Hackerism a Firenze

Il 25, 26 e 27 aprile

Roma - A Firenze tra il 24 e il 27 Aprile all'Anfiteatro delle Cascine si terrà un happening underground tra musica, arte e critica del presente voluto dal network netwip.org e promosso come "72 ore di resistenza culturale". Previsti "concerti, sound system, vjing e proiezioni, esposizioni/installazioni performance e rappresentazioni teatrali, media activism and hackerism".

"Netwip.org - si legge in una nota - uno dei circuiti del movimento fiorentino, lavora da mesi alla costruzione di un happening multimediale completamente autorganizzato. Alla base dell'esperienza gli organizzatori pongono una critica feroce alle normative vigenti sulla redistribuzione dei diritti d'autore, nonchè la richiesta di abolizione della tasse di suolo pubblico per tutti gli eventi autogestiti".

Il sito di riferimento è www.netwip.org
TAG: italia
17 Commenti alla Notizia Hackerism a Firenze
Ordina

  • - Scritto da: Numero28
    > che fine ha fatto ?

    si sta preparando...

    http://www.hackmeeting.org/
  • Ecco come riuscire a trasformare un possibile incontro interessante su tematiche informatiche in un centro sociale col suo baraccone di ideologiche starnazzanti follie di chi ha fatto della follia e della militare militanza politica comunista la propria unica ragione di vita.
    Mah. Avessero un lavoro, moglie e figli da mantenere, tasse da pagare ecc. penso che certa gente imparerebbe che cos'e' il mondo _quello vero_.
    non+autenticato
  • Chi immagina evidentemente non ha esperienze dirette...

    Chi non ha esperienze dirette è meglio che taccia piuttosto che dire sciocchezze...

    Evidentemente se parli di militare militanza comunista ecidentemente non frequenti i CS odierni oppure ti fai influenzare dall'immagine mediatica e come tale superficiale che tristi personaggi come casarini propongono via TV, gironali ecc...

    Se hai qlc da dire op pensi di aver qlc di interessante da proporre vacci e scoprirai d'ever espresso giudizi inutili e seguendo la moda del periodo li definirei...preventivi...

    Ignorante !!! Chi ti scrive ha famiglia, paga tasse e offre la sua opera intellettuali insvariati CS e non solo d'Italia....

    invece di immaginare vedi di fare esperienze e produrre per chi cerca di fare cultura all'esterno...

    ...poi se si dovesse dimostrare una schifezza potrai scrivere che hai testimoniato a uno schifo...nn immaginato...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chi immagina evidentemente non ha esperienze
    > dirette...
    >
    > Chi non ha esperienze dirette è meglio che
    > taccia piuttosto che dire sciocchezze...

    Benissimo, sono stato ad una cosa del genere a Bologna qualche anno fa, quindi parlo a ragion veduta.

    > Evidentemente se parli di militare militanza
    > comunista ecidentemente non frequenti i CS
    > odierni oppure ti fai influenzare
    > dall'immagine mediatica e come tale
    > superficiale che tristi personaggi come
    > casarini propongono via TV, gironali ecc...

    Non frequento i CS, ci sono andato tante volte e non ho problemi ad andarci ancora: non sono di sinistra ma non ho preclusioni.

    > Se hai qlc da dire op pensi di aver qlc di
    > interessante da proporre vacci e scoprirai
    > d'ever espresso giudizi inutili e seguendo
    > la moda del periodo li
    > definirei...preventivi...

    Quando ci sono andato ho scoperto che si parlava, si, di sviluppo, dei programmi, delle prospettive e delle esperienze di questo e di quell'altro, ma era come un incontro tra amici che raccontano il proprio. Poco valore aggiunto. Poi ogni tanto saltava fuori la frase che Linux è di sinistra... che tristezza! È una pena vedere gente che dà un colore politico ad un sistema operativo.... chissà se per loro "if" è di destra o di sinistra.
    Insomma, mancavano delle autorità di calibro del mondo dell'IT e della parte di chi dovrebbe gestirla in Italia. E poi, si, c'era in vendita l'ultima debian tirata giù da internet e masterizzata.

    > Ignorante !!! Chi ti scrive ha famiglia,
    > paga tasse e offre la sua opera
    > intellettuali insvariati CS e non solo
    > d'Italia....

    Lascia che siano gli altri a chiamarti "intellettuale", anch'io posso dire di essere un genio. Molto meglio se lo dicono gli altri.
    Inoltre, guardo sempre molto diffidente gli intellettuali di sinistra: sono stati i teologi degli anni di piombo, hanno dato i motivi per giustificare l'uso dei sanpietrini, incitavano all'uso delle armi... però erano pacifisti, non-violenti e quant'altro.... a questo punto mi chiedo se la tua "opera intellettuale" sia quella di insegnare a preparare esplosivi, usare coltelli e insegnare a picchiare.

    > invece di immaginare vedi di fare esperienze
    > e produrre per chi cerca di fare cultura
    > all'esterno...

    Ecco, io ti ho portato dei fatti, non ho immaginato nulla, mi sono solo guardato indietro nella mia storia di vita. E mi viene da diffidare di certe iniziative. Vedi, al meeting di Bologna ci ero andato con entusiasmo. Se me l'hanno afflosciato, un motivo ci sarà. Perché non cercate prima di tutto voi impegnati in politica ad eliminare tanta politica dalla vita di tutti i giorni? Non dico completamente... ma ce n'è davvero troppa in giro!
    Il problema dei CS è che le dinamiche di gruppo facilmente enfatizzano ed estremizzano certe idee che il singolo di per sè non accetterebbe.
    Che ognuno abbia le proprie idee è bello, ma mai e poi mai diventino esse la sua religione-ragione di vita: si renderebbe schiavo a dispetto di quella libertà che invece anela.

    Tit.
    non+autenticato
  • Questi attacchi alla "sinistra" fanno venire il voltastomaco! La gente qualunquista come te fa pena!. Non sai nemmeno di cosa parli e vuoi dispensare consigli a destra e a manca. Comincia ad acculturarti e ad occuparti più di politica così capiresti meglio in che mondo vivi. Se oggi abbiamo un minimo residuale di libertà lo devi proprio a quella sinistra che tanto attacchi; o forse preferisci rendere merito a gente come G. Fini che è un fascista, pure malcelato, e che ci sta portando sempre di più verso una deriva autoritaria? Occupati più di politica (non quella istituzionale) così quando arriveranno i calci in culo saprai da che parte arrivano.

    P.S. parli tanto di terrorismo e di "sampietrini" comincia ad informarti sulla "crociera dei cento fascisti" (e guarda i nomi dei partecipanti), strage di Piazza Fontana, strage di Brescia (Piazza della Loggia), Italicus, ecc. ecc. ecc. Probabilmente tutti questi avvenimenti non ti dicono niente proprio per la tua totale mancanza di formazione politica!
    non+autenticato
  • > Questi attacchi alla "sinistra" fanno venire
    > il voltastomaco! La gente qualunquista come
    > te fa pena!.

    La gente qualunquista è quella che fa
    andare avanti questo paese da mezzo
    secolo caro mio

    > Se oggi abbiamo un minimo
    > residuale di libertà lo devi proprio a
    > quella sinistra che tanto attacchi

    Non credo proprio, se abbiamo un
    po' di residuale libertà lo dobbiamo
    a chi il secolo scorso ha impedito al
    partito comunista italiano di andare
    troppo ad Est

    > P.S. parli tanto di terrorismo e di
    > "sampietrini" comincia ad informarti sulla
    > "crociera dei cento fascisti" (e guarda i
    > nomi dei partecipanti), strage di Piazza
    > Fontana, strage di Brescia (Piazza della
    > Loggia), Italicus, ecc. ecc. ecc.

    Guarda che i rossi e i neri sono finiti da
    un pezzo (a meno che tu non sia uno di
    quei nuovi pazzi di movimenti ala BR)

    > Probabilmente tutti questi avvenimenti non
    > ti dicono niente proprio per la tua totale
    > mancanza di formazione politica!

    Solita frasetta conclusiva per sminuire le
    posizioni dell'avversario.

    La mia formazione politica è di stampo
    Montanelliano che ho seguito anche nella
    sua folle impresa con "La Voce".

    E la tua ? Manifesto ?
    non+autenticato
  • Non credere che dicendo di ispirarti alle idee di Montanelli tu faccia una bella figura. Il signor Montanelli era un fascista, senti cosa scriveva all'epoca del fascismo "... con il negro non si fraternizza ma si sottomette. Solo dopo che egli avrà riconosciuto la sua inferiorità .......". Ora hai capito cosa intendo quando ti dico che non hai nessuna formazione politica per dare lezioni di morale alla sinistra (mi ripeto non quella istituzionale). Per quanto riguarda la mia formazione non viene dal Manifesto come dal Corriere della Sera. Formarsi significa non imparare dai giornali ma studiare e quindi preferisco leggere libri e cercare le notizie più approfonditamente rispetto a quel frullato di menzogne che ci somministrano i media attuali, sempre proni ai potenti di turno.
    non+autenticato
  • ...o gente che si lamenta perchè invece di solo "hackeraggio" si parla o si pensa di parlare anche di politica sinistrorsa:
    se gli orgogliosi qualunquisti che hanno mandato avanti l'italia fino ad oggi e ti hanno garantito la libertà fossero davvero quelli di cui parlate, che senso intimo (apparte il gusto fine a se stesso e quindi equiparabile a quello per qualsiasi altro hobby)avrebbe l'hacking? Se guardiamo agli usa come società simile e più senescente della nostra (nel senso che gli orgogliosi qualunquisti hanno avuto in mano prima dei nostri certi strumenti/possibilità tecnologiche) vediamo che l'hacking è quasi una necessità per garantirci libertà.A QUESTO PUNTO VORREI RICORDARE CHE LE LIBERTà NON VANNO A MORIRE DA SOLE, VENGONO UCCISE PIù O MENO VELOCEMENTE....DA QUALCUNOQUALCOSA.

    MIO NONNO E MOLTI ALTRI NON AVREBBERO SCAMBIATO LO ZAPPARE,IL KNOW HOW SU COME SI INNESTA UN ALBERO DA FRUTTO, UNA laurea in ingegneria che ti basta per costruire un trattore che duri 50anni per una che ti permette di stampare80000000 bigliettini in eptacromia in 15sec per poi buttarli nel cesso...

    produci consuma crepa
    E NON LO FAI PER TE O I TUOI FIGLI
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...Non sai nemmeno di cosa parli e
    > vuoi dispensare consigli a destra e a manca...

    Semmai consigli a sinistra e a annunziata...Sorride)))))))))))))

    non+autenticato
  • A dispetto di quello che dice quell'altro invasato,
    hai proprio ragione da vendere.

    Sempre a dare un colore, o una connotazione
    politica, a tutto così nel frattempo i politici veri
    fanno quello che vogliono.

    Queste manifestazioni hanno sempre il
    difetto di far si che l'opinione pubblica
    associ contenuti di tutto rispetto a gruppi
    alquanto discutibili, cone le conseguenze
    che iniziamo a vedere.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ecco come riuscire a trasformare un
    > possibile incontro interessante su tematiche
    > informatiche in un centro sociale col suo
    > baraccone di ideologiche starnazzanti follie
    > di chi ha fatto della follia e della
    > militare militanza politica comunista la
    > propria unica ragione di vita.
    > Mah. Avessero un lavoro, moglie e figli da
    > mantenere, tasse da pagare ecc. penso che
    > certa gente imparerebbe che cos'e' il mondo
    > _quello vero_.

    Belli questi post...
    Neghi la libertà d'espressione e soprattutto ti prendi la libertà di imporre cosa è giusto e sbagliato...

    e magari se ti dico che sei fascista ti incazzi anche ghghghgh...

    - Paul Petta -
    non+autenticato
  • mi sono letto tutto il thread e devo dire: che tristezza.
    prima di tutto l'iniziativa NON e' un un centro sociale, e non viene organizzato da un centro sociale, e' un network (appunto) di realta', persone e tanto altro che NON ha un posto fisico.
    poi non capisco molte cose di questa discussione visto che la parte digitale/informatica e' solo in una delle tante tende li' presenti, si parlera' di EUCD, come farsi una web radio e indymedia, verranno condivise conoscenze, strumenti e tante cose. ci saranno concerti, banchini di alcune riviste autoprodotte, cucina vegana (speriamo non solo ;P).
    tutto finanziato da NESSUNO, tutto AUTOprodotto.
    ma che ci sto a fare a dirlo, tanto chi vuol sentirmi mi sente e chi non vuole continuera' a infamare a gratis.
    dio che tristezza sto forum
    non+autenticato
  • dalla presentazione sembra un campus no-global con qualche installazione di debian tra un concerto ed una sessione d*n*b, è cosi' oppure è stato un po' troppo accentuato da PI ?


    --
    meK
    non+autenticato
  • c'e' un modo per scoprirlo: vacci


    - Scritto da: Anonimo
    > dalla presentazione sembra un campus
    > no-global con qualche installazione di
    > debian tra un concerto ed una sessione
    > d*n*b, è cosi' oppure è stato un po' troppo
    > accentuato da PI ?
    >
    >
    > --
    > meK
    non+autenticato
  • In effetti sembra proprio che l'avvenimento debba svolgersi
    secondo le tue previsioniSorride)
    Comunque non sono d'accordo con il polverone sollevato
    nel thread precedente.
    Penso che chiunque si avvicini ad un avvenimento che promuova
    temi a lui cari , lo debba fare con un certo distacco che consenta di trarre dall'esperienza i vantaggi e le conoscenze cercate, senza stare a sentirsi parte integrante della comunità ospitata,ne paladino dell'ideologia che muove l'organizzazione dell'evento(sia essa di destra o di sinistra).
    Altrimenti si finisce col far passare in secondo piano gli argomenti agitando i pugni al cielo, o col cantare faccetta nera in coro polifonico.
    Se si ha interesse per i sistemi operativi,e le tecnologie informatiche non esaltiamoci ne offendiamoci non appena un cretino ci viene a dire che Linux e di sinistra e Windows è fascista. Penso che chi lavora nel settore o chi ne è appassionato possa tranquillamente permettersi il lusso di lasciar perdere queste menate che non portano a niente e che niente hanno a che vedere con l'informatica. Le prese di posizione sul senso etico dell'una o dell'altra filosofia possono essere lasciate ad altri appuntamenti mirati.