La prima CPU open source

Un gruppo di progettisti ha appena rilasciato le specifiche di un processore RISC open source, ovvero completamente gratuito. Il segno di un cambiamento anche nel mondo dell'hardware?

La prima CPU open sourceWeb (internet) - La filosofia open source lanciata dalla Free Software Foundation avrà un seguito anche nel mondo dell'hardware? Un gruppo di progettisti di chip inglesi, che guarda caso si sono dati il nome di OpenCores, ci prova e propone le specifiche del primo processore a 32 bit gratuito sul mercato. Si tratta in sé di un gesto estremamente significativo che sta destando una grandissima attenzione.

L'OpenRISC 1000, questo il nome del cuore della CPU, potrebbe andare ad erodere un mercato che vede fra i leader nella vendita di licenze ARM e MIPS. Secondo alcuni, la portata dell'evento è enorme e potrebbe portare al sorgere di una molteplicità di iniziative di questo tipo.

Fra pochi giorni sarà possibile scaricare le specifiche complete del processore e, ma questo è già disponibile, persino un compilatore C gratuito. Gli analisti già si chiedono se la filosofia di sviluppo di OpenCores non finirà per rivoluzionare il mondo dei semiconduttori come Linux ha rivoluzionato quello del software. Anche in questo caso, tra l'altro, la novità arriverebbe in un mercato dominato da uno o due player ma ambito da una grande quantità di soggetti.