Claudio Tamburrino

25 dollari per un film a noleggio

Non esattamente pochi centesimi: questa l'offerta delle major per sconfiggere la pirateria. Che dorme sonni tranquilli

Roma - Disney, Fox, Paramount, Sony, Universal e Warner Bros stanno considerando l'opportunità di offrire le nuove uscite prima dei 4 mesi tradizionalmente attesi per l'uscita in home video. Ma, a quanto pare, aprire una nuova finestra a Hollywood costa caro: per poter affittare un film in anteprima le major chiederebbero tra i 20 e i 30 dollari.

L'opportunità di ridurre la finestra tra uscita cinematografica e home video è da tempo argomento di dibattito per gli studios: l'idea sarebbe di sconfiggere la pirateria colmando gli spazi ancora lasciati vuoti dai canali ufficiali.

Un tentativo era stato fatto da Disney con la proposta di anticipare l'uscita di Alice in Wonderland in DVD e Blu-Ray, ma le sale avevano protestato ritenendola una mossa che andava ad esclusivo detrimento dei loro interessi. Un'altra idea sarebbe invece quella di colmare lo spazio tra cinema e supporto fisico con il video on-demand.
Questa volta il mezzo non sarebbe tuttavia la Rete, dove i detentori dei diritti sembrano avere paura di non poter mantenere il controllo sui propri contenuti, ma la tv via cavo: il canale Time Warner Cable sarebbe il partner per il progetto "home theater on-demand". Secondo tale progetto gli utenti potranno vedere un film a casa appena 30 giorni dopo l'uscita cinematografica per un costo compreso tra i 20 e i 30 dollari.

Mentre le osservazioni tecniche si soffermano sulla possibilità che questo nuovo canale possa erodere i guadagni delle sale cinematografiche o della vendita dei DVD, a suonare veramente stonato è il prezzo. Per una visione singola si chiederebbe non solo più del costo del biglietto del cinema, ma anche più del costo del DVD/Blu-ray.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Digital LifeIl vero nemico del video onlineTentativi di sviluppare piattaforme legali per il download e lo streaming esistono. Ma c'è un ostacolo insormontabile al loro sviluppo: e non è la pirateria
  • AttualitàBBC blinda lo streamingL'emittente implementa nuove misure restrittive per la fruizione del suo servizio iPlayer. Impedendo di fatto l'accesso al software open source. Non sono previste marce indietro
  • Diritto & Internet(IL)Legal Bay by SIAE?di Guido Scorza - Una piattaforma legale a cui i cittadini possano attingere. Orchestrata dalla SIAE e sorretta dagli operatori telefonici. Un progetto che solleva interrogativi di mercato, un progetto che riecheggia il DDL Barbareschi
101 Commenti alla Notizia 25 dollari per un film a noleggio
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)