Azienda sicura? Metti il bollino

L'idea è venuta al governo americano, che intende proporre misure standard di sicurezza internet alle imprese, che potranno anche decidere di non aderire. Il bollino che sfida i cracker

Washington (USA) - Rendete più sicuri i vostri server e pubblicate sul vostro sito un bollino di qualità: questo il messaggio che il governo americano, in accordo con l'industria dell'hi-tech, intende inviare alle imprese, senza però imporre alcunché.

Il progetto voluto dalla "Cyber Security Task Force" messa in piedi da qualche settimana è quello di una serie di linee guida per la sicurezza in internet che, se rispettate, consentiranno alle imprese di pubblicare sul proprio sito il bollino. Non seguirle, però, non comporterà alcuna penale, almeno ufficialmente.

L'idea dei proponenti non è solo quella di migliorare in generale la sicurezza della rete attraverso un rafforzamento delle procedure e delle configurazioni utilizzate dalle aziende presenti in internet ma anche quella di "tranquillizzare" quella parte degli utenti che non è convinta di potersi fidare delle imprese online, in particolare di quelle dell'e-commerce.
A criticare il progetto e bollarlo come inutile sono in molti. Secondo un analista di Gartner Research, per le imprese aderire agli standard e pubblicare il bollino potrebbe essere addirittura controproducente: "Non appena un'azienda pubblicizzasse l'adozione di uno standard di sicurezza verrebbe considerata una sfida aperta per hacker e cracker. Ottenere quella certificazione è come dipingere un bersaglio per gli smanettoni".

Alle critiche i rappresentanti dell'amministrazione americana hanno risposto sottolineando, d'altra parte, che non è possibile per le autorità monitorare la sicurezza dei server delle imprese, né sul piano tecnico né sul piano politico. Dunque nessuna imposizione, solo bollini.
5 Commenti alla Notizia Azienda sicura? Metti il bollino
Ordina