Accessibilità multipla in Parlamento

Un elenco ufficioso ma curioso dimostra che all'attenzione del Legislatore ci sono (almeno) dieci diverse proposte di legge in tema di accessibilità tecnologica

Roma - La curiosa ricerca l'hanno svolta i frequentatori della mailing list pdl3486 dedicata ad uno dei progetti di legge sull'accessibilità portati all'attenzione del Parlamento. Una ricerca che dimostra, appunto, come tale progetto, il pdl 3486, sia in buona compagnia.

"Mi pare di vedere - scrive Ilaria D., che ha svolto la ricerca - quasi una corsa di tanti progetti concorrenti (vince chi arriva primo?) e una gara fra schieramenti politici a chi ne propone di più". Il tutto condito dal fatto che alcuni dei progetti sembrano clonati l'uno sull'altro.

Forse dovranno mettersi d'accordo ma, dopo gli annunci del ministro Stanca e gli appoggi alla Campa-Palmieri, c'è solo da sperare che questo "forking" dei progetti di legge non si traduca in un ritardo strutturale delle riforme in favore dell'accessibilità.
Oltre alla proposta Campa-Palmieri di cui si occupa la mailing list in questione ("Norme per il diritto di accesso ai servizi e alle risorse telematiche pubbliche e di pubblica utilità da parte dei cittadini diversamente abili") sono state depositate, nell'ordine:

Progetto di legge Labate (c. 3713)
"Disposizioni in materia di diritto di accesso ai servizi e alle risorse informatiche pubbliche per i cittadini diversamente abili"

Progetto di legge Lauro (S. 2114)
"Norme per il diritto di accesso ai servizi e alle risorse telematiche pubbliche e di pubblica utilità da parte dei cittadini diversamente abili"

Progetto di legge Iovene (S. 2073)
"Norme per il diritto di accesso ai servizi e alle risorse info-telematiche pubbliche e di pubblica utilità da parte dei disabili e per favorire la loro integrazione attraverso le nuove tecnologie"

Progetto di legge Zanella (C. 3845)
"Norme per favorire l'accesso alle nuove tecnologie da parte delle persone diversamente abili"

Progetto di legge Giaretta (S. 2163)
"Norme di accesso ai servizi e alle risorse telematiche pubbliche e di pubblica utilità da parte dei cittadini diversamente abili"

Progetto di legge Folena (C. 3259)
"Istituzione del programma per la lotta al divario nell'accesso alle nuove tecnologie a livello internazionale"

Progetto di legge Jannone (C. 2950)
"Disposizioni per consentire l' accesso ai siti INTERNET della pubblica amministrazione ai soggetti portatori di handicap"

Progetto di legge Bono (C. 494)
"Disposizioni per consentire l' accesso ad INTERNET ai soggetti portatori di handicap"

Progetto di legge Piscitello (C. 232)
"Disposizioni per consentire l' accesso ad INTERNET ai soggetti portatori di handicap"
TAG: italia
2 Commenti alla Notizia Accessibilità multipla in Parlamento
Ordina
  • Alla fine 9 progetti rimarranno nel cassetto e quello governativo sara' approvato a colpi di maggioranza, tanto non interessa a nessuno
    non+autenticato
  • Naaaa non buttiamoci giù così daiSorride

    I tue progetti maggiormente sottoscritti alla Camera e al Senato di fatto recepiscono le raccomandazioni del W3C mentre il progetto del Ministro (ti consiglio la lettura degli archivi della lista: http://itlists.org/archives/pdl3486/) diciamo che "fa acqua" in due punti:

    - non indica chiaramente a che linee guida vuol far riferimento (auto-concedendosi la loro definizione, controllo, ecc.)
    - pretende di instaurare una validazione "dal bollino blu" che di fatto (come da indicazioni fornite anche nello stesso sito del ministero) non è altro che una validazione automatica con tool del tipo di Bobby...

    Considerando che i due maggiori disegni di legge (nel senso di sottoscrittori) provengono da entrambe le due macro-aree politiche - penso che ci sarà da divertirsiSorride