Claudio Tamburrino

Germania, porte aperte a OpenOffice

Domina sempre il pacchetto di Microsoft ma, in attesa della versione 2010, un PC tedesco su cinque utilizza la suite open

Roma - Secondo una statistica condotta da Webmasterpro.de, ISP tedesco, oltre il 21 per cento dei PC tedeschi utilizzerebbero OpenOffice, StarOffice o Lotus Symphony.

L'indagine è stata condotta con l'utilizzo delle informazioni ottenute tramite il "FlashCounter Statistics Service" dell'ISP, che è utilizzato su oltre 100 mila pagine Web: e che sarebbe in grado, analizzando i font installati, di risalire alla suite utilizzata dal singolo utente.

I risultati, se veritieri, oltre a confermare la supremazia di Microsoft Office (utilizzato da circa il 72 per cento degli utenti) dovuta anche alla consuetudine di utilizzo nei posti di lavoro, lascerebbero a iWork solo l'1,4 per cento e ancora meno (0,03 per cento) alla suite open source KOffice.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaOpen-PC, nato dalla comunitàIl progetto Open-PC ha annunciato la realizzazione di un computer basato su software open source e progettato in base ai suggerimenti della community di utenti
  • AttualitàODF e Microsoft, non è amore L'Alliance che sostiene il formato concorrente di OOXML cala la scure. Boccia il SP2 di Office 2007 su tutta la linea. Redmond, dice, non rispetta le promesse
  • AttualitàPerché l'Europa non usa l'open source? di A. Bottoni - Le spiegazioni fornite non convincono del tutto. Il rapporto fornito lascia delle zone grigie, che possono essere riempite con argomentazioni a sostegno della pluralità del software
  • TecnologiaProposti i nuovi volti di OpenOffice Vari membri della comunità di OpenOffice.org hanno sottoposto al vaglio di utenti e sviluppatori alcune proposte su come modificare l'interfaccia utente della famosa suite open source, e dunque il suo look, usabilità e accessibilità
  • TecnologiaOpenOffice 3.1 rinnova la sfida a MS OfficeLa celebre suite per l'ufficio open source arriva in una nuova versione che migliora molte funzionalità preesistenti e ne introduce di nuove, quali ad esempio il supporto all'antialiasing. Già disponibile in italiano