Alessandro Del Rosso

Atom e smartphone, matrimonio rimandato

Intel ha annunciato di aver sospeso lo sviluppo di chip Atom per smartphone, congelando di anche la relativa partnership con TSMC. Il motivo sarebbe da ricondurre allo scarso interesse mostrato dall'industria

Roma - La marcia di Intel verso la conquista del mercato smartphone ha subito una brusca battuta d'arresto. Insieme alla sua partner Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, il chipmaker californiano ha infatti deciso di sospendere lo sviluppo di system on chip Atom destinati ai device mobili più piccoli, come gli smartphone.

Secondo quando ammesso dalla stessa Intel, la decisione è conseguenza della mancanza d'interesse mostrata dall'industria verso l'uso dei SoC Atom in alternativa a quelli ARM. Questi ultimi dominano il segmento dei dispositivi palmari da quasi due decenni, e il loro rapporto performance/consumi è oggi molto difficile da battere anche per un gigante come Intel.

Come ricorda Betanews, sono anni che Intel parla di portare i suoi chip x86 sugli smartphone: il primo e più concreto passo verso questo traguardo è rappresentato dallo smartphone GW990 di LG, che BigI ha mostrato in occasione dello scorso CES di Las Vegas. Il GW990 si basa sull'imminente piattaforma Atom Moorestown ed è uno smartphone molto singolare, difficilmente comparabile con qualsiasi altro dispositivo di questa categoria: il suo schermo è di 4,8 pollici con rapporto di 2,13:1, e il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 1000 dollari.
Molti analisti concordano sul fatto che, se mai uscirà sul mercato (si parla di tardo 2010), non sarà il GW990 a trainare Atom nel segmento dei device palmari. Va ricordato, a tal proposito, come oggi si trovano nei negozi smartphone con chip ARM a 1 GHz e prezzo inferiore ai 350 euro: certo non hanno uno schermo da 4,8 pollici, ma quanto meno si possono tenere in tasca come un comune telefono.

Una cosa è certa: Intel non si arrenderà tanto facilmente. L'azienda ha già detto chiaro e tondo che i suoi piani sono semplicemente rinviati, non certo archiviati: il colosso californiano tornerà probabilmente all'attacco il prossimo anno, quando le nuove tecnologie di processo le consentiranno di produrre SoC Atom con costi comparabili a quelli delle odierne soluzioni ARM-based.

Alessandro Del Rosso
12 Commenti alla Notizia Atom e smartphone, matrimonio rimandato
Ordina
  • non vorrei dire "lo sapevo" ma... a che pro passare da ARM a Atom in questo settore... sarà più logico che accada il contrario, e ARM si ritagli degli spazi dove ora domina intel
    non+autenticato
  • - Scritto da: Massimo
    > non vorrei dire "lo sapevo" ma... a che pro
    > passare da ARM a Atom in questo settore... sarà
    > più logico che accada il contrario, e ARM si
    > ritagli degli spazi dove ora domina
    > intel

    Quoto.

    Se non fosse per quel cesso di Windows, x86 e Intel sarebbero lontani ricordi.
    ruppolo
    33147
  • Si, peccato che su x86 ci girano anche linux, e leopard
    G%2cG
    339
  • - Scritto da: G,G
    > Si, peccato che su x86 ci girano anche linux, e
    > leopard
    Linux e Leopard posso girare ovunque.
    ruppolo
    33147
  • linux si...

    leopard è più limitato di windows... basta avere un bios che non gli piace e anche se tutto l'hw è ok non lo installi!

    e resta il fatto che anche linux in ambiente desktop è usato praticamente solo sugli x86
    G%2cG
    339
  • - Scritto da: G,G
    > linux si...
    >
    > leopard è più limitato di windows... basta avere
    > un bios che non gli piace e anche se tutto l'hw è
    > ok non lo
    > installi!
    >
    > e resta il fatto che anche linux in ambiente
    > desktop è usato praticamente solo sugli
    > x86

    ARM?..
    DESKTOP?
    ARM non è una architettura da "desktop".. casomai è quella dominante su mobile e in generale è comunque molto diffusa nel mondo embedded...
    Che c'entra il desktop?
    Si.. si.. hai ragione...
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Deve essere per questo che Linux è il sistema più diffuso in termini di quote di mercato su architettura ARM.
    non+autenticato
  • > ARM?..
    > DESKTOP?

    Il 3d era partito da questa frase di ruppolo
    "Se non fosse per quel cesso di Windows, x86 e Intel sarebbero lontani ricordi."

    quindi era di desktop che si stava parlando...
    > ARM non è una architettura da "desktop".. casomai
    > è quella dominante su mobile e in generale è
    > comunque molto diffusa nel mondo
    > embedded...
    > Che c'entra il desktop?

    Cmq secondo me ARM potrebbe, dal punto di vista tecnologico, dire la sua anche in ambiente desktop, è da quando ho studiato le architetture cisc e risc al primo anno di università che mi chiedo perché usiamo i cisc...
    Il problema in questo ambito è più legato ad aspetti economici che altro.

    > Si.. si.. hai ragione...
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > Deve essere per questo che Linux è il sistema più
    > diffuso in termini di quote di mercato su
    > architettura
    > ARM.

    Se fosse il più diffuso anche in ambiente desktop, non ci starebbero molto le architetture arm a conquistarsi una bella fetta di mercato... Sorride
    G%2cG
    339
  • - Scritto da: G,G
    > > ARM?..
    > > DESKTOP?
    >
    > Il 3d era partito da questa frase di ruppolo
    > "Se non fosse per quel cesso di Windows, x86 e
    > Intel sarebbero lontani
    > ricordi."

    Ruppolo trolla a caso su qualunque cosa... la conclusione è sempre la stessa ... pubblicità a APPLE.

    >
    > quindi era di desktop che si stava parlando...
    > > ARM non è una architettura da "desktop"..
    > casomai
    > > è quella dominante su mobile e in generale è
    > > comunque molto diffusa nel mondo
    > > embedded...
    > > Che c'entra il desktop?
    >
    > Cmq secondo me ARM potrebbe, dal punto di vista
    > tecnologico, dire la sua anche in ambiente
    > desktop, è da quando ho studiato le architetture
    > cisc e risc al primo anno di università che mi
    > chiedo perché usiamo i
    > cisc...
    > Il problema in questo ambito è più legato ad
    > aspetti economici che
    > altro.

    I chip ARM più diffusi sono quasi tutti SOC più che cpu in senso stretto (e la differenza non è trascurabile) il design a livello elettronico HW è studiato appositamente per tenere bassi i consumi e quindi è molto diverso da quello che occorre per un computer "general purpose" e a alte prestazioni.
    Non è solo questione di risc vs cisc la questione è molto più articolata e complessa.
    In astratto è comunque difficile dire quali delle 2 filosofie è migliore se non si indica la destinazione d'uso...
    Ma questa è un altra storia.

    >
    > > Si.. si.. hai ragione...
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > > Deve essere per questo che Linux è il sistema
    > più
    > > diffuso in termini di quote di mercato su
    > > architettura
    > > ARM.
    >
    > Se fosse il più diffuso anche in ambiente
    > desktop, non ci starebbero molto le architetture
    > arm a conquistarsi una bella fetta di mercato...
    > Sorride

    Per vedere le performances reali (considera che i chip ARM diffusi sono tutti 32 bit) occorrerebbe ridisegnare l'intero HW in funzione di esigenze da DESKTOP che sono molto diverse (chipset video non integrato in genere, interfaccia con componenti diversi, integrabilità con i bus più diffusi...) insomma tutto fuorchè banale, e tutto fuorchè poco costoso.

    ╚ più semplice (e economicamente più vantaggioso) sfruttare i vantaggi (bassi consumi, bassi costi, software abbondante ecc..) che si hanno già nel proprio segmento di mercato...

    Quanto all' X86 è una architettura con molte pecche ma con un discreto rapporto costo/potenza elaborativa... su cui hanno investito altri fabbricanti oltre a Intel (AMD, VIA, ecc.) fino a che questo rapporto non cambia a favore di altre architetture non credo che cambieranno le cose.
    è anche una questione di volumi prodotti... un chip costa tanto meno quanti più pezzi ne produci....
    Al momento questi fattori sono a favore della pur sgangherata e comunque anziana architettura x86.
    non+autenticato
  • OK! bella risp, intelligente, quasi mi fa strano beccarla su P.I.

    quoto in particolare questo:

    "Ruppolo trolla a caso su qualunque cosa... la conclusione è sempre la stessa ... pubblicità a APPLE."

    Sorride

    >Per vedere le performances reali (considera che i chip ARM diffusi sono >tutti 32 bit) occorrerebbe ridisegnare l'intero HW in funzione di >esigenze da DESKTOP che sono molto diverse (chipset video non integrato >in genere, interfaccia con componenti diversi, integrabilità con i bus >più diffusi...) insomma tutto fuorchè banale, e tutto fuorchè poco >costoso.

    qui mi hai confermato ciò che dicevo io, cioè che un ingresso di ARM nel settore desktop non può avvenire, almeno nel breve periodo, per questioni economiche.

    >è anche una questione di volumi prodotti... un chip costa tanto meno >quanti più pezzi ne produci....

    e con il duopolio di apple/MS sui S.O. desktop non se ne produrrebbero molti visto che alla produzione non seguirebbero molti acquisti
    G%2cG
    339
  • > >Per vedere le performances reali (considera che
    > i chip ARM diffusi sono >tutti 32 bit)
    > occorrerebbe ridisegnare l'intero HW in funzione
    > di >esigenze da DESKTOP che sono molto diverse
    > (chipset video non integrato >in genere,
    > interfaccia con componenti diversi, integrabilità
    > con i bus >più diffusi...) insomma tutto fuorchè
    > banale, e tutto fuorchè poco
    > >costoso.
    >
    > qui mi hai confermato ciò che dicevo io, cioè che
    > un ingresso di ARM nel settore desktop non può
    > avvenire, almeno nel breve periodo, per questioni
    > economiche.

    Non sono assolutamente daccordo.
    Chiunque sappia un minimo di architetture di sistemi e' conscio del fatto che i processori RISC sono infinitamente superiori a quelli CISC sia come performance che come consumi (apparte il fatto che un x86 moderno di CISC ha solamente il set di istruzioni visto che sotto in pratica ci sono tutta una serie di meccanismi per trasformare il flusso CISC in uno RISC)
    Ne sono una prova tangibile gli ormai defunti (aime') mitici Alpha.

    Il Desktop e' solamente una questione di mercato ingessato dal duopolio (Intel/MS) basterebbe pochissimo per introdurre processori come si deve sui desktop.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Massimo
    > > non vorrei dire "lo sapevo" ma... a che pro
    > > passare da ARM a Atom in questo settore... sarà
    > > più logico che accada il contrario, e ARM si
    > > ritagli degli spazi dove ora domina
    > > intel
    >
    > Quoto.
    >
    > Se non fosse per quel cesso di Windows, x86 e
    > Intel sarebbero lontani
    > ricordi.

    Pensa prima di scrivere trollate!
    Troll chiacchierone
    non+autenticato