Mauro Vecchio

Microhoo!, semaforo verde sull'Atlantico

Le autoritÓ di Europa e USA hanno dato l'ok all'accordo tra Redmond e il search engine in viola. Non esisterebbero pericoli per la libera concorrenza nel mercato. Ma qualcuno parla di una sfida giÓ persa in partenza

Microhoo!, semaforo verde sull'AtlanticoRoma - La luce verde si è accesa, la corsa di Microsoft e Yahoo! ora non sembra avere più ostacoli davanti a sé. In un comunicato ufficiale, le due aziende statunitensi hanno fatto sapere di aver ricevuto il segnale di via libera da parte del Department of Justice e dalla Commissione Europea. Un duplice benestare, senza alcuna restrizione, ai due lati dell'oceano.

Nei prossimi giorni, Microsoft e Yahoo! inizieranno dunque la fase più concreta d'attuazione del loro accordo dello scorso luglio. In particolare, avrà inizio il processo di transizione delle piattaforme algoritmiche e di ricerca di Yahoo! verso Microsoft. Il search engine in viola diventerà in pratica la forza vendita esclusiva di questa partnership, trattando con gli inserzionisti più importanti nell'ambito della ricerca.

Le autorità europee hanno quindi detto sì. L'accordo tra Redmond e Sunnyvale non andrà a minacciare in maniera significativa il contesto della libera concorrenza di mercato. Anzi, potrebbe arricchirlo di un nuovo, più agguerrito competitor. Dopo un'attenta analisi, la Commissione d'Europa ha sottolineato come Microsoft e Yahoo! insieme possano mettere un piccolo freno allo strapotere di Google.
Secondo i dati dei commissari del Vecchio Continente, la quota attuale del mercato del search di Microsoft e Yahoo! messe insieme è al di sotto del 10 per cento. Il che significherebbe che un buon 90 per cento se lo mangerebbe tutto BigG. Infatti, nelle principali intenzioni di Microsoft c'era proprio una concorrenza più agguerrita nei confronti del gigante del search globale.

Redmond e Sunnyvale si uniranno allora per fare la forza. Stando all'accordo - che avrà una validità di dieci anni - Microsoft tratterrà il 12 per cento dei ricavi generati attraverso il sito web di Yahoo!. Solo per i primi cinque anni, dunque, il motore in viola vedrà transitare verso le sue casse l'88 per cento dei guadagni complessivi.

Soddisfatta Carol Bartz, CEO di Yahoo!, che ha sottolineato come ora la sua società potrà concentrarsi ancora più attivamente sulla propria innovativa capacità di ricerca. "Yahoo! farà ciò che sa fare meglio - ha continuato Bartz - coniugare le proprie conoscenze e tecnologie con contenuti interessanti per offrire a utenti e consumatori un'esperienza di navigazione rilevante a livello personale".




A Bartz ha fatto eco Steve Ballmer, a capo del colosso di Redmond. "Benché il processo sia solo agli inizi, abbiamo raggiunto un'importante pietra miliare - ha commentato - sono convinto che Microsoft e Yahoo! riusciranno insieme a offrire una scelta più ampia, un miglior valore e una maggiore innovazione sia per i nostri utenti sia per gli inserzionisti e gli editori".

Nei termini di questo accordo "pietra miliare", Microsoft garantirà a Yahoo! le stesse pagine dei risultati di ricerca disponibili su Bing. Il search in viola, da par suo, si occuperà dell'innovazione di queste pagine mediante l'integrazione dei suoi contenuti e dei risultati ampliati con informazioni su argomenti chiave adeguatamente organizzate, nonchè con strumenti personalizzati per i suoi utenti.

Alcuni osservatori non hanno tuttavia condiviso gli entusiasmi delle due aziende. Il frutto della loro unione non andrebbe cioè a scalfire il predominio di Google nel mondo del search. Come ha spiegato Chris Green di DMG Europe, "quest'accordo darà a Microsoft una fetta più sostanziosa del mercato della pubblicità online, ma sarà comunque miglia e miglia indietro rispetto a Google".

Infine, qualche cenno su quelle che saranno le tempistiche di implementazione effettiva dell'accordo. Le due società inizieranno le transizioni dell'algoritmo di ricerca con l'obiettivo di portarle a termine entro la fine del 2010 negli Stati Uniti. Per la transizione di inserzionisti ed editori si potrebbe attendere le prossime festività natalizie o il nuovo anno 2011. Compresi tutti i clienti, si arriverà al 2012. Google avrà più paura del nuovo Bing in viola o della profezia Maya?

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMicrohoo!, firmato l'accordoMicrosoft e Yahoo! appongono il suggello definitivo allo storico accordo per il search e l'advertising su web. Intanto il CEO viola Carol Bartz ringrazia i guai di Tiger Woods per i picchi di traffico registrati sul network
  • BusinessYahoo! arretra sul searchIl search viola cala, mentre la concorrenza cresce: Google e Bing su tutti. E per l'engine di Sunnyvale, con l'imminenza della firma sull'accordo con Microsoft, forse si prepara un lungo tramonto
  • BusinessBing Mac indigesto per Google?La possibilitÓ che Bing sbarchi su iPhone come motore di ricerca di default lascia intravedere un nuovo assetto nella Silicon Valley
174 Commenti alla Notizia Microhoo!, semaforo verde sull'Atlantico
Ordina
  • D'altronde da lettori come voi che supportano il P2P e tutte le piraterie non mi stupisco siate sostenitori di Google, un monopolio infernale che vive e scrocca sul lavoro altrui, che spia i suoi utenti, che ruba libri interi senza permesso, che tiene in cache milioni di pagine altrui senza permesso, che fotte immagini a destra e a manca senza pagare una piotta, e la lista e' lunga !

    Io voglio un motore di ricerca europeo e a pagamento !
    Dove vengo pagato da loro se vogliono indexizzare le mie pagine e le mie foto, e dove io eventualmente pago per apparire in alcuni search specifici.

    La mano di google e' la mano di Shylock, non dimenticatelo !
  • D'altronde da un un utente come te, che ama Windows in tutte le salse, un monopolio infernale che vive fotocopiando Apple, che spia i suoi utenti, che frena lo sviluppo del web con il suo browser.

    Io vorrei, una riequilibratura del mercato, nel quale vorrei poter scegliere, quale sistema installare, senza doverne pagare uno non richiesto.

    La mano di Microsoft è quella del monopolista che soffoca la concorrenza e frena lo sviluppo informatico.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 febbraio 2010 16.30
    -----------------------------------------------------------
  • google spia gli utenti?

    beh almeno non cala le domande appena arriva una subpoena del DOJ come invece hanno fatto ms e yahoo
    non+autenticato
  • Che spia gli utenti, ha ragione, ma del resto non è solo google a farlo.
    Non possiamo certo dire che MS o Apple siano da meno.
    non+autenticato
  • bisogno capire cosa si intende per spiare

    raccogliere dati anonimi sui trend di mercato è spiare? si è così allora lo è, però in quel caso faremmo meglio a guardare in casa nostra, ovvero a quelle millemila aziende che ogni maledetto giorno chiamano per propormi questo o quel prodotto

    ma chi gliel'ha dato il mio numero? ecco, questo è un vero problema di spionaggio ed è pure fastidioso
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > bisogno capire cosa si intende per spiare
    >

    Il WGA e' spiare, per esempio...
  • Ma perché non volete ammetterlo?
    E' stato accusato più volte di violare la privacy degli utenti. Ha ammesso di memorizzare le mail nei suoi server per molti mesi dopo la cancellazione da parte dell'utente.
    Sta diventando palesemente un Grande Fratello.
    non+autenticato
  • si ma non credere che microsoft e yahoo siano da mesi

    pure gli isp italiani conservano i nostri log per 2 anni, quindi ci spiano?

    se ti guardi intorno non c'è nessuno che non spia sugli utenti
    non+autenticato
  • > Io voglio un motore di ricerca europeo e a
    > pagamento
    > !

    Esiste: http://www.godado.it/

    Funziona più o meno come dici tu (si paga per essere indicizzati, e più paghi più visibilità hai)

    Non l'ho mai usato, perchè trova pochissima roba; il motivo è semplice: molti utenti non vogliono pagare per apparire su un motore, quando sugli altri appaiono gratis, e quindi Godado ha un indice piccolo: perciò pochi lo usano, e perciò non vale la pena di pagare per apparire su Godado, tanto pochi lo useranno per trovare il mio sito.

    Quindi, il motore di ricerca come dici tu è possibile, esiste, ma è del tutto inutile: meglio Google.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > D'altronde da lettori come voi che supportano il
    > P2P e tutte le piraterie non mi stupisco siate
    > sostenitori di Google, un monopolio infernale che
    > vive e scrocca sul lavoro altrui, che spia i suoi
    > utenti, che ruba libri interi senza permesso, che
    > tiene in cache milioni di pagine altrui senza
    > permesso, che fotte immagini a destra e a manca
    > senza pagare una piotta, e la lista e' lunga
    > !

    Brutta Google! Cattiva!

    > Io voglio un motore di ricerca europeo e a
    > pagamento
    > !
    > Dove vengo pagato da loro se vogliono indexizzare
    > le mie pagine e le mie foto, e dove io
    > eventualmente pago per apparire in alcuni search
    > specifici.

    Questa è da spanciarsi!
    Chi userebbe mai un motore che indicizza lo 0,01 per diecimila del Web? Solo te! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    > La mano di google e' la mano di Shylock, non
    > dimenticatelo
    > !

    E ci faremo le bistecche con la libbra di ciccia tagliata a fette di Brin e PageCon la lingua fuori
    Funz
    13000
  • oh Pepito ma perchè non torni a giocare con il commodore 64..
    prenditi una vacanza secondo me sei un po stessato Deluso
    non+autenticato
  • Ecco i miei fatti: ho W7 a qualche mese prima avevo xp con doppia partizione ho installato w7 sulla stessa macchina stessi 2gb di ram.
    non c'è paragone. Spengo al macchina una volta la settimana se va bene e uso di tutto. Con Xp ero alla canna del gas.
  • Purtroppo, qualunque prodotto Microsoft per quanto buono è criticato a prescindere.

    Quindi ignora le cazzate che scrivono e prova sempre da te le cose. Ms ha le sue pecche, ma stai sicuro che si raddrizza prima o poi, e la concorrenza fa più che bene, la fa "svegliare".

    Uso Win 7 x 64 da marzo 2009, MAI nessun problema e lo scasso di programmi, lo uso 15 ore al giorno; riavvio una volta a settimana.
    non+autenticato
  • > Uso Win 7 x 64 da marzo 2009, MAI nessun problema
    > e lo scasso di programmi, lo uso 15 ore al
    > giorno; riavvio una volta a settimana.
    Aggiungici solo questi due particolari:
    - l'unica volta alla settimana che lo riavvio fa il boot in 1.5 secondi
    - navigo senza antivirus e non ho mai preso niente
    e poi le hai dette veramente tutte.
  • I tuoi dati soggettivi, sono una cosa, ma c'è anche una realtà
    http://www.computerworld.com/s/article/9158258/Mos...
  • Concordo con whitemagic e Simone, ho 4 macchine con w7 e non ho assolutamente alcun problema: non si blocca, non rallenta, virus se stai attento non ne prendi.
    Per quanto riguarda la memoria posso dire che con chrome(10 schede) + netbeans + wmware avviati assieme arrivo a poco meno di 1,7 gb occupati con la versione a 32bit, qualcosina in più con la versione a 64bit.
    Messo a confronto con le stesse macchine con Debian sopra, la differenza non è molta.
    Questi sono dati di fatto, non so voi cosa ci fate con il pc, ma a me non sembra malaccio.
    non+autenticato
  • non è malaccio, ma poteva essere molto meglio

    certo, se nascondi tutto sotto un core i7 è chiaro che pure vista sembra un razzo
    non+autenticato
  • Guarda ti posso dire su che macchine gira:
    - Netbook con ATOM N270 2gb ram (ovvio che qui non ci lavoro, però eclipse parte senza troppi problemi)
    - Vaio VPCCW1S13 Intel Centrino 2 Duo 1,8 x64 4gb
    - Acer Intel Centrino Solo U3500 1,40 2gb (su questo ho usato anche wmware e netbeans assieme)
    - Assemblato con Sempron 2300 1,5gb

    Da quanto ho potuto constatare si adatta alla macchina su cui viene installato, in base alle risorse a disposizione.
    C'è da dire che su tutti e quattro l'ho installato in dualboot con debian.
    Cmq credo che siamo andati un poco OTCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ichigo

    > - Netbook con ATOM N270 2gb ram (ovvio che qui
    > non ci lavoro, però eclipse parte senza troppi
    > problemi)

    oddio, mica è un giocattolo, ha la potenza di un celeron D di 4 anni fa e all'epoca ricordo che i prescott ( pentium e celeron ) erano abbastanza potenti

    > - Vaio VPCCW1S13 Intel Centrino 2 Duo 1,8 x64 4gb

    ancora meglio

    > - Acer Intel Centrino Solo U3500 1,40 2gb (su
    > questo ho usato anche wmware e netbeans
    > assieme)
    > - Assemblato con Sempron 2300 1,5gb
    >

    questi due forse sono messi un peggio degli altri

    ma il punto è che gira ed è logico che giri, ci mancherebbe altro, ma rimane il fatto che haiku ad esempio gira meglio

    haiku non è magico, è che è ottimizzato, non ci sono tonnellate di codice legacy e codice di debug dentro

    purtroppo vedo che l'ingegneria del software ha fatto perdere l'attenzione per le cose importanti e cioè le performance e il consumo di risorse


    > Da quanto ho potuto constatare si adatta alla
    > macchina su cui viene installato, in base alle
    > risorse a
    > disposizione.

    è vero, disattiva cose come l'inutile interfaccina fluttuante, ma mi chiedo al minimo dei servizi attivi dove possa arrivare
    non+autenticato
  • Grazie che Haiku gira meglio, se è per questo anche ubuntu server gira meglio... non significa niente... con Haiku probabilmente sfrutterei il 30% dell'hardware della macchina, perchè carente di driver e a mio avviso poco usabile rispetto a sistemi moderni come MacOX o Windows.

    Poi per gli aspetti di basso livello non so che strategie effettivamente usi per la gestione della memoria e simili.

    Cmq il discorso è lungo da affrontare non basta un post su PI. Servirebbero molte nozioni tecniche sui SO e sulle architetture hardware e tanto tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ichigo
    > Grazie che Haiku gira meglio, se è per questo
    > anche ubuntu server gira meglio... non significa
    > niente... con Haiku probabilmente sfrutterei il
    > 30% dell'hardware della macchina, perchè carente
    > di driver e a mio avviso poco usabile rispetto a
    > sistemi moderni come MacOX o
    > Windows.

    quindi stai confermando quello che ho detto e cioè che nonostante haiku non abbia accelerazione 3d,ecc... riesce ad ottenere risultati migliori di windows, linux e macos


    >
    > Poi per gli aspetti di basso livello non so che
    > strategie effettivamente usi per la gestione
    > della memoria e
    > simili.
    >

    ed è lì che sta la differenza e la fonte della sua potenza

    quindi ammetti che gli altri non sono al suo livello

    > Cmq il discorso è lungo da affrontare non basta
    > un post su PI. Servirebbero molte nozioni
    > tecniche sui SO e sulle architetture hardware e
    > tanto
    > tempo.

    infatti, ma il punto rimane e cioè che haiku è una bmw, gli altri una panda
    non+autenticato
  • E' vero che Google è praticamente monopolista nel settore del Web, ma lei lavora appunto nel settore del Web, che è un vero mercato(dove, cioè, c'è la possibilità di farsi vera concorrenza!) e utilizza praticamente solo tecnologie aperte: quindi chiunque o qualsiasi azienda, se ne è capace, può fare prodotti migliori! Ma, ripeto, se ne è capace!!
    non+autenticato
  • La tecnologia più importante di Google è l'algoritmo di ricerca, che è tutt'altro che aperto.
    non+autenticato
  • E vabbè! Il business principale di Google è il search, non possono proprio permettesi di "donare" anche l'algoritmo di ricerca, mi sembrerebbe una mossa stupida!!
    non+autenticato
  • E comunque, se anche Google donasse il suo algoritmo, non so cosa potrei farci, perchè per usarlo avrei bisogno di un server grande come quelli che ha Google.

    Wikia Search aveva messo il suo algoritmo a disposizione di chi lo voleva, ma nessuno l'ha usato, proprio perchè non si sapeva su cosa installarlo.

    Volevo solo puntualizzare quello che diceva MrT: non è vero che Google usa "solo tecnologie aperte"
    non+autenticato
  • E' vero WikiaSearch aveva "donato" il suo algoritmo. Nessuno lo ha utilizzato, forse perchè non era dei migliori! E cmq sia è ovvio che nè io nè te sapremmo cosa farcene di un algoritmo di ricerca del genere, visto che poi servirebbe una server farm per farlo girare! Ma aziende come MS e Yahoo! potrebbero trarne molto vantaggi, credo!
    Per la questioni delle tecnologie, è vero anche quello che dici tu, però per esempio per quanto riguarda il Web sta cercando di spingere su HTML 5 e SVG!
    E poi, scusami, Google è sempre un'azienda, mica un'Opera Pia!!
    non+autenticato
  • infatti

    google sta facendo molto per l'opensource, basta solo bigtable per coprire decine di contributi di altre aziende

    parliamo di un algoritmo di hashing superefficiente, mica dell'ennesimo editor di testo

    google contribuisce pure a webkit

    google sponsorizza firefox, plone

    dire che google è un'azienda gretta è assolutamente falso, non è mica la microsoft che si è creato una finta licenza open e un clone di sourceforge per fregare qualche sprovveduto cantinaro

    senza dimenticare il codice di singularity ( sistema praticamente irrealizzabile ) con tanto di cavillo legale che gli fa acquisire i diritti su qualunque aggiunta venga fatta da volontari
    non+autenticato
  • E poi ha donato un paio di milioni anche a Wikipedia poco tempo fa. Magari avrà pure i suoi interessi, ma intanto dona!
    non+autenticato
  • Yahoo non vuole offrire banners (i pochi che ha) a publisher extra-usa... questo è già un bel intoppo. Bing non offre nulla in termini pubblicitari.
    Non vedo dove sia questo freno.
    L'unica cosa che possono fare, è guastare il search engine e gli introiti che ne derivano mediante l'utilizzo di adsense, che è internazionale.
    Yahoo e Bing non hanno niente di tutto questo, se il loro scopo è colpire blogger e altri siti che poggiano sull'advertisment, bhe ci riusciranno.

    E dovremmo elogiarli per questo?
    A me da come viene descritta, mi sembra una porcata, per non dire altro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dura lex sed lex
    > - Scritto da: Uau (MT)
    > >
    > http://www.computerworld.com/s/article/9158258/Mos
    > >
    > > Get the facts.
    >
    > http://www.britishinstitutesmilano.it/?gclid=CLPZx
    >
    > Get the facts

    LOL
    1977
    977
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)