Claudio Tamburrino

Microsoft licenzia HTC

Una misteriosa tecnologia brevetta sarebbe stata concessa agli apparecchi Android prodotti dall'azienda taiwanese. Preludio a una nuova battaglia a suon di cause in tribunale?

Roma - Microsoft e HTC hanno stretto un accordo in base al quale alcune tecnologie sviluppate a Redmond e brevettate potranno essere utilizzate anche nei dispositivi Android.

L'accordo, che permetterà a HTC e altre aziende produttrici degli apparecchi Android di utilizzare alcune tecnologie di Microsoft in cambio del pagamento di royalties, permette a Redmond di smarcarsi rispetto all'atteggiamento offensivo preso da Apple (che ha da poco avviato una causa nei confronti di HTC per i medesimi prodotti): la decisione di concedere in licenza le proprie tecnologie rappresenterebbe una soluzione diversa alla medesima questione che ha spinto Cupertino ad adire le vie legali per l'utilizzo di tecnologie protette da proprietà intellettuale da parte dei dispositivi Android, in particolare quelli di HTC.

L'accordo coincide, infatti, con la dichiarazione da parte di Microsoft secondo cui il sistema operativo Android violerebbe la sua proprietà intellettuale. La decisione di HTC di pagare le royalty, riconoscendo dunque la proprietà di tali tecnologie, potrebbe inoltre costituire per Redmond un'arma in più in una eventuale battaglia contro Android.
Questo potrebbe d'altra parte significare (ma non sono stati ancora divulgati i brevetti interessati dall'accordo) che Microsoft intenda mobilitare il suo portafoglio brevettuale nella guerra degli smartphone, che vede attualmente Apple attaccare HTC e indirettamente Google. Big da parte sua non avrebbe titoli di privativa in questo settore tali da resistere alla potenza di fuoco di Cupertino.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
16 Commenti alla Notizia Microsoft licenzia HTC
Ordina
  • Microsoft oltre che a HTC ha offerto protezione legale a Amazon, Novell, Linspire, TurboLinux, e Xandros.

    Offrire protezione contro una minaccia non meglio specificata, ma che in ultima analisi si identifica in colui che ti starebbe proteggendo, ricorda molto la strategia commerciale di un'onorata società: la mafia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: legalita
    > Microsoft oltre che a HTC ha offerto protezione
    > legale a Amazon, Novell, Linspire, TurboLinux, e
    > Xandros.
    >
    > Offrire protezione contro una minaccia non meglio
    > specificata, ma che in ultima analisi si
    > identifica in colui che ti starebbe proteggendo,
    > ricorda molto la strategia commerciale di
    > un'onorata società: la
    > mafia.

    e brevetti e copyright sono la lupara usata da TUTTI quelli che appartengono a questa onorata società...
    non+autenticato
  • piuttosto io punterei l'attenzione sulla tempistica

    si sa che htc è sotto il mirino di apple e quindi pensare di aprire un altro fronte sarebbe stato assurdo

    e infatti ms arriva proprio in quel momento

    e il bello di tutto questo è che non dicono mai quali sono questi fantomatici brevetti
    non+autenticato
  • - Scritto da: legalita
    > Microsoft oltre che a HTC ha offerto protezione
    > legale a Amazon, Novell, Linspire, TurboLinux, e
    > Xandros.
    >
    > Offrire protezione contro una minaccia non meglio
    > specificata, ma che in ultima analisi si
    > identifica in colui che ti starebbe proteggendo,
    > ricorda molto la strategia commerciale di
    > un'onorata società: la
    > mafia.
    A me il discorso sembra ben diverso.
    Se c'è stata violazione di qualche brevetto allora chi è il bandito?
    Semplicemente Ms e htc, piuttosto che imbarcarsi in una causa legale che non fa bene a nessuno, hanno deciso di fare un accordo economico.
    Tutti contenti quindi (tranne Google immagino).
    non+autenticato
  • "Se la gente avesse capito come ottenere brevetti quando la maggior parte delle idee di oggi sono state concepite e li avesse ottenuti, oggi l'industria sarebbe completamente bloccata"

    Bill Gates, 1991
    non+autenticato
  • "misteriosa tecnologia brevetta sarebbe stata"... eeeh?
    non+autenticato
  • se i brevetti sul software fossero esistiti all'inizio degli anni '80 ( il periodo della causa MS-Apple ), oggi Bill sarebbe in una cella a San Quintino con addosso un pigiama numeratoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > se i brevetti sul software fossero esistiti
    > all'inizio degli anni '80 ( il periodo della
    > causa MS-Apple ), oggi Bill sarebbe in una cella
    > a San Quintino con addosso un pigiama numerato
    >A bocca aperta

    O più probabilmente crew in un McDonald's.
    ruppolo
    33147
  • se la xerox avesse brevettato sarebbero in cella insieme gates e jobs
  • - Scritto da: lordream
    > se la xerox avesse brevettato sarebbero in cella
    > insieme gates e
    > jobs
    Ma gates e jobs erano imprenditori con le 00 (non winari e macachi stupidi) mentre quelli di xerox non sapevano cosa avevano per le mani!
    E questo a prescindere dai brevetti che quando sono sul software sono una iattura e una palla al piede per il progresso!
    Lì sta l'errore!
    per evitare che tutti (MS Apple il mondo open source e tutti gli annessi e connessi) si trovino incartati in un sistema ingestibile i brevetti software vanno eliminati!
    E poi... che vinca il migliore (cioè nessuno) e sopravvivano tutti... ma del proprio lavoro non di rendita e patent trolling!
    non+autenticato
  • senza contare che Apple assunse gli ingenieri Xerox che lavoravano al progetto
    MeX
    16899
  • - Scritto da: MeX
    > senza contare che Apple assunse gli ingenieri
    > Xerox che lavoravano al
    > progetto
    Appunto gente con le 00!
    Non quaquaraqua!
    non+autenticato
  • Facile ai tempi. E i costi erano anche contenuti.

    Ad oggi invece...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Scia
    >
    > Facile ai tempi.

    eeeeh sì.
    quando il pc non si sapeva nemmeno se avrebbe avuto un futuro.
    quando il concetto stesso di pc nemmeno esisteva.
    quando Bill e Paul scrissero un interprete per una macchina che come massimo risultato accendeva qualche lucetta sul pannello anteriore.

    facile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Palmipedone
    > - Scritto da: Scia
    > >
    > > Facile ai tempi.
    >
    > eeeeh sì.
    > quando il pc non si sapeva nemmeno se avrebbe
    > avuto un
    > futuro.
    > quando il concetto stesso di pc nemmeno esisteva.
    > quando Bill e Paul scrissero un interprete per
    > una macchina che come massimo risultato accendeva
    > qualche lucetta sul pannello
    > anteriore.
    >
    > facile.
    Non proprio facile su un 8080 o un 6502 dove ti toccava fare fettine di byte e la memoria poteva essere (quando andava di lusso ) 16 k!
    Oggi con 16 k ci tieni si e no un buffer a caratteri.
    E non con un processore a un mhz in cui la istruzione minima (nop. Ovvero no operation ) era di 4 cicli di clock!
    Facile eh?
    non+autenticato