Intel sforna nuovi chippetti mobile

Il chipmaker ha introdotto tre nuovi chip XScale dedicati al mercato dei dispositivi mobili, fra cui PDA e media player portatili. Fra le novità, design compatto e consumi ridotti

Santa Clara (USA) - Intel ha aggiornato la linea di processori XScale per PDA e altri dispositivi mobili con tre nuovi chip che spingono le prestazioni, abbassano i consumi e adottano un design più compatto.

I tre nuovi modelli sono il PXA263, il PXA260 e il PXA255. La serie PXA26x adotta un package più piccolo di quello dei suoi predecessori, un fattore che, secondo Intel, consentirà ai produttori di costruire schede madri più piccole e, di conseguenza, dispositivi mobili ancora più compatti e leggeri. Mentre il PXA263 integra 32 MB di flash su chip, il PXA260 è privo di memoria. Intel afferma che quest'ultimo è il 53% più piccolo rispetto agli altri chip della serie pur rimanendo pin-compatibile con la famiglia di processori PXA26x. I due chip saranno disponibili nelle frequenze di 200, 300 e 400 MHz.

Intel afferma che il PXA260 è particolarmente adatto per equipaggiare smart display e portable media player (PMP), un settore, quest'ultimo, dove il chipmaker sta mettendo a punto insieme a Microsoft la piattaforma Media2Go.
Il processore PXA263, definito da Intel un system-on-a-package, è invece dedicato ai PDA: il suo design consente ai produttori di ridurre il numero dei componenti ed estendere l'autonomia delle batterie.

Il PXA255, successore del PXA250, gira a 400 MHz e ha una frequenza del bus di sistema da 200 MHz. Rispetto al suo predecessore, il nuovo chip fornisce consumi inferiori grazie all'abbassamento del voltaggio.