Claudio Tamburrino

Il tablet è un gioco da ragazzi

Fisher-Price lancia quello che definisce l'iPad per i più piccoli. Con tanto di touch screen e applicazioni, acquistabili a parte

Roma - Sull'onda comunicativa creatasi intorno all'iPad di Apple, anche Fisher-Price lancia il suo tablet: si chiama iXL e vuole diventare il must tecnologico dei più piccoli.

A pensarci bene, più che il nuovo prodotto di Cupertino vengono in mente nobili pionieri dei computer per bambini come il Grillo Parlante e il Sapientino della Clementoni, ma il nuovo prodotto è stato presentato da Robert Eckert di Mattel con l'entusiasmo del grande evento, tanto da definirlo "il più atteso giocattolo di natale 2010", per cui racconta di aver investito "più dollari in ricerca e sviluppo che per ogni altro prodotto della linea Fisher-Price 2010. E li merita tutti"

iXL è un piccolissimo dispositivo che si apre come un libro, con sulla sinistra bottoni e speaker e sulla destra lo schermo (rigorosamente touch) caratterizzato da grandi icone e colori.
Il prodotto sarà, a questo punto non sorprende, accompagnato da alcune applicazioni: Story Book, Giochi, Agenda e dei software per l'ascolto di musica, per la visione di album fotografici e per i disegni. Ma presto saranno disponibili nuove applicazioni, scaricabili dal sito della Fischer-Price. Sarà inoltre compatibile sia con i Mac che con i PC e, a differenza per esempio di iPad avrà slot per schede SD e una porta USB.

iXL, secondo Mattel, permetterà ai più giovani (è indirizzato a bambini fra i 3 e i 6 anni) di imparare attraverso testi interattivi, disegni, suoni, video e giochi. Arriverà nei negozi (per quanto riguarda gli Stati Uniti) a luglio, al prezzo di 79,99 dollari. Con i CD con software aggiuntivi a 24,99.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Il tablet è un gioco da ragazzi
Ordina
  • gli slatePC esistono da tempo immemore. apple non si è inventata nulla. mattel non si è inventata nulla.
    il merito di apple casomai sarà (sempre se ne venderanno, io non ne sarei troppo convinto fin quanto non vedo) di portare il prodotto al grande pubblico e alla massa.
    non+autenticato
  • .. come da oggetto.
    Comunque bene per SD e USB. Quanto al prezzo, scommettiamo che sarà almeno il doppio? Intanto però averla "buttata là" con il confronto iPad, gli ha garantito tanta tanta pubblicità aggratis...
    non+autenticato
  • ... mi sembra molto più utile dell'iPad (e anche molto più economico). Vorrà dire che sarà Mattel a firmare la prossima "rivoluzione" dell'informatica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > ... mi sembra molto più utile dell'iPad

    A te sicuramente
    non+autenticato
  • Il fatto che ha USBA bocca aperta...
    non+autenticato
  • - Scritto da: B. Irba
    > Il fatto che ha USBA bocca aperta...

    Diciamo la verità: a me nell'iPad la mancanza dell'USB mi sembra una scelta parecchio discutibile (una caxxata?),
    però non mi dite che oggi con tutto il wireless che c'è a giro è così tragica nell'uso reale. Quanti contenuti dei cellulari vi scambiate con il cavetto? ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > ... mi sembra molto più utile dell'iPad (e anche
    > molto più economico). Vorrà dire che sarà Mattel
    > a firmare la prossima "rivoluzione"
    > dell'informatica.

    Hai da 3 a 6 anni? Complimenti!
    ruppolo
    33147
  • in effetti l'IPad mi ricordava un po' il grillo parlante... comunque in un giochino che costa 10 volte meno dell'IPad ho sd e USB. si va bé adesso tutti si scateneranno: "e la memoria?", "e la CPU?". ma già il fatto di fare confronti IPad vs. giochino la dice lunga...
    non+autenticato
  • Ma quali confronti!
    Questo l'USB ce l'ha A bocca aperta
  • - Scritto da: Massimo
    > ma già il fatto di fare confronti IPad vs.
    > giochino la dice
    > lunga...

    Ma quanta ragione hai ?! Rotola dal ridere
    Ti diró di piu' , questo é il tipico articolo messo lí apposta per scatenare flames.
    Gia' me lo vedo il Tamburrino ridere sotto i baffi.
    Detto questo chiudo qui.
    non+autenticato
  • Anche se non accadrà mai, sarebbe l'ideale che anche i vari fan-boy si limitassero all'autoironia.
    Purtroppo PI sta diventando FlameInformatico da un po' di tempo...
  • Vi ricordo che i commenti li fate voi.Sorride

    Noi ci limitiamo a scovare le notizie che crediamo siano significative di un certo scenario o tendenza.

    Certo, pensare che oggi ai bambini sia necessario dare un tablet invece di cavallucci di legno rossi (CIT) o, volendo fare i modernisti, dei Lego, fa riflettere no?Occhiolino

    L
  • La gente è portata a fare flame.
    Non puoi negare che moooolte volte questo sia stato incentivato da titoli preparati all'uopo Occhiolino

    Quanto al tablet per bambini, boh.
    Ormai vedo marmocchi di 5 anni col cellulare.
    E' tardi per intervenire, tanto vale dargli il LegoBlet e via.
    No, non ho figli A bocca aperta
  • Dunque, la Redazione di PI è "responsabile" degli articoli.
    Dei commenti sono "responsabili" i lettori: se volete commenti migliori, scrivete commenti migliori.A bocca aperta
  • - Scritto da: Luca Annunziata

    > Dunque, la Redazione di PI è "responsabile" degli
    > articoli.
    > Dei commenti sono "responsabili" i lettori: se
    > volete commenti migliori, scrivete commenti
    > migliori.
    >A bocca aperta

    Dai, sembra quasi che non conosciate la rete.
    FDG
    10946
  • la conosciamo

    e proprio perché la conosciamo, disconosciamo la paternità di ciò che non ci appartieneA bocca aperta
  • Non è il punto. Ovvio che non siete voi a fare i commenti, però c'è da dire che molti dei vostri articoli sono costruiti ad hoc per creare i flameA bocca aperta

    Ma non siete nemmeno gli unici.
    Sgabbio
    26177
  • uhm

    mia nonna mi diceva sempre che la malizia è negli occhi di guarda...Occhiolino