L'invisibile censura della rete

di Gilberto Mondi - Quanti sono i siti che spariscono? O quelli che sono sottoposti a inspiegati sequestri? O quelli che vengono chiusi da timorosi provider? Un caso americano dà da pensare anche su questa sponda dell'Atlantico

Roma - Una situazione paradossale. C'è uno sceriffo che ha fatto bloccare l'accesso a centinaia di siti perché, a suo dire, contengono pornografia infantile e non intende in alcun modo fornire la lista dei siti bloccati. E c'è un'associazione che vuole dimostrare come questi blocchi abbiano spesso preso di mira siti del tutto innocenti. Senza la lista, però, l'associazione non può dimostrare nulla.

Il set di questo scontro è la Pennsylvania, lo sceriffo è il procuratore generale dello stato Mike Fisher e l'associazione è il Center for democracy and technology (CDT), uno dei più importanti baluardi delle libertà digitali negli USA. Secondo Fisher, consegnare la lista dei siti all'associazione equivale a spacciare pedopornografia e dunque è vietato. Secondo l'associazione, invece, questo equivale a dire che l'attività di censura del procuratore non può essere esaminata e che, dunque, non v'è certezza del diritto.

Sganciandoci per un attimo dalle comprensibili e facili emotività legate alla drammatica questione degli abusi sui minori, il paradosso della situazione è nella rete e nella sua natura, capace di sfuggire a leggi e regolamenti che vorrebbero ingabbiarla. CDT ha infatti tutto il diritto di chiedere quella lista ed è assai probabile che ricorrerà per questo ad una denuncia formale contro il procuratore. Ma quest'ultimo ha anche tutto il diritto, vista la propria posizione, di impedire che siano diffusi al pubblico mezzi per delinquere, come per esempio una lista di link che costituiscono l'accesso ad un illecito, cioè ad immagini evidentemente raccapriccianti.
Un altro pezzo di verità è anche nel fatto che quelle centinaia di siti che Fisher sostiene di aver bloccato nell'ultimo anno non sono bloccati affatto. Quei siti che oggi gli utenti dei provider della Pennsylvania possono avere difficoltà ad aprire sono appoggiati su server che, con ogni probabilità, non si trovano in quello stato e forse neppure negli Stati Uniti e rimangono accessibili, per chi ne conosce gli indirizzi, dal resto del mondo.

Non dubito certo che Fisher abbia denunciato i gestori di quei siti alle autorità competenti dei paesi nei quali quei server si trovano o dei paesi nei quali risiedono i gestori stessi. Ma cosa potrebbe accadere se Fisher e i procuratori degli altri stati americani e, perché no?, le autorità esecutive di mezzo mondo decidessero che ci sono altri centinaia o migliaia di siti il cui accesso va impedito, e effettivamente venisse impedito, senza che ci sia bisogno di giustificare in pubblico il provvedimento? Basta agitare lo spettro del pedoporno per rivendicare una sufficiente autorità di censura e boicottaggio?

E qui si trova l'ultima parte delle verità di questo pericoloso gioco. Perché, quando si viene alla censura online, negli USA ma anche in Italia molto accade senza che gli utenti lo sappiano e molto altro accade senza che se ne conoscano i dettagli. Si pensi a siti sottoposti a sequestro, a quelli oscurati da provider che si sostituiscono alla magistratura, a quelli che semplicemente divengono irraggiungibili da un giorno all'altro. Ben venga dunque la battaglia di CDT, sperando che la vinca e porti un po' di luce.

Gilberto Mondi
TAG: censura
29 Commenti alla Notizia L'invisibile censura della rete
Ordina
  • Diritto Romano: i fatti si provano, il diritto si deduce ...


    ... a tutti gli sceriffi (vicini e lontani): prima si dimostrano i fatti, poi si richiedono ( ed eventualmente ottengono) provvedimenti

    Full Japan Immersion
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Diritto Romano: i fatti si provano, il
    > diritto si deduce ...
    >
    >
    > ... a tutti gli sceriffi (vicini e lontani):
    > prima si dimostrano i fatti, poi si
    > richiedono ( ed eventualmente ottengono)
    > provvedimenti
    >
    > Full Japan Immersion

    Non mi pare il sistema in vigore negli States. Pure per l'attacco all'Iraq e prima ancora all'Afganistan non hanno provato un bel nulla.
    Fanno quello che vogliono dicendo che è meglio non divulgare le informazioni per ragioni X o Y.
    Mi pare quindi logico che questo sistema si applichi a tutti i livelli, dallo sceriffo al presidente.

    In fondo non bisogna dimenticare che loro sono sempre i buoni e che si preoccupano del bene di tutti i cittadini (loro e di altri paesi) e che libereranno il mondo rendendolo democratico e buono.

    Non abbiamo null'altro da fare che fidarci. Sicuramente stanno agendo per il nostro bene.

    Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Diritto Romano: i fatti si provano, il
    > > diritto si deduce ...
    > >
    > >
    > > ... a tutti gli sceriffi (vicini e
    > lontani):
    > > prima si dimostrano i fatti, poi si
    > > richiedono ( ed eventualmente ottengono)
    > > provvedimenti
    > >
    > > Full Japan Immersion
    >
    > Non mi pare il sistema in vigore negli
    > States. Pure per l'attacco all'Iraq e prima
    > ancora all'Afganistan non hanno provato un
    > bel nulla.
    > Fanno quello che vogliono dicendo che è
    > meglio non divulgare le informazioni per
    > ragioni X o Y.
    > Mi pare quindi logico che questo sistema si
    > applichi a tutti i livelli, dallo sceriffo
    > al presidente.
    >
    > In fondo non bisogna dimenticare che loro
    > sono sempre i buoni e che si preoccupano del
    > bene di tutti i cittadini (loro e di altri
    > paesi) e che libereranno il mondo rendendolo
    > democratico e buono.
    >
    > Non abbiamo null'altro da fare che fidarci.
    > Sicuramente stanno agendo per il nostro
    > bene.
    >
    > Triste

    L'America è malata. Per contro, anche davanti ad una
    colpevolezza lampante, se si hanno dei buoni avvocati si
    è sicuri di farla franca... ricordate il caso OJ Simpson...
    era matematico che fosse colpevole... lui ha investito
    la quasi totalita delle sue finanze per pagare un pool
    dei migliori avvocati sulla piazza. Ora è in Florida, che
    vive dei diritti del libro che poi ha scritto sulla vicenda. ?=)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > In fondo non bisogna dimenticare che loro
    > sono sempre i buoni e che si preoccupano del
    > bene di tutti i cittadini (loro e di altri
    > paesi) e che libereranno il mondo rendendolo
    > democratico e buono.
    >
    > Non abbiamo null'altro da fare che fidarci.
    > Sicuramente stanno agendo per il nostro
    > bene.
    >

    Sei un appassionato di Gaber vero?Occhiolino

    ciauz
    non+autenticato
  • > Sei un appassionato di Gaber vero?Occhiolino
    >

    "Se non ci fossero gli americani, a quest'ora saremmo europei"

    "Sono portatori sani di democrazia. Nel senso che a loro non fa male, però te la attaccano"

    "Gli americani sono gli unici che a Disneyland non si sentono cretini neanche per un momento"

    Ma preferisco naturalmente Fabrizio DeAndrè:

    saper leggere il libro del mondo
    con parole gargianti e nessuna scrittura
    nei sentieri costretti in un palmo di mano
    segreti che fanno paura
    finchè un uomo t'incontra e non ti riconosce
    e ogni terra si accede e si arrende
    la pace
    hoff
    203
  • www. voxnyc.com aveva lanciato le "prehemptive news", il servizio di news preventive: ad esempio ha previsto lo strano incidente aereo di un deputato democratico durante le elezioni, e poi ha previsto (ma non e' ancora accaduto) un attacco terroristico a New York con una bomba "sporca" (ad opera della CIA). Be', poco dopo questo intervento l'autore e' stato arrestato in casa sua all'alba e non se ne e' saputo piu' nulla per un po' di tempo, e contemporaneamente il sito www.voxnyc.com e' sparito. Alla fine il sito ha riaperto come www.voxfux.com (ma temo che sia solo un mirror, non piu' aggiornato dalla sparizione di voxnyc)
    non+autenticato
  • Un dibattito del genere neppure si apre. Tutti zitti.
    non+autenticato

  • > Un dibattito del genere neppure si apre.
    > Tutti zitti.

    Non, credo, uno sceriffo del genere potrebbe passare mesi interi da maurizio costanzo
    non+autenticato
  • > Non, credo, uno sceriffo del genere potrebbe
    > passare mesi interi da maurizio costanzo
    speriamo portino le pistole
    ;)
    non+autenticato
  • ma finchè il sito è sequestrato nessuno può accedervi, se poi l'accusa si rivela fondata il sito sarà chiuso definitivamente, quindi dare la lista dei siti non favorisce pubblicità, anzi....
    non+autenticato

  • - Scritto da: max59
    > ma finchè il sito è sequestrato nessuno può
    > accedervi

    ma hai letto l'articolo?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: max59
    > > ma finchè il sito è sequestrato nessuno
    > può
    > > accedervi
    >
    > ma hai letto l'articolo?

    ma io parlavo in linea di principio, che poi ci siano scappatoie tecniche per aggirare l'ostacolo legale non mi sembra una grande consolazione.
    non+autenticato

  • > > ma hai letto l'articolo?
    >
    > ma io parlavo in linea di principio, che
    > poi ci siano scappatoie tecniche per
    > aggirare l'ostacolo legale non mi sembra una
    > grande consolazione.

    => no.
    non+autenticato
  • ...Questi americani, sempre così previdenti e solerti nell'agire!
    Dai, portiamo un po' di cultura perbenista americana anche in Italia, così creeremo una mandria di idioti simile alla gioventù a stelle e strisce (e popcorn?). Chi è andato almeno una volta negli states sa di cosa sto parlando spero...
    Vabbé, non ne hanno mai abbastanza: proibizionismo, leggi assurde sull'alcool, ecc...

    \/\/ la censura faidaté!

    ---TheDrunka
    non+autenticato
  • fosse questo il male...

    il problema è che hanno armi potentissime e attaccano paesi che non c'entrano niente per i lovo cavolo di interessi!

    speriamo che come per l'impero romano arrivino i visigoti anche per gli americani.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > fosse questo il male...
    >
    > il problema è che hanno armi potentissime e
    > attaccano paesi che non c'entrano niente per
    > i lovo cavolo di interessi!
    >
    > speriamo che come per l'impero romano
    > arrivino i visigoti anche per gli americani.

    il problema è che i romani non avevano le atomiche ... al massimo se si incazzavano incendiavano qualche città ... non facevano scomparire il genere umano ...
    non+autenticato
  • Hai studiato storia e ora giudichi i pakistani eh?


    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > fosse questo il male...
    > >
    > > il problema è che hanno armi potentissime
    > e
    > > attaccano paesi che non c'entrano niente
    > per
    > > i lovo cavolo di interessi!
    > >
    > > speriamo che come per l'impero romano
    > > arrivino i visigoti anche per gli
    > americani.
    >
    > il problema è che i romani non avevano le
    > atomiche ... al massimo se si incazzavano
    > incendiavano qualche città ... non facevano
    > scomparire il genere umano ...
    non+autenticato

  • >
    > speriamo che come per l'impero romano
    > arrivino i visigoti anche per gli americani.


    ...per favore....
    Non mi paragonare il glorioso Impero Romano, a quella mandria di pecore a stelle e trisce...
    ....ci fossero ancora, i Romani.....
    non+autenticato
  • > > speriamo che come per l'impero romano
    > > arrivino i visigoti anche per gli
    > americani.
    >
    >
    > ...per favore....
    > Non mi paragonare il glorioso Impero Romano,
    > a quella mandria di pecore a stelle e
    > trisce...
    > ....ci fossero ancora, i Romani.....

    ... potremmo vederti a tu per tu con un
    bel leone... già, ci fossero ancora...
    non+autenticato

  • Mai avuto un sito eh?

    - Scritto da: Anonimo
    > fosse questo il male...
    >
    > il problema è che hanno armi potentissime e
    > attaccano paesi che non c'entrano niente per
    > i lovo cavolo di interessi!
    >
    > speriamo che come per l'impero romano
    > arrivino i visigoti anche per gli americani.
    non+autenticato
  • > Dai, portiamo un po' di cultura perbenista
    > americana anche in Italia,

    CI farebbe bene. L'Europa, Italia in testa, sembra aver perso ogni capacitò di giudicare cos'è giusto e cos'è sbagliato, e agire di conseguenza, pur con la possibilità a volte di sbagliare. L'importante è controllare e saper riconoscere gli sbagli.

    Si creda che democrazia sia permettere tutto, anche le cose più spaventose, salvo che non ci tocchino direttamente: uno distrubuisce foro di bambini seviaziati? Cosa vuoi che sia... Ci ruba la BMW? Pena di morte!!!!

    È indice di senilità, come i vecchi guarda solo al suo piccolo mondo, Un egoismo spaventoso che cresce di giorno in giorno.

    > così creeremo una mandria di idioti simile alla gioventù a
    > stelle e strisce (e popcorn?). Chi è andato

    La gioventù italiana è una massa di pecoroni idiota quanto quella americana, se non di più... ti sei mai guardato in giro? E sono ancora più idioti perché copiano mode idiote nate altrove, nemmeno capaci di essere idioti per conto loro. Ma le cose intelligenti raramente le copiano...

    > Vabbé, non ne hanno mai abbastanza:
    > proibizionismo, leggi assurde sull'alcool,
    > ecc...

    Quanto a leggi assurde, gli Italiani sono sicuramente in testa. Gli americani negli anni venti avranno avuto l'assurdo Proibizionismo, ma il codice penale italiano aveva il "delitto per motivi di onore", "l'abbandono di minore per motivi di onore" e lo stupro era un delitto contro la morale... cos'è peggio?
  • Ah, tu sei quello che dice che i romani erano come i nazisti (senza tener conto dei 2000 anni progresso del pensiero che ci separano da loro). Sarà, però loro hanno dato le basi al diritto moderno, e praticavano la schiavitù 2000 anni fa (e la condizione di schiavitù nell'antichità aveva molti aspetti, non era solo fruste e catene) mentre gli stati uniti d'america hanno importato schiavi negri fino a 140 anni fa, non so se mi spiego. E non se ne sono poi tanto pentiti se alla conferenza di Durban di due anni fa hanno impedito che si parlasse dell'argomento...
    Di tutti i modi di risolvere le controversie internazionali poi quello americano, ovvero la guerra, non è il più moderno, anzi è lo stesso che si usava 900000 anni fa tra le bande di ominidi. Nel 2003 d.C. si sperava che l'umanità fosse un pochino progredita e che la legge del più forte fosse stata sostituita dal diritto, ma ci illudevamo.
    Finchè c'è gente come te disposta ad accettare acriticamente le cazzate che gli vengono propinate, e a crederci!, che vuoi che ti dica? Speriamo di non trovarci mai nella situazione dell'Iraq, dalla parte del più debole.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    Vedo che non hai il coraggio di firmare le tue opionioni... io almeno ce l'ho.

    > Ah, tu sei quello che dice che i romani
    > erano come i nazisti (senza tener conto dei
    > 2000 anni progresso del pensiero che ci
    > separano da loro).
    > Sarà, però loro hanno
    > dato le basi al diritto moderno, e

    Sbagliato: sono stati i greci ateniesi, che im quanto a civilità davano parecchi punti ai Romani. L'Impero Romano fu la degenerazione di quel poco di civiltà che erano riusciti a creare. I Cicerone, i Catone, e compagnia bella sono tutti prima. Dopo, rimane poco.

    > praticavano la schiavitù 2000 anni fa (e la
    > condizione di schiavitù nell'antichità aveva
    > molti aspetti, non era solo fruste e catene)
    > mentre gli stati uniti d'america hanno
    > importato schiavi negri fino a 140 anni fa,
    > non so se mi spiego. E non se ne sono poi

    A importare negri in America c'erano parecchi Italiani. In Italia i latifondisti avevano abbastanza schiavi per non doverli comprare (leggiti pure Verga e Pirandello), bastava usare i propri concittadini, come i mugiki in Russia.

    > Di tutti i modi di risolvere le controversie
    > internazionali poi quello americano, ovvero
    > la guerra, non è il più moderno, anzi è lo
    > stesso che si usava 900000 anni fa tra le
    > bande di ominidi. Nel 2003 d.C. si sperava

    Lo stesso che ha salvato l'Europa dal Nazismo e dal Comunismo, entrambi prodotti della avanza civiltà europea.

    > che l'umanità fosse un pochino progredita e
    > che la legge del più forte fosse stata
    > sostituita dal diritto, ma ci illudevamo.

    No, a leggere quello che scrivete di progresso c'è ne assai poco.

    > Finchè c'è gente come te disposta ad
    > accettare acriticamente le cazzate che gli
    > vengono propinate, e a crederci!, che vuoi
    > che ti dica? Speriamo di non trovarci mai
    > nella situazione dell'Iraq, dalla parte del
    > più debole.

    Chi accetta acriticamente le cazzate sei tu, mi dispiace. Prova un po' a ragionare con la tua testa e non con quella della massa. Altrimenti ti spedisco un succhiello per la terza narice.
  • > > la guerra, non è il più moderno, anzi è lo
    > > stesso che si usava 900000 anni fa tra le
    > > bande di ominidi. Nel 2003 d.C. si sperava
    >
    > Lo stesso che ha salvato l'Europa dal
    > Nazismo e dal Comunismo, entrambi prodotti
    > della avanza civiltà europea.

    anche se mesi dopo devo scrivertelo
    il nazismo è stato sconfitto dal glorioso popolo dell'unione sovietica. puoi inventarti tutte le scemenze storiche e moralistiche che vuoi ma i fatti parlano da soli
    mentre nei porti americani circolava propaganda nazista e associazioni più o meno legali raccoglievano fondi per gli ariani di germania, un popolo intero affrontava DA SOLO più di 100 divisioni tedesche, armate di tutto punto e lasciate indisturbate dagli alleati a fare 20 milioni di morti tra i russi
    dall'altra parte gli americani ci misero due anni ad avere ragione di 10 divisioni tedesche
    in jugoslavia un altro glorioso popolo, fatto di serbi, antifascisti croati e comunisti di vario genere liberò da solo la sua terra A CARO PREZZO!
    solo chi non ha il senso della storia può dire che gli americani liberarono qualcosa o qualcuno: gli americani vennero qui PER INTERESSI GEOPOLITCI... non sarebbero mai venuti se i russi fossero stati sconfitti...
    la libertà di cui abbiamo goduto e i soldi che sono arrivati in questi 50 anni sono il frutto di una sola cosa: la posizione strategica dell'italia in quegli anni.... al confine con l'est comunista e con un PCI fortissimo...
    la spagna, lontana dall'est europeo, senza alcun interesse stategico per nessuno fu lasciata dai gloriosi americani al simpatico e non democratico generale franco, la cui dittattura voglio ricordarti iniziò con la sconfitta della repubblica spagnola causata dai fascisti di mezza europa...
    franco fu finanziato nella sua ascesa al potere da una multinazionale petrolifera americana con benestare dei dirigenti politici dell'epoca...
    allora tutta sta passione democratico-liberatrice a mo di bombe degli americani dove la vedi?

    studia meglio la storia così i thread saranno più interessanti e meno ridicoli....
    non+autenticato