Antispam, è caos su Yahoo Groups

In moltissimi scrivono a Punto Informatico perché la comunicazione con i gruppi di Yahoo è cessata, se ne parla su Usenet, qualcuno parla di indebite censure. Ma il problema è quello di sempre: lo spam e le blacklist che lo bloccano

Antispam, è caos su Yahoo GroupsRoma - E' esplosa nel week-end una situazione che interessa moltissimi utenti internet italiani, perché tanti sono gli iscritti ai gruppi di Yahoo (YahooGroups), cioè alle "comunità tematiche" ospitate dal portalone statunitense in tutto il mondo. Accade infatti che la continua linea di comunicazione tra molti utenti e gli yahoogroup sia improvvisamente saltata ed è accaduto per l'utilizzo da parte di certi grandi provider nostrani di una lista nera antispam nella quale figurano alcuni IP di Yahoo.

In particolare alcuni provider, segnatamente Libero (quindi anche @inwind.it, @iol.it e @blu.it), utilizzano la blacklist antispam di Spews.org, una delle più note e delle più severe. Questo genere di liste consente ai provider che le utilizzano di allontanare dai proprio network posta elettronica proveniente da network che i gestori delle liste individuano come abituale fonte di spam. In questo caso sembra non esservi dubbio che nella blacklist di Spews.org siano finiti anche alcuni IP di Yahoo.

"Non ricevo più - scrive Roberto F. a Punto Informatico - i messaggi di alcuni gruppi a cui ero iscritto". "Sono l'owner di uno Yahoogroup - scrive invece Mario N. - e da venerdì mi sono accorto che mi tornano indietro tutti i messaggi indirizzati agli utenti di Libero".
Il messaggio di "errore" con cui tornano indietro i messaggi è quello tipico di queste situazioni: "Remote host said: 550 mail not accepted from blacklisted IP address".

Alcune conseguenze della situazione rischiano di trovare impreparati molti e di mettere in difficoltà serie queste comunità tematiche. "Tutti i gestori delle varie mailing-list - scrive a PI Claudio F. - che si sono ritrovati in un paio di giorni, un calo mostruoso degli iscritti che Yahoo Group, in automatico, vedendosi respinte le proprie e-mail, li ha inseriti in "sospensione permanente"." "In questi giorni - sottolinea a PI anche Massimo B. - l'account libero.it ha rimandato al mittente i messaggi provenienti da yahoo... il risultato è che le liste di Yahoo hanno messo in bouncing migliaia di indirizzi e-mail (solo la mia lista è passata da 5066 a 3200 iscritti)".

Qualcuno si spinge persino ad accusare Libero.it di censura, come sempre accade quando un provvedimento antispam radicale provoca tante e tali conseguenze.

Se le cose stanno come sembra, se cioè effettivamente alcuni IP di Yahoo sono finiti nella blacklist di Spews, l'unica soluzione possibile è che Yahoo attui tutte le misure necessarie ad uscire dalla blacklist. L'alternativa è che Wind-Libero decida di porre una eccezione alla blacklist per la sola posta che giunge da Yahoo, una alternativa che però non viene generalmente adottata da chi sfrutta le blacklist antispam per difendere i propri network dalla posta indesiderata.
TAG: italia
127 Commenti alla Notizia Antispam, è caos su Yahoo Groups
Ordina
  • Credo proprio che libero.it rimarrà senza clienti.....
    Personalmente sono stato un loro utente per anni. Da un po' di tempo non ricevo più parecchie email che mi interessavano (e a cui mi ero regolarmente registrato...)... mentre OVVIAMENTE continuo a ricevere un mare di spam dal resto del mondo.
    Ho deciso di cancellarmi e annullare il mio indirizzo di posta elettronica con loro.
    Ne attiverò uno con yahoo.it, che offre ottimi filtri antispam o con Nafura.it che offre una email senza limiti di spazio.

    Si devono mettere in testa che gli spammer sono sempre più ingegnosi di qualsiasi black-list.
    Per definizione lo spammer CAMBIA spesso ip, o peggio utilizza ip di altri server che vengono bucati.
    Risultato: Lo spammer continua a fare spam, la gente onesta si vede spesso bloccata i propri i ip senza motivo.
    E non mi stupirebbe affatto se presto ci fosse qualche sentenza che condanna qualcuna di queste blacklist piuttosto che qualche ISP che ne fa utilizzo...

    Complimenti, siete riusciti a mettere la censura e il bavaglio anche ad Internet... I grandi (che hanno le spalle grosse) possono querelare, minacciare vie legali, pagare... i piccoli? e chi li ascolta i piccoli? Esattamente come nel mondo off-line...

    che schifo.
    non+autenticato
  • Qualche settimana fa era capitata la stessa cosa anche con alcuni IP di Fastweb (tra cui il mio).

    Credo sia semplicemente una cosa assurda. Libero sicuramente è in torto, e dovrebbe rendersi conto che c'è chi usa le email per lavoro. Questo va a discapito anche dei SUOI clienti-utenti, che non vedono recapitate email che magari aspettavano con urgenza.
    non+autenticato
  • Questa e' la risposta che mi hanno inviato dalla inwind.

    Gentile Cliente,

    La ringraziamo per la sua segnalazione,
    desideriamo informarLa che l'intera situazione è da ricondursi
    all'inserimento in alcune
    blacklist internazionali di alcuni indirizzi IP riconducibili a
    yahoogroups.com.
    La invitiamo pertanto a segnalare l'accaduto al servizio di abuse di yahoo
    al fine
    di richiedere la rimozione da suddette blacklist.

    Cordiali Saluti

    Abuse Staff
    Wind Telecomunicazioni S.p.A

  • - Scritto da: fabiocchi
    > Questa e' la risposta che mi hanno inviato
    > dalla inwind.
    >
    > Gentile Cliente,
    >
    > La ringraziamo per la sua segnalazione,
    > desideriamo informarLa che l'intera
    > situazione è da ricondursi
    > all'inserimento in alcune
    > blacklist internazionali di alcuni indirizzi
    > IP riconducibili a
    > yahoogroups.com.
    > La invitiamo pertanto a segnalare l'accaduto
    > al servizio di abuse di yahoo
    > al fine
    > di richiedere la rimozione da suddette
    > blacklist.
    >


    Bhe, che c'e' di strano? E' yahoo che e' finito nelle bl mica loro. Se a yahoo interessa che i propri utenti possano mandare la posta al resto del mondo deve impegnarsi a bloccare lo spam (o meglio gli spammer che lo usano) x uscire dalle liste nere, altrimenti si ritrovera' senza clienti.

    ao Alex
    non+autenticato
  • Credo proprio che invece rimarrà senza clienti libero.it.....
    Personalmente sono stato un loro utente per anni. Da un po' di tempo non ricevo più parecchie email che mi interessavano (e a cui mi ero regolarmente registrato...)... mentre OVVIAMENTE continuo a ricevere un mare di spam dal resto del mondo.

    Si devono mettere in testa che gli spammer sono sempre più ingegnosi di qualsiasi black-list.
    Per definizione lo spammer CAMBIA spesso ip, o peggio utilizza ip di altri server che vengono bucati.
    Risultato: Lo spammer continua a fare spam, la gente onesta si vede spesso bloccata i propri i ip senza motivo.
    E non mi stupirebbe affatto se presto ci fosse qualche sentenza che condanna qualcuna di queste blacklist piuttosto che qualche ISP che ne fa utilizzo...

    Complimenti, siete riusciti a mettere la censura e il bavaglio anche ad Internet... I grandi (che hanno le spalle grosse) possono querelare, minacciare vie legali, pagare... i piccoli? e chi li ascolta i piccoli? Esattamente come nel mondo off-line...

    che schifo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Credo proprio che invece rimarrà senza
    > clienti libero.it.....

    Non credo proprio...

    > Personalmente sono stato un loro utente per
    > anni. Da un po' di tempo non ricevo più
    > parecchie email che mi interessavano (e a
    > cui mi ero regolarmente registrato...)...

    Che arrivano da Yahoo, cambia servizi!

    > mentre OVVIAMENTE continuo a ricevere un
    > mare di spam dal resto del mondo.

    E' da una settimana che non ricevo Spam su @Libero, secondo me se uno usa le solite precauzioni ha una mailbox su Libero che è una fortezza:)).
    >
    > Si devono mettere in testa che gli spammer
    > sono sempre più ingegnosi di qualsiasi
    > black-list.

    Non di SPEWS!

    > Per definizione lo spammer CAMBIA spesso ip,

    SPEWS blocca tutti gli ip del manteiner, non subito ma un po' alla volta, se Yahoo non caccia gli spammers SPEWS gli blocca (BLista) tutti gli indirizzi ip.

    > o peggio utilizza ip di altri server che
    > vengono bucati.

    Tutti indirizzi registrati da varie BL.

    > Risultato: Lo spammer continua a fare spam,

    Questo non avviene se non in misura marginale.

    > la gente onesta si vede spesso bloccata i
    > propri i ip senza motivo.

    Questo è un effetto collaterale di SPEWS che blocca gli spammer di Yahoo ma anche gli altri utenti onesti ma "confinanti" con gli spammers.

    > E non mi stupirebbe affatto se presto ci
    > fosse qualche sentenza che condanna qualcuna
    > di queste blacklist piuttosto che qualche

    Impossibile, SPEWS non esiste, non c'è modo di sapere chi sono i ragazzi, non ci sono email, se ho capito bene l'unico contatto è un server in Siberia registrato probabilmente anonimamente, per chiedere a SPEWS di essere DEblacklistati l'unico modo è scrivere su un newsgroup e chi risponde non si sa chi sia ne chi rappresenti.

    > ISP che ne fa utilizzo...

    Mezza intenet usa le liste di SPEWS, un ordine di grandezza è di 100 milioni di mailbox ma non esistono dati.

    > Complimenti, siete riusciti a mettere la
    > censura e il bavaglio anche ad Internet... I
    > grandi (che hanno le spalle grosse) possono
    > querelare, minacciare vie legali, pagare...

    Se minacci SPEWS questi ti tengono nelle loro liste per anni o forse fine alla fine del mondo (come è citato nel loro presunto manifesto/FAQ), sono nelle sue liste Grossi nomi come AT&T, Verio, Yahoo, per questo motivo i gestori delle mail (postmaster) usano SPEWS, per la sua serietà.

    > i piccoli? e chi li ascolta i piccoli?
    > Esattamente come nel mondo off-line...

    Anche tu con un ip fisso puoi usare le BL col tuo server mail, anche quelle di SPEWS, se hai una seria politica antispam non sarai mai nelle loro liste e potrai mandare email a tutti i mailserver seri del mondo e probabilmente anche a quelli poco seri come Yahoo.


  • Nella mailing list più grossa che gestisco su Yahoogruppi, ho sempre 242 indirizzi bloccati, anche se ogni ora provo a sbloccarli...

    ciao
    flavio
    non+autenticato
  • Per essere riinseriti alla lista devono cliccare su un link presente nella mail ricevuta per la riattivazione, tale mail è inviata quando fai "Send Reactivation Request" per un determinato account.

    Oggi io ho provato con un indirizzo @libero e @inwind e possono ricevere e inviare e-mail. Speriamo che non succedano + casini simili Occhiolino

    ciao
    non+autenticato
  • sono moderatore di una newsletter gestita con yahoogroups e gli iscritti continuano a calare ogni giorno.
    Nicola Quirico
    non+autenticato
  • Dopo il panico di ieri sera x il non funzionamento delle mailing list in cui ho cercato di creare un altro gruppo di discussione su www.domeus.com e su altri siti che consentono l'utlizzo di mailing list,
    straordinariamente
    questa mattina
    provo a inviare messaggi sulla mailing list tramite @libero.it
    e riesco a farlo.
    Sembra che il problema si sia risolto da solo
    e adesso riesco sia a inviare sia a ricevere messaggi da YahooGroups.

    Quello che Libero.it e Wind.it hanno fatto e' indecente:
    non ci hanno nemmeno informati di quello che volevano fare.

    Io sto pensando seriamente di recedere dal contratto telefonico di Libero per protesta.
    Se tutti facessimo cosi' la societa' di comunicazione andrebbe in malora.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 35 discussioni)