Con Oracle anche UnitedLinux è Unbreakable

Oracle fornirà supporto tecnico integrato per i sistemi operativi UnitedLinux così da favorirne la diffusione sul mercato enterprise, lo stesso in cui il noto consorzio di distributori Linux sta tentando di muovere guerra a Red Hat

Hannover (Germania) - Oracle insiste nella sua avanzata strategica sul fronte di Linux e open source sul mercato enterprise, stringendo una partnership con UnitedLinux simile a quella già avviata lo scorso anno con Red Hat e Dell. In base al nuovo accordo, Oracle offrirà ai propri clienti il supporto tecnico diretto enterprise-level anche per i sistemi operativi basati su UnitedLinux.

L'accordo rientra nell'iniziativa Unbreakable Linux con cui Oracle sta cercando, in concorrenza con IBM, di spingere Linux sul mercato enterprise attraverso lo sviluppo di soluzioni di clustering fault tolerance e la fornitura di servizi di assistenza per le aziende.

Oracle sostiene di stare collaborando con i membri fondatori di United Linux - Conectiva, SCO Group, SuSE Linux e Turbolinux - per creare un team di supporto congiunto che offra assistenza alle aziende relativamente all'intera gamma di prodotti Oracle che girano sui sistemi operativi UnitedLinux. Il servizio di supporto sarà disponibile per i clienti con un contratto di supporto di Oracle per i prodotti di quest'ultima e con un contratto di supporto per il sistema operativo con uno dei quattro membri fondatori di UnitedLinux.
"La collaborazione con Oracle si basa sulla portata globale di UnitedLinux affermata grazie ai suoi membri fondatori", ha dichiarato Paula Hunter, general manager di UnitedLinux LLC. "Con la certificazione dei prodotti dei nostri membri unitamente al supporto globale integrato, prevediamo che questo programma possa contribuire ad aumentare la fiducia dei clienti nell'implementazione di soluzioni Oracle basate su UnitedLinux".

I clienti che hanno installato prodotti Oracle su piattaforme hardware certificate con UnitedLinux riceveranno assistenza tecnica direttamente da Oracle Support Services. L'obiettivo di Oracle e UnitedLinux è quello di risolvere i problemi più critici con maggiore rapidità e di semplificare le procedure di assistenza grazie alla presenza di un unico punto di contatto per il cliente. Oracle e UnitedLinux lavoreranno poi congiuntamente per lo sviluppo e l'integrazione di fix e patch.

"Insieme a UnitedLinux contiamo di fornire il supporto front line per i clienti Oracle con lo scopo di diagnosticare e risolvere i problemi del sistema operativo Linux e fornire tempestivamente i fix critici di cui hanno bisogno", ha dichiarato Dave Dargo, vicepresidente Linux Program Office di Oracle. "Attraverso questa collaborazione possiamo offrire un'altra piattaforma Linux Unbreakable che i clienti di tutto il mondo potranno implementare in tutta sicurezza nei loro ambienti mission critical".

Lo scorso mese UnitedLinux ha completato la certificazione di UnitedLinux versione 1.0 con Oracle9i Database e la tecnologia di clustering per database Oracle9i Real Application Clusters.
I prodotti basati su UnitedLinux 1.0 includono Conectiva Linux Enterprise Edition, SCO Linux Server 4.0, SuSE Linux Enterprise Server 8 e Turbolinux Enterprise Server 8.

Se fino ad un anno fa la piattaforma preferenziale di Oracle per far girare grosse basi di dati era quella Solaris/Sparc di Sun, da diversi mesi il colosso del software ha moltiplicato i suoi sforzi per offrire soluzioni enterprise per la piattaforma Linux/Intel che potessero rivaleggiare, sia in termini di costi che in quelli di affidabilità e sicurezza, con i sistemi Unix/RISC. Oracle, come IBM, ha sviluppato soluzioni di clustering che permettono di utilizzare server basati sull'architettura PC per formare potenti sistemi di calcolo scalabili, tolleranti ai guasti e nettamente più economici dei mainframe.
6 Commenti alla Notizia Con Oracle anche UnitedLinux è Unbreakable
Ordina
  • Qualcuno ha avuto esperienze con le soluzioni di clustering/replication sotto Linux per PostgreSQL ?
    non+autenticato
  • Sta notizia l'avete gia' data 27 volte...

    Oracle e' antieconomico su Linux. Punto! Se uno
    proprio vuole dare dei soldi a Larry Ellison per finanziargli
    la prossima Coppa America, preferendolo
    agli ottimi PostgreSQL o MySQL che vanno benissimo anche
    per la NASA, tantovale usarlo su piattaforme a 64bit Sun Solaris Sparc o equivalenti. In questi casi il costo dell'hardware rispetto a quello del software proprietario diventa minimo...
    non+autenticato
  • > Oracle e' antieconomico su Linux. Punto!

    Oh! e' arrivato l'esperto

    >Se
    > uno
    > proprio vuole dare dei soldi a Larry Ellison
    > per finanziargli
    > la prossima Coppa America, preferendolo
    > agli ottimi PostgreSQL o MySQL che vanno
    > benissimo anche
    > per la NASA, tantovale usarlo su piattaforme
    > a 64bit Sun Solaris Sparc o equivalenti.

    Sei svizzero? O Australiano?


    >In questi casi il costo dell'hardware rispetto
    > a quello del software proprietario diventa
    > minimo...

    Mi permetto di ridere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Se uno proprio vuole dare dei soldi
    > > a Larry Ellison per finanziargli
    > > la prossima Coppa America, preferendolo
    > > agli ottimi PostgreSQL o MySQL che vanno
    > > benissimo
    >
    > Sei svizzero? O Australiano?
    >

    Io che sono italianissimo, avevo bisogno di un database robusto, e invece ho deciso di archiviare tutti i miei dati aziendali in un capiente ed elegante borsone di Prada.
    Sorride)
  • > la prossima Coppa America, preferendolo
    > agli ottimi PostgreSQL o MySQL che vanno
    > benissimo anche

    OK per PostgreSQL, ma MySql (che uso abitualmete per applicazioni web) non può competere con Oracle. Per certe applicazioni l'uso di MySql è decisamente insufficente, tanto per farti un esempio, non mi sembra che MySql supporti le viste.
    non+autenticato
  • Pero' se sul curriculum hai una voce riuguardante conoscenze approfondite sul database Oracle guadagni parecchi punti mentre con postgreSQL, o peggio, mysql fai la figura del peracottaio... purtroppo lo provato sulla mia pelle.

    Mysql e' poco piu' di un giocattolino ma e' facile da installare ed amministrare, veloce e crea pochissimi problemi al 99% risolvibili, una sorta di access ++ Sorride

    PostgreSQL e' veloce e completo ma quando hai un problema sui file di dati allora... HAI UN VERO PROBLEMA!!! Triste

    Occorre confidare molto sui backup. :-/

    Oracle... bho?
    Un mio collega fa per le lavoro le installazioni ed ottimizzazioni del database oracle, e' molto pignolo, sa fa bene il suo lavoro e si fa pagare bene ma fa solo l'installazione.
    non+autenticato