Pochi professionisti IT persino in India

Ingegneri e tecnici informatici indiani lavorano in tutto il mondo e hanno aiutato USA ed Europa ad affrontare la richiesta di addetti hi-tech. Ma ora anche l'India ha bisogno di loro, segno delle nuove accelerazioni del settore nel paese

Pochi professionisti IT persino in IndiaNuova Delhi (India) - Il mercato indiano dell'information and communication technology, quello che così grande interesse ha suscitato nelle imprese occidentali in questi anni di grande espansione, ha bisogno di manodopera specializzata, di ingegneri e tecnici informatici.

La notizia potrebbe sorprendere molti visto che proprio l'India è stata la più importante "esportatrice di cervelli" informatici in mezzo mondo, in particolare Stati Uniti ed Europa. Attraverso accordi speciali di commercio e sviluppo, infatti, sono molte migliaia gli indiani che si sono trasferiti negli anni in nord America e in Europa per contribuire a riempire quel vuoto nelle posizioni IT di cui soffrono da sempre entrambi i mercati. Anche l'Italia si è dimostrata interessata ad "importare" ingegneri IT indiani allo stesso scopo.

Ora però secondo NASSCOM - l'associazione che in India rappresenta le aziende produttrici di software, quelle stesse imprese che vantano contratti di grande importanza con le multinazionali americane ed europee del settore - nel paese entro il 2008 mancheranno 200mila specialisti informatici.
Foto del Taj MahalUn problema, dunque, che rischia di impattare profondamente sulle politiche indiane che hanno finora favorito l'emigrazione dei professionisti dell'IT, promossa anche come parte di una vasta campagna dell'industria indiana di settore tesa a consolidare nel mondo l'immagine di qualità dei prodotti software locali.

Un lavorìo che sta dando i suoi frutti. In questi anni secondo le rilevazioni internazionali le esportazioni di software indiano hanno continuato a crescere a tassi del 20 per cento l'anno. Che i programmatori indiani abbiano assunto un peso specifico notevole nei progetti delle grandi industrie del software lo ha di recente dimostrato l'appello che il capo di Sun Microsystems, Scott McNealy, ha rivolto alla comunità locale dello sviluppo.

Secondo NASSCOM gran parte dei problemi relativi alla mancanza di professionalità IT va ricercato nel fatto che sebbene ogni anno l'India sforni più di un milione e mezzo di diplomati della scuola superiore, questi sono persone che non hanno ancora una preparazione sufficiente per entrare nell'industria dell'IT. NASSCOM ritiene che la scuola scientifica, infatti, dovrebbe preparare i giovani ad un futuro impiego in un settore che ha acquisito per l'India un'importanza colossale per il suo rilievo economico e finanziario.

Una situazione testimoniata, peraltro, anche dalla propensione di Nuova Delhi a spingere i grandi investimenti nell'infrastruttura dell'IT, come quello nel progetto I-Grid pensato per dare al paese una super-rete dedicata alla ricerca, sul modello di quanto sta avvenendo negli Stati Uniti e, in parte, in Europa.

Tutto questo incuriosisce anche paesi come l'Iran che vedono nel modello di sviluppo dell'IT indiano un esempio da seguire per l'accelerazione delle proprie economie.
TAG: mondo
73 Commenti alla Notizia Pochi professionisti IT persino in India
Ordina
  • Se è vero non mi resta che fare le valige ed andare in India.
    Qui sta fallendo tutto nel settore IT!
    Mi pare di giocare a quel vecchio giochino che si chimava FROG dove bisognava attraversare il fiume saltando dai tronchi prima che affondassero.
    Io un salto l'ho già fatto (la TPS srl di Roma è fallita...) l'altro spero di poterlo fare a breve senza affondare con tutto il tronco.
    non+autenticato
  • Salve,vorrei portarvi a conoscenza della mia realtà!In questi giorni in cui le persone sono assillate da guerre,polmoniti e da tutti i problemi esistenziali inerenti, io mi sento un'impotenza spirituale fortissima!Molti di quelli che leggeranno non potranno capire.Detto in parole povere,si sta a guardare se uno è indiano o cinese o italiano o americano!Siamo nell'anno 2003 ma gli errori del passato non vi insegnano nulla??!!.Sono un Tecnico informatico di 31 anni,la mia nascente azienda è stata spazzata via perchè nuova e fragile,ma non mi sono dato per vinto!!
    Colpito da una sventura provocata da terzi ero pieno di odio e stavo per buttare benzina sul fuoco,ma per fortuna qualche cosa mi ha fatto capire determinati cose.Mi sono visto sbattere la porta in faccia molte volte sentendomi dire,lei ha troppi anni,non è competitivo nel lavoro.Ah lei è...ma noi vogliamo spendere poco e avere tanto!L'hight tech manca di tecnici e io mi sono visto costretto a insegnare per 10 euro al giorno l'informatica a dei giovani ragazzi della costa d'avorio.Si quelli che molti chiamano schifosamente e in modo ignorante ''Negri''!Vedo e vivo in un condominio in cui su 9 appartamenti 8 sono affittati da italiani a prezzi diciamo schifosamente proibitivi.Voi paghereste mai 500 euro per vivere in 50 metri quadri in 5 persone?Vi dico,in galera si sta meglio!Poi ci si chiede,perchè rubano alcuni?Arrivato a questa età e vissuto sempre alla ricerca di risposte mi chiedo ancora come noi esseri umani siamo cosi' ironicamente e tragicamente stupidi!?Il mondo è bello per le sue diversità i suoi colori,non diventate vittime di carnefici i quali pensano che il danaro sia l'unico loro valore!!Preoccupati avviliti e immersi in un mare di soldi i quali anche io ne ho avuti sicuramente troppi e mi hanno fatto male!Miliardi buttati nel cesso e solo ora mi accorgo che alla fine erano solo pochi pezzi di carta in cui molti riversano i propri sogni!Io figlio della carne e nello stesso tempo rifiuto di una società che sputa addosso alle persone grazie a cui mangiano!Quanto dolore un essere umano puo' provare?Qunato durerà tutto questo!??
    Perchè è cosi' difficile pensare e darsi pace vedendo che alla fine tutto il mondo non è che un piccolo punto in mezzo all'infinito!?E noi siamo qui a ucciderci,a dire questo è mio non tuo,ma quello che è tuo è mio!Possibile che nessuno capisca il dolore degli altri?Ora basta,noi siamo stanchi.Non si potrà piu' andare avanti in questo mondo se si continueranno a creare diversità!Le guerre dilagheranno,le malattie dilagheranno,la fame sara' li dietro l'angolo!Non è pessimismo è la realtà!!!Io ho bisogno di lavorare a condizioni accettabili e vivere in un mondo diverso.Desidero crescere i miei pensieri e farmi il mio destino senza essere soggiogato da nulla!Ditemi voi,da che parte volete stare??Un detto popolare ricco di saggezza ci insegna che - I SOLDI NON DANNO LA FELICITA'!Noi sappiamo bene che questa è la verità e che i soldi sono solo uno schifo in cui mai potremo trovare le verità che cerchiamo e se siamo troppo presi a cercare verità in un pezzo di carta di 10 centimetri,tutto il resto che è la nostra vita i nostri amici ,la nostra famiglia,le nostre mogli ed infine i nostri FIGLI...,che FINE orrenda faranno?Per me la vita è sempre stata un'incognita ma di certo tutte queste domande non troveranno risposta in un pezzo di carta!
    Scusate se vi ho provocato disagio scrivendo certe cose.Ma chi non ha smesso di cercare a la forza di emergere dai nostri piccoli inferni che ci creiamo molto spesso durante l'attesa dell'arrivo di risposte,ma le risposte sono dentro ad ogni essere vivente che metta piede su questa terra!Bianco,giallo,nero,rosso.La diversità rende questo mondo unico e vederlo distruggere da un pezzo di carta fa molto male!

    Sentinella di pace
    dragon71@infinito.it
    non+autenticato
  • http://edition.cnn.com/2003/WORLD/asiapcf/south/04...

    In questo articolo di ieri/oggi si dice che semmai le grandi compagnie indiane cominciano( anche per sleale concorrenza dall'estero ...) a perdere commesse da aziende del resto del mondo che le usano per fare Outsorcing ...

    Di solito uso per lavoro Cnn/Business-Asia e lo trovo attendibile

    bye

    Full Japan Immersion
    non+autenticato
  • leggi bene, li' si dice che chiudono le frontiere, specie gli usa, per questioni "altre" (mica una novita'), quindi non esuberi, semmai li rimandano a casa
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > leggi bene, li' si dice che chiudono le
    > frontiere, specie gli usa, per questioni
    > "altre" (mica una novita'), quindi non
    > esuberi, semmai li rimandano a casa ...

    ... appunto: tornando a casa (ormai e' un trend che dura da un anno e 1/2 ) in India ci dovrebbero essere "esubero", non "carenza" di tecnici; era all'India che mi riferivo, non al resto del Mondo

    bye

    Full Japan Immersion


    non+autenticato
  • Basta con questi piagnistei... !!! Indiani, non indiani lavoro e non lavoro...
    Siamo professionisti IT o no? Siamo seri e professionali, o no??
    Abbiamo nelle mani l' IT di un azienda... oggi come oggi vuol dire tenere l'azienda per le p**** .....!!!!!

    Consorziamoci, riuniamoci.... alziamo le nostre tariffe ... TUTTI... non svenndiamoci per due lire.... teniamo alta la qualità.....
    ....e sopratutto circondiamoci di personale ITALIANO !!!!
    Sei un IT manager ? Coordini l'informatica della tua azienda ??
    Decidi tu chi deve lavorare con te!!!! Sennò vattene pure tu.....
    Li teniamo per le p****, ricordiamocelo !!!!
    non+autenticato


  • Facciamo un sindacato vero di categoria.
    Io ci sto
    G. Minello



    - Scritto da: Anonimo
    > Basta con questi piagnistei... !!! Indiani,
    > non indiani lavoro e non lavoro...
    > Siamo professionisti IT o no? Siamo seri e
    > professionali, o no??
    > Abbiamo nelle mani l' IT di un azienda...
    > oggi come oggi vuol dire tenere l'azienda
    > per le p**** .....!!!!!
    >
    > Consorziamoci, riuniamoci.... alziamo le
    > nostre tariffe ... TUTTI... non svenndiamoci
    > per due lire.... teniamo alta la
    > qualità.....
    > ....e sopratutto circondiamoci di personale
    > ITALIANO !!!!
    > Sei un IT manager ? Coordini l'informatica
    > della tua azienda ??
    > Decidi tu chi deve lavorare con te!!!! Sennò
    > vattene pure tu.....
    > Li teniamo per le p****, ricordiamocelo !!!!
    non+autenticato

  • > Facciamo un sindacato vero di categoria.
    > Io ci sto
    > G. Minello

    e cosa pensi di risolvere ....se vuoi guadagnare di più non devi certo rivolgerti a sindacati
    Se prendi poco è perchè vali poco... i veri professionisti(quelli con tre palle) vengono pagati a peso d'oro ancora oggi.....



    nop
    563
  • Vabbe' non e' che se di palle ne hai due ti debba accontentare di essere sottopagato pero'


    - Scritto da: nop
    >
    > > Facciamo un sindacato vero di categoria.
    > > Io ci sto
    > > G. Minello
    >
    > e cosa pensi di risolvere ....se vuoi
    > guadagnare di più non devi certo rivolgerti
    > a sindacati
    > Se prendi poco è perchè vali poco... i veri
    > professionisti(quelli con tre palle) vengono
    > pagati a peso d'oro ancora oggi.....
    >
    >
    >
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vabbe' non e' che se di palle ne hai due ti
    > debba accontentare di essere sottopagato
    > pero'
    >

    Cosa intendi per sottopagato ... cosa prendi 100? al mese?

    Ripeto se prendi poco e' perche' vali poco......
    nop
    563
  • una probabile risposta può essere qui: www.aipnet.it

    dico probabile perchè la strada è ancora lunga però se andiamo avanti ce la faremo.
  • Da circa 1 anno riceviamo quotidianamente in azienda dai 5 ai 15 curricula di dott. o ing. informatici con la richiesta di un impiego... penso che sta storia degli Indiani super richiesti per carenze interne di offerta sia un po' bollita ormai...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Da circa 1 anno riceviamo quotidianamente in
    > azienda dai 5 ai 15 curricula di dott. o
    > ing. informatici con la richiesta di un
    > impiego... penso che sta storia degli
    > Indiani super richiesti per carenze interne
    > di offerta sia un po' bollita ormai...

    Sono curioso di sapere quanto pagate un IT manager... forse la storia del bollito sta proprio li...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)