Mauro Vecchio

Google e lo Street View delle nevi

In occasione degli imminenti giochi olimpici di Vancouver, BigG invita gli utenti a farsi passeggiata virtuale tra le piste. E l'inseguimento della googlecar a Berlino era una bufala

Roma - L'hanno chiamato Google Snow View, il nuovo servizio di mappatura lanciato da BigG in occasione dell'imminente apertura dei giochi olimpici invernali di Vancouver. Oltre che delle ormai note googlecar, i responsabili di Street View si sono serviti di alcune motoslitte in grado di tracciare le discese innevate che faranno da cornice alle prossime gare.

L'occhio di Google è dunque arrivato quasi ovunque, all'interno del Whistler Olympic Park, per mappare le vaste distese di neve, mostrarle ai netizen che non potranno assistere dal vivo ai Giochi. In aggiunta, una sorta di tour in tre dimensioni, realizzato dai tecnici di Mountain View per ricostruire le principali infrastrutture dei giochi di Vancouver.

Auto e motoslitte si sono dunque messe all'opera, al servizio del grande occhio di Street View. E se in Canada le googlecar hanno scaldato i propri motori, in Germania li hanno spenti da un po'.
Tutta una bufala quindi, il tracciamento avvenuto a Berlino della googlecar attraverso un dispositivo GPS nascosto. Uno scherzo architettato dal Free Art & Technology Group, manica di burloni dediti alla creatività artistica. L'inseguimento è sì avvenuto, ma relativamente ad un'auto messa a disposizione dello stesso gruppo. Quindi non una vettura ufficiale di Google.

A renderlo noto, un secondo articolo del quotidiano britannico Guardian, che aveva parlato in precedenza dell'anomalo inseguimento per le strade di Berlino. La stessa BigG, venuta a conoscenza del primo articolo, ha provveduto a contattare il quotidiano, sottolineando come un tracciamento del genere non sarebbe potuto proprio accadere.

Le googlecar sono infatti a motori spenti in Germania, data la generale inclemenza del tempo atmosferico e una scarsa disponibilità della luce ottimale per gli scatti del servizio Street View. Scatti che riprenderanno presto, stando alle dichiarazioni di Mountain View. Il giornalista del Guardian si è così scusato con i suoi lettori, per non aver pensato prima alle condizioni meteo attuali di Berlino, poco appetibili per le auto di BigG. Con tanto di frecciatina al gruppo di burloni.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Google e lo Street View delle nevi
Ordina