Alessandro Del Rosso

Blu-ray, due nuovi formati in arrivo

Lo standard Blu-ray sta per accogliere due nuove specifiche: una incrementa la capacitÓ, portandola a 128 GB, l'altra permette agli utenti di aggiungere materiale personale sui dischi sfornati dall'industria dei contenuti

Roma - A quattro anni di distanza dal debutto di Blu-ray sul mercato mainstream, Blu-ray Disc Association (BDA) è pronta a pubblicare due importanti aggiornamenti al suo famoso standard ottico: la specifica BDXL, che spinge la capacità massima dei media Blu-ray Disk (BD) a 128 GB, e la specifica IH-BD (Intra-Hybrid Blu-ray), che fa coesistere su un solo disco un layer a sola lettura con uno riscrivibile.

Il formato BDXL porta la capacità degli attuali dischi a laser blu da 25/50 GB a 100/128 GB. Per la precisione, le versioni BD-ROM (a sola lettura) e BD-R (registrabili una sola volta) potranno essere da 100 o 128 GB, mentre le versioni BD-RE (riscrivibili) saranno solo da 100 GB.

La specifica BDXL è stata primariamente concepita per l'utilizzo professionale, in ambiti quali il broadcasting e l'archiviazione di immagini medicali o di documenti. BDA prevede tuttavia di introdurre il formato BDXL anche nel segmento consumer, iniziando dai paesi dove il mercato dei masterizzatori Blu-ray è più florido.
IH-BD è la prima specifica Blu-ray a sposare, sullo stesso disco, tracce read-only e tracce registrabili: questa caratteristica potrebbe aprire la strada all'arrivo di dischi prestampati, contenenti ad esempio film, videogiochi o enciclopedie, su cui l'utente sarà in grado di aggiungere contenuti personali o aggiornamenti ufficiali. Almeno inizialmente, entrambi i layer utilizzati dai dischi IH-BD avranno una capacità di soli 25 GB.

Come spesso accade, entrambi i nuovi formati necessitano di nuovo hardware, e saranno dunque compatibili esclusivamente con la futura generazione di player e masterizzatori Blu-ray.

BDA presenterà ufficialmente al pubblico le sue nuove specifiche il prossimo mese: in tale data verrà probabilmente svelata anche la data di commercializzazione dei primi player compatibili.

L'ultima e più significativa novità relativa allo standard Blu-ray è stata l'aggiunta del supporto al 3D, che porta anche nei salotti l'esperienza stereoscopica fornita da alcune delle più recenti pellicole.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • BusinessBlu-ray sposa il 3DIl gruppo di supporto dello standard high-def ha annunciato la finalizzazione delle specifiche per la visione 3D. Che sarÓ retrocompatibile ma richiederÓ molto probabilmente un nuovo lettore per essere apprezzata appieno
16 Commenti alla Notizia Blu-ray, due nuovi formati in arrivo
Ordina
  • E' gia' da tempo che TDK ha sviluppato prototipo "dvd" da 200 Gb per layer....
    Mi piacerebbe che lo standard blu ray potesse contenere al suo interno lo standard per proteggere tutte o alcune dirctory con password, funzionalita' indisponibile sui supporti creati sino ad oggi.
    Sopratutto e' che i dati siano affidabili e rilegibili anche per i prossimi 100 anni... sara' cosi?
    La sfida all'incremento di size sara' sempre una corsa nella rincorsa, l'olografia permettera' di abbattere i limiti delle tecnologie attuali.
    Per me il fatto che possa raggiungere un tera a "dvd" anche con 2 strati e' un vero traguardo, l'importante sottolineo e' garantire allo stesso tempo l'affidabilita'.
    Mentre aggiungere ulteriori strati puo' costituire un problema con le attuali tecnologie, visto che la realizzazione di piu' strati senza che vi siano lacune tra uno strato e un altro comporta dei costi produttivi molto elevati a causa di difettosita' e scarto di prodotti generati dalla fase di assemblaggio dei vari strati, piu' gli strati aumentano e piu' le difficolta' di avere supporti scevri da difetti diminuiscono.

    Saluti
    non+autenticato
  • ...... stanno facendo i lettori blu-ray a diffondersi (se non ci fosse la PS3.......) c' era bisogno di dire agli attuali possessori che hanno buttato i loro soldi?
    Coesistenza di più formati? Una utopia più volte smentita.
    Puntare sul nuovo continuando a "sovvenzionare" il vecchio? Un suicidio annunciato.
    non+autenticato
  • ╚ quello che dievo anch'io: il bluray è già nato male, e ora sta morendo.
    non+autenticato
  • Che significa "a sola scrittura"? a sola LETTURA casomai
    non+autenticato
  • Oddio, Aprile gioca brutti scherzi!!!! Corretto, grazie! Occhiolino

    - Scritto da: noproblem
    > Che significa "a sola scrittura"? a sola LETTURA
    > casomai
  • ....non sono neanche arrivati al pubblico mainstream (coi prezzi che hanno...) ch già pensano a renderli obsoleti....peraltro non capisco perchè spingono su questa feccia, visto che (costando pure) non usano certo plastiche anti-graffio (e ci mancherebbe!!!, mi raccomando che potrebbero durare troppo!!)....voglio proprio vedere quanti dati cancella un bello striscio sul supporto hihiSorride

    @ephestione:
    "dischi da 100TB (su cui usare file system diversi...)"........????già oggi puoi usare filesystem diversi....o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bLax
    > non usano certo plastiche anti-graffio

    il BD è antigraffio
    non+autenticato
  • Come da post sopra, fermo restando che i CD per i backup sono fuori discussione, e che anche i DVD cominciano ad andare stretti, perché hanno come unico vantaggio il costo (solo se acquistati fuori dall'italia, altrimenti neppure quello), mentre richiedono un dispendio di tempo enorme per essere scritti, e occupano volumetricamente uno spazio impressionante (chi ha più valige di dischi tutti in ordine mi capisce), ora come ora i dischi ottici sono realmente utili solo come memorie di massa di piccolo taglio, appunto quando il centro di analisi deve farti avere la lastra digitale, o vai ad affittare il film da blockbuster.
    A scopo backup, anche se gli irriducibili dei DVD serializzati sono ancora molti, oggi come oggi ha senso solo acquistare uno o più grandi hard disk, 130 euro per 2TB di dati, che possono essere cifrati su un'unica grossa partizione, che occupano lo spazio che è necessario a 20 DVD impilati, con la differenza che 20DVD impilati contengono solo 94GB (parliamo sempre di GB e non GiB), e che soprattutto hanno una velocità di accesso insuperabile, basta collegare il disco ad un adattatore sata-usb.
    E un hard disk neppure ha bisogno di durare troppo tempo; qualcuno potrà dire che un hard disk dopo 10 anni potrebbe essere da buttare. Ma tra 5 anni esisteranno probabilmente dischi da 100TB (su cui usare file system diversi...) che costeranno una frazione degli attuali da 2TB. Quindi si copiano i dischi da 2TB dentro il disco da 100TB, lasciando per giunta molto spazio libero, ed i dischi vecchi si svendono su subito.it
  • Concordo con la tua opinione, fino ad un certo punto però. Purtroppo gli hard disk "dei giorni d'oggi" si rompono abbastanza facilmente, quindi un backup in un supporto un pò più sicuro ti serve comunque. Puoi obbiettarmi che basta acquistare un nas con dischi in raid, peccato che normalmente quel tipo di dispositivi effettuino partizioni che windows non legge. Quindi avere dei backup su DVD o DAT resta il sistema non più sicuro, ma con più probabilità di recupero.
    non+autenticato
  • iustum in medio statSorride
    Mettiamola così, oggi come oggi delle centinaia di GB di cui ognuno potrebbe eseguire backup, solo una decina (quasi tutti di foto e video personali, bastano 100MB per le copie della tesi di laurea, i dump dei sorgenti del proprio sito, ecc) sono di dati realmente, realmente "importanti". Masterizzare 2-3 DVD in quel caso si può anche fare, e magari creando una ISO cifrata anziché salvarli in chiaro.
    Per tutto il resto c'è mastercard l'hard disk da 2TBA bocca aperta
  • Se l'hard disk si scassa???
    A questo servono i supporti che durano 100 anni almeno a tenere i dati in via definitiva....
    non+autenticato
  • se hai questa paura, compri due hard disk per fare due copie... 100 anni per un disco ottico non so, se ci arriverò ti posso dire se avevi ragioneA bocca aperta
    Quello che è sicuro è che con 60euro per un 2TB, folle è chi preferisce spendere di più per acquistare l'equivalente frammentato e lentissimo di una pila di DVDRSorride
  • > Puoi obbiettarmi che basta
    > acquistare un nas con dischi in raid, peccato che
    > normalmente quel tipo di dispositivi effettuino
    > partizioni che windows non legge. Quindi avere

    e chi ti costringe ad usare windows? un sistema nas con dei dischi in raid 5 lo dai in mano a windows? lascia perdere.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)