Non è Quake, è shopping on-line

HP ha presentato una tecnologia che, a suo dire, nel giro di pochi anni consentirà finalmente ai consumatori di aggirarsi per gli scaffali 3D di supermercati virtuali. Su Internet, ma anche su TV digitale e telefonini 3G

Palo Alto (USA) - Sono anni che si pronostica l'arrivo della tecnologia 3D nel mondo dell'e-commerce, ma ad oggi - vuoi per la crisi della new economy, vuoi per l'ancor limitata diffusione delle connessioni a larga banda - i negozi on-line in terza dimensione sono rimasti esperimenti isolati.

HP sembra decisa però decisa a cambiare le cose, e anche in fretta. Di recente il colosso ha presentato il proprio progetto VEDA (Virtual Environment Design Automation), una tecnologia che sposa ambientazioni virtuali 3D basate sulle API OpenGL con metadati in standard XML. HP sostiene che VEDA permette di visualizzare un database per l'e-commerce in 3D e creare negozi on-line in cui si possa camminare, ci si possa guardare attorno e si possano manipolare i prodotti esibiti sugli scaffali virtuali.

Per realizzare VEDA, HP sostiene di essersi ispirata ai videogiochi in prima persona, come Doom e Quake, ed in particolar modo alla loro interfaccia.
"In VEDA, come nei giochi 3D, avete un'interfaccia che anche un bambino di 10 anni può apprendere", ha detto Nelson Chang, ricercatore presso HP. "Al posto di una pagina Web statica, voi avrete un ambiente interattivo capace di soddisfare l'occhio del consumatore e in grado di portare su Internet tutti i vantaggi di un negozio fisico".

Chang ha spiegato che attraverso l'infrastruttura su cui poggia VEDA gli sviluppatori possono facilmente integrare fra loro contenuti multimediali come audio, video, grafica e poligoni, consentendo loro di modellare ogni singolo oggetto e dotarlo di caratteristiche quanto più vicine a quelle reali.

L'idea di navigare il Web in 3D è, come si è detto in precedenza, tutt'altro che nuova: fra le aziende che già offrono tecnologie di questo tipo vi sono, ad esempio, Browse3D e 2ce. HP sostiene tuttavia che la propria soluzione integra tecnologie più avanzate e può essere applicata ad una più vasta gamma di media, inclusa la TV digitale e le reti mobili 3G.

Per poter navigare nei mondi 3D creati con VEDA, agli utenti basterà installare un piccolo plug-in compatibile con Internet Explorer e Netscape. Non resta quindi che attendere l'arrivo della prima soluzione commerciale basata sulla tecnologia di HP.
TAG: sw
18 Commenti alla Notizia Non è Quake, è shopping on-line
Ordina
  • Siamo sicuri che serva veramente a qualcosa? Se vogliamo un'interfaccia rapida ed efficente per il commercio elettronico, mi sembra che quella di girare come in quake nei tra gli scaffali di un negozio virtuale sia una pessima opzione. Resto abbastanza dubbioso anche rispetto i vantaggi di mostrare l'oggetto in 3d, dato che aggiunge poco alle normali fotografie e non puo' dare quelle sensazioni relative alla solidita' e alla qualita' costruttiva che si possono avere solo toccando con mano il prodotto. Mi sembra, in definitiva, un'ottima risposta ad una domanda che nessuno ha fatto.
    non+autenticato
  • Mettere contenuti 3D su rete e' senza dubbio difficile per i seguenti problemi:

    1) Sviluppare contenuti 3D interessanti e' MOLTO difficile. Ci vogliono giorni, settimane, mesi. Non e' come scrivere pagine HTML.

    2) Il modem non basta. Ci vuole almeno una ADSL.

    3) Le vecchie tecnologie (VRML etc) sono state progettati sui principi sbagliati e realizzate male (almeno fino a tempi recenti).

    Credo pero' che tutto questo lentamente cambiera'. Il 3d su web e' inevitabilmente il futuro.
    Intanto, senza andare troppo lontano, date un'occhiata a questo sito: www.vrmedia.it e specie alla pagina dei demos. Il kit di sviluppo e' downloadabile aggratis!

    Buon divertimento.
    non+autenticato
  • Un sito web non è un locale fisico. Un negozio è organizzato per sfruttare al meglio lo spazio, un sito deve essere organizzato per sfruttare al meglio la superficie piatta di un monitor.
    Prendete ad esempio tutti quei programmi che cercano di simulare un oggetto fisico (tipicamente i player multimediali): sono arrivati a mettere delle manopole per regolare il volume, finché non si sono accorti che girare una manopola con un mouse è un tantino scomodo. E i programmi per i sintonizzatori TV, mi spiegate perché devono piazzare il numero del canale proprio sull'immagine, con tutto lo spazio che c'è??? Si preoccupano persino di farlo con gli stessi caratteri verdi di un vero televisore...

    Ok, ho divagato un po', ma era solo per farvi capire che simulare a tutti i costi un oggetto o ambiente fisico su un computer è inutile se non deleterio. I negozi online vanno benissimo così come sono, anzi dovrebbero avere meno fronzoli: ne ho visti alcuni che, a forza di fronzoli, erano inutilizzabili, per non parlare della compatibilità con i browser...

  • Tutto bello e affascinante certamente. Io sono il primo a voler navigare virtualmente in un supermercato virtuale facendola spesa online senza perdere 2 ore per cercare parcheggio...

    Tornando con i piedi per terra, ci rendiamo conto che oggi per molti è ancora impossibile fruire di connessioni ADSL a 256kbps ?

    E i fortunati possessori di ADSL devono fare continuamente i conti con la congestione della rete cosicchè il loro Mbps di banda teorica diviene un singhiozzante 256kbps nel migliore dei casi?

    Gli unici che potrebbero seriamente fruire di una tecnologia del genere in modo umano sono gli utenti Fastweb a 10Mbps, ammettendo di poter avere sempre banda piena.

    Dunque ne possiamo riparlare in modo più concreto non prima del 2010.
    Fino ad allora teniamoci stretti la lista dei link dei prodotti con relativa foto descrittiva. E che sia una pagina leggera senza fronzoli, siamo al limite della navigabilità anche così.....

    Tamerlano




















    non+autenticato
  • creare tutto l'ambiente 3d, predisporlo per essere installato come applicazione come se fosse appunto quake, e sfruttare la banda web esclusivamente per il donwload degli aggiornamenti? tipo, per un supermarket online, i prodotti nuovi eventuali modifiche degli ambienti.. ecc.
    il tutto "girerebbe" molto + veloce e di qualità grafica superiore.
    dico una cazzata? è gia quello che sta facendo hp?
    ditemi voi...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)