Giorgio Pontico

Apple contro i minori a Oriente

Il rapporto annuale redatto da Cupertino sui partner stranieri rivela l'impiego di lavoratori minorenni, sottopagati e costretti a orari di lavoro prolungati ben oltre il limite massimo

Roma - Che la maggior parte dei prodotti Apple venisse assemblata in stabilimenti cinesi, tailandesi o filippini non è una novità (la dicitura Designed by Apple in California. Assembled in China campeggia sulla maggior parte degli oggetti hi-tech della Mela), come non lo sono i controlli eseguiti periodicamente dagli ispettori di Cupertino per verificare il rispetto dei lavoratori in conformità alle leggi locali. Proprio da una di queste ispezioni, tuttavia, è emerso che nel 2009 almeno 11 quindicenni avrebbero lavorato illegalmente in alcune di queste fabbriche: almeno secondo quanto dichiarato da Apple stessa.

Da Cupertino hanno preferito non rendere nota l'identità degli adolescenti, limitandosi a chiarire che "al momento non lavorano più o hanno superato il limite di età imposto dalla legge per essere impiegati regolarmente". Un'ammenda, quella della Mela, che per alcuni corrisponde a una vera e propria ammissione di colpa, ma che potrebbe anche costituire la dimostrazione che i controlli sempre più stringenti nei confronti delle aziende appaltatrici occupano una posizione di rilievo nella to-do-list di Jobs e soci.

A ogni modo quella dei lavoratori minorenni sembra essere solo una fra le molteplici irregolarità riscontrate da Apple nel corso dell'anno passato: più della metà delle realtà monitorate facevano lavorare i propri dipendenti ben oltre le 60 ore settimanali concesse da Apple in paesi dove non tutti effettuano questo genere di controlli e gli orari tendono a essere molto elastici.
Per quanto riguarda i salari, altro problema non nuovo per Apple, è invece emerso che il 24 per cento degli appaltatori non corrispondeva ai propri dipendenti lo stipendio minimo garantito: un dato questo che si riflette anche sulle generali condizioni di lavoro, sotto la media nel 37 per cento dei casi.

In totale sono 102 gli impianti esteri controllati da Apple per un totale di oltre 133mila dipendenti, e l'azienda si ritiene comunque soddisfatta dei risultati ottenuti, in crescita rispetto al passato: "In generale - spiegano da Cupertino - le ispezioni annuali negli stabilimenti di assemblaggio hanno dimostrato un miglioramento della produttività e delle condizioni di lavoro."

Giorgio Pontico
Notizie collegate
50 Commenti alla Notizia Apple contro i minori a Oriente
Ordina
  • evidentemente è quello ke ha assemblato il mio MacBookPro...

    Io l'ho sempre detto che secondo me i computer li fan fare dai bambini cinesi la apple e questa è solo l'ennesima prova...
    non+autenticato
  • Il titolo non rende l'idea ma il gesto di Apple fa riflettere.
    Il marketing Apple ha a cuore anche le questioni di "qualità della vita" e lo considero un surplus da pubblicizzare.
    Poi che quelli di Apple lo facciano per sentirsi meglio è un altro discorso.
    non+autenticato
  • Non so quanto possa far sentire meglio il fatto di prestare il fianco alle critiche quando gli altri se ne tacciono in questo ambito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ma va la
    > Non so quanto possa far sentire meglio il fatto
    > di prestare il fianco alle critiche quando gli
    > altri se ne tacciono in questo
    > ambito.

    basta dire "io faccio i controlli, guardate ... opperbacco chebrutta cosa! ho trovato dell'illegalità, ora la punisco"

    poi chiudi la porta, tiri giù dal gancio gli altri quarti di umano che stai usando e li ri metti a fare 168 ore settimanali con zero-qualsiasi-cosa, al massimo gli dai un po' da mangiare.

    Se persino da noi è possibile imporre di non andare a pisciare, non voglio nemmeno immaginare cosa sia possibile fare lì.

    eppure dovrei.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio
    > Il titolo non rende l'idea ma il gesto di Apple
    > fa
    > riflettere.
    > Il marketing Apple ha a cuore anche le questioni
    > di "qualità della vita" e lo considero un surplus
    > da
    > pubblicizzare.
    > Poi che quelli di Apple lo facciano per sentirsi
    > meglio è un altro
    > discorso.

    ma certo, come no.
    se fosse così, avremmo noi accesso alle condizioni di lavoro di ogni fornitore di apple.

    questo è solo ciò che loro affermano.

    noi non possiamo saperlo.

    Poi quando lo dice Naomi Klein tutti a starnazzare per coprire il volume delle parole di una vera giornalista.
    non+autenticato
  • Ho un amico che lavora per una grande multinazionale tessile ed é stato in Cina a selezionare il personale.

    C'é molta ipocrisia ragazzi, e molta "censura" e falsa informazione da parte dei media occidentali.

    Si, c'é gente che lavora 7 giorni su 7 in Cina, quando gli hanno concesso la Domenica libera si sono lamentati tutti.

    Sono gente di campagna, che si sposta in Cittá per lavorare 2, 3 anni, gli danno vitto e alloggio (in dormitori modesti ma non campi di concentramento)
    Non li obbliga nessuno a venire in cittá, ma perché lo fanno?
    Perché dopo 2 o 3 anni di lavoro in cittá tornano in campagna con un malloppo tale che gli permette di aprirsi un'attivitá o comprarsi una casa per tutta la famiglia.

    Alla fine, non so se stanno peggio loro o gli italiani che a 30 anni vivono con i genitori e hanno un contratto a progetto che scade ogni 3 mesi.
    MeX
    16902
  • Punti di vista.
    Cmq lo sfruttamento c'è ed è tangibile dipende da che parte della Cina ti trovi!
  • se in Italia aprissero un'azienda che ti fa lavorare 7 giorni su 7 e dopo 3 anni ti ritrovi con 250.000 € in tasca secondo te quanti si farebbero "sfruttare" ?
    MeX
    16902
  • conosco persone che ci andrebbero di corsa
    non+autenticato
  • ... per la meta' !
    non+autenticato
  • > conosco persone che ci andrebbero di corsa

    Conosco persone che ci andrebbero anche per 45K € (poveretti...)
    non+autenticato
  • ho proprio un amico che ha provato a lavorare con uno che misura col laser dove mettere i macchinari (non chiedetemi, non ne ho idea) e praticamente era via 6,5 giorni a settimana quando andava bene.
    una volta assunto avrebbe avuto la macchina e 5000€ al mese.
    non un professionista, sarebbe dovuto partire da zero.
    dopo tre mesi non riusciva più a ragionare, fuso.
    il lavoro qua c'è, ma bisogna tirarsi su le maniche e farselo piacere.
    ormai solo chi è legato direttamente o indirettamente alla politica fa i soldi facili, se non lo arrestano...
  • - Scritto da: MeX
    > Ho un amico che lavora per una grande
    > multinazionale tessile ed é stato in Cina a
    > selezionare il
    > personale.

    noi ci abbiamo mandato la gente a insegnargli il nostro mestiere e dopo abbiamo spostato tutto lì, 15 anni fa, conosco.
    ho visto anche le foto
    la direttrice da noi non finiva mai di dire quanto MEGLIO stessero grazie a noi.

    poco importa che se uno sta a zero e un altro sta a 10, quando fai stare a 1 il primo, e il secondo MUORE, chiaramente per il primo le condizioni sono migliorate... ma stai distruggendo le condizioni migliori del pianeta e non lo fai certo per far stare a 1 quello che prima stava a 0.


    > C'é molta ipocrisia ragazzi, e molta "censura" e
    > falsa informazione da parte dei media
    > occidentali.

    questo dicono anche i cinesi, anche quando impediscono un sistema di controllo e verifica, quindi tendo a non fidarmi di quel che dici.

    basta ANNUSARE la roba che arriva, qualsiasi cosa sia e in special modo le borse e gli imballaggi, come le valigette per i laptop, gli zainetti, i case morbidi per gli hard disk, i bag per le macchinette fotografiche... ANNUSATELI e ricordate che la gente viveva dove quella roba veniva prodotta in serie.

    i calcoli che facciamo noi in progettazione e in produzione (che ha questo nome per modo di dire) in contatto con il direttore in Cina spessissimo comprendono lavorazioni a costo zero, considerando la manodopera (gente che lima) come una energia infinita.
    Roba che da noi costa a prescindere dal numero di persone che ci lavora, magari zero, magari prodotta da una macchina.
    Ma da loro ci sono persone pagate a cazzo, con diritti zero: costa molto poco.

    > Si, c'é gente che lavora 7 giorni su 7 in Cina,
    > quando gli hanno concesso la Domenica libera si
    > sono lamentati
    > tutti.

    ragazzi, vorrei attrarre la vostra attenzione si questo commento: chiedetevi COME MAI ci sono i giorni di riposo OBBLIGATORI da noi: per evitare che chi comanda dia scuse come queste "eh ma erano loro che hanno insistito!" ecc.
    Alcune forme di protezione sono obbligatorie proprio per evitare che chi è in cosiddetto stato di soggezione venga obbligato a fare il gioco sadomaso del padrone che gli dice "se ti chiedono qualcosa di che ti diverti e che per te dormire la mattina è un crimine contro la tua religione e che il dovere è ciò che aneli maggiormente tanto da lavorare gratis"

    > Sono gente di campagna, che si sposta in Cittá
    > per lavorare 2, 3 anni, gli danno vitto e
    > alloggio (in dormitori modesti ma non campi di
    > concentramento)

    i cinesi che lavorano nella fabbrica della mia ragazza non sono italiani mandati in cina, sono CINESI VENUTI IN ITALIA e lavorano sodo, ma mandano i giocattoli FATTI IN CINA e comprati qui perché qui li può comprare e li manda proprio a quei campagoli che dici tu... perchè LORO NON SE LI POSSONO COMPRARE , altro che!
    E a quanto dice, una sfigatissima ruspa di plastica da loro è come un gioco da ricchissimi e questo non lo dice un italiano, lo dice un CINESE che è venuto in Italia: stanno tanto bene in Cina?

    > Non li obbliga nessuno a venire in cittá, ma
    > perché lo
    > fanno?

    Cosa?!! L'industrializzazione forzata di India e Cina non è certo stata voluta dalla popolazione! C'era gente in India che viveva a culo nudo ma li hanno espropriati della loro vita, costringendoli a passare dalla vita di baratto e caccia (dove felicemente erano in sintonia con ciò che riuscivano a fare) ad un mondo di disoccupazione, di colletti bianchi e operaietti schiavi, come siamo noi, come qualcuno ha preferito in un inquadramento da milleottocento, impedendo di fatto a chi voleva vivere in modo primitivo di continuare a stare a culo nudo sulla propria terra, in un mondo che sembrava aver smesso di fare guerre per "prendere terra", ma che di fatto lo fa comunque, magari con la legge.

    > Perché dopo 2 o 3 anni di lavoro in cittá tornano
    > in campagna con un malloppo tale che gli permette
    > di aprirsi un'attivitá o comprarsi una casa per
    > tutta la
    > famiglia.

    I Cinesi che vengono qui ti smentiscono.

    > Alla fine, non so se stanno peggio loro o gli
    > italiani che a 30 anni vivono con i genitori e
    > hanno un contratto a progetto che scade ogni 3
    > mesi.

    Più continueremo a permettere che altri vegano sfruttati e più continuerà ad andare a picco anche da noi: se esistono gli schiavi, la concorrenza la fai solo strisciando.
    non+autenticato
  • non ho detto che in Cina non ci sono aziende che non rispettano i diritti dei lavoratori, anche in Italia ci sono tessiture che fanno lavorare minorenni o imprese edili che fanno lavorare i rumeni senza contratto e assicurazione...

    Il punto é:
    É vero o non é vero che se lavori 2/3 anni in frabbrica in Cina tornato nelle campagne puoi farti una casa o un'attivitá?

    Guarda che la sorella di mia mamma a 14 anni lavorava in tessitura... la Cina é come l'italia piú di 50 anni fa...

    Quello che dico io, é che l'informazione che arriva a noi sulla Cina é molto "filtrata" e "colorata" come va colorata.

    Mia moglie ha vissuto sotto l'URSS per 10 anni... beh, quello che mi racconta é molto lontano da quello che ci hanno sempre fatto credere
    MeX
    16902
  • Sono le condizioni del 99% dei lavoratori in asia (cina, taiwan, hong kong, vietnam, ecc) , dove si produce quasi tutto quello che avete, dalle scarpe, alla xbox, agli occhiali da sole al pupazzetto di peluche di vostro figlio, allo zaino da montagna.

    Non facciamone un'esclusiva di Apple.

    Made in CHINA significa questo.

    Costi di produzione bassi = salari bassi, pensione zero, assicurazioni sociali zero, sicurezza sul lavoro zero, protezione ambientale zero, insomma tutte questi orpelli inutili che costano e a cui noi occidentali teniamo tanto.
    non+autenticato
  • e i diamanti?
  • Meglio non continuare questo discorso sui diamanti...
    Purtroppo è monopolizzato da una lobby di una certa nazione, la quale sta facendo ferro e fuoco in Africa.
  • Olanda??
    non+autenticato
  • Sarei più propenso per dire medio oriente..
  • questo thlead puzza di flitto
  • Dovresti essere più propenso a googlare prima di propendere a caso.
    non+autenticato
  • Tutta speculazione: le gemme preziose, diamanti compresi, si potrebbero raccogliere - non cercare... raccogliere - su un tratto di costa della Namibia, ovviamente presidiata e per buona parte cementata. Le lasciano lì, facendo finta che non ci siano, così per trovarle sono costretti a scavare nelle miniere e i prezzi restano alti. Vedi tu in che mondo siamo.


    - Scritto da: fox82i
    > Meglio non continuare questo discorso sui
    > diamanti...
    > Purtroppo è monopolizzato da una lobby di una
    > certa nazione, la quale sta facendo ferro e fuoco
    > in
    > Africa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: leo [...]
    >orpelli inutili


    forse non sai il significato di nessuna delle parole che ricicli dalla bocca di qualche oligarca.

    ti renderai conto nonappena avrai un problema di quanto NON siano né orpelli, né tantomeno inutili, le cose che hai citato.

    e allora sarà un piacere vedere qualche deficiente a caso venire a dirti, mentre strisci in ginocchio, in un orecchio, "sveglia".
    non+autenticato
  • "Apple contro i minori a Oriente"

    Apple a favore dei minori, semmai o no?
    non+autenticato
  • apple=ms=linux=ads
  • - Scritto da: pietro
    > "Apple contro i minori a Oriente"
    >
    > Apple a favore dei minori, semmai o no?

    ? Hai compreso il contenuto dell'articolo?
  • - Scritto da: fiertel91
    > - Scritto da: pietro
    > > "Apple contro i minori a Oriente"
    > >
    > > Apple a favore dei minori, semmai o no?
    >
    > ? Hai compreso il contenuto dell'articolo?

    Si ma il titolo è veramente cannato, dai!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Massimo
    > Si ma il titolo è veramente cannato, dai!

    Sì, qui hai ragione.
  • - Scritto da: pietro
    > "Apple contro i minori a Oriente"
    >
    > Apple a favore dei minori, semmai o no?

    Non solo il titolo, ma tutto l'articolo è tendenzioso. Si lascia intendere che gli operai cinesi siano operai Apple. Si arriva addirittura a parlate di ammissioni di colpe dopo che i controlli scovano irregolarità, come se i controlli dovessero servire per chissà quali altri scopi... forse per scovare pentole piene di monete d'oro nascoste...

    Apple sta facendo un ottimo lavoro, questa è la realtà. Quanto ai 15-enni che lavorano illegalmente... ma senti in che paese devo leggere queste cose!!!!
    ruppolo
    33147
  • su dai che indignarsi per problemi minori di altri, è gratis. 30.000 persone che muoiono di fame ogni giorno non sono nulla in confronto a minorenni sfruttati in cambio di qualche moneta.
  • Ei! Anche IKEA esegue controlli presso i suoi fornitori al fine che le leggi nazionali ed Europee sul lavoro siano rispettate (e pure quelle sull'ambiente ). Pena l'esclusione totale dal loro giro.
  • Se poi mi spieghi come fai a far rispettare le leggi europee in Cina.
    non+autenticato
  • Di fatto non ho parlato di Cina.
    Cmq in Cina devi rispettare le leggi nazionali sul lavoro. IKEA vigila altrimenti, come ho scritto , se fuori dal loro giro
  • - Scritto da: fox82i
    > Di fatto non ho parlato di Cina.

    Dato che si parla di produzione del settore informatico si parla di Cina.

    > Cmq in Cina devi rispettare le leggi nazionali
    > sul lavoro.

    Che sappiamo benissimo quanto lassiste sono.

    IKEA vigila altrimenti, come ho
    > scritto , se fuori dal loro
    > giro

    Si certo vigila talmente bene che non sa da dove arrivano le piume dei piumoni che vendono e non sa neppure che spesso le piume sono prelevate da animali vivi.
    Scendi dal mirtillo su.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)