Il Pakistan vieta il web malefico

Partiti i blocchi di stato contro i siti pornografici, contro quelli anti-islamici e contro i non meglio definiti siti blasfemi. Già calano i clienti dei netcafé mentre dai partiti conservatori qualcuno chiede censure maggiori

Roma - Internet continua a far paura alle autorità di quei paesi che ritengono di poter mantenere ordine e tradizione soltanto attraverso la censura. Accade così che il PTCL, la società pubblica delle telecomunicazioni pakistane, abbia deciso di bloccare migliaia di siti pornografici o scomodi, considerati "corruttori" e portatori di una "influenza malefica".

Come accade in Arabia Saudita e altri paesi arabi, anche in Pakistan tutti i provider dipendono da un unico network di stato controllato da server proxy capaci di filtrare e bloccare siti web, di consentire l'accesso delle autorità alla posta elettronica e via dicendo. Per la PTCL, dunque, è stato sufficiente inserire nuovi filtri nei proxy per dare il via al blocco che sarà ulteriormente ampliato nelle prossime settimane con l'installazione di un nuovo software specifico contro il porno in rete.

Grazie ai controlli di stato il boss della PTCL, Zahir Mohammed Khan, ha potuto dichiarare che prima di apporre i filtri il 60 per cento degli utenti pakistani aveva avuto accesso a siti pornografici. "Abbiamo iniziato una campagna per bloccare i siti a febbraio e fino ad oggi - ha spiegato Khan - ne abbiamo identificati e bloccati 1800". Un numero effettivamente irrisorio rispetto alla quantità di siti porno disponibili online, anche per questo Khan attende l'arrivo del non meglio specificato nuovo software che sarebbe capace di aumentare il livello di "protezione".
"Questi siti pornografici - ha affermato Khan - sono una grande maledizione sociale. Il governo non può combattere da solo, abbiamo bisogno di aiuto dai provider e dai genitori per debellare questa minaccia".

Stando ad alcune interviste con i pakistani effettuate da un inviato della Reuters, sembrerebbe che vi siano gestori di net-café, luoghi dove molti degli utenti del paese si connettono ad internet, che lamentano un calo dei clienti da quando i blocchi sono attivi. E andrà sempre peggio, se si considera che Khan ha già spiegato come "ogni settimana aggiorniamo la lista dei siti da bloccare, speriamo che la gente andrà su altri siti maggiormente informativi grazie a questi filtri".

Sul piano del dibattito politico le cose poi non vanno meglio. Secondo un rappresentante dei sei partiti islamici di opposizione, infatti, "questo blocco non è abbastanza. C'è bisogno di sintonizzare l'intero sistema dell'educazione e dei media digitali sui valori della nostra cultura e religione così che i più giovani non siano tentati da tali demoni".
TAG: censura
95 Commenti alla Notizia Il Pakistan vieta il web malefico
Ordina
  • La "farfallina" piace a tutti (quasi...) e piace perchè siamo fatti cosi, per istinto, genetica o non so cos'altro, ma cmq piace!
    Qualunque cosa si faccia nessuno riuscirà mai a limitare la voglia di f*ga in qualsivoglia forma!
    Non è che si diventa più bravi se in internet non può vedere pornografia!
    Anche in pakistan ci sono le prostitute, non ci sono mai stato ma sono sicuro senza ombra di dubbio che ci sono, come ci sono in tutti gli stati musulmani, islamici, o di qualunque religione!
    Vogliono tanto fare i puritani, ma alla fine la verità è che la f*ga piace a tutti perchè è l'istinto che ci guida nient'altro!
    non+autenticato
  • daccordo su tutto, anzi altre che alla f**a a loro piace anche la bottiglia (piena d'alcool sia chiaro) alla faccia di maometto & Co. ,ma solo all'estero sia ben chiaro....a casa loro sono dei poveri agnellini senza spina dorsale......e parlo perché ho girato i loro paesi e so come si comportano.
    non+autenticato
  • Contro il capitalismo in ogni sua forma
    Contro le censure
    Contro le guerre del capitale
    Contro gli imperialismi
    Contro occupanti Stranieri
    Contro gli integralismi religiosi

    Per il Socialismo
    Per la rinascita della "Teologia della Liberazione" nel Cristianesimo
    Per la nascita di una Teologia della Liberazione anche nell'Islam
    Per La Pace

    per tutto questo....

    Ora e Sempre Resistenza
    Sempre Partigiani
    Sempre Guerriglieri
    Sempre FEDAYN

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Contro il capitalismo in ogni sua forma
    > Contro le censure
    > Contro le guerre del capitale
    > Contro gli imperialismi
    > Contro occupanti Stranieri
    > Contro gli integralismi religiosi
    >
    > Per il Socialismo
    > Per la rinascita della "Teologia della
    > Liberazione" nel Cristianesimo
    > Per la nascita di una Teologia della
    > Liberazione anche nell'Islam
    > Per La Pace
    >
    > per tutto questo....
    >
    > Ora e Sempre Resistenza
    > Sempre Partigiani
    > Sempre Guerriglieri
    > Sempre FEDAYN
    >

    Ma siete proprio i peggiori perdenti del mondo,che schifo !
    non+autenticato
  • Sparati in bocca, tu e il tuo tuo socialismo.
    non+autenticato
  • ...l'ho scoperto ieri sera....
    su rai tre verso le 23, hanno intervistato un tizio incapucciato con occhiali neri.
    si e' detto siriano, webmaster (mi e' sembrato di capire) e pronto a far saltare soldati usa.

    e' incredibile: non voglio condannarlo o criticarlo a priori (fortunatamente io non so cosa sia la guerra, la poverta' e i bombardamenti e spero di rimanere ignorante in questo campo per tutta la mia vita) ma non ho potuto non pensare che questa persona utilizza un mezzo cosi' aperto, progredito e (diciamocela tutta...) inventato negli USA e poi tesse in contemporanea lodi sperticate a saddam e cercare di ammazzare americani....l'unica spiegazione logica che sono riuscito a darmi e' che la' internet sia veramente blindato.

    voi che ne pensate?




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...l'ho scoperto ieri sera....
    > su rai tre verso le 23, hanno intervistato
    > un tizio incapucciato con occhiali neri.
    > si e' detto siriano, webmaster (mi e'
    > sembrato di capire) e pronto a far saltare
    > soldati usa.
    non l'ho visto ma ok puo essere..
    >
    > e' incredibile: non voglio condannarlo o
    > criticarlo a priori (fortunatamente io non
    > so cosa sia la guerra, la poverta' e i
    > bombardamenti e spero di rimanere ignorante
    > in questo campo per tutta la mia vita)
    e' gia positivo che non lo critichi per partito preso

    > ma non ho potuto non pensare che questa persona
    > utilizza un mezzo cosi' aperto, progredito e
    > (diciamocela tutta...) inventato negli USA e

    fa il Webmaster e la tecnologia WEB e' di invenzione USA, vero e con cio ? deve essere filousa? non ne vedo il nesso
    lui non contesta la TECNOLOGIA USA o la TECNOLOGIA non e' luddista ma contesta gli USA e le loro politiche imperialiste in mediooriente e nel 3 mondo in genere
    > poi tesse in contemporanea lodi sperticate a
    > saddam e cercare di ammazzare
    > americani....l'unica spiegazione logica che
    > sono riuscito a darmi e' che la' internet
    > sia veramente blindato.

    e qui ti sbagli o vero probabilmente e' blindato ma non per fare inneggiare a Saddam tant'e' che la Siria contende una sorta di egemonia politica all'Iraq e quindi non ne e' propriamente amica ma il motivo per cui Saddam e' popolare nel mondo arabo (molti fedeli alleati USA faticano a contenere le "masse popolari" filoirakene) e' per cio che rappresenta,ovvero l'orgoglio della Nazione Araba(l'ideologia di Saddam e' il nazionalismo panarabo simile a quello pangermanico o panslavo)che si solleva "contro l'imperialismo angloamericano e contro Israele che opprime i fratelli palestinesi" dimenticando che Saddam e' li grazie all'occidente e che per molti anni era un "servo dell'mperialismo sovietico e americano (e quindi del sionismo)"
    l'estremo laicismo degli anni 80 e' stato abbandonato per un "islamismo" di facciata pur mantendo uno stato profondamente laico
    >
    cmq una precisazione sul titolo che hai dato al tuo posta
    "webmaster + fedayn"
    be FEDAYN vuol dire semplicemente "guerrigliero" quindi un webmaster di qualsiasi fede politica,nazione,religione,etnia
    che si da alla "lotta armata" o combatte con strategie "irregolari" diventa un FEDAYN ovvero un GUERRIGLIERO

    e ripeto il significato di alcune parole arabe abusate negli ultimi mesi

    Fedayn : guerrigliero colui che combatte una guerra irregolare (guerriglia)

    Mujaheddin : soldato di dio, combattente religioso normalmente il Mujaheddin usa la guerriglia come strategia di guerra quindi e' un FEDAYN

    Taliban : studente di Teologia, erano gli "studenti" che , appoggiati almeno inizialmente da Pakistan e CIA (erano antiiraniani), governavano l'Afganistan fino a pochi mesi fa tuttora hanno controllo su vaste zone, qualora il Taliban sia un militare si considererebbe un MUJAHEDDIN

    Jihad : sforzo,impegno per la diffusione e l'affermazione    dell'ISLAM(cosa prevista anche per il cristianesimo) e NON guerra santa anche se alcuni l'hanno inteso cosi,in realta le ARMI si usano solo per difendere l'islam da chi vuole impedirne la pratica


    Peshmerga : combattente Curdo


    >
    >
    >
  • Vedo a mio avviso un po di confusione
    ovvero uno si confondono Mussulmani con Arabi
    Pakistani,Bosniaci,Iraniani,Bangladeshesi(o come si chiamano) non sono ARABI ma sono mussulmani
    a loro volta molti iraqueni, molti libanesi,siriani ,palestinesi
    sono ARABI ma non mussulmani

    Quindi facciamo distinzione ARABI sono appartenenti a un grosso gruppo etnico semitico che ha a livello popolare una forte identita che e' sovranazionale "la Nazione Araba" (simile alla Nazione Germanica e alla Nazione Slava) non a caso le grandi ideologie che han fatto breccia nel mondo arabo (a volte mescolandosi tra di loro) sono l'Islam come religione maggioritaria e a volte come strumento di Liberazione, il Socialismo(fronti popolari,fronti democratici,partiti comunisti e socialisti) e il Nazionalismo Panarabo(Partito Socialista Arabo dell Rinascita( Ba'th))

    Islamici sono gli appartenenti alla religione fondata dal profeta Muhamad (maometto) UNICA religione monoteista che garantisce la Salvezza ai credenti con diverse regole (cristiani,ebrei) non prevede la conversione forzata di cristiani ed ebrei ma come il cristianesimo e a differenza dell'ebraismo fa PROSELITISMO,la conversione forzata era prevista per i popoli non del libro(oramai quasi inesistenti nell'area cristiano-islamica) attualmente nei paesi a maggioranza Islamica vige una certa liberta religiosa infatti quasi OVUNQUE e' possibile costruire chiese e sinagoghe(queste ultime un po meno ma per persecuzione piu politica che religiosa)(in Iran e' tollerata anche una religione "falsa"lo zoroastrismo)non e' possibile in Arabia, non lo era nell'Afganistan dei Taliban (non so ora) e in Sudan vi e' una guerra civile economico politica mascherata da religiosa dove i "ricchi" mussulmani del nord perseguitano i poveri critiano animisti del sud con una guerra razzista ai poveri, appoggiata questa persecuzione fino a poco fa dall'occidente vista la vicinanza ideologica dei cristiano-animisti ai movimenti Marxisti e alla Teologia della Liberazione ,il governo militar-integralista appoggia la guerriglia reazionaria di un gruppo integralista cristiano in Uganda

    Gli integralismi religiosi presenti anche negli USA altro non sono che lo sfruttare disagio sociale per mantenere in piedi delle oligarchie (integralismi usa,o il grosso degli integralismi sunniti) o sono l'estrema conseguenza di un oppressione spesso straniera o di stati fantoccio che sfocia nell'appoggio a un autoritarismo reazionario a sfondo religioso (integralismi sciiti,sanfedismo e hamas)
    Quindi si puo dire che l'oppressione ha come strumento (o come risposta (spesso errata) in caso di assenza o fallimento di alternative laiche) la religione.
    Guerra, Censura e Integralismi altro non sono che strumenti del Capitale(di stato o privato)e della sua opposizione reazionaria di un anticapitalismo feudale

    OpenCurcio
    *** Contro il capitale e il neofeudalesimo ***
  • ciao,
    scusa se ti chiamo cosi': ho quotato la frasetta che trovo alla fine dei tuoi interventi, tutti peraltro molto interessanti.

    Certo, sono convinto che i governi (o piu' in generale la vita quotidiana) degli arabi sia ancora profondamente imbevuta di una religione con la r minuscola, cioe' usata come strumento di controllo piuttosto che come strumento di crescita spirituale e di consolazione (nel senso latino del termine consolatio).

    Tuttavia questo l'abbiamo passato molto tempo fa anche noi, ce lo siamo ormai buttato alle spalle e -penso- sia nostro imperativo morale aiutarli e non lasciare che il tempo faccia il suo corso.

    chi e' in difficolta' non lo aiuti uccidendolo, sfruttandolo o tirandogli giu' la casa con una cannonata, ma educandolo facendogli innaniztutto capire che la vita merita di essere visssuta....e per far questo DEVI permettere che anche lui guadagni del prodotto della terra su cui vive, e non solo i suoi capi dittatori & politici incompetenti visti di buon'occhio (se non a suo tempo sistemati li'...) dalle "solite note" potenze occidentali (no, non parlo solo degli USA...tutti sanno che anche Francia e Russia avevano i loro interessi con saddam!)

    anche io sono ateo, ma non posso che ammirare le schiere di volontari e missionari cristiani: pensa come il cristianesimo e' profondamente cambiato (in meglio, ovviamente) nel giro di qualche centinaio d'anni, dalle inquisizioni ad oggi....

    Mio padre ha provato i bombardamenti nella 2a mondiale, non ha il minimo astio nei confronti di chi l'ha bombardato (che anzi ci hanno liberato da una schifosa dittatura) ma nondimeno appena vede quanto accade in Iraq dice "qui non si e' capito niente".....

    ciao :=>
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)