Claudio Tamburrino

Il costo improprio dei titoli di borsa

Dow Jones denuncia per appropriazione indebita di titolo degli articoli del suo servizio di aggiornamento in tempo reale sul mercato finanziario

Roma - Dow Jones fa causa a Briefing.com per "appropriazione indebita" di titolo: il servizio in tempo reale di analisi dei mercati finanziari, disponibile con un abbonamento o gratuitamente tramite Bloomberg, FactSet, Thomson Reuters, Yahoo Finance o altri distributori di informazione, avrebbe sfruttato le fonti e copiato titoli e parti sostanziali di articoli pubblicati sull'omologo servizio offerto da Dow Jones Newswires.

Per quanto una certa somiglianza fra titoli in alcuni casi, dato che i fatti da cui si parte dovrebbero esser uguali per tutti, può capitare, il sito di notizie finanziarie ha deciso di chiamare in causa il suo diritto d'autore perché la violazione da parte del diretto concorrente sarebbe costante: secondo l'accusa il sito sarebbe colpevole di "una sistematica e spesso istantanea appropriazione di titolo e articoli dal Dow Jones Newswires".

Afferma infatti che in appena due settimane Briefing.com avrebbe copiato una parte sostanziale di almeno 100 articoli e ripubblicato più di 70 titoli entro tre minuti dalla prima pubblicazione su DJ Newswires.
Dai titoli il discorso si allarga dunque all'appropriazione indebita di scoop, un principio della dottrina statunitense che estende la proprietà intellettuale ad alcuni tipo di notizie che altrimenti, in quanto derivanti da fatti reali non appartenenti a nessuno, non sarebbero coperti dal diritto d'autore: Dow Jones accusa il concorrente di non avere fonti proprie e di limitarsi a sfruttare quelle degli altri "tagliando e incollando i contenuti di Dow Jones includendo il materiale piratato nei suoi prodotti più a buon mercato".

Il problema, naturalmente, è nella misura in cui Briefing.com faccia affidamento esclusivamente e sistematicamente sull'avversario diretto e la questione va altresì inquadrata nella battaglia portata avanti da Rupert Murdoch a difesa delle sue notizie: Dow Jones è parte di News Corp.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessGoogle: c'è futuro per l'editoriaSchmidt parla con gli editori e prevede la nascita di un nuovo modello di business: perché la crisi non è delle notizie. Per uscire dall'impasse basta trovare un modo per farle fruttare
  • BusinessGiappone, proprio come Murdoch-sanIl giornale economico Nikkei ha istituito un pedaggio, blocca i link ai propri contenuti e disabilita le funzioni del tasto destro sulle proprie pagine
  • BusinessMurdoch: la pagherete tuttiIl magnate australiano torna sul suo tema preferito. Ma stavolta punta su iPad e accenna alla possibilità per gli aggregatori di mostrare almeno titolo e prima riga
3 Commenti alla Notizia Il costo improprio dei titoli di borsa
Ordina