Già divorati i fondi per la banda larga

I provider che hanno sparato più pubblicità si sono accaparrati abbastanza utenti da esaurire gli incentivi della finanziaria. Ma ora chi non ha ADSL & C. rischia di aspettare. All'orizzonte qualche miraggio...

Già divorati i fondi per la banda largaRoma - Con la complicità di una inesauribile fame di banda in tutta Italia, con gli ammiccamenti di una pubblicità perlopiù bionda e slanciata e con la consapevolezza che far richiedere un ADSL da un utente significa sottrarlo alla concorrenza, in poche settimane alcuni operatori hanno portato all'esaurimento dei fondi previsti dalla finanziaria per incentivare la banda larga.

I famosi 75 euro di contributo statale per gli abbonamenti ADSL e dintorni, infatti, sono stati catturati dagli operatori che, nel complesso, hanno fatto firmare 400mila contratti. Questo non significa naturalmente che quello sia il numero degli utenti connessi, ma solo che sono tantissimi coloro che aspettano di potersi connettere. Ai fini del rimborso all?operatore, che l'utente sia o meno effettivamente connesso è del tutto secondario.

L?esaurimento dei fondi l'ha annunciato il ministro delle TLC, Maurizio Gasparri, secondo cui si può parlare di "grande successo". Va detto che i 75 euro i provider non li vedranno ancora per un po', visto che il ministero dell'Economia deve ancora emanare il regolamento attuativo che ne consentirà l'erogazione. "Ma le aziende - ha dichiarato Gasparri - hanno anticipato lo sconto alla clientela tenendo conto dei fondi stanziati dalla finanziaria ed è stato dunque raggiunto il numero di abbonati che era stato prefissato".
Gongola naturalmente la regina del paese delle meraviglie, Telecom Italia, vera mattatrice di questa breve e intensissima stagione pubblicitaria. Stefano Pileri, direttore della rete di TI, ha affermato che "il contributo alla domanda di 75 euro è stato uno stimolo eccezionale. Abbiamo già fatto i 400 mila accessi che erano consentiti con il contributo di 31 milioni di euro".

Pileri parla di 400mila accessi, affermando che a marzo rispetto a febbraio gli accessi broad band sono aumentati in Italia del 45 per cento e che se si valutano i primi tre mesi dell'anno c'è un aumento che arriva al 120 per cento rispetto ai primi tre mesi 2002. "C'è stata - ha dichiarato Pileri - una vera e propria esplosione della domanda".
Occorre vedere, naturalmente, se e quando una tale domanda potrà essere soddisfatta sul piano tecnico e non solo su quello amministrativo e commerciale.

Che la banda larga esca dalle città, invece, è una speranza da accarezzare visto che il Consiglio dei ministri lo scorso marzo ha deciso di aiutare l'espansione dei servizi broad band anche nelle zone rurali e nel meridione. Obiettivo in vista del quale alcune aziende hanno iniziato a posizionarsi. NetSystem, per esempio, non ha soltanto stretto un accordo con Telecom Italia per spingere il suo satellite monodirezionale in zone non coperte dall'ADSL ma ha anche annunciato una offerta basata su Wi-Fi per connettere via network wireless alle proprie parabole intere zone di comuni non coperti da altri servizi broad band.

Nel Governo, poi, il ministro all'Innovazione Lucio Stanca non ha mai nascosto di ritenere utile verificare la possibilità di un rifinanziamento delle agevolazioni per la banda larga.

Ieri, intanto, in Gazzetta Ufficiale sono usciti i dettagli di come i 31 milioni di euro verranno ripartiti. Di seguito i dettagli.
TAG: adsl
42 Commenti alla Notizia Già divorati i fondi per la banda larga
Ordina
  • che dite se scriviamo a punto-informatico in modo che loro chiedino ai signori provider (tin, telecom, infostra, tiscali) perchè ancora non hanno stornato il contributo?

    nell'articolo si legge che Gasparri ha detto che i provider hanno anticipato al momento il contributo, ma non è vero niente! solo Fastweb l'ha fatto, tutti gli altri no!!!

    fatemi sapere che ne pensate
    non+autenticato
  • Oooo ma allora sei proprio duro!
    Prima di postare si prega di leggere anche i post degli altri please!
    non+autenticato
  • come mai già da fine 2002 alcuni grandi operatori battevano pubblicità sui 75 euro quando ancora non si sapeva come sarebbero stati allocati questi soldi ?

    come mai solo 2 o 3 Operatori hanno messo in atto operazioni commerciali che dopo 4 mesi si sono rivelate, guarda caso, la vera condizione per non essere tagliati fuori dai fondi ?

    da chi, veramente, è stata scritta la bozza di regolamento attuativo della legge ? Ma soprattutto: quando ?

    Grazie
    non+autenticato
  • Ogni abbonamento ha in carico un costo di installazione (di solito un centinaio di euri) , ma guardacaso, c'è sempre di fianco la voce "gratuito fino al X" (dove X è uguale a "data di oggi" + 2mesi).

    Mi sembra ovvio supporre che questi 75 euri siano stati "prenotati" direttamente dai provider maggiori e fagocitati all'interno delle spese di installazione di ciascun utente, quindi, l'utente nemmeno lo sa! Tutto gli passa davanti in maniera assolutamente trasparente, ma in pratica, abbiamo regalato alla TIN 75 euri per ogni nuovo abbonato ADSL, soldi che comunque l'utente non avrebbe MAI SPESO perchè, per ragioni di concorrenza, l'installazione è in perenne offerta gratuita.

    Complimenti a Gasparri, 60miliardi di vecchie lire in un botto! Questo è il colpo del secolo!!!


    Terra2
    2332
  • no forse nona vete capito un cazzo, i soldi nonv engono dati agli utenti che installano una linea ADSL vengono dati ai provider che li devono scontate in qualche modo, e il modo in cui hanno deciso di scontare questi soldi sono i 7 mesi di alice senza pagare il canaone e i 9 mesi di tiscali gratis. l'attivazione non centra nulla. Difatto il contruibuto copre i mesi gratuiti che l'utente non pagherà e che invece avrebbe pagato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > no forse nona vete capito un cazzo

    Senti... 75 euro... con le tariffe adsl attuali, non bastano nemmeno a coprire un paio di mesi... non pensi che anche senza contributo li avrebbero regalati comunque...

    Terra2
    2332
  • no, l'attivazione gratuita c'è cmq

    in più il contributo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Terra2
    > Ogni abbonamento ha in carico un costo di
    > installazione (di solito un centinaio di
    > euri) , ma guardacaso, c'è sempre di fianco
    > la voce "gratuito fino al X" (dove X è
    > uguale a "data di oggi" + 2mesi).
    >
    > Mi sembra ovvio supporre che questi 75 euri
    > siano stati "prenotati" direttamente dai
    > provider maggiori e fagocitati all'interno
    > delle spese di installazione di ciascun
    > utente, quindi, l'utente nemmeno lo sa!
    > Tutto gli passa davanti in maniera
    > assolutamente trasparente, ma in pratica,
    > abbiamo regalato alla TIN 75 euri per
    > ogni nuovo abbonato ADSL, soldi che comunque
    > l'utente non avrebbe MAI SPESO
    > perchè, per ragioni di concorrenza,
    > l'installazione è in perenne offerta
    > gratuita
    .
    >

    Da quello che dici non hai capito esattamente i dettagli delle varie offerte conseguenti all'utilizzo di questo fantomatico contributo governativo;
    ti spiego:
    l'istallazione resta gratuita, ma non per merito di Gasparri,
    i 75 Euro di contributo vanno a coprire le spese dei primi mesi di canone (sono i canoni mensili gratis e non l'istallazione!)

    Chiaro?
  • io vorrei capire perchè io, che pago le tasse, non posso usufruire di questi 75 euro (che alla fine sono sodli miei) perchè l'adsl non mi arriva e probabilmente non mi arriverà mai... invece di incentivare chi è gia coperto a comprare l'adsl (che se non l'ha comprata fino ad ora si vede che non gli serve, non sono 75 euro una tantum che fanno la differenza) perchè non investono i soldi "solo" per aumentare la copertura... mi sembra che un paese debba progredire tutto, non solo in parte!! Altrimenti non diamo una lira a telecom (o altri) e sepndiamoli in altri modi più utili!
    non+autenticato
  • 400.000 richieste di ADSL... vorrei capire se Telecom sa cosa ci farà effettivamente tanta gente con l'ADSL... se lavori otto ore, e a casa stai un'ora al giorno su Internet, me lo dici cosa ci fai con l'ADSL?

    Non è che, per caso, scarichi mentre non ci sei? E cosa scarichi? Il video del matrimonio dei tuoi amici? Va bene, ci credo. Oggi. E domani, cosa scaricherai? Per 365 giorni all'anno, cosa scaricherai?

    Lo vedete, quant'è ipocrita il potere? Ti dà le ali, però poi vieta il volo. E noi, si vola lo stesso.
    non+autenticato
  • Be', forse al solito sono l'eccezione che conferma la regola, ma io con qualcosa di piu` veloce di 'sto cribbio di modem ci farei prima ad aggiornare il mio sitino, per esempio. E magari a scaricare quei 13-15 mega di raw access log g-zippati a partire da un'originale di 300 mega. Per non parlare dei backups periodici di aree "vivaci" come i forums. Al momento mi devo fidare del nightly backup dell'host, che pero` peraltro ha dimostrato di funzionare benone... se poi avessi fibra ottica e IP statico, mi abbonerei e metterei su` il mio serverino. Ho gia` il PC pronto e la TCP aperta su Apache+php+mySQL, solo che servire da 5 Kb/sec e` un po' ridicolo... va be' che sono un buon ottimizzatore ma davvero cosi` non reggeCon la lingua fuori

    insomma, non c'e` solo lo scarico.
    c'e` anche il carico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alex¸tg
    > insomma, non c'e` solo lo scarico.
    > c'e` anche il carico.

    Concordo.
    E, a parte tutto, dato che ormai hanno fatto diventare le adsl piu' economiche delle flat (d'accordo, non se poi utilizzi la linea un'ora al giorno, ma non conosco nessuno che ha medie cosi' basse), perche' dovrei sottoscrivere un'offerta che mi limita !?

    Bye
    non+autenticato
  • fanno lo sconto per l'adsl....mhm bono!

    e allora via tutti a scaricare.......

    oh! ma che hanno messo le tasse sui CD?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)