Windows XP alla Camera dei Deputati

Uno dei due rami del Parlamento italiano conferma con un accordo triennale l'adozione dei software Microsoft per tutti i computer desktop presenti nei propri uffici

Roma - La Camera dei Deputati per i prossimi tre anni utilizzerà sui numerosissimi personal computer presenti nei propri uffici software Microsoft e, in particolare, il sistema operativo Windows XP e la suite Office XP Professional.

In una nota, Microsoft ha spiegato di aver siglato con la Camera un accordo triennale, denominato "enterprise agreement", che prevede l'aggiornamento dell'intera gamma di soluzioni desktop dell'Assemblea. "In particolare - afferma la nota - l'accordo prevede la standardizzazione dell'intera piattaforma desktop presente alla Camera, con Windows XP e Office XP Professional".

L'agreement farà sì, dunque, che nei prossimi tre anni troveranno posto sui computer della Camera anche le future versioni dei due prodotti di punta di Microsoft, un'operazione che l'amministrazione della Camera vede come opportunità grazie alla standardizzazione della piattaforma utilizzata.
Secondo Microsoft, che non ha però rivelato il valore economico dell'importante contratto, "l'Enterprise Agreement rappresenta uno strumento contrattuale personalizzato" che permetterà alla Camera di pianificare per i prossimi tre anni le spese per il software principale utilizzato sui PC.
TAG: mercato
122 Commenti alla Notizia Windows XP alla Camera dei Deputati
Ordina
  • E finalmente l'America potra` fare il porco
    comodo suo anche dei computer del parlamento
    grazie al Total Information Awareness

    Siamo un popolo di santi navigatori e di poeti,
    ma di informatica non ne capiamo una mazza

    Pino Silvestre
    non+autenticato
  • La UE rilancia una politica di adozione di software libero, e a noi tocca pagare zio BILL............
    non+autenticato
  • La UE è anche quella che ci costringe a produrre meno latte di quello che consumiamo per comprarlo da Francia e Germania.

    Non tutto quello che fa la UE è buono.

    - Scritto da: Anonimo
    > La UE rilancia una politica di adozione di
    > software libero, e a noi tocca pagare zio
    > BILL............
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La UE è anche quella che ci costringe a
    > produrre meno latte di quello che consumiamo
    > per comprarlo da Francia e Germania.
    >
    > Non tutto quello che fa la UE è buono.

    gia' ... che cazzata scusa..
    e ci sara' qualche altro stato europeo che produce meno
    prosciutto o meno pasta o meno olio o meno acciaio o meno idioti per comprarli dall'Italia.
    Non e' che siamo nella UE solo per farci spillare quattrini eh,
    ci abbiamo guadagnato.
    Non foss'altro una prospettiva di pace, una moneta stabile e l'impossibilita' dei nostri governanti di produrre altre voragini nel nostro debito pubblico..
    non+autenticato
  • Ciò non toglie che non tutto quello che dice la UE sia per forza positivo.

    Certamente se non ci fossero stati più vantaggi che svantaggi non saremmo dentro. Ma smettiamola di essere eurointegralisti. Tra l'altro proprio in questo periodo in cui l'UE ha dato una bella prova di insignificanza politica (crisi Iraq).


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > gia' ... che cazzata scusa..
    > e ci sara' qualche altro stato europeo che
    > produce meno
    > prosciutto o meno pasta o meno olio o meno
    > acciaio o meno idioti per comprarli
    > dall'Italia.
    > Non e' che siamo nella UE solo per farci
    > spillare quattrini eh,
    > ci abbiamo guadagnato.
    > Non foss'altro una prospettiva di pace, una
    > moneta stabile e l'impossibilita' dei nostri
    > governanti di produrre altre voragini nel
    > nostro debito pubblico..
    non+autenticato
  • > Ciò non toglie che non tutto quello che dice
    > la UE sia per forza positivo.
    >
    > Certamente se non ci fossero stati più
    > vantaggi che svantaggi non saremmo dentro.
    > Ma smettiamola di essere eurointegralisti.

    gia', vedi attentati vari all'integrit'a dei prodotti
    tipici italiani....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    [...]
    > Non tutto quello che fa la UE è buono.

    E perchè quello che fa la Microsoft si???
    non+autenticato
  • Microsoft è un'azienda che fa i propri interessi.

    L'UE è un organismo che, si suppone, debba fare i nostri.

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > [...]
    > > Non tutto quello che fa la UE è buono.
    >
    > E perchè quello che fa la Microsoft si???
    non+autenticato
  • Io sono d'accordo, ma questo implica che l'UE è sicuramente meglio di MS.
    Come dici MS l'unica cosa che gli interessa è fare appunto i propri interessi, di noi non gliene frega un'accidente, l'UE è supposta fare i nostri interessi, e anche se li fa male cerca comunque di farli il che è già di per se stesso lodevole.

    Per il software è identico, preferisci un software fatto da una ditta che fa unicamente i propri interessi o del soft sviluppato da una comunità che fa gli interessi (o cerca di farli) dei membri della comunità stessa?

    - Scritto da: Anonimo
    > Microsoft è un'azienda che fa i propri
    > interessi.
    >
    > L'UE è un organismo che, si suppone, debba
    > fare i nostri.
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > [...]
    > > > Non tutto quello che fa la UE è buono.
    > >
    > > E perchè quello che fa la Microsoft si???
    non+autenticato

  • > Per il software è identico, preferisci un
    > software fatto da una ditta che fa
    > unicamente i propri interessi o del soft
    > sviluppato da una comunità che fa gli
    > interessi (o cerca di farli) dei membri
    > della comunità stessa?

    da quando redhat o suse fanno i miei interessi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Per il software è identico, preferisci un
    > > software fatto da una ditta che fa
    > > unicamente i propri interessi o del soft
    > > sviluppato da una comunità che fa gli
    > > interessi (o cerca di farli) dei membri
    > > della comunità stessa?
    >
    > da quando redhat o suse fanno i miei
    > interessi?

    RedHat e SuSE fanno i loro interessi, ma RedHat e SuSE non sono gli unici rappresentanti della comunità OpenSource.
    I veri rappresentanti dell'OpenSource non sono ne RedHat, ne Mandrake (anche se tutti e due contribuiscono parecchio), ne SuSE, ne IBM, ne HP, ne Sun, ne Dell, ne ...
    I veri rappresentanti dell'OpenSource siamo noi, la gente che usa l'OpenSource, che fa propaganda per l'OpenSource, che sviluppa o corregge i programmi OpenSource, che risponde in un forum alle critiche all'OpenSource.

    Io tendo più facilmente a credere di ottenere un miglior impegno e risultato da me stesso e da tutti quelli che collaborano con me piuttosto che da MS o da qualunque altra ditta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io sono d'accordo, ma questo implica che
    > l'UE è sicuramente meglio di MS.
    > Come dici MS l'unica cosa che gli interessa
    > è fare appunto i propri interessi, di noi
    > non gliene frega un'accidente, l'UE è
    > supposta fare i nostri interessi, e anche se
    > li fa male cerca comunque di farli il che è
    > già di per se stesso lodevole.
    >
    > Per il software è identico, preferisci un
    > software fatto da una ditta che fa
    > unicamente i propri interessi o del soft
    > sviluppato da una comunità che fa gli
    > interessi (o cerca di farli) dei membri
    > della comunità stessa?
    >
    Mi sembra un atteggiamento un po' troppo buonista, il tuo.

    Microsoft, se nel fare i suoi interessi fa anche i miei, prende i soldi anche la prossima volta che decido di fare un acquisto. Se no cambio fornitore e buonanotte al secchio.

    La UE prende i miei soldi con le tasse A PRESCINDERE. Quindi se fa male il suo lavoro, a me non sta bene la risposta "be', ci hanno provato". Perché. se la UE non fa i miei interessi, non posso dire: "la prossima volta mi rivolgerò alla concorrenza".
    non+autenticato
  • Io ero uno di quelli che vedeva, nella conferenza del 25 marzo di Richard Stalmann (tenutasi al senato!!!) un bagliore di luce!!

    Ed invece niente!!!
    Bill Colpisce ancora!!!

    -Con il suo codice segreto
    -con le sue incompatibilità a versioni precedenti
    -con le sue necessità di hardware sempre più veloci
    -con il suo copyright
    -con i suoi bug
    ...
    -con i nostri $$$ !!!!
    non+autenticato
  • ma voi dareste ad un parlamentare italiano linux? a mio avviso è tanto se sanno lanciare il solitario, purtroppo.
    non+autenticato
  • In fondo usare un desktop windows oppure uno Linux è lo stesso (anzi meglio un desktop Linux!)
    Per quanto riguarda la semplicità d'uso!

    Ma il bello è che vengono spesi parecchi soldi per insegnare ,ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni, ad usare prodotti Micro$!

    Poichè esiste una valida alternativa sia dal punto di vista della sicurezza che della stabilità, ad ohni prodotto Micro$...
    ... non vedo il perchè si debba continuare su questa strada!!!

    non+autenticato
  • > In fondo usare un desktop windows oppure uno
    > Linux è lo stesso (anzi meglio un desktop
    > Linux!)
    > Per quanto riguarda la semplicità d'uso!

    ah si! proprio.....

    > Ma il bello è che vengono spesi parecchi
    > soldi per insegnare ,ai dipendenti delle
    > pubbliche amministrazioni, ad usare prodotti
    > Micro$!

    giusto, per linuzzo invece la formazione
    costa 'na pizza e du bire

    > Poichè esiste una valida alternativa sia dal
    > punto di vista della sicurezza che della
    > stabilità, ad ohni prodotto Micro$...
    > ... non vedo il perchè si debba continuare
    > su questa strada!!!

    torna sui libri va...
    non+autenticato
  • Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo stato dovrebbe essere obbligato a divulgare esattamente quanto e' stato pagato per quante licenze di che cosa.

    Almeno poi ogni cittadino potra' fare le sue valutazioni personali partendo da un dato oggettivo.

    So perfettamente che tutto cio' non succedera'.

    Saluti
  • Hai perfettamente ragione.
    E penso anche che trattandosi di soldi pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno tenere conto delle soluzioni alternative a costi inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma non voglio inveire contro i deputati: tanto non capiscono una mazza, a loro basta spendere! Arrabbiato
    non+autenticato
  • Il problema è che l'alternativa di cui parli non è 2a costi inferiori".

    Il costo di una piattaforma non è solo nel costo del software. Anzi il cost del software pesa sul costo della piattaforma solo per il 5% (fonte Gartner Group).

    I costi grossi sono sulla manutenzione, sulla formazione, e altro.

    Tu dici che i deputati non capiscono una mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello che non capisce una mazza sei tu?

    - Scritto da: Anonimo
    > Hai perfettamente ragione.
    > E penso anche che trattandosi di soldi
    > pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno tenere
    > conto delle soluzioni alternative a costi
    > inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma
    > non voglio inveire contro i deputati: tanto
    > non capiscono una mazza, a loro basta
    > spendere! Arrabbiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Il problema è che l'alternativa di cui parli
    > non è 2a costi inferiori".
    >
    > Il costo di una piattaforma non è solo nel
    > costo del software. Anzi il cost del
    > software pesa sul costo della piattaforma
    > solo per il 5% (fonte Gartner Group).
    >
    > I costi grossi sono sulla manutenzione,
    > sulla formazione, e altro.
    >
    > Tu dici che i deputati non capiscono una
    > mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello
    > che non capisce una mazza sei tu?

    Infatti.
    Se si afferma che i deputati non capiscono una mazza (visti anche i casini fatti da Cossiga con XP) mi immagino quanta esperienza possano avere con linux et simili...Sorride
    spino
    1093

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il problema è che l'alternativa di cui parli
    > non è 2a costi inferiori".
    >
    > Il costo di una piattaforma non è solo nel
    > costo del software. Anzi il cost del
    > software pesa sul costo della piattaforma
    > solo per il 5% (fonte Gartner Group).
    >
    > I costi grossi sono sulla manutenzione,
    > sulla formazione, e altro.
    >
    > Tu dici che i deputati non capiscono una
    > mazza. Ti sei mai chiesto se per caso quello
    > che non capisce una mazza sei tu?

    Quindi ciò che tu mi dici è che i deputati sono perfettamente abili con lo strumento Windows+Office e che cambiare anche solamente da MSOffice a OpenOffice.org necessiterebbe una loro rieducazione con grande spesa da parte della PA, mentre adottando MSOffice si sfruttano le loro competenze già acquisite.

    Lasciami dubitare. Non penso che i nostri ministri abbiano grandi competenze nel campo informatico e che in ogni caso sarà necessaria una loro formazione.

    A questo punto perchè non risparmiare almeno su Office prendendo un'alternativa libera?

    > - Scritto da: Anonimo
    > > Hai perfettamente ragione.
    > > E penso anche che trattandosi di soldi
    > > pubblici, lo stato dovrebbe perlomeno
    > tenere
    > > conto delle soluzioni alternative a costi
    > > inferiori (OpenSource vi dice qlcs?)... Ma
    > > non voglio inveire contro i deputati:
    > tanto
    > > non capiscono una mazza, a loro basta
    > > spendere! Arrabbiato
    non+autenticato
  • La formazione è anche per coloro che gestiscono e danno supporto.

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > Lasciami dubitare. Non penso che i nostri
    > ministri abbiano grandi competenze nel campo
    > informatico e che in ogni caso sarà
    > necessaria una loro formazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La formazione è anche per coloro che
    > gestiscono e danno supporto.

    No, quella formazione tocca alle aziende che forniscono e danno supporto. Solo che lì sì che ci sono manovre strane!
    Se un fornitore non è in grado di supportare i sistemi che tu possiedi, beh, cambi fornitore...

        Perisher

  • - Scritto da: NeutrinoPesante
    > Poiche' si tratta di soldi pubblici, lo
    > stato dovrebbe essere obbligato a divulgare
    > esattamente quanto e' stato pagato per
    > quante licenze di che cosa.

    Non lo hanno mai fatto, neppure per le tasse. Perche' dovrebbero farlo per questo. Per lorsignori e' una questione di stile.

    > Almeno poi ogni cittadino potra' fare le sue
    > valutazioni personali partendo da un dato
    > oggettivo.

    Anche il fatto che le cifre vengano poco divulgate e' un dato in se' oggettivo e rivelatore, del quale dovremmo tutti tenere conto.

    > So perfettamente che tutto cio' non
    > succedera'.
    >
    > Saluti
    Ciao

    pi_n@
    non+autenticato
  • Ottime osservazioni le vostre, ma si rischia a mio avviso di perdere il contatto con il problema principale:

    il costo in se per se non è la cosa principale da valutare, in quanto prioritario è il servizio al cittadino;

    MS per pubblicità può aver regalato le licenze (marketing), la società di supporto può fare il 50% del costo (marketing) ... ma se alla fine siamo obbligati a ricevere documenti in formato proprietario MS .. lì si che c'e' di che xxxxxx "incavolarsi".

    minor costo non vale necessariamente miglior servizio (e viceversa), in ogni caso l'operazione per la Camera dei Deputati non peserà gran che sul Budget italiano, ma se creiamo un vincolo ed un precedente, allosa SI.

    Ciao
    Marco
    non+autenticato
  • Se la PA fosse in grado di produrre un QUALUNQUE servizio in grado di soddisfare più del 90% dell'utenza (come sarebbe nel caso dei formati proprietari, ma comunque diffusi a stragrande maggioranza) sarebbe già grasso che cola.

    Perché non cominciamo a fare qualche polemica sulle barriere architettoniche negli edifici pubblici o sulla trasparenza della PA che hanno un'inidenza molto maggiore rispetto a quella che ha il formato elettronico dei documenti?

    - Scritto da: Anonimo
    > Ottime osservazioni le vostre, ma si rischia
    > a mio avviso di perdere il contatto con il
    > problema principale:
    >
    > il costo in se per se non è la cosa
    > principale da valutare, in quanto
    > prioritario è il servizio al cittadino;
    >
    > MS per pubblicità può aver regalato le
    > licenze (marketing), la società di supporto
    > può fare il 50% del costo (marketing) ... ma
    > se alla fine siamo obbligati a ricevere
    > documenti in formato proprietario MS .. lì
    > si che c'e' di che xxxxxx "incavolarsi".
    >
    > minor costo non vale necessariamente miglior
    > servizio (e viceversa), in ogni caso
    > l'operazione per la Camera dei Deputati non
    > peserà gran che sul Budget italiano, ma se
    > creiamo un vincolo ed un precedente, allosa
    > SI.
    >
    > Ciao
    > Marco
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se la PA fosse in grado di produrre un
    > QUALUNQUE servizio in grado di soddisfare
    > più del 90% dell'utenza (come sarebbe nel
    > caso dei formati proprietari, ma comunque
    > diffusi a stragrande maggioranza) sarebbe
    > già grasso che cola.
    >
    > Perché non cominciamo a fare qualche
    > polemica sulle barriere architettoniche
    > negli edifici pubblici o sulla trasparenza
    > della PA che hanno un'inidenza molto
    > maggiore rispetto a quella che ha il formato
    > elettronico dei documenti?

    In fondo perchè preoccuparsi delle barriere architettoniche?
    Come con il software proprietario, gli edifici come sono ora sono più che soddisfacenti per il 90% della popolazione, il 10% restante che si adegui comperando il necessario per superare le barriere architettoniche. Non credi?

    In fondo lo stato deve unicamente occuparsi di accontentare il 90% dei suoi cittadini, il 10% restante non è che una minoranza e come ogni minoranza va semplicemente ignorata.

    Che importa se spendendo un po' di meno o un po' di più si ottiene una soddisfazione del 100%, una volta che lo sforzo per soddisfare il 90% è fatto non vedo perchè cercare oltre. Anzi, consiglierei di soddisfare sempre e solamente i più ricchi e i più potenti perchè in fondo sono quelli che contano. Quelli che non possono pagarsi Windows XP + Office (che costa comunque un bel po' di più che Linux + OpenOffice) non hanno che a tacere e a non rompere le balle allo stato.

    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ottime osservazioni le vostre, ma si
    > rischia
    > > a mio avviso di perdere il contatto con il
    > > problema principale:
    > >
    > > il costo in se per se non è la cosa
    > > principale da valutare, in quanto
    > > prioritario è il servizio al cittadino;
    > >
    > > MS per pubblicità può aver regalato le
    > > licenze (marketing), la società di
    > supporto
    > > può fare il 50% del costo (marketing) ...
    > ma
    > > se alla fine siamo obbligati a ricevere
    > > documenti in formato proprietario MS .. lì
    > > si che c'e' di che xxxxxx "incavolarsi".
    > >
    > > minor costo non vale necessariamente
    > miglior
    > > servizio (e viceversa), in ogni caso
    > > l'operazione per la Camera dei Deputati
    > non
    > > peserà gran che sul Budget italiano, ma se
    > > creiamo un vincolo ed un precedente,
    > allosa
    > > SI.
    > >
    > > Ciao
    > > Marco
    non+autenticato

  • Ricominciate a fare lettere, petizioni, lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi aperti, chiedere commissioni. Intanto gli altri si assicurano gli strumenti per *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la vostra amata commissione, che ai vostri occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne riparliamo tra tre anni.
    non+autenticato
  • > Ricominciate a fare lettere, petizioni,
    > lagnarvi, pestare i piedi, vestirivi da
    > pagliaggi fuori dal senato, sognare ad occhi
    > aperti, chiedere commissioni. Intanto gli
    > altri si assicurano gli strumenti per
    > *lavorare*. Avete visto a cosa e' servita la
    > vostra amata commissione, che ai vostri
    > occhi doveva mettere una pietra sopra MS? Ne
    > riparliamo tra tre anni.


           Vista l'accoglienza che il nostro amatissimo
            presidente del consiglio ha fatto a gates
           cosa ci potevamo aspettare!!!
           Tra monopolisti ci si intende molto bene.

             E IO PAGOOOO !!!!!!!!!!


    non+autenticato
  • >           E IO PAGOOOO !!!!!!!!!!

    anche io pago, e mi sta bene
    o la democrazia vale solo quando
    le cose sono come dici tu ?
    non+autenticato
  • Non si tratta di sognare, si tratta di far capire al POPOLO quanto denaro pubblico viene letteralmente BUTTATO VIA! E non solo in ambito di informatizzazione... purtroppo...

    E cmq ci sono già parecchi governi al mondo che usano Linux, in Germania un intero Ministero sta passando a Linux... e noi qui, a guardare... e come dei fessi a credere che Gates sia Dio!!! Arrabbiato
    non+autenticato
  • Visti i numeri dell'economia tedesca, devo dire che non mi stupisce per niente che antepongano il valore "ideologico" a quello economico.

    Anche per quanto riguarda i SO. Mi ricorda molto la scelta del piano agricolo di Mao: l'orzo è pianta borghese, il riso è proletario. Per cui: tutti a coltivare riso, anche dove non ci sono le condizioni climatiche. L'effetto: una carestia che ha fatto milioni di morti.

    Aspettiamo i numeri della scelta ideologica tedesca. Rideremo con calma in seguito.

    - Scritto da: Anonimo
    > E cmq ci sono già parecchi governi al mondo
    > che usano Linux, in Germania un intero
    > Ministero sta passando a Linux...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Visti i numeri dell'economia tedesca, devo
    > dire che non mi stupisce per niente che
    > antepongano il valore "ideologico" a quello
    > economico.
    >
    > Anche per quanto riguarda i SO. Mi ricorda
    > molto la scelta del piano agricolo di Mao:
    > l'orzo è pianta borghese, il riso è
    > proletario. Per cui: tutti a coltivare riso,
    > anche dove non ci sono le condizioni
    > climatiche. L'effetto: una carestia che ha
    > fatto milioni di morti.
    >
    > Aspettiamo i numeri della scelta ideologica
    > tedesca. Rideremo con calma in seguito.

    L'unica carestia potrebbe sembrare, sembra, quella intellettuale dei pro-microsoft, ma ormai abbiamo capito che siete tutti stipendiati microsoft (impiegati...???...) e dovreste vergognarvi a comportarvi in modo così viscido, a prescindere da qualunque cosa. Ora capite perchè la gente vi odia?

    Comunque le prove sono queste:

    -Sono arrivate lettere di microsoft a punto informatico e pubblicate, quindi leggete il quotidiano e sicuramente partecipate al forum.
    -Più che spesso (spero non anche volentieri) punto informatico ospita le vostre campagne banner (che poi a me fanno una più schifo dell'altra).
    -In alcuni post avete ammesso di essere dipendenti o di diventarlo entro un certo periodo di tempo.

    Siete un cancro per la società e anche per il mio portafogli, non compra roba vostra (0) ma mi tocca pagare lo stesso per quei fessi dei politicanti...

    Sono indignato
    non+autenticato
  • Bravo, indignati!

    Adesso rispondi anche, o ti limiti a piagnucolare?

    Anche se le risposte arrivano da un pro-microsoft (dipendente???), ma hanno un senso logico, mi sembra controproducente per la causa anti-MS rispondere con una sequela di insulti senza costrutto.

    - Scritto da: Anonimo

    > L'unica carestia potrebbe sembrare, sembra,
    > quella intellettuale dei pro-microsoft, ma
    > ormai abbiamo capito che siete tutti
    > stipendiati microsoft (impiegati...???...) e
    > dovreste vergognarvi a comportarvi in modo
    > così viscido, a prescindere da qualunque
    > cosa. Ora capite perchè la gente vi odia?
    >
    > Comunque le prove sono queste:
    >
    > -Sono arrivate lettere di microsoft a punto
    > informatico e pubblicate, quindi leggete il
    > quotidiano e sicuramente partecipate al
    > forum.
    > -Più che spesso (spero non anche volentieri)
    > punto informatico ospita le vostre campagne
    > banner (che poi a me fanno una più schifo
    > dell'altra).
    > -In alcuni post avete ammesso di essere
    > dipendenti o di diventarlo entro un certo
    > periodo di tempo.
    >
    > Siete un cancro per la società e anche per
    > il mio portafogli, non compra roba vostra
    > (0) ma mi tocca pagare lo stesso per quei
    > fessi dei politicanti...
    >
    > Sono indignato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo, indignati!

    Si, mi indigno

    > Adesso rispondi anche, o ti limiti a
    > piagnucolare?

    Quand'è che ho piagnucolato?

    > Anche se le risposte arrivano da un
    > pro-microsoft (dipendenteOcchiolino, ma hanno un
    > senso logico, mi sembra controproducente per
    > la causa anti-MS rispondere con una sequela
    > di insulti senza costrutto.

    Non esiste una causa anti-microsoft, esiste una causa contro i soldi buttati nel cesso... Soprattutto i miei.

    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non esiste una causa anti-microsoft, esiste
    > una causa contro i soldi buttati nel
    > cesso... Soprattutto i miei.
    >
    Allora ringrazia che abbiano fatto un accordo con MS e non con qualche improbabile azienda di Open/Free/Sa'lcazzo di proprietà del cugino del sottosegretario che avrebbe riempito la Camera di software spazzatura, ma tutto assolutamente Open.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Non esiste una causa anti-microsoft,
    > esiste
    > > una causa contro i soldi buttati nel
    > > cesso... Soprattutto i miei.
    > >
    > Allora ringrazia che abbiano fatto un
    > accordo con MS e non con qualche improbabile
    > azienda di Open/Free/Sa'lcazzo di proprietà
    > del cugino del sottosegretario che avrebbe
    > riempito la Camera di software spazzatura,
    > ma tutto assolutamente Open.

    Ci credi che non so più cosa rispondere? Io ci rinuncio, sono sconvolto che da qualche parte nel mondo ci sia tu che scrivi della tua idiozia e chiusura mentale completa, ma tutto sommato, perchè perdere tempo con te? Ciao
    non+autenticato
  • > Ci credi che non so più cosa rispondere? Io
    > ci rinuncio, sono sconvolto che da qualche
    > parte nel mondo ci sia tu che scrivi della
    > tua idiozia e chiusura mentale completa, ma
    > tutto sommato, perchè perdere tempo con te?
    > Ciao

    Allora perdine ancora meno di tempo, evita
    anche di trollare cosi' ne perdiamo meno
    pure noi

    aloha
    4751
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)