Alessandro Del Rosso

Intel presenta il nuovo Atom

La piattaforma di nuova generazione, Pine Trail, è la prima ad integrare CPU e GPU su un singolo chip. Da Santa Clara promettono di farne un best seller, magari assieme a Moblin

Roma - Nelle scorse ore Intel ha presentato ufficialmente la piattaforma Atom di seconda generazione, nota con il nome in codice Pine Trail. Annunciata per la prima volta la scorsa primavera, Pine Trail debutterà sul mercato il prossimo gennaio, aprendo la strada - sostiene Intel - a netbook e nettop dalle performance più elevate e dal design più compatto.

Pine Trail"I principali OEM si sono impegnati entro le prossime settimane a introdurre sul mercato sistemi basati sui nuovi processori Atom e su un nuovo chipset compatibile", ha aggiunto Intel.

La più recente piattaforma Atom per i netbook è composta dal nuovo processore N450 e dal nuovo chipset NM10 Express (Tiger Point) a basso consumo, mentre la variante per nettop e PC desktop entry-level è costituita dai processori D410 e D510 dual-core, sempre abbinati al chipset NM10 Express.
"Il processore Atom è stato progettato appositamente per dispositivi compatti e a basso consumo e continua a essere il piú piccolo chip finora realizzato da Intel e basato sul processo produttivo a 45 nm con gate metallici ad alta costante k (high-k)", spiega Intel in un comunicato. "Nel complesso il package, incluso il chipset, è diventato più piccolo grazie alla maggiore integrazione e al processo di produzione a 45 nm, che rende possibili design di sistema più piccoli e compatti, costi ridotti per gli OEM e prestazioni più elevate".

La più grande novità di Pine Trail è data dall'integrazione nella CPU del controller di memoria e del motore grafico. Questo significa l'uso di due soli chip (CPU+chipset) al posto dei tre precedenti (CPU, chipset e I/O Controller Hub) e si traduce in un TDP (Thermal Design Power) inferiore e in una riduzione sostanziale dei costi, dell'ingombro complessivo e del consumo energetico.

Pine Trail


Intel afferma che la piattaforma Pine Trail per netbook è caratterizzata da una riduzione del 20 per cento del consumo medio e da dimensioni complessive inferiori del 60 per cento rispetto alla piattaforma Atom precedente.

Per quanto riguarda la piattaforma Atom per PC desktop entry-level, Intel afferma che il suo ingombro è circa il 70 per cento inferiore e il TDP circa il 50 per cento inferiore rispetto alla generazione precedente.

I dettagli tecnici
Come l'attuale Atom N280, tutti i nuovi modelli di Atom sono prodotti con una tecnologia di processo a 45 nanometri e operano alla frequenza di 1,66 GHz. Si distinguono tra loro per consumi, quantità di cache e numero di core.

L'N450 e il D410 sono entrambe CPU a singolo core dotate di 512 KB di cache L2: il loro TDP è rispettivamente di 5,5 e 10 watt. Il modello D510 è invece dotato di due core e di 1 MB di cache L2, caratteristiche che si accompagnano a un TDP un poco più elevato rispetto al D410, e pari a 13 watt.

Se è vero che il TDP della sola CPU è cresciuto rispetto a quello dell'Atom N270, il quale consuma un massimo di 2,5 watt, va considerato che i nuovi Atom integrano controller di memoria e GPU e che il rapporto perfomance/consumi della piattaforma è ora significativamente inferiore. Il TDP dell'Atom N450 unito a quello del chipset NM10, ad esempio, è di soli 7 watt contro gli attuali 16 watt dell'accoppiata N270+945GSE.

Informazioni su prezzi e disponibilità verranno annunciate da Intel il prossimo gennaio, non appena i nuovi chip Atom saranno resi disponibili dagli OEM.

Dati di mercato
Dalla sua data di introduzione ad oggi, Intel afferma di aver venduto oltre 40 milioni di processori Atom per netbook. "Nello stesso periodo di tempo, i netbook hanno superato l'Apple iPhone e la console Nintendo Wii in termini di velocità di diffusione e numero di unità vendute" ha commentato il produttore di Santa Clara. Secondo ABI Research, la fornitura complessiva di processori Atom in tutti i segmenti continuerà a crescere fino a raggiungere centinaia di milioni di unità entro il 2011.

"Da un anno e mezzo a questa parte il processore Intel Atom alimenta una categoria completamente nuova di sistemi informatici, e noi riteniamo che questa crescita non si fermerà e continuerà per dispositivi come netbook e PC entry-level da utilizzare per le attività di base e Internet", ha dichiarato Mooly Eden, general manager del PC Client Group di Intel. "Siamo entusiasti nell'offrire la piattaforma Atom di nuova generazione e di collaborare con il settore per entrare in una seconda fase di crescita, in cui saranno disponibili nuovi design innovativi dei sistemi con prestazioni più elevate, formati ridotti e una prolungata durata della batteria".

BigI sostiene che sono in crescita anche gli operatori di telefonia che in tutto il mondo distribuiscono netbook con modem 3G integrato: tra questi al momento si contano T-Mobile, Vodafone e Orange. Finora sono circa una decina i fornitori di servizi che offrono netbook in vari mercati, un numero che secondo la mamma di Atom è destinato a crescere con l'introduzione della piattaforma Pine Trail.

Intel afferma che i design basati su Pine Trail annunciati finora dai principali produttori di PC sono circa 80. "Anche se la maggior parte dei sistemi saranno basati sul sistema operativo Windows 7 Starter o Home Basic, gli utenti avranno la possibilità di scegliere un altro sistema operativo" spiega il chipmaker. "Alcuni OEM offrono ad esempio Moblin Linux v2 come alternativa per i clienti che desiderano un'interfaccia utente personalizzabile e differenziata".

Come si è già avuto modo osservare in passato, Intel punta molto sul sistema operativo open source Moblin, e non nasconde l'ambizione di farne la più diffusa alternativa a Windows in ambito netbook.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaIntel toglie i veli al nuovo AtomLa piattaforma Atom di prossima generazione sarà la prima ad integrare CPU e GPU su un singolo chip. Annunciato anche il rilascio della beta di Moblin 2.0 - Aggiornata
  • TecnologiaL'eredità di Atom Si chiamerà N450, e sostituirà l'ormai datato N270 entro la fine dell'anno. In autunno vedrà la luce assieme a un nuovo chipset: un'accoppiata a basso consumo
41 Commenti alla Notizia Intel presenta il nuovo Atom
Ordina
  • io ho un acer one 110L con Atom N270... il sistema con gnome carica veloce ed e' leggero, le web-apps sono comppletamente fruibili, girano bene applicazioni tipo Gimp e OOffice.... PPracer gira a 30fps alla max risoluzione a schermo intero, che altro devo chiedere ad un netbook ????

    OK mi sono sbattuto un po' nelle ottimizzazioni, soprattutto nel passaggio da Linpus ad una Fedora completa ma il problema non e' ne dell hw ne di Linux in quanto tale ma dei cerveloni che lo hanno voluto castrare.

    Il vero collo di bottiglia sono gli ssd, li anche con tutte le otimizzazioni sw il freno si sente un po'; probabilmente potrà giovare l' uso di una SD esterna piu' performante dove mettere lo swap e i files temporanei.
  • - Scritto da: Alessandrox
    > OK mi sono sbattuto un po' nelle ottimizzazioni,

    "e il mio tempo non costa nulla"

    > soprattutto nel passaggio da Linpus ad una Fedora
    > completa ma il problema non e' ne dell hw ne di
    > Linux in quanto tale ma dei cerveloni che lo
    > hanno voluto
    > castrare.
    >
    > Il vero collo di bottiglia sono gli ssd,

    Ovvio, su un hardware spazzatura che NAND vuoi che usino? Quelle delle chiavette del supermercato, ovviamente.

    > probabilmente potrà giovare l' uso di una
    > SD esterna piu' performante dove mettere lo swap
    > e i files
    > temporanei.
    Ma giusto, le unità esterne sono perfettamente in linea con la filosofia "netbook"...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Alessandrox
    > > OK mi sono sbattuto un po' nelle ottimizzazioni,
    >
    > "e il mio tempo non costa nulla"

    dimentichi una cosa:

    Da una parte (es: tu) c'e' un utente disposto spendere 1200E per un portatile mac "apri ed usa" tutto pronto, figo, con la tastiera illuminata, scocca in alluminio in-un-pezzo-solo, etc.

    Da un'altra parte (es: io) c'e' un utente disposto a tirare fuoi da un cassonetto per un ferraccio obsoleto, sul quale impiegare 3 giorni di tempo per smanettarci, configurare, cristonare a risolvere i problemi, ottimizzare ed ottenere alla fine quello che si voleva.

    Senza contare le ennemila "gradazioni" di utenti che si posizionano da qualche parte tra i due estremi.

    Nota che avrei potuto buttarla sul denigratorio come - mi pare te abbia fatto - sottolineando i vantaggi della MIA soluzione rispetto a quelli della TUA. Ma non l'ho fatto.

    chi ha ragione? io dico: entrambi perche' non sono uguali le basi da cui si parte a ragionare.

    Risposte diverse a domande diverse.

    Credo tu abbia abbastanza cervello e senso critico per giungere alla conclusione che queste "guerre di opinione" sono inutili e non portano da nessuna parte, sarebbe ora di - credo io -limitarsi a commenti costruttivi (IO PER PRIMO, eh).
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito

    > Da una parte (es: tu) c'e' un utente disposto
    > spendere 1200E per un portatile mac "apri ed usa"
    > tutto pronto, figo, con la tastiera illuminata,
    > scocca in alluminio in-un-pezzo-solo,
    > etc.
    >

    se mi facesse funzionare il mio scanner mustek a3 usb senza problemi sarebbe molto più "apri ed usa"

    questo per dire che macos presenta molti e anzi più limiti di linux

    lo dico da utilizzatore di entrambi i sistemi....nel 2006 il mac mi aiutò a risolvere molti problemi, oggi trovo parecchie periferiche che linux fa girare senza problemi e macos no e non è una buona cosa dal punto di vista "apri ed usa"
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Alessandrox
    > > OK mi sono sbattuto un po' nelle ottimizzazioni,
    >
    > "e il mio tempo non costa nulla"
    >

    non contarci troppo

    ho due periferiche che su mac proprio non vogliono saperne

    la prima è uno scanner mustek a3 usb, che viene riconosciuto con i driver sane, però spessissimo l'utility di acquisizione immagini si blocca ( problemi col driver ovviamente )

    la seconda è la webcam logitech sphere af, perfettamente funzionante sotto linux, ma impossibile da installare sotto macos

    mac va bene finchè usi hardware che funziona al 100%, ma lo stesso discorso vale per linux, anzi linux ha già superato macos in quanto a supporto hardware
  • Io sul mio acerino ho quante più cose possibile su SD (configurata come disco non rimovibile), compreso file di swap. Il risultato è passabile, tutta un'altra cosa rispetto al disco SSD.
  • gli ssd sono una gran cosa e non soffrono di tutti i problemi di cui si parla in giro

    personalmente uso un intel x25 ad un anno e da 20 giorni anche un corsair x64

    il gap prestazionale è tale da ridicolizzare gli hard disk più blasonati

    riguardo l'affidabilità, bisogna adattare il sistema operativo....avere uno swap continuo, superfetch che rompe, migliaia di log che vengono aggiornati continuamente, file temporanei che vanno e vengono, non è il modo più intelligente di usare un ssd

    con linux sono riuscito ad ottimizzare tutti questi punti e il risultato è impressionante sia come performance che come durata del ssd
  • Io mi riferivo al SSD dell'Acer Aspire One, ha una velocità in scrittura di pochi MBytes/sec., chiaramente nulla di paragonabile all'hardware di cui sei dotato tu !
  • lo so, il punto è che i produttori di netbook hanno tirato fuori tutta la schifezza e la stanno vendendo come oro

    preso anch'io dalla curiosità, comprai ad agosto una zotac ion con l'atom 330 ( mica la versione single core che mettono sui netbook )....non l'avessi mai fatto, è una macchina orripilante dalle prestazioni inferiori ad un dell dimension del 2005 con pentium 4 e ati x600

    e il bello è che stanno pure aumentando i prezzi di questi "gioiellini"...personalmente ritengo che un netbook è buono come surrogato dell'agenda e altre funzioni elementari....se lo si compra in quest'ottica va bene, ma pensarlo come un replacemente per un portatile è da folli

    a ciò hanno aggiunto pure gli ssd di basso livello....del resto un ssd con i fiocchi costa 200€, più di quanto costano alcuni netbook di fascia bassa

    e poi si sono lamentati di linuxA bocca aperta
  • adesso basta!
    Prima l'atom base (chip da 4W abbinato ad un chipset da 22W, bella mossa!), poi quello doppio core, dopo fanno quello hyper threading, poi mettono il chipset a basso consumo, poi spostano il controller della memoria nella cpu, domani cosa faranno? passeranno ai 32nm? E poi faranno un unico chippone tutto-in-uno, anche il "ponte sud", per consumare ancora meno. Ma fare subito un chip completamente integrato, economico, dalle prestazioni decenti, a cui aggiungere solo la ram? no eh, se no come spremiamo fino all'osso le nostre vacche?
    Qui ci sono dietro studi della madonna per sfruttare il mercato fino al secondo decimale.
    Non ne posso piu' di questo stillicidio markettaro, becero e da quali.
    preferisco aspettare un sistema basato su ARM e v a effe effe inculo ad intel.
    non+autenticato
  • ma perchè stai prendendo in seria considerazione atom?A bocca aperta

    io ho fatto l'errore ( vabbè volevo provare ) di comprare un atom 330 ( il mitico nvidia ion peraltro ) e, beh, fa vomitare tanto è lento

    atom è un giocattolo e come tale va considerato, ovvero un metodo efficiente per riciclare vecchie architetture facendolo passare per l'ultimissima innovazione
  • ... finalmente Intel si è decisa!
    Ora dovrebbero uscire dei netbook con autonomie superiori alle 7 ore e pesi sotto i 600/800 grammi, se manterranno i prezzi sotto i 350 euro le previsioni di Intel si realizzeranno sicuramente e vedrete che i netbook e i CULV soppianteranno almeno il 70% dell'attuale mercato mobile... le briciole saranno per i desktop replacement da 17 o più pollici.
    Dove sono i vari superinformati che davano in declino la piattaforma netbook? 40 milioni di venduto e praticamente quasi solo negli ultimi 12 mesi non mi sembra poco...
    Altra cosa interessante è il rinnovato supporto a Moblin... vedrete se non avevo ragione a dire che M$ rischia di fallire...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 12.31
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... finalmente Intel si è decisa!

    Innovazione la chiami? Complimenti...

    > Ora dovrebbero uscire dei netbook con autonomie
    > superiori alle 7 ore e pesi sotto i 600/800
    > grammi, se manterranno i prezzi sotto i 350 euro
    > le previsioni di Intel si realizzeranno
    > sicuramente e vedrete che i netbook e i CULV
    > soppianteranno almeno il 70% dell'attuale mercato
    > mobile... le briciole saranno per i desktop
    > replacement da 17 o più
    > pollici.

    Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    L'importante è crederci guarda...

    > Dove sono i vari superinformati che davano in
    > declino la piattaforma netbook? 40 milioni di
    > venduto e praticamente quasi solo negli ultimi 12
    > mesi non mi sembra
    > poco...

    Ti sei mai fatto un giro su ebay per vedere quanti netbook sono in vendita? Lo comprano per lo sfizio della novità, poi si rendono conto che è una cacata inutilizzabile e lo buttano.
    Due esempi lampanti li conosco...lo hanno comprato e ora lo tengono accantonato.
    Ah a proposito...netbook non è una piattaforma.

    > Altra cosa interessante è il rinnovato supporto a
    > Moblin... vedrete se non avevo ragione a dire che
    > M$ rischia di
    > fallire...

    Si, certo...e gli asini volano. Di questo moblin si sente solo chiacchiericcio, io non vedo nulla di concreto.
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... finalmente Intel si è decisa!
    > Ora dovrebbero uscire dei netbook con autonomie
    > superiori alle 7 ore e pesi sotto i 600/800
    > grammi,

    Lo zainetto inizia a pesare troppo?

    > se manterranno i prezzi sotto i 350 euro
    Lo comprerai? Te lo puoi permettere?

    > le previsioni di Intel si realizzeranno
    > sicuramente e vedrete che i netbook e i CULV
    > soppianteranno almeno il 70% dell'attuale mercato
    > mobile... le briciole saranno per i desktop
    > replacement da 17 o più
    > pollici.
    E pioveranno polpette...

    > Dove sono i vari superinformati che davano in
    > declino la piattaforma netbook? 40 milioni di
    > venduto e praticamente quasi solo negli ultimi 12
    > mesi non mi sembra
    > poco...
    Già, solo che quei 40 milioni sono stati riposti nella scatola.
    I 40 milioni di iPhone, invece, generano più del 50% del traffico dati sulle reti mobili USA.

    > Altra cosa interessante è il rinnovato supporto a
    > Moblin... vedrete se non avevo ragione a dire che
    > M$ rischia di
    > fallire...
    Si, ma non per i motivi che credi tu.
    ruppolo
    33147
  • io preferisco un core i5Con la lingua fuori
  • A parte il titolo che mi sembra fin troppo scontato visto da quanto tempo la piattaforma stagna... vedremo sul campo, ma se dovesse essere accompagnato da moblin su un buon numero di modelli penso che se ne vedranno delle belle.
    Attendiamo fiduciosi
  • Ma in giro ci sono già test?

    Perché se consuma solo meno ma va uguale al precedente, non serve a nulla.

    L'Atom ora come ora è inutilizzabile per fare qualcosa in più del navigare qualche sito e scrivere un documento.

    Anche con Linux arranca se non ottimizzi l'installazione.

    Intel con questa schifezza di piattaforma ci sta prendendo in giro.
    iRoby
    8313
  • - Scritto da: iRoby

    > Perché se consuma solo meno ma va uguale al
    > precedente, non serve a
    > nulla.

    pare che sia un po' più veloce, niente di eclatante cmq... Triste

    > L'Atom ora come ora è inutilizzabile per fare
    > qualcosa in più del navigare qualche sito e
    > scrivere un
    > documento.

    che però potrebbe essere sufficiente per molti utenti

    >
    > Anche con Linux arranca se non ottimizzi
    > l'installazione.

    figurati che io trovo accettabile l' eeepc 701 (che ha il celeron 900Mhz) con SSD (leeeento); tutto dipende da quello che ci devi fare

    > Intel con questa schifezza di piattaforma ci sta
    > prendendo in
    > giro.
    d' altra parte finchè non c' è concorrenza seria che motivo ha di muoversi? Ora come ora la cosa più simile ad un netbook (che per me ha massimo 8-9" di schermo, oltre è troppo grande) che mi viene in mente e che non sia con Atom è l' iphone/ipod touch!
  • - Scritto da: pentolino

    > pare che sia un po' più veloce, niente di
    > eclatante cmq...

    Praticamente siamo a livello degli N280 con la scheda grafica della serie Z se non ho capito male. Io speravo anche in un modello con una scheda più performante: speriamo sia almeno possibile affiancare un chip ION.
    Se la GPU è della serie Z dovremmo vedere un maggior sviluppo di driver grafici per la GMA 500 sotto Linux.
    non+autenticato
  • diciamo che secondo me la cosa più intelligente da fare è aggiungere un qualche tipo di chip per l' accelerazione video, del tipo di quelli che vengono affiancati ai processori arm e mips, in maniera che possano gestire agilmente almeno i flussi multimediali.
    Per altre cose tipo giochi, 3D etc. non mi pare che sia la piattaforma adatta...
    Tutto questo come sempre IMHO, chiunque è libero di dissentire.
  • Mi trovi d'accordo. Alla fine non ti metti a giocare o fare 3D su un netbook (anche se conosco gente che ci monta film con After Effects o_O) e l'unico collo di bottiglia evidente è con i filmati in HD e si potrbbe effettivamente risolvere con un DSP.
    Il problema sono come sempre i costi, i consumi, il calore da smaltire e poi la programmazione del chip. Una scheda video un po' più potente sarebbe la soluzione più semplice ed efficace e qui si vedono i limiti del monopolio Intel in questo specifico settore.
    non+autenticato
  • sono d' accordo, è chiaro che la logica di decodifica video potrebbe benissimo essere ( e forse dovrebbe) nel chip grafico, sarebbe un buon compromesso.
  • Senza contare alcune piccole cose che Intel potreva fare per mitigare la situazione. Ad esempio i nuovi N450 supportano ancora le memorie DDR2 in luogo delle DD3: una memoria più veloce avrebbe giovato anche alla grafica integrata. Forse sarebbe stato meglio relegare i vecchi N270 al ruolo di entry level e migliorare qui e la i nuovi N450 ma sembra che Intel abbia paura di farsi concorrenza in casa coi processori Core ed abbia puntato più sul prezzo e sull'autonomia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Brando
    > Mi trovi d'accordo. Alla fine non ti metti a
    > giocare o fare 3D su un netbook (anche se conosco
    > gente che ci monta film con After Effects o_O) e
    > l'unico collo di bottiglia evidente è con i
    > filmati in HD e si potrbbe effettivamente
    > risolvere con un
    > DSP.
    > Il problema sono come sempre i costi, i consumi,
    > il calore da smaltire e poi la programmazione del
    > chip. Una scheda video un po' più potente sarebbe
    > la soluzione più semplice ed efficace e qui si
    > vedono i limiti del monopolio Intel in questo
    > specifico
    > settore.


    Ma mi vuoi spiegare perchè uno dovrebbe guardare un filmato HD su un netbook? Non hai neanche la risoluzione adeguata dello schermo...
  • Semplicemente perchè altrimenti dovrebbe convertire tutti i filmati hd in sd per poterli vedere ed è una rottura di scatole.
    Inoltre i filmati in hd su internet stanno prendendo sempre più piede.
    Un netbook con una sezione video-memoria-disco più performante da affiancare agli attuali prodotti non mi pare una brutta soluzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Brando
    > Semplicemente perchè altrimenti dovrebbe
    > convertire tutti i filmati hd in sd per poterli
    > vedere ed è una rottura di
    > scatole.
    > Inoltre i filmati in hd su internet stanno
    > prendendo sempre più
    > piede.
    > Un netbook con una sezione video-memoria-disco
    > più performante da affiancare agli attuali
    > prodotti non mi pare una brutta
    > soluzione.

    Veramente allo stato attuale i film a standard definition sono di gran lunga i più reperibili sia come DVX che come immagini ISO di DVD e lo saranno ancora per diverso tempo... perchè mai dovrei quindi scaricare dei file HD per vederli su un netbook? per sprecare spazio di memorizzazione e rendere più gravoso il compito di decodifica?