Mauro Vecchio

iTunes, grandi sorelle decrescono

Il CEO di Warner Music Group ammette che forse alzare i prezzi per la musica digitale non sia stata un'ottima idea. Soprattutto durante la recessione economica. Calate sensibilmente le vendite sull'online store di Apple

Roma - A canzoni storiche come quelle dei Rolling Stones era stato applicato un nuovo cartellino da negozio musicale online. Su iTunes, erano molti di più i brani venduti a 1,29 euro che quelli al prezzo ribassato di 69 centesimi. Le insistenti pressioni delle etichette discografiche avevano raggiunto il proprio scopo: che Apple abbracciasse uno schema di prezzi variabili per la musica digitale.

Era significato un aumento consistente del 30 per cento: brani passati a 1,29 euro dai classici (e fissi) 99 centesimi. Ma c'era da vedere come sarebbe andata a finire, quale sarebbe stato l'esito ineluttabile del mercato. E pare che, all'alba di questo 2010, le grandi sorelle del disco abbiano chinato il capo sconsolate. A partire da Warner Music Group.

In poche e semplici parole, le vendite di musica su piattaforme come iTunes stanno calando abbastanza vistosamente. E, sì, è colpa dei prezzi più alti. Ad illustrare questa decrescita, lo stesso CEO di Warner, Edgar Bronfman Jr.: durante la presentazione degli ultimi risultati fiscali dell'etichetta, Bronfman ha snocciolato dati poco incoraggianti per il futuro.
Innanzitutto, le vendite complessive su iTunes sono lievitate solo del 5 per cento alla fine dello scorso dicembre. Esattamente la metà del precedente 10 per cento registrato pochi mesi prima, a sua volta leggermente meno dell'11 per cento rilevato a giugno. I ricavi totali di Warner sono aumentati solo dell'8 per cento nel 2009, poca cosa rispetto al 20 per cento in più dell'anno precedente.

Cosa è successo? Edgar Bronfman ha provato a spiegarselo, insistendo sul fatto che lo schema variabile dei prezzi voluto da Warner e sorelle abbia portato buoni risultati nel complesso. C'è un però: lo stesso CEO di Warner ha ammesso che probabilmente l'aumento del 30 per cento sui brani - in particolare durante un periodo di crisi come quello attuale - non sia stata proprio una brillante idea.

Probabilmente perché più alto è il prezzo di un bene come una canzone digitale, meno unità vengono vendute, tenendo presente il difficoltoso periodo economico. Una lezione che - secondo alcuni - dovrebbe essere imparata a memoria dai grandi dell'editoria, che stanno attualmente contestando i prezzi degli ebook fissati da retailer online come Amazon.

L'industria vorrebbe cioè avere più libertà di manovra nel definire i prezzi dei vari libri in formato elettronico. Qui, sempre secondo Bronfman, gli editori potrebbero beneficiare dei prezzi variabili (e più alti) su dispositivi come iPad. Evidentemente alle sorelle del disco piace perseguire, insistere anche con la testa mezza fasciata.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
300 Commenti alla Notizia iTunes, grandi sorelle decrescono
Ordina
  • Ipotizziamo tre persone, chiamiamole Alberto, Bob e Carlo (A,B,C)

    - Alberto ha una casa, con regolare atto di proprietà. Bob compra la casa per centomila euro, e A. gli cede l'atto di proprietà. Carlo prende un momento l'atto di proprietà da B. , ne fa una fotocopia, poi lo rimette a posto. Poi C. entra nella casa, esibendo l'atto di proprietà fotocopiato, e dicendo che è sua (anche se in realtà non l'ha pagata).
    Questo è, grossomodo, paragonabile a quello che accade con la pirateria, sei d'accordo?

    -Alberto ha una casa, con regolare atto di proprietà. Bob compra la casa, ma Alberto non gli cede l'atto di proprietà, gli cede una fotocopia dell'atto di proprietà; poi Carlo arriva da A., vuole comprare la casa (non sapendo che A. l'ha già venduta a B.), ed A. fa un'altra fotocopia dell'atto di proprietà, si fa pagare una seconda volta (la prima volta si fa pagare da B., la seconda volta si fa pagare da C.).
    Quando B. e C. cercano di entrare nella casa nuova, si accorgono di avere entrambi l'atto di proprietà fotocopiato, vanno a lamentarsi da A., che replica "La casa è mia, non vostra, perchè l'atto di proprietà originale è mio".
    Questo è quello che accade con la vendita di un bene digitale.

    Ora, chi si comporta in modo scorretto? C., quando pirata, o A., quando vende due volte?
    non+autenticato
  • che strano all'improvviso siamo su punto edilizia

    a no e' la solita mistificatoria che confonde il diritto d'autore con il mattone
    bibop
    3451
  • Che strano, quando si tratta di dire che la pirateria è furto, tu e i tuoi compari vi mettete sempre a paragonare i beni digitali ai beni materiali; perchè se io faccio lo stesso tipo di paragone, a voi non va bene?

    Ma tu lavori per Apple, che te la prendi così?
    non+autenticato
  • sai com'e' su un forum pubblico ogni opinione postata e' soggetta a critica... se ti senti attaccato nell'intimo fino ad arrivare a comportamenti ignobili come quello che hai tenuto pochi giorni fa nessun problema.. ti metti slo in ridicolo...

    io ho solo scritto che hai una posizione al limite del ridicolo su questi argomenti, non c'e' l'ho con te.. e menchemmeno me la "prendo"...

    mi pare tu sia un po' troppo suscettibile alla critica...
    bibop
    3451
  • Mi pare che tu non sia capace di scrivere un post civile, nè a me, nè agli altri.

    Qualche campione a caso di come iniziano i tuoi post:
    "certe volte mi chiedo se hai 15 anni.... hai infilato una sequenza di stron/ate una dietro l'altra sembri pagato"

    "sul primo punto dimostri di essere un ignorante in materia.. "

    "doppo la trentina di righe di nulla mixato a qualunquismo che hai scritto ti aspetti una risposta??"

    "oppure ti sei reso conto che hai scritto una enorme scemenza e ti stai arrampicando sugli specchi tu??"

    "ma piantala... tieniti quel briciolo di dignita che ti e' rimasto ed evita di scrivere idiozie"


    Esempi presi a caso dai tuoi post, e rivolti a vari utenti: è questo il tuo modo normale di fare conversazione?
    non+autenticato
  • tu citassi anche i post ai quali rispondo e facessi menzione a quanti post vengono scambiati prima di quelli da te citati sarebbe un passo avanti per la tua dignita' intellettuale... ma e' troppo chiedere
    bibop
    3451
  • Nei post ai quali rispondi ti sono state fatte delle domande logiche, alle quali tu hai accuratamente evitato di rispondere. Ora, se hai qualcosa da dire in topic, dilla, altrimenti cuciti la bocca.
    non+autenticato
  • si certo.. domande logiche.. saltando di palo in frasca... ma per piacere.. torna a scaricare da youtube e a fregartene
    bibop
    3451
  • E tu torna a buttare i tuoi soldi in itunes...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bibop
    > tu citassi anche i post ai quali rispondo e
    > facessi menzione a quanti post vengono scambiati
    > prima di quelli da te citati sarebbe un passo
    > avanti per la tua dignita' intellettuale... ma e'
    > troppo
    > chiedere


    Si per esempio ai miei, in cui osavo mettere in dubbio l'attuale equilibrio fra diritti/doveri di un consumatore e la durata esagerata del diritto d'autore... solo insulti o risposte evasive, mai una risposta nel merito!
  • Oh ma anche un bambino sà che aumentando
    i prezzi calano le vendite... ma... ma...
    allora vuol dire che anch'io posso fare il CEO!!!
    A bocca aperta
    K%26S
    20
  • - Scritto da: K&S
    > Oh ma anche un bambino sà che aumentando
    > i prezzi calano le vendite... ma... ma...
    > allora vuol dire che anch'io posso fare il CEO!!!
    > A bocca aperta

    No, loro non lo sapevano, non hai le incompetenze richieste.
  • 20 Euro per 1 CD è veramente fuori da qualsiasi logica, ma 1 Euro per 1 canzone è ancora decisamente troppo. Figuriamoci 1,30. Per un failetto da qualche mega.
    Certo, certo, e l'attività creativa, certo, e gli studi di registrazione, certo, e gli stipendi, e i server... sta di fatto che il costo marginale di distribuire quel failetto è *zero* e il costo percepito dall'utente è poco più di zero. Tanto producono al 99,99% fuffa.
    Forse gli sparadischi stanno iniziando a capirlo, ma pare che per i librari sia il loro turno a sbatterci il naso.Con la lingua fuori
    Funz
    12989
  • Ancora qui a menare il torrone?
    Ma abbiamo capito da una vita che sei uno scozzese che non vuole spendere una lira, ehm euro e che l'unica libertà da difendere è quella della tua saccoccia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ma va la
    > Ancora qui a menare il torrone?
    > Ma abbiamo capito da una vita che sei uno
    > scozzese che non vuole spendere una lira, ehm
    > euro e che l'unica libertà da difendere è quella
    > della tua
    > saccoccia.

    Sei liberissimo di sprecare i tuoi soldi come ti pare e piace.
    e io sono libero di darti del pir*aCon la lingua fuori

    E aggiungo: se vuoi farti una discoteca minimamente decente in mp3, ti tocca comunque spendere migliaia di euro. La cultura dovrebbe essere più accessibile, e non relegata a chi si può permettere di buttare grosse somme.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 09.04
    -----------------------------------------------------------
    Funz
    12989
  • chissá come facevano i DJ negli anni 80... ah si é vero...

    Negli anni 80 non veniva prodotta musica disco, la gente non andava a ballare e la scena musicale era inesistente.
    MeX
    16897
  • Alzare i prezzi non è stata una buona idea? Incredibile! Il criceto è vivo e la ruota comincia a girare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uccio
    > Alzare i prezzi non è stata una buona idea?

    Dice perché c'è la crisi, non per altro.
  • Eh si, ma una volta è perchè c'è la pirateria, una volta è perche c'è la crisi, una volta perchè c'è l'uragano in Afghanistan, un'altra per il terremoto sulla Luna.

    Tirano sempre fuori scuse nuove.
    Io sinceramente della crisi non ho visto molti effetti, ai supermercati c'era sempre una folla assurda, ai cinema c'era sempre una folla assurda, nei bar a sputtanare soldi sulle macchinette c'era sempre una folla assurda... io non mi sono neanche reso conto di non arrivare a fine mese (con 1000€ faccio 2 mesi tranquillamente), mi sono pure preso la macchina nuova e un casino di giochi per xbox (e una seconda xbox da tenere in salotto).
    Le uniche cose di cui mi sono accorto sono gli aumenti del carburante e di qualche centesimo nei bar e supermercati.

    Dove c'è stata la crisi? Devo ancora conoscere qualcuno che ha avuto problemi.
    Wolf01
    3342
  • quanti anni hai? paghi un affitto? fai la spesa o mangi al tavolo di qualcun'altro? gas luce telefono chi li paga?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 febbraio 2010 13.46
    -----------------------------------------------------------
    bibop
    3451
  • Ehi, mica è facebook questo.
    Inoltre sono abbastanza grande da vivere da solo e lavorare per guadagnarmi da vivere e pagare quello che mi serve per vivere.
    Wolf01
    3342
  • 500 euro al mese... permettimi di non crederci...
    bibop
    3451
  • ... anche i mactonti si stanno facendo furbi, meglio copiare dal p2p che pagare sempre più cara la stessa merce!
    Devono solo fallire loro e il loro iniquo compenso!
  • E' arrivato il capo dei furbi che ha capito tutto,

    "piöch"
    non+autenticato
  • uno è un mactonto anche se va nel itunes store da windows ?
    Sgabbio
    26178
  • io no di certo, itunes e' la peggior crosta di software che si sia mai vista dopo IE ci manca ancora che la installo su Windows
    non+autenticato
  • Tu cosa fai scarichi illegalmente ? O vai in negozio e paghi 20 € ? Sentiamo furbone ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciao
    > Tu cosa fai scarichi illegalmente ? O vai in
    > negozio e paghi 20 € ? Sentiamo furbone
    > ...

    Forse compra da cdwow?
    Non ho mai capito per quale assurda (e stupida) ragione acquistare da Itunes quando da CdWow puoi avere il CD originale a minor prezzo. Mah!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Quando prendi un CD originale lo rippi immediatamente, se non ce l'hai già scaricato, perchè devi sentirlo nel lettore MP3 e un CD nel lettore MP3 fisicamente non ci entra, quindi il "tempo perso per il RIP" è una variabile completamente opzionale
    Wolf01
    3342
  • Considerando anche che "il tempo perso per il rip" si aggira sui 5-10 minuti su ogni PC abbastanza recente...
  • contenuto non disponibile
  • Io sinceramente sarei per
    - i cd SOLO audio a 8.90€
    - i cd audio con traccia dati dove mettere video, testi etc a 9.90€
    - i cd con traccia audio e traccia dati contenente le canzoni in formato mp3 a 14.90€
    - i cd contenenti solo le canzoni in mp3 a 5€ (ad album), considerando che in un cd ci stanno una decina di album (mediamente sono 50-70mb ad album) potrebbero fare delle raccolte a 30€ invece di vendere un 2cd con sola traccia audio chiamandolo "the best of" e farlo pagare 35€

    Così sinceramente si accontenterebbero tutti, o quasi.
    Wolf01
    3342
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)