Mauro Vecchio

Francia: avremo il nostro Book Search

Svelati alcuni dettagli sul piano transalpino di resistenza alla massiccia digitalizzazione di Google. SarÓ un portale legato a Gallica e stringerÓ accordi con gli editori. Ma anche con Mountain View

Roma - Google sarebbe sbarcata in Europa con mire di conquista, convincendo molti editori del Vecchio Continente a spalancare le proprie porte per accordi inaccettabili. Così Frédéric Mitterrand, ministro francese per la Cultura, che nel corso di un'intervista al quotidiano Le Monde ha illustrato le prossime strategie di Parigi per serrare le fila della resistenza al dominio apparentemente incontrastato del progetto Book Search.

Mitterrand ha infatti svelato alcuni dettagli su quella che sarà la risposta transalpina alle mosse di BigG nella digitalizzazione di milioni di testi e documenti cartacei. Si tratterà in pratica di un nuovo portale tutto francese, per offire agli utenti una versione nazionale della scansione elettronica del sapere made in Mountain View.

Più nello specifico, l'idea illustrata dal ministro transalpino consiste nel lancio di un servizio online legato a Gallica, progetto di digitalizzazione che ha raccolto finora circa un milione di documenti, molti dei quali provenienti dalla Bibliothèque Nationale de France. Ma non è tutto: la Francia cercherà nell'immediato futuro di ampliare gli archivi del progetto, siglando accordi con i vari editori.
Stando a quanto hanno spiegato le autorità di Parigi, il nuovo portale riceverà inizialmente un'iniezione di fondi da parte dello stesso governo, prima di iniziare a generare profitti attraverso la pubblicità. Il tutto fortemente in linea con quanto recentemente dichiarato dal presidente Nicolas Sarkozy, che aveva invitato Google a stare alla larga dal patrimonio culturale della nazione.

La forte eco nazionalista non sembra tuttavia disdegnare del tutto la Grande G. Pare infatti che lo stesso Mitterrand abbia ipotizzato una concreta collaborazione con Mountain View, per uno scambio di testi tra i due rispettivi progetti digitali. Nel frattempo, Google era stata costretta ad una eloquente sconfitta presso una corte di Parigi che l'aveva condannata a 300mila euro di risarcimento in favore dell'editore La Martinière per ripetuta violazione del copyright.

Probabilmente per una questione di coerenza, il nuovo progetto legato a Gallica lascerà agli editori la libertà di decidere quanto del loro materiale verrà digitalizzato online. In modo quindi da evitare i problemi sul copyright che hanno afflitto Google proprio (ma non solo) per mano francese. Mitterrand incontrerà i responsabili di Mountain View nel corso del prossimo marzo. Sarà un armistizio?

Mauro Vecchio
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Francia: avremo il nostro Book Search
Ordina