Alessandro Del Rosso

Sono più verdi le DDR3 di Samsung

Il gigante coreano ha annunciato il lancio, dopo l'estate, di memorie DDR3 prodotte con una tecnologia a 30 nanometri. Samsung sostiene che saranno ancora più economiche e attente ai consumi

Roma - Dopo aver annunciato memorie NAND flash con circuiti a 30 nanometri, Samsung è ora pronta ad estendere questa tecnologia di processo anche alle sue memorie DDR3 verdi.

DDR3 30 nmIl colosso coreano afferma di essere il primo ad aver prodotto, seppure al momento solo in quantità limitate, moduli di memoria DDR3 con tecnologia di processo a 30 nm. Un traguardo che secondo il presidente della divisione Memorie di Samsung, Soo-In Cho, "dovrebbe mantenerci nella posizione più competitiva del mercato".

"La nostra tecnologia di processo a 30 nm fornirà agli utenti le più avanzate memorie DDR3 a basso consumo oggi disponibili sul mercato e, di conseguenza, le più efficienti soluzioni DRAM per i dispositivi elettronici di consumo e i server", ha continuato il dirigente coreano. Tra i dispositivi consumer Samsung include netbook, notebook e PC desktop.
Rispetto alla precedente tecnologia produttiva a 40 nm, Samsung afferma che quella a 30 nm le consente di incrementare la produttività del 60% e di raddoppiare la resa per wafer rispetto ai processi da 50 e 60 nm: ciò dovrebbe tradursi in prezzi ancora più bassi per l'utente finale. Le nuove memorie DDR3 di Samsung, prodotte sia nella versione a 1,5 volt che in quella a 1,35 volt, promettono inoltre di ridurre ulteriormente i consumi: quelle destinate ai computer portatili assorbiranno, secondo l'azienda, circa 3 watt l'ora, "Solo il 3% del consumo complessivo di un tipico notebook", dichiara Samsung.

Samsung avvierà la produzione in volumi delle nuove memorie DDR3 a 30 nm nella seconda parte dell'anno. Per maggiori informazioni sulla linea di memorie Green DDR3 del produttore coreano è possibile visitare questa pagina.

Alessandro Del Rosso