Alessandro Del Rosso

Nvidia: Tegra 2 lancerà i tablet

Nvidia ha mostrato in anteprima i primi dispositivi basati sul suo futuro SoC Tegra 2, proclamando che questo chip determinerà la definitiva affermazione dei tablet

Roma - Come previsto, presso il CES di Las Vegas Nvidia ha rivelato maggiori dettagli sulla sua seconda generazione di system on chip Tegra, mostrando in anteprima alcuni dei dispositivi che lo monteranno.

Quella di Nvidia non è stata una presentazione ufficiale vera e propria: l'azienda si è infatti limitata a delineare solo le caratteristiche base di Tegra 2, senza peraltro annunciarne la data di lancio.

Tegra 2 sarà costituito da un processore Cortex A9 dual-core con frequenze di clock fino a 1 GHz, da un chip grafico GeForce e da alcuni altri core dedicati alla codifica e decodifica del video. Nvidia afferma che il suo nuovo SoC fornisce performance circa 10 volte superiori a quelle di una tipica CPU per smartphone e quasi quattro volte superiori a quelle del precedente Tegra.
Per quanto riguarda il consumo energetico, il thermal design power di Tegra 2 è di appena 500 milliwatt: tale livello di assorbimento, secondo Nvidia, garantisce autonomie fino a 140 ore per la riproduzione di musica e di circa 16 ore per la riproduzione di video HD (prendendo a riferimento un tablet con display da 5 pollici).

Il nuovo Tegra supporta la riproduzione di video con definizione 1080p a bit-rate elevati ed è in grado di far girare giochi 3D piuttosto complessi, quali ad esempio quelli basati sul noto motore grafico Unreal Engine 3.

Nvidia afferma che Tegra 2 corteggia soprattutto i tablet, vale a dire dispositivi senza tastiera dotati di schermo touch compreso fra 5 e 10 pollici, fotocamera, WiFi ed eventuale modem 3G.



Il produttore californiano ha proclamato il 2010 come "l'anno del tablet", affermando che questa categoria di device si imporrà come il naturale ponte tra telefoni cellulari e PC. Alcuni di questi dispositivi sono stati esibiti al CES, tra i quali un tablet di Compal con schermo da 7 pollici e sistema operativo Android 2.1. Nvidia ha detto che il prezzo medio di questi tablet sarà compreso tra 200 e 300 dollari.

Non va dimenticato che la CPU alla base di Tegra si basa sull'architettura ARM e, per tale ragione, non è possibile farci girare le versioni desktop di Windows: i sistemi operativi compatibili con Tegra 2 saranno Windows Mobile, Linux e Android. Indipendentemente dalla piattaforma software, tutti i dispositivi basati su Tegra 2 saranno in grado di riprodurre contenuti in Flash.

Nvidia afferma di aver già consegnato ai propri partner centinaia di piattaforme di sviluppo hardware/software per Tegra 2, e ha assicurato che i primi prodotti basati sul nuovo SoC arriveranno sul mercato nel corso dell'anno.

Alessandro Del Rosso

fonte immagine
Notizie collegate
59 Commenti alla Notizia Nvidia: Tegra 2 lancerà i tablet
Ordina
  • ... altro che iSlate!
    200-300 dollari sono una cifra ragionevole, se a questo si aggiunge l'uso di un vero SO come Linux si evince che avranno le capacità base di un vero PC, lunga autonomia e che saranno molto leggeri, probabilmente sotto i 300-400 grammi per dispositivi di 6-7 pollici... se prevedessero la possibbilità di collegare tastiere esterne, magari anche quelle che si arrotolano, l'oggetto potrebbe veramente essere molto interessante, potrebbe divenire una sorta di centro multimediale da portarsi dietro in vacanza dove far confluire materiale proveniente da fotocamera e videocamera, potrebbe essere utilizzato per visionare foto e filmati, per ritoccare documenti office e ovviamente per accedere al Web!
    Tutt'altra cosa rispetto ai 1000 dollari chiesti da Apple per un dispositivo con un OS da smartphone!
  • in questo post non c'è una frase che non usi il condizionale perché ipotetica oppure non vera, tipo l'ultima.
  • - Scritto da: LaNberto
    > in questo post non c'è una frase che non usi il
    > condizionale perché ipotetica oppure non vera,
    > tipo
    > l'ultima.


    http://punto-informatico.it/2781889/PI/News/silenz...

    Se poi PI rilancia fesserie non so però la storia dei 1000 dollari + tasse non è mia!
  • Si vede proprio, che non mai avuto un computer portatile.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Si vede proprio, che non mai avuto un computer
    > portatile.


    Perchè?
  • per il momento non si è vito nulla di decente nemmeno con tegra 1...
    ...questo sembra promettere bene, potrebbe tenere botta ai sistemi windows x86, poco adatti ad un tablet.
    non+autenticato
  • Ma che sono questi tablet?
    A cosa servono?

    grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > Ma che sono questi tablet?
    > A cosa servono?
    >
    > grazie.

    Sono dei computer portatili senza parti mobili. Un lato è occupato interamente da un display touch, che si usa con le dita, quindi fa anche da tastiera quando occorre.
    A cosa servono?
    Per ora a nulla. La tecnologia li ha resi possibili e l'industria li ha messi nel mercato, ma senza dargli una collocazione precisa.
    Quest'anno però Apple uscirà con tablet con una precisa collocazione (ancora ignota), con un sistema operativo e relative applicazioni studiate ad hoc. Questo dovrebbe dare lo spunto per un utilizzo intelligente di questo prodotto e quindi per un suo successo.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Quest'anno però Apple uscirà con tablet con una
    > precisa collocazione (ancora ignota), con un
    > sistema operativo e relative applicazioni
    > studiate ad hoc. Questo dovrebbe dare lo spunto
    > per un utilizzo intelligente di questo prodotto e
    > quindi per un suo
    > successo.

    Insomma, Apple Inc. si inventerà un prodotto che dovrà essere indispensabile.

    Ancora non si sa a cosa possa servire e quali innovative funzionalità possa proporre, ma le mirate strategie di marketing dell'azienda di Cupertino lo collocheranno indubbiamente tra i prodotti di ovvio acquisto perché "necessari".
    non+autenticato
  • - Scritto da: user0
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Quest'anno però Apple uscirà con tablet con una
    > > precisa collocazione (ancora ignota), con un
    > > sistema operativo e relative applicazioni
    > > studiate ad hoc. Questo dovrebbe dare lo spunto
    > > per un utilizzo intelligente di questo prodotto
    > e
    > > quindi per un suo
    > > successo.
    >
    > Insomma, Apple Inc. si inventerà un prodotto che
    > dovrà essere
    > indispensabile.
    >
    > Ancora non si sa a cosa possa servire e quali
    > innovative funzionalità possa proporre, ma le
    > mirate strategie di marketing dell'azienda di
    > Cupertino lo collocheranno indubbiamente tra i
    > prodotti di ovvio acquisto perché
    > "necessari".

    No, non il marketing. È Steve Jobs, lui in persona e solo lui (nel senso che poche persone al mondo hanno questa dote), che ha tale lungimiranza. Lui sa, e lo ha dimostrato, cosa può piacere alla gente.
    ruppolo
    33146
  • ad esempio spacciare come novità rivoluzionaria il cambio di colore del bordino dei monitor degli imac? perché quella è stata la prima cosa presentata come novità...
    eh si, effettivamente lo saSorride
    i mac sono macchine simpatiche, ma sono soprammobili costosi, niente di più, se costavano di meno non li avrebbe comprati nessunoSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ad esempio spacciare come novità rivoluzionaria
    > il cambio di colore del bordino dei monitor degli
    > imac? perché quella è stata la prima cosa
    > presentata come
    > novità...

    Link a quanto appena affermato, grazie.

    > eh si, effettivamente lo saSorride
    > i mac sono macchine simpatiche, ma sono
    > soprammobili costosi, niente di più, se costavano
    > di meno non li avrebbe comprati nessuno
    >Sorride
    Se con questi soprammobili si ricavano quei 100 mila euro l'anno, ben vengano i soprammobili.
    ruppolo
    33146
  • la presentazione dell'imac, sai benissimo dove trovarla visto il tuo supporto incondizionato ad apple, e poi il sito dell'applestore subito dopo l'introduzione del nuovo imac col bordino nero

    > Se con questi soprammobili si ricavano quei 100 mila euro l'anno,
    > ben vengano i soprammobili
    e cosa avrebbe a che fare questo con l'informatica? sei cosciente vero che osx gira meglio su un pc che su un mac A PARI COSTO? giusto perché sugli imac ti fanno pagare la roba il triplo solo perché è bianca (o nera)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > e cosa avrebbe a che fare questo con
    > l'informatica? sei cosciente vero che osx gira
    > meglio su un pc che su un mac A PARI COSTO?
    > giusto perché sugli imac ti fanno pagare la roba
    > il triplo solo perché è bianca (o
    > nera)

    Uff eccone un'altro che parla per sentito dire, vatti a vedere gli all-in-one di altre marche (hp e dell in primis) e noterai un allinearsi di prezzo degli iMac con tali sistemi, poi non venirmi a dire che un cassone pieno di cavi a pari hardware di un iMac costa un terzo perchè è un'emerita vaccata.

    Si gli iMac costano ed il design unibody se lo fanno pagare ma da qui a dire che costano il triplo ce ne passa parecchio.
    Per curiosità ad ogni giro di aggiornamento della linea di macchine iMac faccio un confronto con un pc di pari caratteristiche (monitor compreso) e di solito il prezzo non è di molto superiore (all'incirca 300-350 euro) giustificabilissimi nel design all-in-one, soprattutto se paragonato alla concorrenza.

    Del resto ci sono fior di fonti su internet di analisti di mercato che affermano di aver assistito ad un allinearsi dei prezzi Apple con prodotti analoghi della concorrenza in ambito pc, vatteli a cercare invece di cadere sempre nei soliti luoghi comuni.
    mura
    1773
  • Come non si sa??? È chiaro che la funzione principale sarà l'e-book, a lui infatti sarà affidato il compito di salvare l'industria delle news e dei libri (come l'iPod per per l'industria della musica), in pratica, il tablet è concepito come una sorta di giornale e/o libro elettronico, da tenere sul comodino o da portare in borsa ed utilizzare nei bar, negli aeroporti, in albergo o comunque ove ci sia una rete WiFi, naturalmente può essere utilizzato anche come televisore da viaggio e, come computer per la corrispondenza elettronica.
    in pratica è un iPhoe più grande...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cavallo Pazzo
    > Come non si sa??? È chiaro che la funzione
    > principale sarà l'e-book, a lui infatti sarà
    > affidato il compito di salvare l'industria delle
    > news e dei libri (come l'iPod per per l'industria
    > della musica), in pratica, il tablet è concepito
    > come una sorta di giornale e/o libro elettronico,
    > da tenere sul comodino o da portare in borsa ed
    > utilizzare nei bar, negli aeroporti, in albergo o
    > comunque ove ci sia una rete WiFi, naturalmente
    > può essere utilizzato anche come televisore da
    > viaggio e, come computer per la corrispondenza
    > elettronica.
    > in pratica è un iPhoe più grande...


    Mi dispiace ma la funzione principale di un tablet non potrà mai essere quella di un book reader... sarebbe come sfogliare un libro sul notebook, scomodissimo, nessuno lo fa, finchè non arrivano al livello dei display e-ink non faranno concorrenza agli ebook reader
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Mi dispiace ma la funzione principale di un
    > tablet non potrà mai essere quella di un book
    > reader... sarebbe come sfogliare un libro sul
    > notebook, scomodissimo, nessuno lo fa, finchè non
    > arrivano al livello dei display e-ink non faranno
    > concorrenza agli ebook
    > reader

    Gli schermi ibridi della Pixel QI promettono di risolvere questo problema, e pare che non costeranno troppo di più di un LCD.
    http://www.engadget.com/2010/01/08/notion-ink-adam.../
    Funz
    13032
  • ogni anno è l'anno di linux!Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: mica vero
    > ogni anno è l'anno di linux!Deluso

    Però in realtà se ci riflettiamo 5 minuti in effetti potrebbe veramente esserlo.
    Mi spiego: tegra2 è piattaforma ARM, quindi orrore di winmobile a parte, girerà su un sistema linux. Onestamente questa piattaforma mi sembra MOLTO promettente, sotto tutti i punti di vista...sembra anche costare il giusto.
    Quello che, purtroppo, manca è un buon sistema linux su cui poter costruire qualcosa...ma questo sta ai produttori riuscire a tirarlo fuori.

    Guardiamo anche il mercato degli smartphone...nokia e il suo symbian sta perdendo terreno, android (che è linux) avanza e intanto ha fatto capolino anche maemo (sempre linux) che sta riscuotendo grande successo.
    Scherzi a parte, questo potrebbe essere sul serio l'anno di linux se qualcuno ci crede...le occasioni ci sono, la tecnologia pure...manca la volontà di farci un buon software.
  • bhè non sarà l'anno di linux ma nel giro di un anno ha raddoppiato ed è sempre in continua crescita.
    Ogni mese aumenta il che significa che secondo il trend che è così da qualche anno, potremmo arrivare al 3% a fine anno, forse meno, ma comunque mediamente in crescita constante.
    http://www.w3counter.com/globalstats.php
  • si ma stiamo sempre parlando di pc, quindi il settore storicamente dominato da windows

    nei settori dove c'è concorrenza, tipo embedded, telecomunicazioni, hpc, server, ecc... è stato l'anno di linux molti anni fa

    gli smartphone sicuramente vedranno linux protagonista, perchè l'unico concorrente serio è macos di apple

    c'è l'incognita dei netbook, perchè collidono col mondo pc

    la cosa curiosa è che molti credono che linux sia ubuntu o fedora o mandriva o comunque uno di quei cd che infili e parte gnome o kde

    linux è ovunque, nei nostri tv lcd, nei nostri videotelefoni, nei contatori dell'enel, nelle centrali telecom, nei datacenter dell'istituto di geofisica
  • Linux è anche dentro Dovella, ma non diteglielo A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Linux è anche dentro Dovella, ma non diteglielo
    > A bocca aperta

    ah ecco perchè ha un uptime così elevato e riesce a postare al ritmo di 200 messaggi all'ora ( con nick diversi ovviamente )Occhiolino

    bisogna aggiungere qualche processo zombie quindi, almeno le performance scenderanno un pòA bocca aperta
  • ... che farà il paio con l'anno di Linux
  • l'anno di linux è stato tanti anni fa
  • Sono veramente curioso di vedere chi li prenderà.
    Poi gli chiederò che diavolo se ne fanno!
  • - Scritto da: Valeren
    > Sono veramente curioso di vedere chi li prenderà.
    > Poi gli chiederò che diavolo se ne fanno!

    Beh, un tablet o un netbook con Tegra2 a 200 € io lo prenderei pure... ci attacco un disco esterno (e magari anche un lettore DVD) e ne faccio un sistema multimediale attaccandolo alla TV (supporta anche il Full HD) e allo stereo (il display diventa comodo per cercare la musica). E al massimo quando non lo uso diventa una cornice digitale. Con 300 € o poco più diventa un sistemino di tutto rispetto, e in caso di necessità lo stacco e me lo porto pure dietro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tex
    > - Scritto da: Valeren
    > > Sono veramente curioso di vedere chi li
    > prenderà.
    > > Poi gli chiederò che diavolo se ne fanno!
    >
    > Beh, un tablet o un netbook con Tegra2 a 200 € io
    > lo prenderei pure... ci attacco un disco esterno
    > (e magari anche un lettore DVD) e ne faccio un
    > sistema multimediale attaccandolo alla TV
    > (supporta anche il Full HD) e allo stereo (il
    > display diventa comodo per cercare la musica). E
    > al massimo quando non lo uso diventa una cornice
    > digitale. Con 300 € o poco più diventa un
    > sistemino di tutto rispetto, e in caso di
    > necessità lo stacco e me lo porto pure
    > dietro.

    Quoto al 100% diventerebbe un centro multimediale mobile... tutt'altra cosa rispetto ad un iSlate con SO da smartphone e costi stellari!
  • - Scritto da: Valeren
    > Sono veramente curioso di vedere chi li prenderà.
    > Poi gli chiederò che diavolo se ne fanno!

    Io lo vorrei ieri, per navigare su Internet comodamente a letto, sul divano e in bagno, in situazioni in cui un netbook è scomodo e ridondante. Più piccoli, più leggeri, con maggiore autonomia, touchscreen... 7 pollici, 1280x800, 8 ore di autonomia, Android o Linux, max 300 euro. Questo è il mio, ora devo solo aspettare di trovarlo in venditaOcchiolino
  • - Scritto da: mmorselli
    > - Scritto da: Valeren
    > > Sono veramente curioso di vedere chi li
    > prenderà.
    > > Poi gli chiederò che diavolo se ne fanno!
    >
    > Io lo vorrei ieri, per navigare su Internet
    > comodamente a letto, sul divano e in bagno, in
    > situazioni in cui un netbook è scomodo e
    > ridondante. Più piccoli, più leggeri, con
    > maggiore autonomia, touchscreen... 7 pollici,
    > 1280x800, 8 ore di autonomia, Android o Linux,
    > max 300 euro. Questo è il mio, ora devo solo
    > aspettare di trovarlo in vendita
    >Occhiolino

    Quoto, è un bel vantaggio non dover andare nell'altra stanza e accendere il PC fisso per leggere i feed, potermi abbonare alle versioni elettroniche di quotidiani e riviste, navigare, gestire posta e usenet, IM, magari anche VoIP, il tutto con un dispositivo decisamente più comodo di un note/netbook.
    Aggiungerei qualche pollice di diagonale, pagando un paio d'ore di autonomia.
    Però a quei prezzi ci crederò quando li vedrò.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 gennaio 2010 22.12
    -----------------------------------------------------------
    Funz
    13032
  • - Scritto da: Funz

    > Però a quei prezzi ci crederò quando li vedrò.

    Per 7 pollici sono anche troppi. Un tablet non usa una (costosa) CPU Intel, non ha bisogno di tanta ram o tanto disco... Costa un po' il touch screen, ma appunto se non è troppo grande...

    Sul 10 pollici non andrei non tanto per l'autonomia, quanto per il peso: è vetro, e il vetro è pesante. Deve essere una cosa che non ti stanca a tenerla in mano. L'importante è che abbia una risoluzione che permetta di navigare senza diventare ciechi, ma considerato che oggi in meno di 4 pollici mettono la 800x480...
  • - Scritto da: mmorselli
    > - Scritto da: Funz
    >
    > > Però a quei prezzi ci crederò quando li vedrò.
    >
    > Per 7 pollici sono anche troppi. Un tablet non
    > usa una (costosa) CPU Intel, non ha bisogno di
    > tanta ram o tanto disco... Costa un po' il touch
    > screen, ma appunto se non è troppo
    > grande...

    Guarda, spero tanto tu abbia ragione...
    comunque questo lo prendo anche se costa 600$A bocca aperta
    http://www.engadget.com/2010/01/08/notion-ink-adam.../
    Funz
    13032
  • Non osare dire che i netbook sono scomodi o l'ira di Enjoy si abbatterà su di te! Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Non osare dire che i netbook sono scomodi o l'ira
    > di Enjoy si abbatterà su di te!
    > Occhiolino
    L'ira dell'esperienza...A bocca aperta
    ruppolo
    33146