Mauro Vecchio

Germania, uniti contro Google

Editori e siti web raccolti per denunciare alle autorità antitrust le attuali pratiche commerciali di BigG. Se Google News ruba i guadagni ai giornali online, Google Maps si offrirebbe gratis per uccidere il mapping altrui

Roma - Le autorità tedesche avevano proprio recentemente puntato il dito contro Google, descrivendo l'azienda di Mountain View come un gigante del mercato, un pericoloso monopolista molto simile a Microsoft. Sono passati pochi giorni e - stando a quanto riportato da alcune fonti locali - BigG si è ritrovata con nuove accuse sulle spalle, per aver violato i fondamentali principi a tutela della libera concorrenza economica.

Si tratta infatti di tre separate denunce, sottoposte al vaglio dell'Antitrust tedesca, in una visione comune di protesta formale contro le attuali pratiche commerciali di Google. La prima - espressa dalle associazioni locali degli editori di quotidiani e magazine - ha puntato il dito contro Google News, rea di aver sfruttato svariati contenuti online senza essersi preoccupata di pagare alcunché.

Accuse non certo nuove. Hans-Joachim Fuhrmann, portavoce della federazione tedesca degli editori di quotidiani, ha spiegato che i siti web di quotidiani e riviste in Germania hanno guadagnato in pubblicità complessivamente 100 milioni di euro. Una cifra non eccessivamente incoraggiante se paragonata agli 1,2 miliardi di euro fatturati da BigG nell'advertising legata al search.
"Google sostiene che ci porta del traffico prezioso di utenti - ha continuato Fuhrmann - ma il problema reale è che Google guadagna miliardi, mentre noi non guadagniamo nulla". Nella denuncia degli editori c'è anche una tesi per cui le pratiche di BigG sarebbero poco trasparenti. Il modo con il quale Google News presenta i risultati di ricerca e le anteprime delle notizie costituirebbe una manipolazione per mantenere la sua posizione dominante.

Ma non sono stati soltanto gli editori a lamentarsi delle attuali mosse di Mountain View. Ciao - sito attento alle esigenze dei consumatori e alla comparazione dei prezzi - ha chiamato in causa l'autorità antitrust tedesca per tentare di smantellare un precedente contratto che lo lega al sistema pubblicitario AdSense. Come già noto, il sito era stato acquistato da Microsoft nel 2008.

La terza denuncia, infine, è stata formalizzata dal sito Euro-Cities, legato ad un'azienda specializzata in mappe online. Al centro della sua protesta, la scelta di BigG di offrire a terze parti l'embedding gratuito della funzione Google Maps. Questo sarebbe scorretto, perché andrebbe ad uccidere il modello di business del sito.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
60 Commenti alla Notizia Germania, uniti contro Google
Ordina
  • Ma io non li capisco mica sti giornali
    Voglione le visite ma non vogliono apparire su google e allora come faccio a trovarti? Poi si lamentanodi come Google organizza i risultati, ma sono tutti messi in ordine cronologico (dunque logico) che dovrebbe fare mettere dei risultati a caso cosi non tovi quello che cerchi e cambi motore di ricerca.
    Ma invece di fare tutto sto casino eliminassero i feed RSS cosi vedi che nessuno trova piu le notizie.
    Ma scusate lo scopo di un motore di ricerca e fornire dei risultati se scrivi news Italia che ti dovrebbe venire furoi come una voce a caso si wikipedia.
    Poi sta euro cities prendessero le mappe di Google ci mettesero le foto delle donine che lavorano la sera con le tariffe e si facessero pagare in percentuale della stesse per la publicità cosi risolverebbero tutti i loro problemi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jungle vip
    > Ma io non li capisco mica sti giornali
    > Voglione le visite ma non vogliono apparire su
    > google e allora come faccio a trovarti? Poi si
    > lamentanodi come Google organizza i risultati, ma
    > sono tutti messi in ordine cronologico (dunque
    > logico) che dovrebbe fare mettere dei risultati a
    > caso cosi non tovi quello che cerchi e cambi
    > motore di
    > ricerca.
    > Ma invece di fare tutto sto casino eliminassero i
    > feed RSS cosi vedi che nessuno trova piu le
    > notizie.

    Infatti non si capisce di cosa si lamentano. Come è già stato risposto tempo fa al gruppo editoriale che fa capo a Murdoch, se queste testate non vogliono che i loro contenuti vengano indicizzati non devono far altro che chiederlo formalmente a Google, anzi non ci sarebbe nemmeno bisogno di chiedere: è sufficiente inserire un file robots.txt nella root del loro server. Quindi di cosa stiamo parlando?
    non+autenticato
  • Se qualcuno può entrare in un settore senza far pagare l'utente finale e tu non puoi...

    MUORI.

    Vai a fare qualcosa d'altro. Chi l'ha detto che tu hai il diritto di guadagnarci, da quella cosa lì? Se io voglio uscire di casa e regalare limonate a tutti i passanti, il ragazzino all'angolo che le vende S'INCULA.
    non+autenticato
  • Già qualcuno l'ha detto... Scusate, non avevo letto...
    non+autenticato
  • :P
    Non ti faccio causa, tranquilloA bocca aperta
    Wolf01
    3342
  • E se accadesse al tuo settore?
    E non riuscissi a trovare un'alternativa? Magari con moglie, figli, mutuo?

    Domani Google regala quello per cui tu hai lavorato anni ed investito tutti tuoi soldi, l'unica tua fonte di sostentamento.
    Cambieresti idea, assicurato!
    Ma tanto non capiterà mai a te, nèvvero?
    non+autenticato
  • Il fatto che google abbia sviluppato e reso gratuito un lavoro per cui tu invece sei stato retribuito dovrebbe far pensare ... significa che hai preso lo stipendio a sbafo tutti questi anni.

    Scherzi a parte, si sa che google e' una potenza economica, si puo' permettere flop, ma ora come ora se uno vuole essere competitivo deve fornire quel qualcosa di piu' per cui valga la pena di pagare.

    Se una qualche azienda e' disposta a fornirmi un servizio valido a saro' ben lieto di pagarlo. Nel frattempo sono felicissimo di poter usufruire di google search, maps, earth (e via discorrendo) gratuitamente e spero che continui per questa strada, anche se probabilmente non sara' sempre cosi'.
    non+autenticato
  • ...cosa comunque difficile quando il competitore "vende" i suoi servizi gratuitamente, si deve soccombere.
    Non si può andare sempre a piangere dallo Stato o dagli avvocati perchè si è presi male e non si riesce a vendere.
    Fallisci.
    Cambi modello di business.

    Io sviluppo gestionali ma mica vado a piangere dagli avvocati perchè Zucchetti guadagna più di me e vende più di me.
    Mi cerco la mia base di clienti, tento di soddisfare il cliente e tento di allargare la base di clienti.

    Se sono tanto preoccupati che Google gli rubi il lavoro perchè non tentano almeno di competere?
    Google lavora per regalare quei servizi, certamente ci guadagna su un fantastiliardo con pubblicità e sottoscrizioni a pagamento.

    Se io potessi campare solo di sviluppo software e regalare il servizio di manutenzione dei pc lo farei, e che nessuno si sogni di venire a lamentarsi del "mi rubi il lavoro facendolo gratis", perchè risponderei "cazzi tuoi".

    La morale è: rimboccarsi le maniche, fornire valore aggiunto e soddisfare il cliente.
    Tutte cose che sembrano non essere ben recepite da chi intenta queste cause del piffero.
    Wolf01
    3342
  • si con questo modello di business sta succedendo che la disoccupazione arriva al 100% in europa e i cinesi lavorano quasi gratis
    bell'idea, veramente
    o siamo tutti d'accordo che bisogna lavorare gratis, però poi come compri da mangiare? evidentemente sono cose che non vanno bene insieme
    non+autenticato
  • Spiegami cosa non capisci.
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Spiegami cosa non capisci.

    Sei tu che non capisci che una politica basata sulla vendita a prezzi stracciati distrugge l'economia, favorisce i monopolisti e alla lunga ci si perde tutti, tranne chi tiene le redini del gioco.

    Comincia a studiare:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Dumping_(pricing_poli...)
    non+autenticato
  • E questo è anche il principale motivo del perchè non si possono avere auto elettriche/altra fonte rinnovabile altamente competitive con le auto a motore a combustione.
    Perchè se tu fai qualcosa e vendi ad un prezzo minore loro DEVONO lamentarsi.
    Allora che si fa? Si fa cartello, devi forzatamente tenere alti i prezzi per permettere a chi non ci arriva di arrivarci.
    Come la classe che resta indietro nel programma scolastico perche gli alunni sono rincoglioniti o metà classe non ha voglia di studiare.

    Quando il mondo fallirà e tutti resteranno senza lavoro io riderò, perchè solo allora si capirà che è un errore basarsi completamente sui soldi senza dare niente in cambio o centellinare il più possibile i servizi solo per monetizzare di più.
    Non vedo l'ora che si torni al baratto.
    Wolf01
    3342
  • quoto, quoto, quoto, quoto e ancora quoto.
    non+autenticato
  • Tu in che settore lavori?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adam Smith
    > Sei tu che non capisci che una politica basata
    > sulla vendita a prezzi stracciati distrugge
    > l'economia, favorisce i monopolisti e alla lunga
    > ci si perde tutti, tranne chi tiene le redini del
    > gioco.
    Ma vi divertite a scrivere ovvietà e a riempire il DB di minchiate? Quello che dici è ovvio nel caso di Google, perchè è monopolista e "tiene le redini del gioco".
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > si con questo modello di business sta succedendo
    > che la disoccupazione arriva al 100% in europa e
    > i cinesi lavorano quasi
    > gratis

    E noi compriamo i prodotti cinesi, che costano meno, così guadagnamo meno, paghiamo meno ed alla fine abbiamo le stesse cose

    > bell'idea, veramente
    > o siamo tutti d'accordo che bisogna lavorare
    > gratis, però poi come compri da mangiare?

    Se tutti lavorassero gratis anche il mangiare sarebbe gratis.... a parte gli scherzi, il lavoro non è gratis, ma i risultati del lavoro possono esserlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > si con questo modello di business sta succedendo
    > che la disoccupazione arriva al 100% in europa e
    > i cinesi lavorano quasi
    > gratis
    > bell'idea, veramente
    > o siamo tutti d'accordo che bisogna lavorare
    > gratis, però poi come compri da mangiare?
    > evidentemente sono cose che non vanno bene
    > insieme

    Fammi capire tu credi veramente che quello che paghi (ad esempio una radio cinese a 5 euro) rifletta sul serio i costi che ci stanno dietro?
    Trasporto, lavoro, imballaggio, progetto industriale, produzione?
    Con 5 euro ci paghi (si e no) la scatola e la stampa della stessa (provare per credere!)...
    Se davvero credi che la radio "valga" 5 euro ti posso raccontare molte altre cose su biancaneve, su pinocchio, gli asini volanti,lo stregatto e alice nel paese delle meraviglie!

    Beata ingenuità!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > si con questo modello di business sta succedendo
    > che la disoccupazione arriva al 100% in europa e
    > i cinesi lavorano quasi
    > gratis
    Se arrivasse al 100% scoppierebbe una guerra civile, cosa che i governi non vogliono, quindi faranno di tutto per evitare che ciò accada. Metti il cervello su "on" prima di scrivere.

    > bell'idea, veramente
    > o siamo tutti d'accordo che bisogna lavorare
    > gratis, però poi come compri da mangiare?
    > evidentemente sono cose che non vanno bene
    > insieme
    Ma dai? Ti diverti a scrivere ovvietà oggi?
    non+autenticato