IBM lancia una sfida Java contro Office

Big Blue vuole menare fendenti arrivando sui desktop partendo dai server, sui quali offrirà una suite di lavoro basata su Java e inclusa in WebSphere. Un add-on gratuito

Roma - Colpire MS Office con una manovra di accerchiamento. Questi in apparenza i progetti di IBM che, fino ad oggi, non ha avuto molta fortuna sul mercato delle applicazioni desktop, un settore dove ha sempre sofferto la concorrenza di Microsoft. E' successo così anche con Lotus SmartSuite, una suite di applicazioni per l'ufficio che dal 1995, anno in cui IBM acquisì Lotus, non ha mai rappresentato una seria minaccia per MS Office.

Big Blue sembra ora tentare una nuova strada che spera la possa portare sul mercato desktop attraverso un sentiero più ampio rispetto a quello percorso in passato: un sentiero che passa attraverso un territorio, quello dei server, in cui IBM è leader.

Big Blue ha infatti svelato di avere in progetto l'inclusione, nel proprio application server WebSphere, di una suite per l'ufficio basata su Java. Il prodotto, che si pone in diretta concorrenza con le soluzioni per l'ufficio lato server di Sun, Microsoft/Citrix ed altre realtà minori, verrà integrato in WebSphere senza alcun costo aggiuntivo per i clienti.
La suite sarà composta da un editor di testi, un foglio di calcolo e un programma per presentazioni grafiche basati sulla piattaforma J2EE di Sun: queste applicazioni sono state progettate per risiedere su di un server ed essere utilizzate attraverso dei thin client connessi ad una rete locale o ad Internet.

La mossa di IBM non si può considerare un attacco frontale a MS Office quanto, piuttosto, una strategia a medio o lungo termine attraverso cui Big Blue spera di accelerare quel processo di maturazione del mercato che vede le applicazioni per l'ufficio spostarsi lentamente nel back office, divenendo così servizi on demand accessibili attraverso una rete.

Così come la maggior parte delle applicazioni desktop che girano su di un application server, anche la suite di IBM ha dovuto sacrificare molti fronzoli e funzionalità in nome della leggerezza. Questo, per Big Blue, non è tuttavia un grosso problema: il colosso di Armonk ha infatti affermato che almeno l'80% delle caratteristiche presenti in MS Office non vengono mai utilizzate dall'utente medio.

Con la sua nuova suite Java-based IBM dovrà esorcizzare non solo le sue vicissitudini sul mercato desktop, ma anche il fallimento, nel 1999, di un progetto analogo, chiamato eSuite, che avrebbe dovuto partorire una versione "lite" di Lotus SmartSuite basata su Java e accessibile attraverso thin client. Nuovo giro, nuova corsa.
TAG: mercato
31 Commenti alla Notizia IBM lancia una sfida Java contro Office
Ordina
  • ma quale sarebbe l'utilità di sto nuovo coso ?
    Ci sono già discrete alternative ..... anche Open /star office si istalla server ..... a me sembra troppo sinceramente ..... di questo passo non si fa altro che confondere il mercato (nel senso che c'è gia tanta offerta di applicazioni per l'office outomation). non facevano meglio a dare una mano alla Gnome ? bo!

  • > outomation). non facevano meglio a dare una
    > mano alla Gnome ? bo!

    ma secondo te IBM ha davvero intenzione di aiutare l'open source?
    non+autenticato


  • Non aveva puntato sull'open source, che e' il futuro? Linux, gpl, volemose bene, ecc? Open office ca.BIP.to manco di striscio.
    non+autenticato
  • Supportare linux e/o numerosissi altri progetti opensource non obbliga certo a sviluppare tutto, da oggi in poi, sotto GPL o licenza analoga... Cosa pretendi, AIX opensource (non potrebbe neanche...). WebSphere opensource? DB2, Informix, Domino?
    IBM restà una società, non è certo un ente no-profit...

    Andrea

    > Non aveva puntato sull'open source, che e'
    > il futuro? Linux, gpl, volemose bene, ecc?
    > Open office ca.BIP.to manco di striscio.
    non+autenticato
  • Se avessi letto l'articolo fino in fondo avresti anche trovato che eSuite è un vecchio progetto abbandonato nel '99.
    Ciao.

    - Scritto da: Anonimo
    > http://www.groupcomputing.com/dpmain.nsf/DPAr
    non+autenticato
  • l'e-suite e' sparita come prodotto a se' pero' l'SDK e' a tuttoggi dentro domino R5 (dalla 5.0.3 credo), nella 6 non so
    non+autenticato
  • Una vera novita come prodotto intendevo
    l'e-suite e' sparita come prodotto a se'
    pero' l'SDK e' a tuttoggi dentro domino R5
    (dalla 5.0.3 credo), nella 6 non so
    non+autenticato
  • Francamente mi chiedo ci siano le
    volpi che in IBM fanno queste pensate...
    Tutti sicuramente abbandoneranno
    Office, e OpenOffice (gratuito) per
    la solita m**da scritta in Java (di cui tra l'altro
    ci aveva già provato 6 o 7 anni fa la
    Corel, con CorelOffice for Java), per di più
    basata su Lotus...; l'unico motivo per
    il quale la gente continua a farsi mungere
    con le licenze di Office è la compatibilità
    con se stesso. Di fatto i vari .XLS, .PPT, .DOC
    sono uno standard (che la Microsoft controlla
    e aggiorna), e purtroppo tale standard viene
    usato anche nella PA.

    non+autenticato
  • ti droghi?
    ma da quando i formati di office sono compatibili tra di loro?
    ahh... dici da quando un giudice l'ha ordinato....
    capisco......
    e' stata proprio l'inconpatibilita' delle versioni del sw m$ a fargli fare soldi, ed ora riprenderanno grazie alla bufala dell'xml, che non serve a un cazzo nella maggiorparte delle situazioni. Che significa tutto il mercato dei privati, e il 95% del mercato delle aziende.....

    tra un po' mi dirai che uno dovrebbe usare SwordM$ perche' hai l'assistenza ..... ahhaahhahaah
    non+autenticato


  • > e' stata proprio l'inconpatibilita' delle
    > versioni del sw m$ a fargli fare soldi, ed
    > ora riprenderanno grazie alla bufala
    > dell'xml, che non serve a un cazzo nella
    > maggiorparte delle situazioni.

    Non sono un difensore di MS o Office ma secondo me hai informazioni errate riguardo l'inconpatibilità delle versioni di Office. E' dalla versione 97 che si riesce a lavorare tranquillamente con Word ed Excel mentre Access chiede se si vuole salvare nel nuovo formato (o salvare nel vecchio). Le catene email con allegato file PowerPoint mi sembra che le leggano tutti e quindi anche questa la possiamo mettere via, Outlook ha sempre il solito file PST per i dati... insomma dov'è questa inconpatibilità?

    E se adesso introducono XML (che tu intelligemnte chiami bufala) dovresti essere felice visto che si tratta finalmente di uno standard aperto, o adesso non va bene neppure questo?
    non+autenticato
  • Basare il formato dei documenti di Office su XML non vuol dir niente finché non è standard anche il DTD o lo XML Schema con cui definisci la struttura dei documenti...

    MS, ad esempio, pubblica il DTD di un file Word?
  • > MS, ad esempio, pubblica il DTD di un file
    > Word?
    MS fa _ben_ di + che pubblicare il DTD: Office 11 ti permette di utilizzare uno schema XSD per descrivere la struttura del documento e... si, loschema da utilizzare puoi sceglierlo tu (per esempio, potresti usare quelli -schifosetti, diciamolo- proposti ad Oasis da Sun per Star/Open Office)
    non+autenticato

  • - Scritto da: dilbert
    > Basare il formato dei documenti di Office su
    > XML non vuol dir niente finché non è
    > standard anche il DTD o lo XML Schema con
    > cui definisci la struttura dei documenti...
    >
    > MS, ad esempio, pubblica il DTD di un file
    > Word?

    volpone la ms non ha mai usato i DTD, e lei che ha introdotto gli schema proprio per sopperire alla incapacità delle DTD di rappresentare i dati, quindi please evitiamo di sparar fesserie.
    non+autenticato
  • > volpone la ms non ha mai usato i DTD, e lei
    > che ha introdotto gli schema proprio per
    > sopperire alla incapacità delle DTD di
    > rappresentare i dati, quindi please evitiamo
    > di sparar fesserie.

    Quali fesserie avrebbe sparato? mi sono sfuggite...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E se adesso introducono XML (che tu
    > intelligemnte chiami bufala) dovresti essere
    > felice visto che si tratta finalmente di uno
    > standard aperto, o adesso non va bene
    > neppure questo?

    "Office 2003 e XML: Per molti ma non per tutti"

    http://news.com.com/2100-1012-996528.html?tag=lh
    11237

  • - Scritto da: Anonimo
    > Francamente mi chiedo ci siano le
    > volpi che in IBM fanno queste pensate...
    > Tutti sicuramente abbandoneranno
    > Office, e OpenOffice (gratuito) per
    > la solita m**da scritta in Java

    Fatti due conti: alla fine una grossa azienda riparmirera'
    molti soldi, sia per il fatto che i pc diventeranno terminali (che costano una mazza, poco meno di 200?), si in licenze office.
    Aggiungi poi licenza antivirus su ogni client e assitenza tecnica sul pc, vedrai quanto conviene rimanere a MS office.
    Qui si sta parlando di realta' aziendali (e di un certo livello), non certo desktop casalinghi.

    Se il pordotto sara' veramente buono, e le premesse ci sono, i vari formati .doc ecc.. saranno il problema minore.

    Anonymous

  • - Scritto da: Anonimo
    > Francamente mi chiedo ci siano le
    > volpi che in IBM fanno queste pensate...
    > Tutti sicuramente abbandoneranno
    > Office, e OpenOffice (gratuito)

    Ma li leggi gli articoli oppure la tua scimmia ammaestrata scrive questi post in automatico ?

    > per
    > la solita m**da scritta in Java

    si bravo. probabilmente pensi che l'unica cosa che si possa fare in java siano le applet e non sai nemmeno di cosa stai parlando

    > (di cui tra
    > l'altro
    > ci aveva già provato 6 o 7 anni fa la
    > Corel, con CorelOffice for Java), per di più
    > basata su Lotus...; l'unico motivo per
    > il quale la gente continua a farsi mungere
    > con le licenze di Office è la compatibilità
    > con se stesso. Di fatto i vari .XLS, .PPT,
    > .DOC
    > sono uno standard

    Ah si ? E da quando ? Dove sono le specifiche ?

    > (che la Microsoft controlla
    > e aggiorna), e purtroppo tale standard viene
    > usato anche nella PA.

    E dalle scimmie ammaestrate.


  • > E dalle scimmie ammaestrate.

    - Che lavoro fai?
    - "Linux SysAdmin"
    - no dai veramente, che lavoro fai?
    non+autenticato
  • ... ma secondo me questa cosa sara' lenta da far paura!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)