Mauro Vecchio

USA, la curiosa legge dell'emoticon

Una faccina ammiccante sarebbe la prova che la casalinga Stephanie Lenz abbia chiesto in cattiva fede un pagamento dei danni a Universal. Che l'aveva precedentemente accusata per il video del suo frugoletto danzante sulle note di Prince

Roma - Una faccina sorridente, quasi quanto quella del suo frugoletto danzante. Quello stesso bimbo che era apparso tra i meandri di YouTube mentre batteva il piede su Let's Go Crazy, brano dell'artista precedentemente noto come Prince. Un'emoticon tra le più semplici: punto e virgola, trattino, parentesi tonda. Che potrebbe ora rappresentare il punto di svolta in una causa contestata, iniziata quasi tre anni fa.

Una corte statunitense aveva dato ragione alla casalinga Stephanie Lenz, che aveva protestato contro l'ordine di rimozione di Universal Music Group. Il filmato del suo pargoletto doveva sparire dal Tubo, perché in violazione del copyright relativamente al brano dell'Artist di Minneapolis. La donna aveva trovato la solidarietà indignata di Electronic Frontier Foundation (EFF): si trattava di un caso più che emblematico di fair use, di uso legittimo.

La battaglia di Stephanie Lenz non si era fermata con la decisione a suo favore del giudice a stelle e strisce. La donna aveva continuato a battere le vie legali per riuscire ad ottenere da Universal il pagamento dei danni subiti, oltre che delle spese per il dibattimento. Danni sostanziali ed irreparabili, così come chiamati dal talvolta oscuro linguaggio legalese.
Ed è proprio sul legalese che potrebbe a sorpresa giocarsi la partita finale nel lungo contenzioso tra Stephanie Lenz e Universal Music Group. Stando ad alcune prove portate in aula dall'etichetta, la casalinga ha avuto una conversazione via posta elettronica con un amico. Questi le avrebbe così scritto: "adoro come Lenz sia stata danneggiata in maniera sostanziale ed irreparabile". Seguito da un'emoticon: punto e virgola, trattino, parentesi tonda.

Una faccina ripresa poi dalla stessa Lenz, che ha confermato quanto detto dall'amico. Per gli avvocati di Universal, la prova sarebbe evidente: Stephanie Lenz ha scherzato sull'argomento perché consapevole di aver agito in cattiva fede. Ma la donna ha prontamente rifiutato questa visione, sostenendo di aver semplicemente scherzato - così come d'altronde il suo amico - sui termini utilizzati dalla legge statunitense per indicare i danni da lei subiti. Per sapere la verità, basterà attendere un'altra faccina: quella di Universal dopo la decisione del giudice.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetEFF: il museo degli orrori del DMCARaccolte le richieste pi assurde e controverse di rimozione di materiale in base alla disciplina del copyright. Se si ignora il fair use, un abuso
  • AttualitàUSA, la satira viola il copyrightUna lettera firmata dal presidente della Camera di Commercio statunitense scatena un putiferio in rete. Si tratta di una parodia che avrebbe violato il DMCA con un'appropriazione indebita del trademark
  • Digital LifeDMCA al lavoro su YouTubeCentinaia di video deferiti come potenzialmente lesivi del diritto d'autore. Gli autori fanno appello e tutto torna online. Mistero sull'origine delle segnalazioni. C' chi giura: Scientology
32 Commenti alla Notizia USA, la curiosa legge dell'emoticon
Ordina
  • Cito: "perché in violazione del copyright relativamente al brano dell'Artist di Minneapolis."
    Capisco (anzi, no, ma fa lo stesso) voler usare inglesismi a tutti i costi, ma avevate raggiunto la quota massima di 'a' spendibile nella giornata?Occhiolino

    --
    Saluti, Kap
  • the artist formerly known as prince?

    penso ehOcchiolino
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > the artist formerly known as prince?
    > penso ehOcchiolino

    Ah, ok, in quel senso...Occhiolino

    --
    Saluti, Kap
  • arrampicata sugli specchiOcchiolino
    MeX
    16902
  • Forse no. E' noto che negli USA le denunce possono nascondere l'intenzione di guadagnare "soldi facili" e una causa per la rimozione di uno stupidissimo video da youtube mi fa sospettare che si tratti di una di queste cause farlocche. Io però faccio lo stesso il tifo per la donna perché la Universal è proprio andata a cercarseli i guai.
    non+autenticato
  • ma infatti secondo faranno un altro buco nell'acqua e un'altra magra figura
    MeX
    16902
  • - Scritto da: utente
    > Forse no. E' noto che negli USA le denunce
    > possono nascondere l'intenzione di guadagnare
    > "soldi facili" e una causa per la rimozione di
    > uno stupidissimo video da youtube mi fa
    > sospettare che si tratti di una di queste cause
    > farlocche.
    Vero, però attaccarsi ad uno smile per dimostrare la cattiva fede è veramente ridicolo. Se gli avvocati non sanno far di meglio direi che possono tranquillamente chiudere le cartelle in cuoio e ammettere di non saper più che razzi pigliare.
    > Io però faccio lo stesso il tifo per
    > la donna perché la Universal è proprio andata a
    > cercarseli i guai.
    Infatti: se la persona non cercava guadagni (e non ne impediva alla Universal, visto che dubito il brano usato avesse un suono di qualità commerciale, appiccicato come sfondo al video), sono proprio i classici esempi di avvocati "pagati lo stesso, quindi troviamo loro qualche risibile sciocchezza per farli lavorare". Solo che la lettera standard di diffida ha provocato una reazione ed ora nessuno vuole tenere la faccia alzata prendendosi "all the shit that is hitting the fan".
    non+autenticato
  • La domande è: come hanno fatto ad avere le loro email?
  • giSorride

    suppongo per che hanno le spalle coperte se le hanno portate come prova...
    MeX
    16902
  • - Scritto da: CHKDSK
    > La domande è: come hanno fatto ad avere le loro
    > email?

    Gia'.
    E se questi hanno in mano le mail spedite da questa signora, come facciamo a sapere che siano proprio quelli i contenuti?

    Parliamo di semplici testi spediti con protocollo SMTP in chiaro, mica di files criptati con chiave pubblica...
  • Non si saprà mai...

    Io propongo di tirare un dado da 12, se fa 4 o meno la donna perde, se fa da 5 a 8 tutti tornano a casa, se fa 9 o più la donna vince e l'industria paga.
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Non si saprà mai...
    >
    > Io propongo di tirare un dado da 12, se fa 4 o
    > meno la donna perde, se fa da 5 a 8 tutti tornano
    > a casa, se fa 9 o più la donna vince e
    > l'industria
    > paga.

    Come e' fatto un dado da 12?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Wolf01
    > > Non si saprà mai...
    > >
    > > Io propongo di tirare un dado da 12, se fa 4 o
    > > meno la donna perde, se fa da 5 a 8 tutti
    > tornano
    > > a casa, se fa 9 o più la donna vince e
    > > l'industria
    > > paga.
    >
    > Come e' fatto un dado da 12?

    http://giochinscatola.it/catalog/images/MG-FD12.gi...
    krane
    22544
  • Ahi ahi ahi, niente Dungeons & Dragons a quanto pareA bocca aperta

    Bella li, kraneOcchiolino
    Wolf01
    3342