RealNetworks si dà al gioco

Dopo l'audio, RealNetworks intende distribuire games sulla Rete con una piattaforma pensata per sparare i giochi direttamente sui PC degli utenti. Un negozio in.. streaming

San Jose (USA) - RealNetworks, nota ormai da anni per i suoi formati di audio e video streaming, si butta ora a capofitto in un business parallelo: la distribuzione digitale di videogiochi.

La piattaforma alla base del progetto prende il nome di RealArcade e offrirà ai produttori di videogiochi gli strumenti ed i servizi necessari per sviluppare, confezionare, distribuire e vendere on-line giochi per PC, inclusi quelli Web-based, attraverso un modello di pubblicazione più snello, veloce ed economico. Nell'offerta di RealNetworks è inclusa la piattaforma di e-commerce e l'eventuale testing dei prodotti e il supporto tecnico ai clienti.

Ai produttori che vorranno avvalersi del servizio completo, che parte dunque dallo sviluppo stesso del videogioco, RealNetworks offre il RealArcade Development System di LithTech, un ambiente di sviluppo rapido di giochi 3D con audio e video compressi in formato RealAudio e RealVideo.
Per il packaging dei videogiochi gli sviluppatori si potranno invece avvalere del RealArcade software development kit, che promette un formato di compressione dei file dal 20% al 50% più efficiente di quelli attuali, in grado inoltre di facilitare la distribuzione e l'installazione di patch e aggiornamenti.

Secondo RealNetwork, questo nuovo modello distributivo porterà diversi vantaggi anche per gli utenti finali: sarà innanzitutto possibile acquistare e scaricare giochi in Rete con pochi click del mouse presso il futuro sito RealArcade Games Bazaar, risparmiare rispetto al prezzo delle versioni su CD, godere di aggiornamenti automatici e accedere in modo facile e veloce al gioco on-line.

Sarebbero già oltre 40 i produttori e sviluppatori di giochi ad aver annunciato il supporto per RealArcade, fra cui Valve Software, Monolith, Zombie Entertainment, Small Rockets, Sierra Online, Midas Interactive e ARUSH Entertainment.
TAG: mercato
2 Commenti alla Notizia RealNetworks si dà al gioco
Ordina
  • Sul libro "Space Invaders", Carlà proponeva una cosa del genere per eliminare la pirateria: mettere a disposizione di tutti tutti i videogiochi che ci sono, in cambio di una quota (non meglio specificata se fissa o a consumo), di abbonamento. Questo significherebbe che tutti gli utenti possono giocare quando vogliono a qualunque gioco eliminando loro il fastidio di contattare un pirata e comprare il singolo gioco... chissa!!
    non+autenticato
  • Beh come trovata non mi sembra davvero originale. Se ne parla da almeno due anni, con Napster e soci poi si parla di videogiochi e non solo.
    Insomma come previsione mi sembra una delle solite scontatissime banalita' di quello li'.




    - Scritto da: Fabris
    > Sul libro "Space Invaders", Carlà proponeva
    > una cosa del genere per eliminare la
    > pirateria: mettere a disposizione di tutti
    > tutti i videogiochi che ci sono, in cambio
    > di una quota (non meglio specificata se
    > fissa o a consumo), di abbonamento. Questo
    > significherebbe che tutti gli utenti possono
    > giocare quando vogliono a qualunque gioco
    > eliminando loro il fastidio di contattare un
    > pirata e comprare il singolo gioco...
    > chissa!!
    non+autenticato