Cellulari, le brevissime di oggi

Studi: il revenue sharing aumenta i ricavi - Juve e Milan non più su TIM - 3 abbona i canoni agli abbonati

Studi: il revenue sharing aumenta i ricavi
Revenue sharing è la parola d'ordine per il futuro delle compagnie di telefonia mobile, specialmente con l'arrivo del famigerato 3G. Lo ha rilevato Strand Consult che ha condotto un nuovo esame della situazione del mercato della telefonia e delle nuove tecnologie individuando nella Corea del Sud un modello di business molto simile a quello che interesserà l'Europa tra circa tre anni. Le compagnie della Corea hanno infatti l'obiettivo di raggiungere il 50 per cento degli introiti in soli servizi dati secondo un modello di condivisione di guadagni e risorse ancora sconosciuto in Europa (vedi anche: Revenue sharing, l'opportunità mancata).

Juve e Milan non più su TIM
Niente più partite di Juventus e Milan sui telefonini TIM, lo ha deliberato il Tribunale di Roma che ha dato ragione alle due squadre e ad H3G, unico operatore mobile in regola con la complicata gestione dei diritti sulle partite. Milan e Juventus non avevano infatti ceduto a TIM i diritti e H3G aveva quindi visto in pericolo l'esclusiva sulla trasmissione ai propri clienti 3G di momenti delle partite delle due squadre. Ora TIM dovrà eliminare ogni riferimento a Milan e Juventus anche dalle pubblicità.

3 abbona i canoni agli abbonati
I clienti dei contratti TOP 3 Executive e Privilege di 3 non dovranno pagare il canone di abbonamento sui servizi e sul traffico per i mesi di marzo e aprile. Lo ha fatto sapere l'azienda che ha giustificato lo sconto con i disservizi a cui sono andati incontro i primi clienti dell'operatore di telefonia UMTS.
Dovranno invece essere corrisposti regolarmente la tassa di concessione governativa, l'affitto del telefono ed il traffico oltre la soglia di abbonamento.