveloci per l'interscambio di traffico dati, sperimentando "velocità 10 volte maggiori del turbo 3G di oggi" dice ancora la società.

La tecnologia impiegata è la 3GPP Long Term Evolution (LTE) che, come il WiMax, viene comunemente definita "di quarta generazione" nonostante l'ITU-T sia ancora in fase di finalizzazione delle specifiche. Accanto alla "tecnologia più veloce disponibile sul mercato", TeliaSonera adotterà dispositivi di rete forniti da Ericsson e Huawei, mentre i "dongle" per la connessione LTE lato-utente sono in commercializzazione per iniziativa di Samsung.
Parlando di velocità disponibili, secondo Huawei i fortunati abitanti di Stoccolma e Oslo avranno accesso a una rete con bandwidth massima di 100 Mbps, esattamente la stessa della banda larga domestica che le autorità svedesi prospettano di portare nella stragrande maggioranza delle abitazioni di qui a un paio di lustri.

E dopo "la prima rete 4G del mondo" in due città, TeliaSonera pensa a espandere ulteriormente la connettività di nuova generazione nel resto della Svezia e oltre confine, sfruttando il fatto di essere in possesso di licenze LTE/4G valide anche per la Norvegia e la Finlandia.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
54 Commenti alla Notizia La Svezia assaggia il 4G
Ordina
  • nella zona tra duomo e san babila entro il 2050...

    Ci si potrà abbonare a soli 700€ al mese + iva

    Sarà gestito da telecom e le prime 10 ore di conessione saranno gratis (escluso il prezzo dell'abonamento)
    non+autenticato
  • http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/tecnologi...

    Ecco i vostri numeri.
    Avete ragione, l'italia è all'avanguardia!!! Siamo primi in europa!
  • Come sempre iniziano a piovere i commenti sulla invidia, al nord si spinge su Internet, in Italia non si fa nulla, e così via.

    Qualcuno fa pure una grossa confusione, confondendo le iniziative di operatori mobili privati con gli investimenti statali. LTE non ha nulla a che fare con lo stato, cerchiamo di non fare confusione.

    In Italia c'è l'HSPA e verrà sicuramente potenziato fino a 16Mb/s di download. Per esempio Vodafone sta già facendo il roll-out in Spagna. Non mi pare che sia così male. L'LTE invece - che ricordo è ancora DRAFT e non è una tecnologia consolidata - è in test in USA e lo installerà tra il 2012 e il 2014. Non mi sembra che comunque 16Mb/s su un dispositivo mobile siano così schifosi e possano bastare fino al 2012. O no?

    Cordiali saluti
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 dicembre 2009 10.20
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: markoer
    > Come sempre iniziano a piovere i commenti sulla
    > invidia, al nord si spinge su Internet, in Italia
    > non si fa nulla, e così
    > via.
    >

    Perchè, non è così? Vorresti forse negare questo fatto?

    > Qualcuno fa pure una grossa confusione,
    > confondendo le iniziative di operatori mobili
    > privati con gli investimenti statali. LTE non ha
    > nulla a che fare con lo stato, cerchiamo di non
    > fare
    > confusione.
    >

    Non so se ti rendi conto di quanto sia grave il fatto che tu sottolinei. All'estero sono gli operatori che si fanno l'infrastruttura. In italia, invece, l'infrastruttura la deve pagare lo stato e le compagnie la utilizzano, facendola pagare di nuovo molto probabilmente.
    Quindi in sostanza non solo i cittadini pagano il rifacimento della infrastruttura con le tasse, ma saranno costretti a pagarla di nuovo tramite aumenti e balzelli vari.

    > In Italia c'è l'HSPA e verrà sicuramente
    > potenziato fino a 16Mb/s di download.

    In italia NOMINALMENTE c'è l'HSDPA che PRATICAMENTE funziona solo nelle grandi città (e bisogna anche vedere COME funziona), senza parlare dei prezzi poi...che anche lì ci sarebbe da spezzare le gambe.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: markoer
    > > Come sempre iniziano a piovere i commenti sulla
    > > invidia, al nord si spinge su Internet, in
    > Italia
    > > non si fa nulla, e così
    > > via.
    > >
    >
    > Perchè, non è così? Vorresti forse negare questo
    > fatto?
    >

    Se puoi argomentare e motivare con cifre e documenti allora ha senso discuterne. I processi alle intenzioni non servono a nessuno

    > > Qualcuno fa pure una grossa confusione,
    > > confondendo le iniziative di operatori mobili
    > > privati con gli investimenti statali. LTE non ha
    > > nulla a che fare con lo stato, cerchiamo di non
    > > fare
    > > confusione.
    > >
    >
    > Non so se ti rendi conto di quanto sia grave il
    > fatto che tu sottolinei.

    Ha sottolineato tutto ciò che avviene nei paesi. Senza andare nel dettaglio se la compagnia telefonica ha anche partecipazione statale oppure era una ex regia, rimane il fatto che è la compagnia stessa a dover procedere alla realizzazione dell'infrastruttura.


    All'estero sono gli
    > operatori che si fanno l'infrastruttura. In
    > italia, invece, l'infrastruttura la deve pagare
    > lo stato e le compagnie la utilizzano, facendola
    > pagare di nuovo molto
    > probabilmente.

    Non mi pare abbia scritto questo. Lo stai scrivendo tu.
    Domanda dato che sembri essere molto informato e quindi è utile chiedere a te queste informazioni: è vero in assoluto che in Italia non sono le compagnie "private" a realizzare l'infrastruttura ma è lo Stato ad occuparsene in modo esclusivo?





    > Quindi in sostanza non solo i cittadini pagano il
    > rifacimento della infrastruttura con le tasse, ma
    > saranno costretti a pagarla di nuovo tramite
    > aumenti e balzelli
    > vari.
    >

    Se è lo Stato ad occuparsi dell'infrastruttura in modoe sclusivo come sostieni tu, mi spieghi come possano poi sostenere (le compagnie) che i balzelli tariffari servono alla copertura dei costi infrastrutturali?


    > > In Italia c'è l'HSPA e verrà sicuramente
    > > potenziato fino a 16Mb/s di download.
    >
    > In italia NOMINALMENTE c'è l'HSDPA che
    > PRATICAMENTE funziona solo nelle grandi città (e
    > bisogna anche vedere COME funziona),

    E come funziona? Ci sono delle verifiche in merito e delle analisi?


    senza
    > parlare dei prezzi poi...che anche lì ci sarebbe
    > da spezzare le
    > gambe.

    Senza dimenticare che ci sono paesi che hanno anche prezzi maggiori di quelli che ci sono in Italia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Se puoi argomentare e motivare con cifre e
    > documenti allora ha senso discuterne. I processi
    > alle intenzioni non servono a
    > nessuno
    >

    Se non leggi i giornali con i rapporti ufficiali delle commissioni sullo stato attuale della banda larga in italia io non posso farci nulla.
    Sono usciti anche su PI articoli a riguardo, cercateli e avrai i tuoi numeri.

    > Non mi pare abbia scritto questo. Lo stai
    > scrivendo
    > tu.
    > Domanda dato che sembri essere molto informato e
    > quindi è utile chiedere a te queste informazioni:
    > è vero in assoluto che in Italia non sono le
    > compagnie "private" a realizzare l'infrastruttura
    > ma è lo Stato ad occuparsene in modo
    > esclusivo?
    >

    Tralasciando il tuo sarcasmo trolleggiante, mi sembra che tu sia abbastanza cieco se pensi che il doppino telefonico te l'ha portato telecom sotto casa tua.
    Se è vero quel che dici tu (e su cui io sono d'accordo), che le società devono farsi carico dei costi infrastrutturali...allora dimmi, perchè in italia è lo stato che deve fare i progetti per la banda larga e non le società di telco?

    > Se è lo Stato ad occuparsi dell'infrastruttura in
    > modoe sclusivo come sostieni tu, mi spieghi come
    > possano poi sostenere (le compagnie) che i
    > balzelli tariffari servono alla copertura dei
    > costi
    > infrastrutturali?
    >

    Loro li chiamano "costi di esercizio"Occhiolino

    > E come funziona? Ci sono delle verifiche in
    > merito e delle
    > analisi?
    >

    E non ti chiedi come mai non ci sono dei report ufficiali circa la rete UMTS e HSDPA? E' evidente che no, tu credi ad ogni baggianata che ti viene detta.
    Io ho potuto verificare con mano che in zone non centrali, ovvero non nei pressi di grandi città, HSDPA non esiste nemmeno, a volte nemmeno UMTS. Laddove HSDPA è presente non solo la velocità di navigazione è MOLTO altalenante, ma raggiunge picchi massimi di 600kbs. Questo testato a SALERNO, che non è proprio la cittadina sperduta sulle montagne.

    > Senza dimenticare che ci sono paesi che hanno
    > anche prezzi maggiori di quelli che ci sono in
    > Italia.

    Beh certo...invece di guardare a come fare meglio, guardiamo a chi sta peggio e consoliamoci. Bravo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 dicembre 2009 15.11
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: DarkOne

    > Se non leggi i giornali con i rapporti ufficiali
    > delle commissioni sullo stato attuale della banda
    > larga in italia io non posso farci
    > nulla.
    > Sono usciti anche su PI articoli a riguardo,
    > cercateli e avrai i tuoi
    > numeri.
    >

    Li chiedo a te che sventoli competenza in materia. Ma se non sai produrli, dillo subito e non perdiamo tempo.


    >
    > Tralasciando il tuo sarcasmo trolleggiante, mi
    > sembra che tu sia abbastanza cieco se pensi che
    > il doppino telefonico te l'ha portato telecom
    > sotto casa
    > tua.

    Tralasciando le stupidate, quindi secondo te la telefonia è solo il doppino eh.


    > Se è vero quel che dici tu (e su cui io sono
    > d'accordo), che le società devono farsi carico
    > dei costi infrastrutturali...allora dimmi, perchè
    > in italia è lo stato che deve fare i progetti per
    > la banda larga e non le società di
    > telco?
    >

    Stato fesso o paese arretrato?




    > Loro li chiamano "costi di esercizio"Occhiolino

    Certo, peccato che l'infrastruttura è un cespite attivato a bilancio e non è un costo.



    > E non ti chiedi come mai non ci sono dei report
    > ufficiali circa la rete UMTS e HSDPA? E' evidente
    > che no, tu credi ad ogni baggianata che ti viene
    > detta.

    Se fosse vero crederei a tutte le tue baggianate, ma purtroppo per te non ci credo.


    > Io ho potuto verificare con mano che in zone non
    > centrali, ovvero non nei pressi di grandi città,
    > HSDPA non esiste nemmeno, a volte nemmeno UMTS.

    Anche mio cuggino mio cuggino è un tester.

    > Laddove HSDPA è presente non solo la velocità di
    > navigazione è MOLTO altalenante, ma raggiunge
    > picchi massimi di 600kbs. Questo testato a
    > SALERNO, che non è proprio la cittadina sperduta
    > sulle
    > montagne.
    >

    Si ma cifre ufficiali o tuoi test che son fatti come quelli di mio cuggino mio cuggino



    > Beh certo...invece di guardare a come fare
    > meglio, guardiamo a chi sta peggio e
    > consoliamoci.
    > Bravo.

    O evidentemente non vedi oltre il tuo paesello. Ma continua pure a girare col tuo cellulare a fare i test.
    Non ti lamentare se non credo a tutte le baggianate soprattutto le tue.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    [...]
    > Se non leggi i giornali con i rapporti ufficiali
    > delle commissioni sullo stato attuale della banda
    > larga in italia io non posso farci
    > nulla.
    > Sono usciti anche su PI articoli a riguardo,
    > cercateli e avrai i tuoi numeri.

    Io ho trovato soltanto riferimenti a costi di SMS e di traffico voce in Europa. Ed infatti le tariffe di entrambi sono state regolate e tutti gli operatori le hanno abbassate. Ma non trovo nulla circa il traffico dati. Quindi se puoi illuminarmi... Sorride


    [...]
    > Tralasciando il tuo sarcasmo trolleggiante, mi
    > sembra che tu sia abbastanza cieco se pensi che
    > il doppino telefonico te l'ha portato telecom
    > sotto casa tua.

    Ma qua si parla di telefonia mobile. LOL.


    > Se è vero quel che dici tu (e su cui io sono
    > d'accordo), che le società devono farsi carico
    > dei costi infrastrutturali...allora dimmi, perchè
    > in italia è lo stato che deve fare i progetti per
    > la banda larga e non le società di telco?

    Ma di cosa vanveri? lo stato non ha e non avrà mai questo compito, e non succederà in alcun paese del mondo.

    Al massimo, darà incentivi o faciliterà politicamente che questo avvenga. Ma le società di telco, ti assicuro, pagano profumatamente le loro backbone e la tua possibilità di accedere ad Internet.


    > > Se è lo Stato ad occuparsi dell'infrastruttura
    > > in
    > > modoe sclusivo come sostieni tu, mi spieghi come
    > > possano poi sostenere (le compagnie) che i
    > > balzelli tariffari servono alla copertura dei
    > > costi
    > > infrastrutturali?
    > >
    >
    > Loro li chiamano "costi di esercizio"Occhiolino

    Chiaro, la sua risposta era ironica.


    > > E come funziona? Ci sono delle verifiche in
    > > merito e delle
    > > analisi?
    > >
    >
    > E non ti chiedi come mai non ci sono dei report
    > ufficiali circa la rete UMTS e HSDPA? E' evidente
    > che no, tu credi ad ogni baggianata che ti viene
    > detta.
    > Io ho potuto verificare con mano

    Ecco, basta così. La tua verifica non ha alcuna base concreta o scientifica. Quindi vale zero.


    > che in zone non
    > centrali, ovvero non nei pressi di grandi città,
    > HSDPA non esiste nemmeno, a volte nemmeno UMTS.

    Cioè te hai girato tutte le periferie delle città d'Italia per verificarlo? io a 35 Km da Firenze vado piuttosto velocino con la mia HSPA...


    > Laddove HSDPA è presente non solo la velocità di
    > navigazione è MOLTO altalenante, ma raggiunge
    > picchi massimi di 600kbs.

    E come li misuri? sentiamo sono molto curioso.


    > Questo testato a
    > SALERNO, che non è proprio la cittadina sperduta
    > sulle montagne.

    Ma nemmeno questa grande metropoli proiettata in Europa, scusa se mi permetto...


    > > Senza dimenticare che ci sono paesi che hanno
    > > anche prezzi maggiori di quelli che ci sono in
    > > Italia.
    >
    > Beh certo...invece di guardare a come fare
    > meglio, guardiamo a chi sta peggio e
    > consoliamoci.

    Beh, forse ti sei perso qualcosa, ma questo era l'argomento del thread. "Al nord hanno l'LTE ma in Italia non abbiamo mai nulla...". Questo è falso, non siamo messi peggio del resto d'Europa.

    Forse dovresti provare a connetterti da una campagna della Ruhr - stiamo parlando della zona al centro della dorsale tra Francoforte ed Amsterdam, che ha il 60% delle AS BGP in Europa. A malapena ho EDGE in moltissimi casi.


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer

    > Forse dovresti provare a connetterti da una
    > campagna della Ruhr - stiamo parlando della zona
    > al centro della dorsale tra Francoforte ed
    > Amsterdam, che ha il 60% delle AS BGP in Europa.
    > A malapena ho EDGE in moltissimi
    > casi.
    >

    Ma è colpa dell'inquinamento atmosferico dovuto al pulviscolo di metallo ;-D
    >
    > Cordiali saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: markoer
    > > Come sempre iniziano a piovere i commenti sulla
    > > invidia, al nord si spinge su Internet, in
    > Italia
    > > non si fa nulla, e così
    > > via.
    > >
    >
    > Perchè, non è così? Vorresti forse negare questo
    > fatto?

    Sì. In ambito mobile l'Italia non ha nulla di significativamente inferiore al nord Europa, per esempio.


    > Non so se ti rendi conto di quanto sia grave il
    > fatto che tu sottolinei. All'estero sono gli
    > operatori che si fanno l'infrastruttura. In
    > italia, invece, l'infrastruttura la deve pagare
    > lo stato e le compagnie la utilizzano, facendola
    > pagare di nuovo molto probabilmente.

    Non so se ti rendi conto di che baggianate vai dicendo Sorride

    Quando mai l'infrastruttura mobile in Italia è stata pagata dallo stato? forse quella di Telecom, all'inizio quando era TACS... ma secondo te Vodafone, Wind o 3 prendono sussidi statali?!? e ad oggi è lo stesso cn Tim!

    HELLO?!?! sveglia! buon giorno!!!


    > > In Italia c'è l'HSPA e verrà sicuramente
    > > potenziato fino a 16Mb/s di download.
    >
    > In italia NOMINALMENTE c'è l'HSDPA che
    > PRATICAMENTE funziona solo nelle grandi città (e
    > bisogna anche vedere COME funziona), senza
    > parlare dei prezzi poi...che anche lì ci sarebbe
    > da spezzare le gambe.

    E secondo te è così diverso altrove? ma tu hai girato l'Europa, o gli Stati Uniti?

    Questo è qualunquismo bello e buono. Siamo al "piove governo ladro"...


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Sì. In ambito mobile l'Italia non ha nulla di
    > significativamente inferiore al nord Europa, per
    > esempio.
    >

    Ah no? E allora perchè sta scoppiando un casino con le tariffe?
    Aspetta...quindi tu credi a qualsiasi cosa ti dicano in TV? Promuovono internet ad alta velocità a 7mega con chiavette e te la vendono come tale...peccato però che non la puoi usare se non nelle grandi metropoli ed è anche da vedere lì come funziona.
    A salerno di sicuro non siamo nemmeno ad 1mega.

    > Non so se ti rendi conto di che baggianate vai
    > dicendo
    > Sorride
    >
    > Quando mai l'infrastruttura mobile in Italia è
    > stata pagata dallo stato? forse quella di
    > Telecom, all'inizio quando era TACS... ma secondo
    > te Vodafone, Wind o 3 prendono sussidi statali?!?
    > e ad oggi è lo stesso cn
    > Tim!
    >

    Alla faccia del piffero, hai detto niente. Forse ti sei dimenticato che telecom e tim era un'unica compagnia PUBBLICA? Quei costi li ha sostenuti tutti lo stato.
    Per quanto riguarda le altre compagnie non lo so se prendono sussidi o no, presumo di no, ma l'infrastruttura telefonica di tutta italia chi l'ha fatta?

    > HELLO?!?! sveglia! buon giorno!!!

    E buonanotte!

    > E secondo te è così diverso altrove? ma tu hai
    > girato l'Europa, o gli Stati
    > Uniti?

    Io no, tu? Ma chissenefrega?

    > Questo è qualunquismo bello e buono. Siamo al
    > "piove governo
    > ladro"...
    >

    Tu dici? Se è qualunquismo pretendere che quando mi viene venduta una cosa, questa corrisponda esattamente a ciò che dicono allora si, sono un qualunquista.
    A me hanno venduto una ADSL 7mega, che non va nemmeno ad 1 mega! All'epoca provai anche naviga.tre in HSDPA che doveva andare a 7 mega e, magia magia, nemmeno quella!
  • - Scritto da: DarkOne

    > Ah no? E allora perchè sta scoppiando un casino
    > con le
    > tariffe?

    TU puoi produrre documentazione per comprovare che l'infrastruttura mobile è a carico dello Stato o è speculazione spicciola?


    > Aspetta...quindi tu credi a qualsiasi cosa ti
    > dicano in TV? Promuovono internet ad alta
    > velocità a 7mega con chiavette e te la vendono
    > come tale...peccato però che non la puoi usare se
    > non nelle grandi metropoli ed è anche da vedere
    > lì come
    > funziona.

    Si ma questo dovrebbe provare che l'infrastruttura per la telefonia (fissa, mobile, ecc) è interamente a carico dello Stato?




    > Alla faccia del piffero, hai detto niente. Forse
    > ti sei dimenticato che telecom e tim era un'unica
    > compagnia PUBBLICA? Quei costi li ha sostenuti
    > tutti lo
    > stato.

    Si ma GENIO l'infrastruttura post privatizzazione è a carico sempre dello Stato?
    Una azienda di telefonia privata ha chiesto allo Stato di fargli la sua infrastruttura?

    Poi non lamentarti se ti scrivono che riempi i post di fesserie.


    > Per quanto riguarda le altre compagnie non lo so
    > se prendono sussidi o no, presumo di no, ma
    > l'infrastruttura telefonica di tutta italia chi
    > l'ha
    > fatta?

    Dovresti dircelo tu, che hai le prove che è tutta a carico dello Stato (telefonia fissa, telefonia mobile ecc ecc ecc)


    >
    > > HELLO?!?! sveglia! buon giorno!!!
    >
    > E buonanotte!

    Si buonanotte perché la tua luce si è spenta e ne abbiano le prove!


    > Io no, tu? Ma chissenefrega?

    Ben per essere uno che non sa molto, sentenzi fin troppo. Ma in fondo chissenefrega se non sei andato a vedere all'estero come vanno le cose.


    >
    > > Questo è qualunquismo bello e buono. Siamo al
    > > "piove governo
    > > ladro"...
    > >
    >
    > Tu dici? Se è qualunquismo pretendere che quando
    > mi viene venduta una cosa, questa corrisponda
    > esattamente a ciò che dicono allora si, sono un
    > qualunquista.

    PiÙ che qualunquista sei un supeficialotto.



    > A me hanno venduto una ADSL 7mega, che non va
    > nemmeno ad 1 mega! All'epoca provai anche
    > naviga.tre in HSDPA che doveva andare a 7 mega e,
    > magia magia, nemmeno
    > quella!

    Certo, stranamente sempre e solo a te non funzionano le cose. Non è che porti sfiga?
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: markoer
    > > Sì. In ambito mobile l'Italia non ha nulla di
    > > significativamente inferiore al nord Europa, per
    > > esempio.
    > >
    >
    > Ah no? E allora perchè sta scoppiando un casino
    > con le tariffe?

    Le tariffe non sono così diverse in Italia o nel resto d'Europa. Sono care ovunque Sorride


    > Aspetta...quindi tu credi a qualsiasi cosa ti
    > dicano in TV?

    No, io lavoro in un operatore


    > Promuovono internet ad alta
    > velocità a 7mega con chiavette e te la vendono
    > come tale...peccato però che non la puoi usare se
    > non nelle grandi metropoli ed è anche da vedere
    > lì come funziona.
    > A salerno di sicuro non siamo nemmeno ad 1mega.

    Mi dispiace per i salernitani, che devo dire. Ma ci sono un sacco di altri fattori, come quanti slot il tuo smartphone usa, per esempio. O la copertura


    > > Non so se ti rendi conto di che baggianate vai
    > > dicendo
    > > Sorride
    > >
    > > Quando mai l'infrastruttura mobile in Italia è
    > > stata pagata dallo stato? forse quella di
    > > Telecom, all'inizio quando era TACS... ma
    > secondo
    > > te Vodafone, Wind o 3 prendono sussidi
    > statali?!?
    > > e ad oggi è lo stesso cn
    > > Tim!
    > >
    >
    > Alla faccia del piffero, hai detto niente.

    Sì, è niente. Perché tra TACS e GSM non c'è alcuna infrastruttura in comune. E quando aggiorni da GSM a UMTS e poi a LTE, devi rifare il deploy di tutte le base station. E non parliamo della backbone di collegamento delle base station stesse. Per non parlare dell'uplink ad Internet, mica te lo regala babbo natale.


    > Forse
    > ti sei dimenticato che telecom e tim era un'unica
    > compagnia PUBBLICA? Quei costi li ha sostenuti
    > tutti lo stato.

    Quei costi sono stati svalutati da un bel pezzo. Se oltre ad avere una idea di tecnologia (che non hai), avessi una minima idea di management, sapresti che qualsiasi equipaggiamento o infrastruttura ha un costo di svalutazione (depreciation). In genere, qualsiasi infrastruttura va rinnovata al massimo in 5 anni. In pratica, qualsiasi infrastruttura sia più vecchia di 5 anni ha un valore commerciale uguale a zero.

    In pratica, qualsiasi investimento abbia fatto lo stato oltre 10 anni fa, adesso non ha alcun valore ed è già stato ampiamente svalutato e quindi rinnovato. E sicuramente non con denaro pubblico. Tant'è che a tutt'oggi ben difficilmente il singolo operatore installa di buzzo suo e per sé soltanto delle base station, ormai tutti cercano di condividere i costi dove possibile.

    Il vantaggio competitivo dato dall'essere nato come "incumbent" non sta affatto nell'infrastruttura tecnica, quella diventa obsoleta rapidamente. Sta nei costi organizzativi, logistici e negli investimenti iniziali - i costi per entrare sul mercato in pratica. Ma ormai direi che quelli sono ampiamente superati.


    > Per quanto riguarda le altre compagnie non lo so
    > se prendono sussidi o no, presumo di no,

    Nessuna, nemmeno la Tim. Non confondere il fatto che siano politicizzati - questo è un "legacy" - col fatto che siano comunque un'azienda privata.


    > ma
    > l'infrastruttura telefonica di tutta italia chi
    > l'ha fatta?

    Chi l'ha fatta 15 anni fa? non conta più una cippa.


    [...]
    > > E secondo te è così diverso altrove? ma tu hai
    > > girato l'Europa, o gli Stati
    > > Uniti?
    >
    > Io no, tu? Ma chissenefrega?

    Io sì. Grande discussione la tua, LOL.


    [...]
    > Tu dici? Se è qualunquismo pretendere che quando
    > mi viene venduta una cosa, questa corrisponda
    > esattamente a ciò che dicono allora si, sono un
    > qualunquista.
    > A me hanno venduto una ADSL 7mega, che non va
    > nemmeno ad 1 mega! All'epoca provai anche
    > naviga.tre in HSDPA che doveva andare a 7 mega e,
    > magia magia, nemmeno
    > quella!

    Questo non c'entra nulla con la discussione in corso. Se compri un servizio leggi bene le clausole di cosa firmi, e se trovi che non corrisponda a quanto c'è scritto, ci sono le associazioni di consumatori.

    Magari tu la usi da qualche cantina o qualche posto del menga, che ti posso dire? sei sfortunato.


    Cordiali saluti
  • Che invidia mi fanno questi stati che sanno e vogliono investire nelle tecnologie e quindi nel futuro, mentre noi sul tema della banda larga non spingiamo a sufficienza.
    non+autenticato
  • sempre a 256K ? o si sprecano fino a 1Mb ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: cursore
    > sempre a 256K ? o si sprecano fino a 1Mb ?

    LOL. Dipende dal deployment ovviamente, e dai fattori "logistici" contingenti (posizione, movimento...).

    Come picco, LTE potrebbe permettere 173 Mbit/sec in download. Nella vita reale, dai test si vede che probabilmente permetterà 34 Mbit/sec in download e 7.3 Mbit/sec in upload.

    Comunque, anche HSPA già permette circa 7 Mbit/sec in download 2.6 Mbit/sec in upload... che francamente non mi sembra così terribile! soprattutto considerato che in certe zone non funzionano bene nemmeno le ADSL da 1 Mbit/sec!


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Comunque, anche HSPA già permette circa 7
    > Mbit/sec in download 2.6 Mbit/sec in upload...
    > che francamente non mi sembra così terribile!
    > soprattutto considerato che in certe zone non
    > funzionano bene nemmeno le ADSL da 1
    > Mbit/sec!
    >

    Peccato che sia tutto in teoria però...Occhiolino
  • E in pratica come si sta messi?
    Ci sono dati, cifre, analisi ecc consultabili?


    - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: markoer
    > > Comunque, anche HSPA già permette circa 7
    > > Mbit/sec in download 2.6 Mbit/sec in upload...
    > > che francamente non mi sembra così terribile!
    > > soprattutto considerato che in certe zone non
    > > funzionano bene nemmeno le ADSL da 1
    > > Mbit/sec!
    > >
    >
    > Peccato che sia tutto in teoria però...Occhiolino
    non+autenticato
  • Test effettuato a Firenze con rete Vodafone 3G da uno smartphone:
    DL medio 430 kbps
    UL medio 400 kbps
    non+autenticato
  • Mi riferivo a test ufficiali su tutto il territorio italiano e con tutti i carrier non di tuoi test puntuali che seppur validi hanno valenza appunto solo puntuale.

    - Scritto da: Mettiuz
    > Test effettuato a Firenze con rete Vodafone 3G da
    > uno
    > smartphone:
    > DL medio 430 kbps
    > UL medio 400 kbps
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Mi riferivo a test ufficiali su tutto il
    > territorio italiano e con tutti i carrier non di
    > tuoi test puntuali che seppur validi hanno
    > valenza appunto solo
    > puntuale.

    Non li fanno (o non li pubblicizzano), altrimenti non potrebbero venderti l'HDSPA che "va fino a 7 Mb/s" mentre in realtà non supera 1/5 della sua velocità.
    Se hai tempo fatti un giro su google: "Test velocità connessione mobile".
    E leggi cosa diconoOcchiolino
  • Test ufficiali come quelli che vengono fatti sulle batterie dei cellulari dove leggi che con un solo ciclo di carica usi il terminale per centinaia di ore?
    I test ufficiali vengono fatti in condizioni ideali che i normali utenti non avranno mai modo di sfruttare.
    non+autenticato
  • Test ufficiali non vuol dire forzatamente test effettuati dal carrier, ma anche test effettuati da organismi terzi riconosciuti, cioè non sia tu col tuo cellulare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mettiuz
    > Test effettuato a Firenze con rete Vodafone 3G da
    > uno smartphone:
    > DL medio 430 kbps
    > UL medio 400 kbps

    Ho detto chiaramente: "dipende dal deployment" e da molti altri fattori... per esempio, magari il tuo smartphone fa schifo Sorride

    A parte le battute, ho detto cosa puoi raggiungere teoricamente con HSPA+. Dopo i 54Mbit/sec _devi_ passare a LTE. Fino ai 54 Mbit/sec, puoi "spremere" HSPA. Non significa che HSPA non possa essere usata a velocità inferiori Sorride

    Questo è uno dei motivi per cui non è previsto il deploy di LTE fino al 2012. A che pro reinstallare le base stations se le esistenti possono essere ancora usate meglio, tramite un semplice upgrade firmware?

    in Svezia/Norvegia evidentemente non hanno HSPA, per cui può aver senso saltare direttamente ad LTE. Secondo me è avventato, al massimo essendo un draft, puoi fare un trial.

    Cosa pensate sia meglio dare ai clienti, una tecnologia provata o vendergli un beta test? tante volte dovremmo riflettere invece di vedere l'erba del giardino del vicino come sempre più verde...


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Cosa pensate sia meglio dare ai clienti, una
    > tecnologia provata o vendergli un beta test?
    > tante volte dovremmo riflettere invece di vedere
    > l'erba del giardino del vicino come sempre più
    > verde...

    Vedendo come il mondo si è assuefatto alle beta di Windows si potrebbe anche pensare che l'una vale l'altra Occhiolino
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)