Claudio Tamburrino

Google e l'anticamera dei segreti

Negli ultimi anni aumentato da Mountain View il budget destinato alle attività di lobbying. Tanto da avvicinarsi alle cifre stanziate da Microsoft

Roma - Google non avrà trovato la stanza del male, ma nella parte della lobbista sembra trovarsi sempre più a suo agio: tanto da avere un budget destinato al lavoro di anticamera che incalza da vicino quello di Microsoft.

Secondo l'ultimo rapporto pubblicato da Google sulle sue spese di lobbying (solo negli Stati Uniti), il 2009 ha visto aumentare il bilancio destinato a questo scopo in un trend di crescita costante negli ultimi anni che ora vede Mountain View molto vicina alle cifre di Redmond.

Nel 2007 la spesa totale era di oltre un milione e mezzo di dollari, contro i nove milioni di Microsoft. Nel 2008 il budget era quasi raddoppiato, arrivando a 2.840.000 di dollari (contro un calo di cento mila dollari da parte Big M). Il 2009 le distanze fra le due sono notevolmente diminuite, con Google che è arrivata a stanziare oltre 4 milioni di dollari e Redmond che è scesa a 6.720.000.
L'aumento non dovrebbe sorprendere vista la crescita della società Google e dei suoi affari nel corso degli anni. Inoltre è possibile registrare un crescente interesse della normativa rispetto alle attività di Google, sia per l'elevato numero di operazioni eseguite, sia per la natura innovativa di molte di queste. In particolar modo a rischiare di far finire Mountain View nel mirino potrebbero essere questioni di antitrust (detiene quasi l'80 per cento del market share dell'advertising online e punta ora, con l'acquisto di AdMob, anche a quello mobile) o attinenti la privacy degli utenti.

Google, inoltre, si assesta solo al quarto posto (per quanto riguarda il settore computer e Internet) nel finanziamento direttamente ai partiti, dietro la stessa Microsoft, Cisco e Hewlett-Packard.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessGoogle acquista per pubblicizzareTeracent, azienda specializzata in display advertising, entra nell'orbita di Mountain View. Che nel mentre inietta la pubblicità anche in Google Earth
  • AttualitàUE: da noi i browser tutti uguali L'Europa annuncia l'accordo con Microsoft. Il ballot screen arriverà in primavera, e accoglierà anche le modifiche dell'ultimo minuto. Mentre da Redmond arrivano altri segnali di interoperabilità
  • AttualitàGoogle Books volta paginaBigG, autori ed editori hanno presentato al giudice di New York la versione rivisitata del patto da 125 milioni di dollari. Ma le critiche non si sono placate affatto
9 Commenti alla Notizia Google e l'anticamera dei segreti
Ordina
  • Leggere articoli in cui si parla apertamente di corruzione ai politici (perche' diquesto si tratta) e vedere solo 4 commenti, mentre per iPad si stanno scannando mi fa rivalutare(al ribasso, di nuovo...) le speranze che avevo riposto in questa società.
    Non posso sapere i numeri di telefono che chiamo da casa mia per "laprivasi", ma vado a raccontare ed ad affidare a "dogs&pigs" la mia corrispondenza privata!?!?!? Con Facebook che sta creando una farm da 47km quadrati per immagazzinare TUTTO quello che e' transitato sui loro server nel 2009??

    Ma solo io ho paura?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zomas
    > Leggere articoli in cui si parla apertamente di
    > corruzione ai politici (perche' diquesto si
    > tratta) e vedere solo 4 commenti, mentre per iPad
    > si stanno scannando mi fa rivalutare(al ribasso,
    > di nuovo...) le speranze che avevo riposto in
    > questa
    > società.
    > Non posso sapere i numeri di telefono che chiamo
    > da casa mia per "laprivasi", ma vado a raccontare
    > ed ad affidare a "dogs&pigs" la mia
    > corrispondenza privata!?!?!? Con Facebook che sta
    > creando una farm da 47km quadrati per
    > immagazzinare TUTTO quello che e' transitato sui
    > loro server nel
    > 2009??
    >
    > Ma solo io ho paura?

    anch' io tranquillo

    poi hanno pure il senso dell' umorismo...come i britannici, che hanno lanciato skynet!
    cit. wiki:
    "I satelliti Skynet forniscono servizi di comunicazione sicura per le forze armate britanniche."
  • cortesemente, spieghi dove hai letto o si intende "corruzione"?

    NB:Fare lobbying non vuol dire necessariamente corruzione o cose illecite.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mimmo
    > NB:Fare lobbying non vuol dire necessariamente
    > corruzione o cose illecite.

    ...stavo per dire la stessa cosa, visto che si tratta di cifre comunicate pubblicamente, credo che non siano cose illegali o immorali altrimenti negli usa scoppierebbe uno scandalo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: senza fare nomi
    > - Scritto da: mimmo
    > > NB:Fare lobbying non vuol dire necessariamente
    > > corruzione o cose illecite.
    >
    > ...stavo per dire la stessa cosa, visto che si
    > tratta di cifre comunicate pubblicamente,

    e se le scaricano pure dalle tasse

    > credo
    > che non siano cose illegali o immorali altrimenti
    > negli usa scoppierebbe uno
    > scandalo!

    ah beh! se negli USA è ammesso allora siamo a posto! di sicuro nulla di illecito o immorale... e quandi mai... se lo fanno loro allora va bene, anzi, dobbiamo imitarli... mica volgiamo essere un freno all'economia, alla crescita, allo sviluppo....
    non+autenticato
  • - Scritto da: mimmo
    > cortesemente, spieghi dove hai letto o si intende
    > "corruzione"?
    >
    > NB:Fare lobbying non vuol dire necessariamente
    > corruzione o cose
    > illecite.

    ma noooooooooo... eh certo!

    come i medici che se ne stanno alle maldive per un mese ai congressi organizzati (e pagati) delle multinazionali farmaceutiche o delle attrezzature medicali...
    nulla di illecito, per carità... è lobbying...

    o come le multinazionali ICT che quando vendono un pacco di licenze a PA e aziende ne danno un tot per "uso personale" ai responsabili/referenti degli acquisti ICT...
    nulla di illecito, per carità... è lobbying...

    eccetera...


    ma sono pratiche commerciali lecite, è lobbying, mercato, consumi... un bene per l'economia no?

    e che problema c'è?
    non+autenticato
  • Secondo me con i fatturati che hanno per ungere, convincere e compagnia spendono ben altro. Solo che non sono spese ufficiali di lobbying ma consulenza da 100.000 dollari alla cugina del deputato x, 50.000 euro di fondi per la campagna elettorale di y ecc. ecc.

    Ben altro spendono. Se ne spendessero cosi' pochi basterebbe una sottoscrizione tra noi consumatori per avere delle leggi decenti in materia. Tipo che se un sofware perche' e' fatto male ti manda in malora i dati con il cavolo che non c'e' responsabili. Tipo che la privacy e' qualcosa di serio ... Tipo insomma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: BigG
    > Secondo me con i fatturati che hanno per ungere,
    > convincere e compagnia spendono ben altro. Solo
    > che non sono spese ufficiali di lobbying ma
    > consulenza da 100.000 dollari alla cugina del
    > deputato x, 50.000 euro di fondi per la campagna
    > elettorale di y ecc.
    > ecc.
    >
    > Ben altro spendono. Se ne spendessero cosi' pochi
    > basterebbe una sottoscrizione tra noi consumatori

    ehi! piano con le offese!
    Occhiolino

    > per avere delle leggi decenti in materia. Tipo
    > che se un sofware perche' e' fatto male ti manda
    > in malora i dati con il cavolo che non c'e'
    > responsabili. Tipo che la privacy e' qualcosa di
    > serio ... Tipo
    > insomma.

    Tipo che basta confrontare il numero dei commenti (= indicatore di interesse) per articoli come questo con il numero dei commenti per articoli "tipo" sul nuovo "sistema" DRM-FULL di una qualche multinazionale... per capire che non ci sono molte speranze...
    non+autenticato
  • a.
    >
    > Tipo che basta confrontare il numero dei commenti
    > (= indicatore di interesse) per articoli come
    > questo con il numero dei commenti per articoli
    > "tipo" sul nuovo "sistema" DRM-FULL di una
    > qualche multinazionale... per capire che non ci
    > sono molte
    > speranze...

    Nessuna direi, diciamo che il pubblico e' eroinomane, se non ha la sua dose di consumi multimediali delle major va in astinenza e pensa di essere furba a piratare materiale quando con uno sciopero degli acquisti di un solo mese, niente in fondo, cambierebbe tutto.

    Idem per i problemi di privacy e di qualita' del sofware e di quanto i grandi boss delle multinazionali decidano di come dobbiamo vivere e ce la mettono sempre li'. Uno non si pone nemmeno il problema, che bella gmail che funziona bene ed e' gratis, e gdocs? Vuoi mettere e tutti a correre a farsi schedare e a dargli dati e dati e dati. Sarebbe da farci un raccontino di fantascienza, un tipo, il nostro eroe passa la vita a usare un fornitore di contenuti e finisce che quando vuole ricordarsi un qualcosa del suo passato o raccontarlo a qualcuno deve pagare le royalty al provider su cui ha raccontato tutta la sua vita, c'era una clausoletta dove cedeva tutti i diritti, per essere sicura ad un certo punto la grande compagnia gli installa un chip dove se prima non ha pagato gli inibisce i ricordi ... Verosimile, qualcuno vuole scriverlo ...
    non+autenticato