Mauro Vecchio

USA, la caduta di RealDVD

RealNetworks rimborserà l'industria del cinema con 4,5 milioni di dollari. E fermerà la distribuzione del suo contestato software per effettuare copie di backup dei film in DVD

Roma - Da più parti è risuonata un'eco sommessa di sconfitta. La lunga e sfiancante guerra legale tra RealNetworks e l'industria del grande cinema made in Hollywood sembra essere giunta infine al suo termine. E - come già ipotizzabile date le precedenti sentenze - RealNetworks ha perso. Le spese legali dei suoi accusatori costeranno all'azienda di Seattle una cifra che si aggira sui 4,5 milioni di dollari (più di 3 milioni di euro).

Si è così concluso con un armistizio l'aspro contenzioso legale scatenatosi dopo poche settimane dall'annuncio del software RealDVD, capace di effettuare copie di backup di vari film su DVD. RealNetworks ha cioè rinunciato a ricorrere in appello, dando il via libera al rimborso milionario dopo la decisione di un giudice californiano che ha sottolineato come RealDVD serva ad effettuare copie illecite di opere dell'ingegno.

L'azienda di Seattle ha inoltre annunciato che sospenderà di fatto i servizi che hanno permesso a circa 3mila tester di ottenere informazioni aggiuntive come ad esempio le copertine dei vari film in DVD. Si tratta di un colpo mortale per RealNetworks, che ha accettato di non distribuire più alcuna tecnologia atta a violare sistemi anti-copia come il Content Scramble System (CSS).
Tecnologie che, stando alle prime accuse della Motion Picture Association of America (MPAA) nel 2008, avrebbero agito in violazione dei principi del noto Digital Millennium Copyright Act (DMCA). E il giudice statunitense si era trovato d'accordo, emettendo un'ordinanza restrittiva nei confronti di RealNetworks che le impedisse di vendere al pubblico il suo annunciato software.

Un'ordinanza che aveva avuto valore per circa un anno, con la DVD Copy Control Association ad entrare successivamente sul campo di battaglia al fianco degli studios. I vertici di RealNetworks avevano parlato di cartello, di un'unione per boicottare in maniera illecita RealDVD. Ma un giudice californiano aveva stabilito l'insussistenza di tali accuse, assodato che nessuno avesse mai impedito all'azienda di Seattle di procurarsi una licenza.

"Sin dal primo istante in cui questo prodotto è stato introdotto, appariva piuttosto chiaro che violasse i termini di licenza legati a CSS - ha spiegato Jacob Pak, presidente della DVD Copy Control Association - La risoluzione di questo caso dimostra ora quanto sia importante raggiungere accordi essenziali per la sopravvivenza di un'industria dinamica e competitiva".

Questi stessi accordi potrebbero ora aprire le porte ad un rapporto non più conflittuale tra RealNetworks e l'industria hollywoodiana. Stando alle parole del CEO dell'azienda di Seattle, Bob Kimball, la risoluzione del caso RealDVD porterà ad un positivo connubio tra le tecnologie Real e le grandi pellicole statunitensi.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia USA, la caduta di RealDVD
Ordina
  • Proviamo a uscire dai soliti schemi. E se invece di ingrassare gli studi legali e far fallire software house, perchè non ti includono nella confezione un secondo dvd?? Ma a loro che li stampano (sicuramente in qualche stamperia cinese dove lavorano bimbi schiavi 20 ore su 24) che cosa gli costa una copia di un dvd stampato in milioni di copie e rivenduto a 12 euro??

    Apriamo la mente ad altri ragionamenti. Tutti sanno che la pirateria non si può fermare dal momento in cui è nato il digitale (già lo diceva negroponte in "esseri digitali" sin dal 1995 che una volta digitalizzata una cosa la si può copiare all'infinito) perchè insistere col dare la caccia ai software che craccano, quando basterebbe abbassare i prezzi e magari proporsi in modo differente?
    Per la cronaca, io le merdate di screencam che si trovano sul P2P con video in cirillico e audio mono non me le guardo mica, quando un film merita me lo vedo al cinema con la mia compagnia e mi diverto pure..
    non+autenticato
  • Quoto, la pirateria non si combatte con la forza si combatte con l'inutilità.

    Finchè creanno luchetti sempre più grossi ci sarà sempre gente che si divertirà ad aprirli... a li apriranno...

    Ma se non ci sono luchetti, a chi interessa aprirli?? Se comprare un DVD video originale diventa un vantaggio? A che pro copiarlo illegalmente??

    La pirateria audiovisiva sparirà nel momento stesso in cui diventerà inutile, ma questo la major non lo capiscono.

    Invece loro aumentano le protezioni spingendo sempre più la gente a rifugiarsi nella pirateria per proteggersi dalle restrizioni assolutiste delle major.

    Più restrizioni = Più pirateria
    Meno restrizioni = Meno pirateria

    Il concetto mi sembra semplice: puoi spendere tutti i soldi che vuoi in protezioni per impedire la pirateria, ma è tutto inutile. Soldi buttati al vento.

    Danneggia di più la piratera oppure il costo delle protezioni anti-pirateria che puntualmente vengono violati?

    Se togliessimo queste protezioni ci troveremmo con un mercato con dei costi fissi molto minori, si toglie questo inutile spreco, inoltre molti utenti, scappati a causa di queste protezioni ritornerebbero, quindi la pirateria diminuirebbe....

    Insomma... questa guerra danneggia tutti... a che pro continuarla?
    non+autenticato
  • > Se togliessimo queste protezioni ci troveremmo
    > con un mercato con dei costi fissi molto minori,
    > si toglie questo inutile spreco, inoltre molti
    > utenti, scappati a causa di queste protezioni
    > ritornerebbero, quindi la pirateria
    > diminuirebbe....

    Vero, ma non siamo noi che possiamo togliere le protezioni: sono le major che possono farlo, eppure sembra che non vogliano farlo; noi, però, possiamo togliere di mezzo le majors...
    non+autenticato
  • lo rendessero di pubblico dominio, pubblicano il codice sorgente e vedrai chi cazzo li ferma quelli che lo vogliono usare.
    non+autenticato
  • Perchè cercare di copiare un dvd originale protetto? Si fa prima a scaricarsi il film, e poi lo si masterizza quante volte si vuole.
    non+autenticato
  • Da anni anche i più niubbi sanno farsi una copia di un dvd!
    Fare finta che non sia così e' così cretino da essere al di là del bene e del male.
    Qualcuno nelle major dovrebbe fare causa a madre natura.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)